Dl Fisco, sospetto su Di Maio: "Ha firmato lui quel verbale"

Il sottosegretario leghista Garavaglia a Porta a Porta: "Giorgetti assente. Di solito firma il ministro più giovane..."

Il decreto fiscale continua ad agitare le acque del governo. Dopo le pesantissimeaccuse da parte del vicepremier Luigi Di Maio che ha evocato una "manina" dietro una presunta "manipolazione" del decreto fiscale con il rientro dei capitali all'estero e la depenalizzazione del riciclaggio, si è aperto un vero e proprio braccio di ferro tra il Movimento Cinque Stelle e la Lega. Di fatto adesso è caccia al colpevole. Ma il sottosegretario all'Economia, il leghista Massimo Garavaglia, ospite a Porta a Porta, avanza un'ipotesi che potrebbe inguaiare (e non poco) lo stesso Di Maio: "Cosa è successo in Cdm quando è stato approvato il testo del dl fisco? Io non vi prendo parte ma il verbale lo fa il sottosegretario alla presidenza del Consiglio in questo caso Giorgetti. So che è andato via prima ed a quel punto il regolamento prevede che lo faccia il ministro più giovane che, guarda a caso, è Di Maio".

Insomma il sospetto è che quel testo sia stato firmato proprio da Di Maio che adesso lo contesta. Ma non finisce qui. Lo stesso Garavaglia punta ancora il dito contro i grillini rinfrescando loro la memoria: "Nessuno ha fatto il furbacchione, nè i politici nè i tecnici, che sono di alta professionalità. La collega Castelli così come me, ha ricevuto i testi già venerdì scorso. Tutti i testi erano disponibili già da venerdì". Insomma a quanto pare i penastellati sapevano tutto. Ma adesso gridano al "complotto". Per la cronaca: Di Maio dopo aver minacciato una denuncia in Procura, ha fatto retromarcia. I grillini, dopo il pasticcio, hanno le idee confuse.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 18/10/2018 - 22:15

i furboni grulli e pure babbei! ma Dio buono..... fateli andare a casa, già cosi umiliati da se stessi.... :-)

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 18/10/2018 - 22:30

come avevo capito bene io, ieri.... :-) soltanto i babbei comunisti e grulli ancora una volta sono arrivati tardi a capire.... buonanotteeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 18/10/2018 - 22:42

tra un mese tutti a casa :-)

lisander

Gio, 18/10/2018 - 22:53

Santo cielo, ma nessuno di voi si ricorda di Roberto Maroni quanto una ventina d'anni fa firmò un decreto in CdM che faceva ribrezzo e il giorno dopo ammise: "non l'avevo lettop, non sapevo che cosa stavo firmando" e in un successivo Cd; il provvedimento venne modificato. Maroni, però, almeno lo ammise.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 18/10/2018 - 23:11

In Brianza si dice " la prima gaina che canta l'ha fa l'oeuv"!!! AMEN.

Giorgio Mandozzi

Gio, 18/10/2018 - 23:59

Che l'avesse firmato lui non c'erano dubbi. I dubbi, anzi le certezze, che non avesse capito cosa aveva firmato erano altrettanto certe!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 19/10/2018 - 00:00

Sente la nostalgia a vendere le bibite.

Giorgio Mandozzi

Ven, 19/10/2018 - 00:01

Avrà pensato che fosse un autografo per un fan!

Ritratto di nestore55

nestore55

Ven, 19/10/2018 - 00:24

Quella persona ritratta nella foto...Lo avete scoperto a rubare la marmellata nell'armadietto della zia? E.A.

ex d.c.

Ven, 19/10/2018 - 00:41

Sarà stato uno scherzo di qualcuno a questo Governo ridicolo

Marcolux

Ven, 19/10/2018 - 03:08

D'altra parte, fino a due o tre anni fa, Di Maio sistemava le poltroncine e vendeva le bibite allo satdio di Napoli! Cosa volete pretendere?

Marguerite

Ven, 19/10/2018 - 03:49

DI MAIO....FINIRA PRIMA DI JUNKER !!!!!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 19/10/2018 - 05:51

comunque ieri sera in W Italia Di Maio ha fatto un bel discorso così pure Berlusconi.

carlolandi

Ven, 19/10/2018 - 06:20

DL FISCO In questi caso un ministro con quella responsabilità si dovrebbe dimettere anche nella sciagurata ipotesi che non avesse lui firmato o non fosse d'accordo. Tutte ipotesi a lui sfavorevoli. Ma la faccia di bronzo non permettera' al medesimo di avere un minimo di dignità. Il problema è che il medesimo pensa sempre contro e mai a favore del popolo. Il DL del popolo è una battuta che serve per i creduloni e per accattivarsi consensi per le prossime elezioni ( sempre che qualcuno lo voglia ancora ).