Migranti, Alfano pasticcia sui controlli alle frontiere

Le strane manovre del Viminale: il ministro dell'Interno nega di volere controlli ai confini, poi annuncia rinforzi alle frontiere Nord-Est

Loro sì, noi no. Germania, Svezia e Danimarca salutano Schengen e ripristano i controlli alle frontiere «solo per il tempo strettamente necessario» a rafforzare i controlli antiterrorismo e a stoppare l'arrivo incontrollato dei migranti. Ma su quale sia la durata del ritorno dei confini all'interno dell'Unione, al vertice ristretto di ieri mattina a Bruxelles tra i rappresentanti dei tre Paesi e il commissario Ue all'immigrazione Dimitris Avramopoulos, nessuno si è azzardato a ipotizzarlo.Così l'Unione Europea fa spallucce mentre i Paesi membri che hanno scelto di congelare la libera circolazione salgono a sei (con Austria, Francia e Norvegia). Ma a raccogliere l'appello di «salvaguardare Schengen» che arriva da Bruxelles c'è il Bel Paese. Il ministro dell'Interno Angelino Alfano, dopo essersi affrettato martedì a smentire le voci sull'ipotesi di reintrodurre i controlli al confine con la Slovenia, ieri in radio ha ribadito il concetto, spiegando di essere convinto «che eliminare Schengen non solo non risolve il problema ma rischia di complicarlo». Il problema, per il titolare del Viminale, non sono le frontiere di terra ma «il mare, il confine Mediterraneo». Eppure se il ministro dice no ai controlli sul confine, subito dopo aggiunge che i controlli - in chiave sicurezza - sono stati rafforzati proprio nell'area di contatto con il flusso di migranti dai Balcani. «Alla frontiera del Nord-Est abbiamo già rafforzato la presenza di forze dell'ordine e militari per controlli più efficaci e severi dal punto di vista dell'antiterrorismo».Quanto al problema-mare, la navigazione è a vista, affidata ai balbettii dell'Ue e alle parole dei politici mai tradotte in fatti concreti. Persino Alfano resta alle metafore marittime e sospira, ai microfoni di Radio Anch'io, che «o si realizza la strategia dei tre pilastri - separazione dei migranti irregolari dai profughi, ricollocamenti e rimpatri - o l'Europa farà la parte di una nave che vede a distanza un iceberg, quello della grande crisi dei rifugiati, e come se fosse impazzita, facendo finta di niente, dirige la prua verso il ghiaccio». La prua del Titanic europeo è l'Italia, in prima linea con la Grecia sul fronte degli sbarchi. Eppure al piano ricollocamenti approvato dalla Ue in autunno hanno fatto seguito numeri ridicoli: 300 migranti «ridistribuiti» rispetto ai 160mila previsti dall'accordo faticosamente raggiunto all'epoca. E accolto entusiasticamente dal nostro governo e da Alfano. Che oggi ammette il fallimento del sistema, ma ancora difende quella «affermazione di principio senza precedenti». Il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri, invece, accusa l'esecutivo di voler preparare un «modello Colonia», tra il contributo a chi ospita immigrati annunciato a Milano, «scafisti scarcerati e nuovi arrivi di clandestini sulle nostre coste», e chiede al governo di riferirne in Aula.MMO

Annunci
Commenti
Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Gio, 07/01/2016 - 10:41

CIALTRONE.

Mannik

Gio, 07/01/2016 - 10:44

Dunque ricapitoliamo: lo criticate perché avrebbe affermato di non voler intensificare i controlli e quando annuncia i controlli lo criticate pure... mi sa che state perdendo la bussola.

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 07/01/2016 - 10:47

E quando mai fa la cosa giusta? Con quella faccia lo vedrei bene sulle bancarelle del pesce fresco a Catania.

paràpadano

Gio, 07/01/2016 - 11:03

Sentire Alfano parlare è come sentire un babbeo.

giovanni PERINCIOLO

Gio, 07/01/2016 - 11:24

Dove é la notizia?? Farà notizia il giorno che riuscirà a fare qualcosa di buono!

Sabino GALLO

Gio, 07/01/2016 - 11:25

Senza commenti offensivi, appare evidente che il nostro Paese, sulla scia della stessa Europa, non ha una politica coerente. Qualunque siano i risultati, solo gli italiani elettori possono scuoterla, per darle degli indirizzi più chiari sia di politica interna che di politica estera. Non siamo i soli in questa condizione in Europa! Ma siamo ancora uno dei paesi che ne può influenzare gli orientamenti, attualmente incerti come quelli di un veliero senza timoniere in un mare in burrasca. E gli italiani tutti devono prendere coscienza di questo stato e della necessità di risvegliare la responsabilità ed il coraggio di politici che non siano condizionati da vincoli di partito imposti da ideologie prive di fondamenta. La politica non è arte che si inventa dal nulla! E' necessaria cultura ed esperienza! E gli elettori devono egualmente capire che astenersi dal voto comporta una grave responsabilità morale e civile.

FRANZJOSEFVONOS...

