Dieci euro per dormire nel palazzo. Inchiesta sul racket degli abusivi

La Digos trova le ricevute nell'edificio sgomberato. La Procura indaga sui Movimenti per la casa. Ma il traffico va avanti da anni

Roma - Come funzioni il racket delle occupazioni abusive non è un segreto per nessuno, sicuramente non lo è per i magistrati che più volte in passato si sono occupati di questa prassi e per le istituzioni che da sempre la tollerano. Ma adesso ci sono quelle «fatture», con tanto di tariffe anche giornaliere per poter sostare nel palazzo di via Curtatone, a Roma, sgomberato giovedì dalla polizia, a testimoniare che la solidarietà c'entra poco con certe occupazioni e che queste sono per lo più organizzate e gestite da veri e propri esperti del settore che sfruttano i bisogni di rifugiati e migranti.

Molto più di un sospetto per la Procura della capitale che anche nel caso dell'edificio di piazza Indipendenza, un immobile di 32mila metri quadrati sede dell'Ispra fino al 2012 e occupato da un gruppo di immigrati dal 2013, vuole vederci chiaro e ha aperto un'inchiesta per verificare possibili speculazioni e giri di racket nello stabile a due passi dalla stazione Termini da cui sono stati cacciati i rifugiati e i richiedenti asilo somali ed eritrei che lo avevano trasformato nella loro casa in cambio, a quanto pare, di regolari esborsi di denaro. Almeno è questo quello che raccontano i pezzi di carta firmati, a mo' di ricevuta, dagli occupanti per garantirsi un tetto sulla testa e una brandina in una stanza o nei corridoi degli ex uffici dell'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale.

«Tre giorni al quinto piano, stanza 22. Trenta euro», c'è scritto su uno dei fogli sequestrati dagli investigatori insieme ad un pc che pare venisse utilizzato per confezionare i badge distribuiti agli occupanti per poter entrare ed uscire dallo stabile. Dieci euro al giorno per garantirsi un giaciglio e assicurare entrate illegali ai pochi che gestivano il via vai di migranti. Un gruppo ancora non identificato che ogni mese poteva incassare anche duemila euro, mentre i proprietari dell'edificio ne spendevano 575mila l'anno di tasse varie. Probabilmente a riscuotere erano i primi stranieri che anni fa hanno occupato il palazzo, ma quasi certamente questi erano soltanto degli intermediari di un'organizzazione più vasta di cui ancora si sa poco e che lucra sulla pelle dei disperati pretendendo affitti per gli alloggi di fortuna. Domani la Digos acquisirà tutta la documentazione sequestrata durante lo sgombero, incartamenti e ricevute firmate dai profughi, effettuerà i dovuti riscontri, cercherà di decifrare sigle, numeri e dati, poi invierà un'informativa a piazzale Clodio dove già sono aperte diverse inchieste su altre occupazioni e che in passato hanno gettato un'ombra su alcuni movimenti e comitati di lotta per la casa. Nella cronaca romana, per esempio, ricorre la vicenda di una delle occupazioni storiche della città, quella della Angelo Mai, dove alcuni protagonisti dei movimenti furono arrestati per estorsione e violenze nei confronti di migranti obbligati al pagamento di somme di denaro.

Nel caso dell'edificio di via Curtatone, giovedì scorso è stata la stessa prefettura ad indicare «l'azione di infiltrazione posta in essere dai movimenti di lotta per la casa che ha indotto gli occupanti a rifiutare sistemazioni alloggiative alternative». E c'era Luca Faggiano, noto attivista di estrema sinistra di uno di questi movimenti, il 12 dicembre del 2013 alla guida dei circa 450 migranti che hanno invaso e preso possesso di questo immobile di 11 piani che si estende per un intero isolato.

Commenti

DRAGONI

Dom, 27/08/2017 - 08:50

E TI SEMBRAVA !! ECCO LE RISORSE IMPORTATE CON LA NOTA ATTIVITA' DELLA EX RAPPRESENTANTE ONU PER I RIFUGIATI E CHE ORA GODE DELLA IMMUNITA' PARLAMENTARE ED E' NATURALMENTE ADEGUATAMENTE REMUNERATA .

dot-benito

Dom, 27/08/2017 - 09:52

SI SVEGLIANO ADESSO? STRISCIA LA NOTIZIA E' ANNI CHE FA VEDERE LE INCHIESTE SU QUESTI DELINQUENTI CHE APPROFITTANO DELLE SITUAZIONI DI PERSONE SENZA DIMORA PER ARRICCHIRSI MA LE ISTITUZIONI CHIUDONO GLI OCCHI E SE NE STANNO RITIRATI NELLE LORO TORRI D'AVORIO

steacanessa

Dom, 27/08/2017 - 09:55

Ma i sindaci sinistri di merenda ante Raggi dove erano?

tonipier

Dom, 27/08/2017 - 10:19

" COME AL SOLITO NESSUNO SA NIENTE" Mente tutti sapevano cosa succedeva lì dentro.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Dom, 27/08/2017 - 10:31

Non c'è da meravigliarsi, tutti quelli che rubano qualcosa lo fanno per denaro. Che lo facciamo con la bandiera o le armi in pugno il risultato è sempre quello. Tutti i centri sociali alzano soldi in qualche modo, tutti i comunisti/anarchici col cervello sfruttano gli stupidi.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 27/08/2017 - 10:37

Quelli i npiazza a protestare sono quelli del racket? Soliti comunisti che perdono la fonte di guadagno (della falsa solidarietà)???

Ritratto di mina2612

mina2612

Dom, 27/08/2017 - 10:46

Raked, clandestini, truffe, abusi, delinquenza... tutto regolarmente avallato e benedetto dai nostri governanti. Ma in che mani siamo caduti? O meglio, che intenzioni aveva quel Grande Farabutto che ha inanellato golpe su golpe per portarci a questa anarchia?

Totonno58

Dom, 27/08/2017 - 10:52

steacanessa...quello che faceva anche Alemanno, direi...

giusto1910

Dom, 27/08/2017 - 11:07

Nella Storia della Repubblica Italiana sono infiniti i casi in cui si é cercato, da parte della classe politica prima ed ora da una parte dei media, di nascondere le cifre, organizzare legittimità di spesa, appoggiare progetti inutili solamente per avere finanziamenti. Gli italiani sono....... Sì é vero. Ma sanno far di conto. Ed hanno capito che l'immigrazione, strumentalizzata dalle politiche criminogene della sinistra, generano spese immense, incontrollate e incontrollabili. Dobbiamo crepare di tasse per mantenere una classe politica carica di privilegi e vivere, come cittadini qualunque, obbligati ad una coabitazione forzata con "nuovi cittadini" in gran parte inintegrabili e violenti?

Ernestinho

Dom, 27/08/2017 - 12:08

Ma ci vuole tanto per capire certe cose?

sparviero51

Dom, 27/08/2017 - 12:14

STATO BUFFONE , IPOCRITA, FARISEO ,INAPACE E TRADITORE BUONO SOLO AD ALZARE LA VOCE VERSO LA GENTE ONESTA . PUAHHH !!!