Dl enti locali, il governo incassa la fiducia sui tagli alla Sanità

Il senato ha approvato con 163 voti a favore, 111 contrari e nessun astenuto la fiducia chiesta dal governo sul decreto legge sugli enti locali. Il testo deve essere convertito in legge entro il 18 agosto

L’aula del Senato ha votato la fiducia posta dal governo al dl enti locali. La fiducia sul provvedimento, che ora torna alla Camera per l’approvazione definitiva, ha ottenuto 163 voti a favore, 111 contrari e nessun astenuto. Il decreto legge prevede anche taglia alla Sanità e dopo lo scontro nella stessa maggioranza e con l'opposizione, il governo ha deciso di porre la fiducia. "L’apposizione della questione di fiducia sul decreto Enti locali dimostra la determinazione del governo nell’approvare misure essenziali per dare a Comuni e ad Enti di area vasta la possibilità di garantire servizi ai cittadini mantenendo il necessario equilibrio finanziario ai bilanci 2015". Così Valentina Paris, deputata e responsabile Enti locali del Pd. "La commissione Bilancio del Senato ha svolto un grande lavoro che ha portato alla stesura del maxiemendamento. Il provvedimento, bisogna sottolineare, consentirà l’allentamento del patto di stabilità, che è uno degli obiettivi più volte dichiarato del governo Renzi. Ora - conclude Paris - obiettivo del Pd è introdurre attraverso la prossima legge di Stabilità meccanismi di premialità per i comuni virtuosi e sanzioni per chi ha speso male le risorse pubbliche".

Ma alla Paris e alla Boschi che ha sostenuto di aver discusso insieme alla Regioni i tagli alla Sanità risponde Roberto Maroni, governatore della Lombardia:"Non è un provvedimento di semplificazione, è un provvedimento che incasina tutto. Tagliare 10 miliardi alla sanità, senza applicare i costi standard, significa dichiarare guerra alle Regioni virtuose, alla Lombardia in primo luogo. E alla guerra noi risponderemo con la guerra", ha attaccato il presidente della Regione Lombardia. Mentre Anaao Assomed, associazione dei medici dirigenti annuncia una mobilitazione in autunno. "Ancora una volta la sanità pubblica verrà assunta a bancomat del governo, anche se dal 2010 al 2014 ha già dato 31 miliardi di euro e nel Ddl enti locali si prevedono tagli per ulteriori 7 miliardi fino al 2017. In attesa dei fantastiliardi di minore spesa che dovrebbero derivare dall"efficientamentò del sistema, per pagare meno Imu rischiamo di pagare più farmaci e visite mediche", si legge sul comunicato di Anaao Assomed. E anche Forza Italia punta il dito contro il governo: "Ancora una volta questo Governo ha varato un mostro legislativo che getterà ancora di più gli Enti locali nella confusione e nella contraddizione. Questo dl è un pacco contiene tutto tranne quelle misure che i Comuni avevano chiesto al Governo per cambiare positivamente la vita dei cittadini. Un esecutivo che fa orecchie da mercante e che non ascolta le esigenze degli amministratori locali è un Governo che non merita la nostra fiducia", afferma il senatore
di Forza Italia Cosimo Sibilia, componente del Consiglio di presidenza di palazzo Madama.

Commenti

Gianni11

Mar, 28/07/2015 - 20:31

La Sanita'? Non ci sono soldi. Dobbiamo aiutare i profughi. Ci mancherebbe di usare i soldi per la Sanita' invece che per i "profughi". Che diamine! Riduciamo le spese su tutto e aumentiamo l'assistenza ai "profughi". Diamogli pure case, e se no mettiamoli in alberghi, e con TV-Sky, mi raccomanado. Ecco dove dobbiamo "investire".

Ritratto di Cobra31

Cobra31

Mar, 28/07/2015 - 20:34

Tanto mica tagliano gli sprechi. Tagliano i medici del pronto soccorso. Anziche' 6 ore di attesa, saranno 9 ore.

chiara 2

Mar, 28/07/2015 - 20:40

Avanti con il progetto di privatizzazione della sanità una volta pubblica: le lobbies massoniche ringrazian sentitamente

An_simo

Mar, 28/07/2015 - 20:43

Pensate che titolo avrebbe fatto ilgiornale se un ddl del genere lo avesse approvato il governo dell'editore...

