E all'Olimpico è guerra anti auto

Linea dura grillina: stop alla solita sosta selvaggia allo stadio

Roma Un rapporto difficile quello tra Virginia Raggi e il mondo dello sport, soprattutto quello con i tifosi di calcio della capitale. E non solo per l'ostinazione con cui la sindaca sta ostacolando la candidatura di Roma 2024, sul punto di essere ritirata, o per quel suo assessore all'Urbanistica, Paolo Berdini, che ha bocciato lo Stadio della Roma definendo uno «scempio» il progetto del Tor di Valle e costretto poi i pentastellati a rettificare.

Ora ci si mettono anche le nuove regole di parcheggio allo stadio Olimpico ad alimentare i malumori di quei romani, e sono tanti, che finora hanno considerato un diritto lasciare la macchina dove capitava durante le partite di calcio, incolonnate nel bel mezzo della carreggiata, in doppia fila o sul marciapiede, davanti agli occhi della municipale abituata a chiudere un occhio. Ebbene, già da oggi, per Roma-Udinese, prima partita del campionato di serie A, quella tolleranza per i tifosi che arrivano allo stadio in macchina non ci sarà più. Le nuove regole sono rigidissime e gli appassionati di calcio dovranno imparare a farci i conti. Una vera rivoluzione per chi va in macchina all'Olimpico. Per chi lascerà l'automobile fuori dalle aree consentite fioccheranno multe salate e le macchine verranno portate via.

L'intento dell'amministrazione comunale è quello di spingere i tifosi a preferire i mezzi pubblici, che in occasione delle partite o di altri eventi verranno potenziati, per decongestionare la circolazione del quartiere, limitare i disagi ai residenti e garantire la sicurezza dei tifosi e l'ordine pubblico, controllando meglio l'afflusso e il deflusso degli spettatori. In questo modo anche i parcheggiatori abusivi non avranno vita facile.

I tifosi da ora in poi potranno utilizzare le aree di sosta regolari oppure gli appositi parcheggi assistiti, dove troveranno squadre di steward ad aiutarli. Poi dovranno proseguire a piedi oppure in autobus. Le nuove regole interesseranno anche le moto e le biciclette, che potranno essere lasciate in alcune zone previste in via sperimentale vicino allo stadio. Restano invece invariati i parcheggi per i titolari dei permessi e per i disabili. I vigili hanno annunciato tolleranza zero: «Qualsiasi veicolo in divieto sarà rimosso e sanzionato».

PaTa