Dl Carceri, governo battuto in commissione Giustizia. Passa emendamento Fi

L'emendamento sopprime il comma 5 bis introdotto nel decreto legge alla Camera che consente ad alcuni magistrati di prima nomina di assumere incarichi nei tribunali di sorveglianza

La commissione Giustizia del Senato ha approvato una modifica al decreto sulle carceri arrivato dalla Camera. La commissione Giustizia ha dato l’ok ad un emendamento a firma Francesco Nitto Palma, Caliendo, Casellati (Forza Italia) che sopprime il comma 5 bis introdotto nel decreto legge alla Camera che consente ad alcuni magistrati di prima nomina di assumere incarichi nei tribunali di sorveglianza. A quanto riferisce il senatore Enrico Buemi, hanno votato a favore 13 senatori, sette sono stati i voti contrari e quattro senatori si sono astenuti. Gli astenuti sono Felice Casson (Pd), Rosaria Capacchione (Pd), Salvatore Di Maggio (Pi) e lo stesso Buemi (Psi). Il viceministro della Giustizia, Enrico Costa, si è espresso contro la modifica. Ora il provvedimento, licenziato dalla Commissione, deve passare l’esame dell’Aula di Palazzo Madama.