E anche nel Pd volano stracci e insulti

I renziani a Roma sperano nel ballottaggio con M5S ma è scontro su Orfini

Drizza le orecchie il Pd davanti alle divisioni nel centrodestra, ringalluzzisce la maggioranza renziana: almeno a parole ora si può sperare nel ballottaggio con la grillina Raggi, che veleggia avanti a tutti nei sondaggi. Ma il ciclone mamma Roma, al secolo Giorgia Meloni, rischia pure di sovvertire meccanismi assodati e togliere acqua al mulino del candidato Giachetti, non sgradito a parte dell'elettorato moderato e oggi spiazzato («Con Giorgia siamo amici!», grida ai quattro venti).Grande resta la confusione sotto il cielo della Capitale, e preoccupatissimo il Pd per le prossime amministrative.

Se Renzi prima poteva accarezzare solo l'idea di vittoria nelle tre grandi città del Nord (Milano, Torino e Bologna) ora l'ordine di scuderia è riconquistare alla causa la minoranza del Pd, ma nel contempo sparare a zero sui possibili «deviazionisti» alla Bassolino. Ognuno lo fa con le proprie armi, naturalmente; il presidente Orfini con lo stralogoro e arrogante concetto di voto utile. La spara grossa e parla di asfaltare i dissidenti interni: «Se il Pd fa il Pd non ce n'è per nessuno. Credo che sia sempre più chiaro a tutti che c'è un solo candidato di sinistra che può vincere le elezioni a Roma ed è Giachetti, tutti gli altri servono esclusivamente a favorire la destra».

Sospetto che vanifica il richiamo all'unità del senatore renziano Marcucci e fa arrabbiare molto il bersaniano Zoggia, che guarda alla Direzione di lunedì prossimo con occhi disincantati. Non ci sarà il documento durissimo vagheggiato nei giorni scorsi. «E pure se ci fosse, se lo fanno e se lo votano da soli», dice. E aggiunge di non voler fare «casino inutile, però basta sbeffeggiamenti, basta con la storia dei gufi. Non capiamo il perché di certe affermazioni pesanti come li asfaltiamo... toni sprezzanti che arrivano da chi dovrebbe essere il presidente di tutti e non solo di una parte».

La minoranza ha appena incassato qualcosa di più importante degli insulti a salve di Orfini: l'accettazione di una serie di paletti sulla riforma che riguarda le banche di credito cooperativo (Bcc), da sempre linfa vitale e base di consenso per la sinistra del partito. «Pare si convincano a rimuovere il macigno più grande», commenta con soddisfazione Pier Luigi Bersani, riferendosi al fatto che probabilmente nelle fusioni di Bcc sarà salvaguardata l'indivisibilità delle riserve e la facoltà di recesso. «Resta da capire per quale ragione si siano inventati una cosa del genere...».

L'altra sera l'ex leader aveva mandato qualche segnale tutt'altro che benevolo al cerchio magico renziano, parlando del padre della Boschi: «Mi colpisce moltissimo che s'incontrasse con Flavio Carboni. C'è da stupirsi che andasse a chiedergli consigli, non è accettabile. La prossima settimana verrà presentato un libro su Andreatta e mi chiedo se fosse qui che cosa potrebbe dire su una cosa del genere». Forse poco di più di quel che ripete il fuoriuscito Stefano Fassina: «C'è una rottura profonda tra il Pd e il suo popolo». Considerato che non si riesce a cambiare il Pd, andrebbe cambiato il popolo, suggeriva Stalin.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 17/03/2016 - 09:22

La sinistra ha voluto Renzi e quello si è impadronito del partito e del sistema. Bersani rifiutò l'idea di governare con Berlusconi, dopo essere stato rifiutato da Grillo. Ora si rendono conto che un nuovo comunismo si è affermato con Renzi, quello rappresentato dalle banche e dai fatti propri. Le vecchie ideologie sono state superate dal loro contrario, cioè dall'uso personale del potere, a vantaggio proprio, degli amici e delle banche. Un comunismo "moderno", un misto tra Marx e Democrazia Cristiana, con un rovesciamento della morale cristiana, ormai cancellata, mentre avanza l'Islam, guerrafondaio e intollerante. "Così è se vi pare", ma Pirandello non c'entra: contano solo i quattrini.

linoalo1

Gio, 17/03/2016 - 09:26

Italiani,ecco a voi un altro Atto della Sceneggiata P.D.!!!Come ormai da tempo,fanno finta di litigare per gettare fumo negli occhi a chi guarda e,come sempre,festeggiano,tutti insieme,la Conquista dell'Italia!!!!

cicero08

Gio, 17/03/2016 - 09:37

ecco la magra consolazione dei poveracci...

