Le dimissioni della Muraro e i guai per la Raggi

Le dimissioni dell'assessore Muraro rappresentano per la giunta Raggi un nodo spinoso. Ecco tutte le scelte che il sindaco dovrà spiegare

Le dimissioni dell'assessore Muraro rappresentano per la giunta Raggi un nodo spinoso. Da mesi infatti si sussegono le tensioni all'interno della giunta e ora il passo indietro dell'assessore indagato di fatto apre anche una crisi politica nell'amministrazione della Raggi. Il sindaco adesso sul piano politico dovrà fornire alcune spiegazioni sulle sue scelte politiche. La Muraro per anni è stata al fianco di Franco Panzironi e di Giovanni Fiscon che erano nella dirigenza di Ama e che in questo momento sono sotto inchiesta nel processo di Mafia Capitale. Di certo il sidnaco dovrà anche spiegare perché abbia scelto di lasciare in carica la Muraro all'Ambiente dopo le pressioni da parte della procura sfociate poi nell'avviso di garanzia. La Raggi aveva affermato: "Una cosa è l’iscrizione nel registro degli indagati, un altra è l’avviso di garanzia". Il sindaco per mesi ha cercato di difendere la posizione dell' assessore. Ora le dimissioni della Muraro segnano uno snodo politico determinante per la tenuta della giunta. Di fatto i vertici Ama erano quelli che i 5 stelle volevano smantellare durante la campagna elettorale. Poi la scelta di piazzare la Muraro all'Ambiente. Tutti elementi che adesso la Raggi dovrà chiarire.