E il ds Martinelli firma la sua tripletta: «Noi azzurri maestri anche nella tattica»

Gli mancava solo il Giro di Spagna, ora la sua collezione è completa. Sei Giri d'Italia con Marco Pantani, Stefano Garzelli, Gilberto Simoni, Damiano Cunego, Alberto Contador e Vincenzo Nibali. Due Tour con Marco Pantani e Vincenzo Nibali che potrebbero essere anche tre se non avessero tolto a Contador il Tour del 2010 e, infine, la Vuelta con Fabio Aru.

Giuseppe Martinelli è un uomo in pace con se stesso. Dopo essere stato ricoperto di improperi per non aver fermato Landa (con la sua vittoria Aru - arrivato secondo - ha perso 4" di abbuono, ndr), ma soprattutto per non aver protetto l'altroieri al meglio Aru, ora si gode il dolce della vittoria. «Io sono felice per Fabio, per i ragazzi, per il nostro team. Siamo un bel gruppo di tattici italiani, che si integrano alla perfezione nell'organico kazako della Astana».

Ordine d'arrivo - 1. Rubèn PLAZA (Spa); 2. Goncalves (Por) a 1'07"; 3. De Marchi (Ita) a 1'08"; 4. Sicard (Fra) a 1'29"; 5. Moinard (Fra) a 1'30"; 9. Montaguti (Ita) a 1'43"; 10. Moser (Ita) a 2'40"; 12. Majka (Pol) a 2'42"; 14. Quintana (Col) a 2'44"; 23. Rodriguez (Spa) a 3'37"; 24. Aru a 3'38"; 35. Dumoulin (Ola) a 7'30''.

Classifica generale - 1. Fabio ARU (Ita); 2. Rodriguez (Spa) a 1'17"; 3. Majka (Pol) a 1'29"; 4. Quintana (Col) a 2'02"; 5. Chaves (Col) a 3'30"; 6. Dumoulin (Ola) a 3'46"; 7. Valverde (Spa) a 7'10"; 8. Nieve (Spa) a 7'26"; 11. Pozzovivo a 11'30".