Gasparesesto

Gio, 17/03/2016 - 10:13

Il Gattopardo da Bettola . . quello per intenderci che s'è fatto raggirare cedendo la Segreteria del partito a Napolitano e fattosi mettere nel sacco pure dal Pivello di Rignano, cerca di dire la Sua . . parlando del mitromane Premier . . ma sa bene che le Sue metafore le conosciamo già e che non portano a niente se non alle solite fiducie !

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 17/03/2016 - 10:18

li è tutta una pantomima! Bersanov è un debosciato..e non ha gli zibidei per rompere..attaccato alla mammella del partito, è da quando c'è Renzi che borbotta e abbia POI VA A CUCCIA

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Gio, 17/03/2016 - 10:20

La crisi del PD è irreversibile, perde voti, consensi, credibilità. Ormai è travolto da brogli, truffe, banche di famiglia, padri impresentabili, primarie cinesi, invasioni ecc. Non si può non confrontare la crisi mortale del PD con la forza del Centrodestra Unito. Renato Brunetta fa finalmente luce (era ora!) sulla realtà odierna del Centrodestra Unito con un articolo di estrema concretezza e lucidità: non c'è nessuna crisi, ma ci sono "i problemi TECNICI di intesa" che non solo non rallentano la marcia del Centrodestra Unito, ma lo allargano e lo rafforzano attraverso fattive discussioni. Ed il PD? Sta sparendo!

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Gio, 17/03/2016 - 10:32

Cicciobello mi è simpatico come un gatto attaccato ai maroni, ma purtroppo, visto che siamo costretti a vivere in un regime comunista dobbiamo considerare le alternative comunistoidi che sono peggio dell'attuale comunistello in carica, bersani, d'alema, civati, cuperlo, insomma tutto questo comunistame. Penso e dico questo da quando cicciobello è diventato presidente del consiglio.

Mobius

Gio, 17/03/2016 - 10:42

Insultate, insultate! Qualche cosa resterà...

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 17/03/2016 - 11:03

raggi! ma che sa fare? solo l'avvocato! non ha esperienze nella gestione di un paese come roma! andate,andate... votatela! poi, quando roma si ritroverà peggio di prima, non prendetevela con noi! :-)

idleproc

Gio, 17/03/2016 - 11:31

02121940 Più che altro hanno messo in piedi una forma di "comunismo" per pochi insieme ai finanzieri globali. In fondo sono "affinità elettive" anche da un punto di vista globalista con il potere centralizzato e l'uniformazione in un unico modello culturale e individuale umano piegato alle esigenze economiche del loro sistema. Si chiama SpätKapitalismus.

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Gio, 17/03/2016 - 11:32

perSilvio46: Grazie per la tua barzelletta quotidiana. Sono grato anche alla redazione che non censura mai i tuoi commenti. In mezzo a tanti problemi che ci opprimono qualcuno che ci fa sorridere con le sue affermazioni strampalate è sempre il benvenuto.

aitanhouse

Gio, 17/03/2016 - 11:37

se tutta l'italia rispondesse con la giusta coerenza ,il pd ed il suo leader potrebbero tranquillamente prendere la strada di casa all'indomani delle comunali. Osservate i sondaggi napoletani ;il pd renziano con la sua candidata sindaco non va oltre l'11%, riflettete gente riflettete e cominciate a guardarvi allo specchio......

dubbio

Gio, 17/03/2016 - 12:32

Ma quali insulti. SIETE IL BUE CHE DICE CORNUTO ALL'ASINO

dubbio

Gio, 17/03/2016 - 12:39

@ PERSILVIO46 TI SEI COMPLETAMETE BEVUTO IL CEVELLO. CERTO NON TI CENSURANO. FAI PARTE DEGLI SCRIBACHINI. GUARDA CHE CONTINUANDO A LECCARE IL DERETANO T ISI E' CONSUMATA LA LINGUA. DAI NON IMPORTA SILVIO E' PRATICO DI INTERVENTI PER FARTENE METTERTERE UNA DI PLASTICA

pupism

Gio, 17/03/2016 - 13:03

nessuna illusione questi per la pagnotta si metteranno sempre d'accordo. L'importamnte è tassare, tassare,tassare (sempre i solito noti) e spendere spendere, spendere.... Non si riesce nemmeno a colpire i dirigenti delle loro banche fallite risultanio tutti nullateneti...

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Gio, 17/03/2016 - 13:12

@ pirSilvio46 concordo.

unosolo

Gio, 17/03/2016 - 14:29

di PD rimasto solo ( si fa per dire ) il nome , ma come sigla è cambiata in PDM come mercenari , il comportamento di certi parlamentari che dal M5S o da FI si sono smarcati per non far cadere il governo e rischiare di non essere rieletti quindi di perdere soldi ed ecco il motivo di mercenari , si sono spostati per lo stipendio e per poter maturare il diritto ad una lauta pensione che fuori dal parlamento mai arriverebbero ad avere , mercenari e basta ,.si galleggia solo con questi mercenari.,