Due fiocchi e Roma va in tilt. Tanto la Raggi sta al caldo...

Dieci centimetri di neve paralizzano la città. Sindaca in Messico a parlare di clima, torna dopo le critiche

Nevica a Roma? Si chiudono le scuole, ieri e oggi, e si vola in Messico. Colpo di genio di Virginia Raggi. Invece di restare in Campidoglio con i piedi nel fango a sorbirsi noiosissime e inutili polemiche sul fatto che bastano dieci centimetri di neve a paralizzare la Capitale la sindaca se ne va al caldo per partecipare (e qui si vede il guizzo di genio) a una conferenza sul clima. La polemica per la sua assenza è assicurata e i social si intasano per le battute e le frecciatine che hanno come bersaglio il sindaco. Davvero perfido però è il tweet che invece si compiace dell'assenza della Raggi perché «Roma non può sostenere insieme due calamità». L'autore sarà dispiaciuto di sapere che il sindaco, dopo le polemiche, ha anticipato il rientro e già oggi sarà in Campidoglio.

Ieri la neve ha cominciato a fioccare abbondante durante le primissime ore del mattino dunque i romani si sono svegliati con la città già imbiancata. Tantissimi i disagi: centinaia i passeggeri bloccati alla stazione Termini per treni in ritardo anche perché molti convoglio sono stati fermati o deviati verso la stazione Tiburtina dove è stata presa d'assalto la fermata della metro. Molte le corse da e per Roma Termini cancellate da Trenitalia.

Il sindaco ha pensato a chiudere le scuole e l'assessore all'Ambiente, Pinuccia Montanari, ha invitato i cittadini a «limitare gli spostamenti». È stato ignorato chi doveva uscire per andare a lavorare a cominciare da chi presta servizi essenziali come i medici e gli infermieri in ospedale.

Pochissimi infatti i bus in circolazione. Su un totale di circa 1300 mezzi soltanto 480 hanno prestato servizio. Traffico ovviamente in tilt. E se sicuramente la gestione rete ferroviaria esula dalle competenze del Comune lo è invece il verde cittadino. Molte strade sono rimaste bloccate per la caduta di rami ed alberi che hanno ceduto sotto il peso della neve. La mancata manutenzione mette a rischio la sicurezza dei cittadini e la responsabilità è senza dubbio del Campidoglio.

E per pulire le strade non è rimasta che una soluzione: chiamare l'esercito. Una decisione presa dalla Protezione Civile al termine del Comitato Operativo. Al vicesindaco, Luca Bergamo non era venuto neppure in mente che fosse necessario l'intervento delle Forze Armate per risolvere la situazione. In compenso la Raggi dal Messico nel pomeriggio ieri lancia il seguente tweet: «In contatto costante con Centro operativo della Protezione Civile di Roma Capitale. Grazie a tutti per il grande lavoro di squadra».

La neve offre ai predecessori della Raggi l'occasione per vendicarsi. Gianni Alemanno ironizza sull'assenza della Raggi con un tweet: «Quando torni dal Messico, porta il sale». E pure Ignazio Marino, forse il più deriso dai romani dopo Nerone, colpisce pubblicando su Facebook una foto per sottolineare l'assenza di bus alla stazione Termini.

La nevicata ha imposto pure uno stop alle udienze dei tribunali. Saltate le udienze di due processi di forte risonanza. Il primo vede coinvolto l'ex patron della discarica di Malagrotta, Manlio Cerroni, arrestato per truffa e associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di rifiuti. Nell'altro processo quattro carabinieri sono accusati di aver tentato di ricattare l'ex govenratore del Lazio, Piero Marrazzo che era stato sorpreso dai carabinieri a casa del viado Jose Alexandre Vidal Silva, detto Natali.

Ma non ci sono soltanto i sindaci a bacchettare la Raggi. Il Pd ovviamente attacca ironizzando. «E dire che qualche fiocco di neve d'inverno non rientra nei grandi cambiamenti climatici», dice Stefano Pedica del Pd. All'estremo opposto Federico Mollicone di Fratelli d'Italia sbotta: «Mentre il sindaco Raggi è in Messico, i romani soffrono i soliti problemi nella circolazione ferroviaria e su gomma».

