D'Urso contro Fontana: "Famiglia è chi si ama"

La conduttrice, icona gay, chiude il Grande Fratello polemizzando con l'esponente leghista

Roma - La serata conclusiva del Grande Fratello 15, lunedì sera, si è trasformata in un palcoscenico d'eccezione per un attacco frontale, in diretta, al ministro della Famiglia Lorenzo Fontana. A lanciarlo è stata la conduttrice della trasmissione, Barbara D'Urso (nella foto), poco prima di proclamare il vincitore.

Da sempre paladina dei diritti civili («una battaglia che combatto da anni»), la D'Urso non si è trattenuta davanti all'abbraccio e al bacio appassionato tra una delle concorrenti, Veronica Satti, figlia di Bobby Solo, che proprio in Tv davanti alla D'Urso aveva fatto coming out lo scorso novembre, e la sua fidanzata Valentina arrivata in studio per farle una sorpresa dopo la sua eliminazione in finale. Vedendo la felicità delle due giovani nel ritrovarsi, prima coppia gay nella storia del Grande Fratello, la conduttrice napoletana ha voluto rispondere alle discusse dichiarazioni del ministro leghista, che qualche giorno fa, appena insediato, aveva detto che le famiglie arcobaleno per la legge non esistono.

«Sono felice - ha detto la D'Urso rivolgendosi alla compagna di Veronica - che tu abbia voluto farle la sorpresa nella casa e che sia venuta qui in studio. E mi piace da morire vedervi insieme. È una mia battaglia da anni quella per i diritti civili e sono convinta di una cosa: che questo è l'amore. E la famiglia è quel posto in cui c'è amore, di qualunque amore stiamo parlando. La famiglia, caro ministro, è qualunque tipo di amore». Affermazioni molto apprezzate dal pubblico presente, che le ha accolte con un caloroso applauso.

Le parole del ministro, sulle quali ha frenato anche Matteo Salvini («Sono idee sue, non sono nel contratto»), avevano già provocato diverse reazioni nel mondo dello spettacolo. Il cantante Tiziano Ferro ha replicato a Fontana scrivendo un post su Instagram in tre lingue («Non voglio supporto, mi basterebbe smettere di sentirmi invisibile»), seguito da Emma e Ermal Meta.

Per il neo ministro della Famiglia e della Disabilità, veronese e cattolico, le famiglie sono quelle composte da un uomo, donna e figli. Non ne ha mai fatto segreto, neppure dopo la nomina a un ministero tanto delicato, scatenando la polemica con le sue affermazioni su quella che considera l'unica forma di famiglia possibile, quella naturale. La D'Urso, invece, è considerata da sempre un'icona gay. In una recente intervista ha detto di sentirsi parte integrante della comunità Lgbt («Scherzosamente dico sempre che vivo nel corpo di una donna, ma nella testa di un omosessuale»).

Commenti

gpl_srl@yahoo.it

Mer, 06/06/2018 - 10:01

non potrebbe fare altro altrimenti finirebbe col non avere piu argomenti da lei adorati per impostare le proprie trasmissioni .