È Grillo il terzo incomodo tra Travaglio e Santoro

Le diverse posizioni sul Movimento 5 Stelle hanno segnato la frattura definitiva: ecco tutte le ragioni del litigio

Il triangolo no, non l'aveva considerato. Il terzo incomodo nella coppia Santoro-Travaglio (fan di Renato Zero) si chiama Beppe, un tizio di Genova. Il conduttore, da estimatore di Grillo, è passato negli ultimi tempi a critico del M5S, cordialmente ricambiato da leader Cinquestelle. Mentre Travaglio, e il Fatto , restano su posizioni molto amichevoli verso il M5S. Peccato, perché il rapporto a tre era iniziato bene. Nel 2008, quando Santoro era ancora in Rai, si beccò una multa dell'Agcom per aver mandato in onda un lungo pezzo del secondo VaffaDay (con molti vaffa senza diritto di replica, da Napolitano al prof «Cancronesi»). Nel 2010, quando si diffuse la notizia dell'imminente uscita di Santoro dalla Rai, Grillo gli mise a disposizione il blog, in un post (titolo «Santoro è morto, viva Santoro!») scritto col miele di un amante: «Ora non c'è più nessuna giustificazione per continuare a pagare il canone e neppure per tenersi in casa un televisore». Poi, un lento ma inesorabile distacco tra i due, mentre il rapporto Grillo-Travaglio (che ha anche votato più volte il M5S) è rimasto saldo.

La squadra Santoro è più spostata su posizioni tipo Ingroia (il fido Ruotolo era candidato della sfortunata lista dell'ex pm), o Tsipras, o Landini, più tendenza vecchia sinistra operaista, quella da cui del resto arriva il vecchio Pci ex maoista Michele. Con Grillo non poteva funzionare, anche se, da volpe dello share, ha continuato ad invitarlo nei suo show, senza che Grillo sputasse nel piatto. Ma le bordate già non si contano più. Dopo la storica puntata con Berlusconi ospite, Grillo tumula l'ex amico conduttore: «Vedere Santoro che va ospite in una trasmissione di Berlusconi... Allora sei stupido. Allora vuoi gli ascolti, i soldi, gli sponsor...». Quando poi il giornalista chiude la stagione di Servizio pubblico con un editoriale dedicato a (meglio, contro) «Grillo Pound detto Beppe», il comico risponde sul blog evocando un terza guerra mondiale «contro stampa e la Tv, servi ben pagati per la loro entusiasta prostituzione, macchine di m... al servizio del sistema di cui sono l'arma invincibile», mettendoci dentro anche Santoro e scatenando la folla web Cinque stelle: «Santoro è invidioso!», «Santoro rosica da paura!!! Gli hanno toccato la sua Giulietta Innocenzi e sta facendo la paternale a Grillo...».. Da lì in poi mazzate pure e semplici. «Santoro tutte le settimane rappresenta la propria patetica farsa» lo schiaffeggia Grillo sempre dal blog, dove il conduttore figura anche nella classifica «Microfono di legno» per il giornalista tv più fazioso, fino a metterlo nella simpatica rubrica-gogna «il giornalista del giorno» sul blog. Vauro, vignettista braccio destro di Santoro, si immola: «Nei Cinque stelle sento puzza di fascismo, il livello di fanatismo è alto», mentre Santoro intima: «Grillo smetta di usare toni illiberali». ménage à trois.

Commenti

un_infiltrato

Sab, 18/10/2014 - 08:45

Ma che lite? Sti due furbacchioni... sono uno la spalla dell'altro. Da soli valgono quanto il due di picche. In coppia recitano a soggetto. E io pagooooooo !!!!

un_infiltrato

Sab, 18/10/2014 - 08:47

Ma... guardateli bene in faccia. Che vi sembrano? Due... due.. due facce da?

ego

Sab, 18/10/2014 - 09:20

Tempi duri per gli imbonitori di odio e spazzatura! L'aggressività diretta contro Berlusconi, adesso per il venir meno del bersaglio, si ritorce come un boomerang contro essi stessi. Peccato che nel frattempo questi saltimbanche dell'informazione si siano abbondantemente arricchiti grazie all'orgia d'odio in cui tantissimi italiani hanno sguazzato.....

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Sab, 18/10/2014 - 10:13

Berlusconi (Tempo.it del 24.04.2014) dice: “Travaglio è il giornalista più intelligente tra tutti quelli che conosco”. Vittorio Feltri, nel suo ultimo libro Buoni e Cattivi: “Marco Travaglio, forse il più bravo giornalista d’Italia”, cui Feltri regala un 9.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Sab, 18/10/2014 - 10:13

17 agosto 2014 - Vittorio Feltri, giornalista de il Giornale, incorona il collega de Il Fatto quotidiano Marco Travaglio come il migliore della classe tra i giornalisti italiani. "È il migliore", dichiara l'editorialista intervenendo alla trasmissione della web-tv di Libero registrata a Capalbio libri. La motivazione di Feltri è che Travaglio "indipendentemente da cosa scrive è il più divertente, il più ficcante. È il più spiritoso. È anche il più tenace nelle polemiche”. Per rafforzare la sua posizione Feltri usa anche una metafora calcistica: “Siccome io giudico non le idee o la persona, ma le capacità, giudico Travaglio come farei con un calciatore. Se segna 30 goal a campionato - continua Feltri - è ovvio che è bravo e merita un buon voto. Ritengo che in questo momento Travaglio sia il numero uno”.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Sab, 18/10/2014 - 10:36

Michele Santoro: Per quanto mi riguarda, non ho problemi a continuare il nostro rapporto (con Travaglio) nel rispetto della linea editoriale del programma che prevede attenzione e ascolto nei confronti di tutti. Se ciò non fosse possibile e una lunga collaborazione si dovesse interrompere per una differente valutazione sul formato, sulle regole e sulle caratteristiche di Servizio Pubblico, non potrei che confermare amicizia e rispetto nei confronti di un giornalista che giudico eccellente e del suo giornale essenziale per il pluralismo. Per lui ci sarà sempre una porta aperta per manifestare il suo pensiero e aumentare la platea delle persone interessate al suo lavoro.

pilandi

Sab, 18/10/2014 - 10:43

un_infiltrato che cazzo paghi? Rincoglionito, La 7 mica ha il canone.

timoty martin

Sab, 18/10/2014 - 10:57

Non credere !!! Due ipocriti komunisti che sanno la loro popolarità in discesa libera, e che cercano ogni mezzo per farsi pubblicità e aumentare l'audimat.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 18/10/2014 - 11:21

penso che i PSICOSINISTRONZI dovrebbero vergognarsi di quello che fanno i LORO pornogiornalisti, guardoni, ficcanaso, rompicoglioni, irrispettosi, ecc ecc.... :-)

Guido_

Sab, 18/10/2014 - 11:37

Travaglio è un'ottimo giornalista che ha raccontato con minuzia e precisione malefatte e delitti di molti politici, tra cui anche Berlusconi, quindi è normale (anche se in realtà non dovrebbe essere così) che Il Giornale lo attacchi. Che poi Travaglio sia una persona spocchiosa, insofferente e piena di sè, su questo non ci piove...

Ritratto di mortimermouse

Anonimo (non verificato)