Gio, 07/01/2016 - 11:34

MA CHE PRETENDETE DA UNO COME QUESTSO

vince50_19

Gio, 07/01/2016 - 11:36

Certo che Alfano parla, straparla ma poi chissà cosa combina. In FVG c'è effettivo bisogno di maggiori controlli (le frontiere le conosco abbastanza bene): qui non c'è sorveglianza adeguata e NON da ora ma da decenni. Angelì, invece di tenere il c@@@ al caldo, perché non vieni a farti un giro da queste parti? Ti renderesti conto che parlar meno e far di più è più che necessario. Lascia la politica degli annunci (che restano quasi sempre tali) al tuo capetto toscano. Coraggio, su: per una volta cerca di renderti utile sul serio.

vince50_19

Gio, 07/01/2016 - 11:44

Mannik - La bussola la sta perdendo lei dietro la politica degli annunci di questo governo: quel che conta sono i fatti pro cittadini. Finora s'è visto molto, molto poco. Vediamo se ci sarà sul serio questo rinforzo delle frontiere orientali senza che Alfano si contraddica da solo quando un giorno dice una cosa e il giorno dopo cambia idea (sottovoce). Il confine è lungo circa 232 km, di gente per sorvegliarlo ce ne vuole.. Ad es. ci vorrebbero anche le nostre FFAA che stanno in Libano a fare i vigili urbani..

27Adriano

Gio, 07/01/2016 - 11:58

Poverino, povero infelice.... Ma poveri noi Italiani con un tipo così!!

Mannik

Gio, 07/01/2016 - 12:37

@vince50_19 - legga meglio l'articolo e lo metta in relazione al mio commento. Capirà tante cose... Per il resto, l'abolizione della libera circolazione acclamata a gran voce anche da queste pagine, sfocerebbe in un bel grattacapo per l'Italia c'ha mai pensato?

Duka

Gio, 07/01/2016 - 12:55

Fa parte o no di un governo pirla ? Quindi.......

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Gio, 07/01/2016 - 13:10

Ordini ambigui come da sempre nel costume italico.Non si sospenda Schengen ma si rafforzino le frontiere con gente che non controlli ma potrebbe controllare a magli più larghe però. Insomma impostato in modo che possa andare bene per un verso e pure per il suo contrario ,così quando si presenterà a 90° al giudizio della Sig.Kasner in Merkel (lei è come San Pietro) avrà sempre un politically correct da presentare.

un_infiltrato

Gio, 07/01/2016 - 13:26

Vai angelino, continua così. Tanto, in tutti i casi, nu 'ssìerv !

vince50_19

Gio, 07/01/2016 - 13:50

Mannik - Non faccia finta di non capire quello che ho scritto. A me di eventuali refusi del giornale non mi frega niente: a me interessano quelli del ministro dell'interno se per caso non le fosse chiaro. Alfano per l'expo voleva sguarnire del tutto lo frontiere nord est. Ha memoria di questo per caso? Lei conosce le frontiere del nord est? Io ci vivo a ridosso da oltre 60anni. sulle mancate promesse di questo governo tace?

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Gio, 07/01/2016 - 14:04

IL siculo Alfano è la dimostrazione che al governo a partire da RENZI ci sono ministri dilettanti allo sbaraglio, l'importante per loro è solo durare il più possibile perché sanno che quando il governo cadrà perderanno la poltrona e il parlamento, TIRANO A CAMPARE SULLA NOSTRA PELLE

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Gio, 07/01/2016 - 14:16

Il problema che si ha con Alfano non è che "pasticcia", ma che è ministro!

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Gio, 07/01/2016 - 14:27

Cerchiamo di capirci: questo personaggio va a prendere clandestini di tutti i tipi con le navi e li porta in Italia; omette controlli e identificazioni tra l'altro richieste dai suoi compari Junker e Schultz; poi vuole che siano aperte tutte le frontiere degli altri paesi sperando di trasferirli in quei posti; poiché nessuno è fesso i suoi interlocutori fanno il contrario e intensificano i controlli, compresa la Merkel dopo la buffonata di mettere a disposizione il suo paese ai profughi. Poi troviamo fini commentatori che lo giustificano tipo @Mannik 10:44.

roseg

Gio, 07/01/2016 - 14:33

Mannix Dunque ricapitoliamo: lo criticate perché avrebbe affermato di non voler intensificare i controlli e quando annuncia i controlli lo criticate pure... mi sa che state perdendo la bussola. Qui se ce uno che sta perdendo la bussola sei tu...inoltre hai capito anche un caxxo sul senso dell'articolo rileggilo con calma non scoraggiarti puoi farcela.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 07/01/2016 - 15:16

Se non si ferma quella Cassata di Mare Nostrum, tutto è INUTILE sono solo chiacchere. Piu ne vai a recuperare piu se ne mettono in viaggio, sono 2 anni che qui lo sto scrivendo. Tutto il resto è NOOOIAA!!! Cantava il Califfo!!! Suerte Italiani, perche con soggetti come questo al S/governo ne avete bisogno.

Mannik

Gio, 07/01/2016 - 15:54

@roseg - Non mi sembra di averla importunata. Comunque mi sembra che lei non abbia capito il senso del mio post. Provi pure a frugare nella storia abbastanza recente e capirà cosa intendo. Coraggio, anche lei può farcela...

roseg

Gio, 07/01/2016 - 17:23

Mannik ma sei veramente permaloso dai prova di una suscettibilità risentita e dispettosa, per lo più in corrispondenza di futili motivi. Partecipare ad un forum o ad un blog significa mettersi in gioco pertanto tutti possono importunarti...se la cosa non ti piace vai al circolino e fatti dei bianchini e una briscola con gli amici pensionati.PERMALOSONE.