Commenti
Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 27/02/2018 - 08:38

Le conferenze internazionali si organizzano con mesi di anticipo, queste critiche sono ingiuste, altre sono le pecche dei penta stellati romani

timoty martin

Mar, 27/02/2018 - 08:44

Al calduccio la grillina, molto lontana dai nostri problemi

flip

Mar, 27/02/2018 - 08:58

la neve bloccherà il voto?

c'eraunavoltal'Uomo

Mar, 27/02/2018 - 09:03

«Roma non può sostenere insieme due calamità». L'autore sarà dispiaciuto di sapere che il sindaco, dopo le polemiche, ha anticipato il rientro e già oggi sarà in Campidoglio. STAVO PER SCRIVERE LA STESSA COSA, PER CUI NON MI RESTA CHE IL COPIA INCOLLA....ED IL RICORDO DEL POVERO ALEMANNO ( GIA' IN ODORE DI MALEDIZIONE DEI SINISTRI SUCCESSORI) CHE, ERA A ROMA, ED AVENDO CAUSATO LA NEVICATA DEL 2012, ERA PER STRADA A SPALARE ( MA, NATURALMENTE, TARTTAVASI DI PUBBLICITA' E NON DI BUON ESEMPIO, CARATTERISTICA RISERVATA SOLO AI "PROGRESSISTI".....INTANTO, BUON 4 MARZO, NEVE O NO....

flip

Mar, 27/02/2018 - 09:34

ma non ci sono i centri cosiddetti "sociali"? che fanno? ragliano tutto il giorno? BADILE E RAMAZZA!!!!!!!!!!!. almeno fanno qualche cosa di utile alla città.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 27/02/2018 - 09:52

La Raggi la Raggi, ma ci sarà ben un vicesindaco, o a Roma manco quello c'è.

il corsaro nero

Mar, 27/02/2018 - 10:04

ma la Raggi non aveva dichiarato che Roma era pronta ad affrontare un'eventuale nevicata? Ah, dimenticavo, la colpa è di Marino, Alemanno, Veltroni, Rutelli, Giulio Cesare, Romolo e Remo!

jenab

Mar, 27/02/2018 - 10:23

hahaha bravi, sempre al top ridicolo!!

taru

Mar, 27/02/2018 - 11:50

Critiche ingiuste; la Raggi non ha fatto niente di sbagliato ad essere ad una conferenza in Messico che aveva prenotato in anticipo. Semmai si dovrebbe criticare chi da anni ci martella con questo "riscaldamento globale di origine antropica" focalizzando l'attenzione delle istituzioni verso il caldo e la siccità imminenti, quando invece stiamo andando incontro ad un periodo freddo. Per fare un esempio, qui in Spagna, dove vivo da anni, è successa un'emergenza simile nello scorso gennaio quando il paese fu sorpreso da una forte nevicata che colse impreparate le unita' di emergenza, e causò forti disagi. Se meteorologi e climatologi ti martellano continuamente con l'aumento della temperatura e la desertificazione, tu non ti organizzi per il gelo e la neve.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 27/02/2018 - 12:16

CHE DIFFERENZA CÉ FRA UN FRIGORIFERO FRA GLI ESCHIMESI! É LA SINDACA VIRGINIA RAGGI A ROMA?!NESSUNA PERCHE TUTTI E 2 SONO INUTILI!.

mcm3

Mar, 27/02/2018 - 14:10

Ma cosa c'entra la Sindaca con la neve ??? Tanto per cambiare l'ennesimo articolo stupido contro la Raggi, forse, vedendo per chi lavorate, scrivere contro di lei e' un vostro obbligo contrattuale,

Ritratto di I1-SWL527

I1-SWL527

Mar, 27/02/2018 - 14:10

HAI DIMENTICATO E DI UNA STUFA FRA I CONGOLESI..