E anche il mondo della moda ora si riveste di design

Armani Casa festeggia 15 anni, mentre Ravizza rivede le sue bag con Kartell

Lucia Serlenga

Dell'immensa giungla di eventi organizzati fuori dal Salone del Mobile non è facile dar conto. Alcuni sono degni di nota, altri meno. Di certo non può passare inosservato il quindicesimo compleanno della collezione Armani Casa che per l'occasione cambia dimora e si sposta - inaugurazione il prossimo autunno - nei 1300 metri quadri di corso Venezia a Milano, ex sede del celebre negozio De Padova. Un indirizzo di prestigio - quattro piani, sedici vetrine - divenuto nel tempo meta di grandi intenditori di design e aperto ieri sera per la presentazione della nuova collezione dello stilista che si schiera per il design sartoriale inteso come espressione di leggerezza da ammirare in tante bellissime proposte: dal tavolino girevole Luna che grazie a un perno di rotazione in ottone satinato, si articola in diverse fasi al mobile buffet Leonard realizzato con cassetti e ripiani, oppure mobile tv a scomparsa, fino alla irresistibile riedizione del mobile bar Club - solo 50 pezzi numerati e firmati - prodotto artigianalmente a mano con le ante in lacca color oceano che sembra riprendere l'atmosfera della Grande Onda di Hokusai. Insomma un mondo di emozioni che nel caso di Dondup diventano «Emotions in progress» ovvero dodici elementi espositivi che raccontano visivamente l'evoluzione di un capo attraverso sei fasi costitutive. La struttura metallica in ferro naturale sostiene negli spazi di quello che sarà il nuovo flagship store del brand in via della Spiga 50, tele artigianali all'interno delle quali si intrecciano trame e filati, in un crescendo armonioso che da vita ad un capo unico. La speciale energia che pervade il mondo della moda in occasione della settimana del design di Milano è esplosa nel corso della live performance dello street artist romano Solo chiamato da Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli, direttori creativi della maison Valentino, nella boutique di via Montenapoleone. Obiettivo: celebrare la capsule collection «Wonder Woman Valentino» fatta di abiti, giacchine e giubbotti con stelline e micro borchie in omaggio alla celebre eroina dei fumetti. Limited edition dedicata al design anche per Simonetta Ravizza che ha presentato nella boutique di Montenapoleone «Furrissima», una serie delle sue iconiche borse esposte con Kartell. E con Kartell si sono anche alleati Lapo Elkann e Garage Italia Customs per presentare con la tecnica del car wrapping, una collezione in serie limitata allestita nel flagship store di Via Turati trasformato in una vera e propria fucina creativa: i prodotti Kartell vengono customizzati con esclusive rivisitazioni artistiche e con i pattern della moda come pied de poule, gessato e tartan.