E la Boldrini prepara il blitz: portare al Colle il suo dirigente

Pronta la proroga per il funzionario in età da pensione che guadagna mezzo milione

A quanto ammonta? chiedeva Peppino nella Malafemmina. Nessuno lo sa con esattezza. «Lo stipendio del segretario generale della Camera Ugo Zampetti rimane un mistero impenetrabile. Le ultime stime lo danno tra i 500 e i 600 mila euro l'anno» dice il deputato Fraccaro (M5S). Altre stime davano un 478mila euro l'anno, cioè il doppio del tetto che si vorrebbe introdurre per i dipendenti della Camera, ma che forse non tiene conto di indennità aggiuntive. Comunque, più di tutti (compresi ministri, deputati, e capo di Stato), come numero uno dell'amministrazione della Camera, dal 1999 (c'era Violante) ad oggi, quindi anni di potere ininterrotto.

Che potrebbero continuare, in due modi diversi, malgrado ormai la sopraggiunta età da pensione, 65 anni. Le voci a Montecitorio parlano di un blitz entro l'estate, promosso dalla presidente del «Comitato per gli affari del personale» della Camera, la deputata piddina Marina Sereni, e dalla presidente della Camera Laura Boldrini (molto legata, quasi dipendente si dice, alle preziose indicazioni di Zampetti su norme e regolamenti parlamentari), per prorogare l'incarico del segretario generale oltre l'età pensionabile.

Ma c'è anche un'altra voce che circola con insistenza, e arriva dai piani alti della Camera. Quella cioè che vorrebbe Zampetti e la Boldrini uniti in uno scenario futuro, non a Montecitorio ma al Quirinale. Pare infatti che la Boldrini non si veda male come prossimo capo dello Stato, al posto di un Napolitano che non ha fatto mistero di desiderare una scadenza anticipata per il suo secondo mandato. Il capo della macchina amministrativa-legislativa del Quirinale, al momento retta da Donato Marra (74 anni,e per l'appunto ex segretario generale della Camera), sarebbe già designato per la Boldrini: lui, Zampetti. Rumors da Transatlantico, almeno per ora.

Se così fosse, o anche se fosse proprogato l'incarico, Zampetti batterebbe il record di segretario generale più longevo della storia repubblicana.

Aiutato in questo anche dal regolamento della Camera, che non prevede scadenza per quell'incarico, e rende difficile anche rimuoverlo. «Noi riteniamo incongruente il fatto che sia prevista una maggioranza semplice per l'elezione del segretario generale, e che sia prevista, invece, la maggioranza dei due terzi per la revoca del Segretario generale» arringò Rita Bernardini, deputata e segretaria dei Radicali, chiedendo di votare una modifica del Regolamento della Camera sulla carica a vita del segretario generale. Inutile dire come sia finita. Il segretario generale ha anche la sua dotazione, circa 100mila euro per spese di funzionamento del suo ufficio. Buona parte delle quali, secondo la Bernardini, sono andate vie per «spese legali a difesa della Camera e per l'acquisizione di pareri, nonostante la Camera sia dotata di un ufficio di Avvocatura dei più pregiati in Italia».

D'altronde sull'uso dei soldi pubblici dei vertici amministrativi della Camera vigilano loro stessi, perché la Corte dei conti non può ficcare il naso in un organo costituzionale. E fino a poco tempo fa a capo del «Servizio del controllo amministrativo» chi c'era? Ancora lui, l'eterno Zampetti.

Commenti
Ritratto di Civis

Civis

Mar, 22/07/2014 - 13:40

Abbassando il reddito annuo del segretario generale della camera, Ugo Zampetti, fino a quello del Presidente della Repubblica Italiana, si trovano i soldi per elevare il reddito di due barbieri della Camera fino a quello di Napolitano. Il tutto a costo zero per lo Stato. RIVOLUZIONE!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 22/07/2014 - 15:02

Cosa dicono i vaffangrilli? Nulla. prima sbraitavano: "Vaffanculo, fuori tutti", invece adesso sono uguali agli altri, anzi peggio. Dunque è chiaro che il movimento del Malox alle prossime elezioni scompare dalla scena politica. Ma nel frattempo, fatti i calcoli della nonna di Ada, collabora col tiranno.

glasnost

Mar, 22/07/2014 - 16:37

Ma è possibile che, dopo l'esperienza dell'amministrazione di Parma sull'inceneritore dei rifiuti, ci sia ancora qualcuno che crede che i grillini facciano qualcosa di quello per cui hanno preso voti?

agosvac

Mar, 22/07/2014 - 18:02

Ciò che fa realmente rabbrividire, in questo articolo, è la sia pur lontana ipotesi della signora boldrini alla Presidenza della Repubblica!!! Già alla presidenza della Camera è più che deleteria, pensate un po' addirittura Capo dello Stato!!! Appunto: da rabbrividire!!!!!!!!!

Accademico

Mar, 22/07/2014 - 18:12

Ma perchè costui deve "guadagnare" oltre 120.000.000 (centoventimilioni) delle vecchie lire al mese? Perchè?? E Boldrina me lo vuole anche mettere al Colle? Ma scherziamo? E chi è costui per meritare di ricoprire la carica della più alta Magistratura dello Stato? Vero è che al momento questa carica alta viene ricoperta da un Napoletano. Ma non è un buon motivo. Non deve, questo, costituire un precedente.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 22/07/2014 - 18:20

E' quantomai urgente cambiare la costituzione a approvare l'elezione diretta del presidente della repubblica. Dopo scalfaro, ciampi e re giorgio direi che la misura é colma, ci mancherebbe solo la boldrina per completare il disgusto per la "reggia" più cara e inutile d'Europa!

un_infiltrato

Mar, 22/07/2014 - 18:32

e chi è questa zampetta?

paco51

Mar, 22/07/2014 - 18:52

Avevamo Ciano ministro degli esteri!!! Non i meraviglio più di nulla!!!! Spero solo in un guizzo di luce e saggezza del popolo bue e cornuto!!!!

Sapere Aude

Mer, 23/07/2014 - 07:30

Gentaglia come la Boldrini che parla di società mafiosa non si accorge che la cupola da distruggere è prima di tutto quella alla quale lei appartiene. Il suo ignobile lavorio sottobanco teso a scalare i vertici dello Stato non è né meglio né peggio di come avviene nella mafia siciliana. E fa un certo senso vedere riprodotto il sistema che a parole fa orrore ma nei fatti uomini e donne dello Stato si comporta allo stesso modo. Costoro difendono con le unghie la Costituzione come la mafia difende la cupola. Solo così essi sanno di aver garantito i privilegi di uno Stato parassitario e despota. La verità è che nel Belpaese un tale comportamento è tollerato perché una gran parte di noi lo considera normalità. Non fosse così, l’avremmo già cacciata a pedate!

bob82

Gio, 24/07/2014 - 12:57

la boldroni è sicuramente il peggiore presidente della camera della storia della repubblica, oltre che essere una totale incompetente e oltremodo brutta antipatica ed arrogante! una falsa umile che all'inizio pareve volesse rinunciare tutto poi si è appropriata di tutto e anche di poteri che non gli competono, il fatto che dipenda da questo altro ladrone della politica non sorprende...la sua inettitudine è chiara come il sole ed ha già dimostrato in varie occasioni di essere una specie di monarca in gonnella senza avere la benchè minima idea di quel sia il suo ruolo, immaginiamoci al posto del monarca fallito con tanto di baffettini da sparviera alla d'alema...assolutamente un abominio tutto italiano....bisogna avere fede e sperar di liberarcene al più presto......