Per dire la verità bisogna pagare

Briatore compra una pagina di pubblicità per replicare alle accuse di evasione

In uno spazio pubblicitario acquistato e pubblicato l'altroieri dai principali quotidiani italiani Flavio Briatore ritorna sulla vicenda legata alla cosiddetta Lista Falciani che riguarda la giovane cuoca del suo team di Formula uno, dopo l'articolo apparso sul settimanale l'Espresso. L'imprenditore: «Nessun conto milionario intestato alla mia cuoca. C'è la volontà ben precisa di colpirmi, affiancando il mio nome a quello di altre persone che hanno avuto problemi con il fisco e con la giustizia italiana. In Italia bisogna pagare per far valere la verità e avere i mezzi in questa Italia dove si scatena l'odio per chi ce l'ha fatta. In questa Italia dove, chi ha fatto i soldi, deve averli fatti per forza in modo illecito e disonesto. In Italia ti perdonano tutto tranne il successo, perché l'Italia è diventata un Paese di odiatori».