Dimessa, stroncata a tre giorni dal parto

Nuovo presunto caso di malasanità all'ospedale di Vibo Valentia. Una trentatreenne di Ricadi è morta a tre giorni dal parto a causa di un'emorragia interna che neanche un intervento urgente è riuscito ad arrestare. Era tornata a casa felice Tiziana Lombardo, stringendo fra le braccia la sua bimba, nata senza problemi solo tre giorni fa, all'ospedale Jazzolino di Vibo Valentia. Ieri però, la 33enne ha iniziato ad avvertire dolori addominali, con il passare delle ore sempre più forti. Per questo, preoccupati i familiari l'hanno immediatamente trasferita in ospedale, ma l'ingresso immediato in sala operatoria si è rivelato vano. Tiziana - secondo le prime analisi - è morta per arresto cardiaco provocato da un'emorragia addominale mentre i medici la stavano operando. «Eppure - dicono inferociti i familiari - era stata dimessa. Le avevano detto che era andato tutto bene». Adesso toccherà alla procura di Vibo Valentia, informata dell'accaduto dalla direzione dell'Asp della città.