E Harry dimentica la cravatta...

Un veterano 91enne rimprovera pubblicamente il principe

In vista del D-Day il principe Harry ha incontrato a Portsmouth i veterani dello sbarco in Normandia del 1944. Un momento formale nel quale, però, il più giovane dei figli di Carlo ha voluto dare un'immagine confidenziale e semplice: per lui niente cravatta e giacca sbottonata. Per alcuni si è trattato di una caduta di stile visto che, invece, i reduci indossavano i loro abiti migliori con tanto di medaglie appuntate al petto. Qualcuno degli ex militari presenti ha fatto notare la cosa al giovane principe che, trovatosi un po' in imbarazzo, se l'è cavata con una battuta di spirito.

«Dove caspita è la tua cravatta?». A «strigliare» il rampollo della famiglia reale è stato il novantunenne Ivor Anderson, nel corso dell'evento alla Southwick House, vicino a Portsmouth nell'Inghilterra del sud, dove 72 anni fa venne pianificato l'assalto via mare degli Alleati alla Germania nazista. Harry ha ammesso di essersi accorto in ritardo di non aver adottato il giusto dress code.