Ritratto di mino1969

mino1969

Mar, 28/07/2015 - 21:06

e la tanto pubblicizzata prevenzione? e comunque per le "risorse" rimane tutto gratis e a volontà

sdicesare

Mar, 28/07/2015 - 21:16

continua con metodo scientifico il massacro sociale, dopo gli aumenti di tasse di monti, il primo taglio delle pensioni con la fornero, la precarizzazione e la diminuzione dei salari con il jobs act, adesso aggrediscono tagliando la sanità, e sicuramente dopo arriverà il secondo taglio delle pensioni, come preannunciato dal presidente dell'inps boeri. Ma c'e' qualcuno che ancora pensa che non ci sia una regia ben precisa su tutto questo e che risiede in europa per cercare di salvare una moneta ed una costruzione europea antistorica a botte di austerità e sofferenze di milioni di cittadini? E che renzi e' solo un burattino in mano ai pupari, messo li' anche per non farci votare? Certo gli schizzi di sangue, su un grembiule rosso si vedono meno. Sindacati, ci siete ancora o hanno comprato anche voi?

unosolo

Mar, 28/07/2015 - 21:30

tutto passa si sapeva ma dicendo che erano d'accordo le regioni che hanno incontrato il governo e si sono accordati , quali sono le regioni ? o è falsa la scusa della fiducia su accordi preventivi ? ladri.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 28/07/2015 - 21:38

La 159 esima FIDUCIA!!! L'avesse chiesta un qualsiasi governo Berlusconi APRITI CIELO!!!! I COCOMERIOTAS che PULLULANO in questo FORUM e che non nomino per NON farli sentire importanti, avrebbero iniziato a STRACCIARSI LE VESTI!!!!! SOLO LORO POSSONO!!!!LUI PUÒ!!!! Saludos dal Nicaragua. PS Ormai cari compatrioti che non ve ne rendete ancora conto, SIAMO (IETE) in una DITTATURA , la "FAMOSA" Dittatura, NON del Proletariato, ma BENSI del CONTABALLATO.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mar, 28/07/2015 - 21:53

Sappiamo bene cosa succederà. Al Sud se ne fottono delle regole e continueranno a fare quello che hanno sempre fatto. Al Nord gli unici ai quali non si negherà mai una visita o un esame saranno gli immigrati. Certamente un medico o un'impiegata del Cup non vorrà rischiare scenate con urla e insulti di "razzismo". Nell'ospedale della mia città ho assistito un paio di volte a piazzate gigantesche con invettive al razzista solo perché i tempi di attesa e i luoghi nei quali effettuare l'esame (in provincia) non erano graditi. Gli italiani normali faranno meglio a farsi l'assicurazione privata e a recarsi nella clinica privata. Se resta qualche soldo dopo aver pagato le tasse.

Ritratto di ohm

ohm

Mar, 28/07/2015 - 22:28

Evvai...continuiamo a dare aggratis la sanità agli extracomunitari metre gli ialiani dovranno aspettare anche ai pronto soccorso....W l'Italia!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 28/07/2015 - 23:30

Ormai della revisione della spesa non parla più nessuno. Non si preoccupano neanche di stroncare la porcheria della differenza di costi dei materiali sanitari. Una tragedia infinita.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Mer, 29/07/2015 - 04:10

Stramaledetti governanti, invece di tagliare la sanità, tagliate gli enti inutili, e tutti i privilegi, cominciando dalle auto blu, e via via tutti gli altri sprechi che siete abituati a consumare.

Duka

Mer, 29/07/2015 - 06:43

Le regioni NON faranno assolutamente niente: NON HANNO LE PALLE

machimo

Mer, 29/07/2015 - 06:45

Certo, i soldi nostri servono x i clandestini.

marcogd

Mer, 29/07/2015 - 09:25

Questo è sempre più un Governo da epurazione etnica,nega di fatto il diritto alla salute,alla ricerca della cura,perché non tutti i malanni si presentano con la carta di identità,la ricerca di una diagnosi è un diritto conquistato in Secoli di lotte,studi e progresso,accidentato. Dobbiamo fare l'assicurazione privata?Allora non pagheremo tasse,e sono disposto a difendere in ogni modo il diritto alla salute mio e di chi amo,contro il regime tirannico che l'UE ha imposto,del quale l'Italia è uno dei bracci armati.

marcogd

Gio, 30/07/2015 - 09:49

Giusto ieri sera parlavo con una conoscente che lavora al CUP di un grande Ospedale genovese. Riporto le sue esatte parole: "Tu non hai idea,non la ha nessuno,delle MIGLIAIA di richieste di esami di ogni ordine,specialisitici e no,che riceviamo settimanalmente da extracomunitari,per la metà sudamericani e l'altra metà di ogni altra parte del mondo,TUTTE rigorosamente esenti ticket.Hanno precedenza su tutto e tutti",scoppiamo e non possiamo dire niente per evitare sanzioni disciplinari. Tu non hai idea...". Ecco il DDL a cosa serve! Facciamo qualcosa, maledizione!!