E la Raggi sbuca dal cassonetto: "Lei cosa sta buttando?"

Il sindaco e Paola Muraro in giro di notte per controllare la situazione dei rifiuti. E i residenti non ne possono più: "Sembrano Totò e Peppino"

Immaginate di andare a buttare la spazzatura di sera, a Roma. Ma mentre state per gettare il sacchetto nel cassonetto vi sentite apostrofare con un "Lei cosa sta buttando?".

È quello che è successo a un cittadino romano di Tor Pignattara che nei giorni scorsi si è visto sbucare da dietro il cassonetto nientedimeno che il sindaco Virginia Raggi, in giro per le strade della Capitale con l'assessore all'Ambiente, Paola Muraro, il suo staff e cinque ispettori Ama, come racconta RomaToday. "Mi avete messo paura. Ma si puo' sbucare così, all'improvviso, da dietro ai cassonetti di notte? Ma vi rendete conto?", ha detto sorpreso l'uomo vedendosi circondato dal plotone dello "Spazzatour", che peraltro aveva parcheggiato tre Fiat Panda bianche in doppia fila con le quattro frecce accese.

"Hanno iniziato ad aprire i sacchetti a caccia di indizi", raccontano i residenti, "Ad un certo punto la sindaca ha sentito rumore di vetro ed è scattata. C'era un ragazzo che stava buttando delle bottiglie nel cassonetto sbagliato". Un ispettore era pronto a far scattare la multa, ma il giovane si è difeso facendo notare che in quella zona non c'è la raccolta del vetro, come ha confermato anche un altro addetto Ama che gli ha fatto scampare la sanzione. Quindi la compagine guidata dal sindaco grillino ha ispezionato l'intero quartiere, arrivando persino a urlare davanti a un divano abbandonato: "Di chi è questo?", avrebbero ripetuto per mezz'ora la Raggi e la Muraro senza che - ovviamente - nessuno si facesse vivo.

"Sembrava un blitz alla Totò e Peppino", continuano gli abitanti di Tor Pignattara, "Non è così che si risolvono i problemi. La Muraro lavora con Ama da anni e non conosce le convenzioni che l'azienda stipula con i commercianti? Possibile che non comprendano che per la densità di persone che abita qui è assolutamente normale che i cassonetti si trasformino in minidiscariche nel giro di poche ore se non passano i camion della raccolta? Possibile che ci vogliano questi blitz per sapere che qui va attivata una differenziata vera, senza cassonetti in strada, e non affidata alla buona volontà dei cittadini?".

Commenti

istituto

Mer, 07/12/2016 - 12:54

Tremo al solo pensiero che questa banda di dilettanti allo sbaraglio, possa governare l'Italia alle prossime elezioni!!!

uomodonore

Mer, 07/12/2016 - 12:56

Chiara Sarra,articolo da 5 elementare.

agosvac

Mer, 07/12/2016 - 13:16

Francamente penso che un sindaco, se fosse veramente un Sindaco, dovrebbe occuparsi di ben altro che controllare cosa i cittadini mettano nella spazzatura!!!

cgf

Mer, 07/12/2016 - 13:48

un'ottima occasione persa per evitare una brutta figura, più che sindaco al servizio dei cittadini LA raggi è sembrata il poliziotto che ti vuol fregare e farti multe a tutti i costi. Mi sa che se tornassimo a votare oggi...

igiulp

Mer, 07/12/2016 - 14:09

Non ha ancora capito, la sindaca, che va fatta la raccolta, differenziata, porta a porta? Solo così si eviterà lo spettacolo osceno delle montagne di rifiuti.

Mario.Franco.Ba...

Mer, 07/12/2016 - 14:32

Dopo aver letto questo articolo e i relativi commenti, sono sicuro che gli extracomunitari si adegueranno prima dei residenti al rispetto della cosa pubblica

Pigi

Mer, 07/12/2016 - 14:43

Raccolta differenziata: un dogma costoso e dannoso. Il materiale recuperato è di pessima qualità, per cui non lo vuole quasi nessuno, quindi lo si regala. Poi serve molto più personale per farla. Gli spagnoli, come respingono i clandestini, hanno rifiutato la raccolta differenziata. Pensare che una volta gli italiani erano i piú furbi. Ora sono solo i piú pirla.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 07/12/2016 - 16:15

PAGLIACCI !

Rainulfo

Mer, 07/12/2016 - 16:25

Datele una scopa e un secchio!!

cianciano

Mer, 07/12/2016 - 16:42

Tutto questo continuerà ancora per molto.....perchè??....perchè non è stata mai una cosa seria e perchè non si è mai sanzionato pesantemente NESSSUNOOOO !!!!.....tutti fanno i furbetti e non pagan dazio.

cianciano

Mer, 07/12/2016 - 16:46

.....e poi se non c'è il cassonetto del vetro e uno mette del vetro da altre parti va SANZIONATOOO !!! se non c'è il cassonetto lo si va a cercare nei dintorni come faccio io dove abito...

petra

Mer, 07/12/2016 - 16:47

E quale sarebbe la vera differenziata? I diversi cassonetti (in numero sufficiente) per Plastica, Carta, Vetro, Umido, Secco, vanno posizionati a cura del comune e la raccolta differenziata la deve fare ogni singolo proprietario. Poi passeranno i camion addetti per il carico. Poche ciance. Sarà anche comico, ma in questo caso dò ragionissima alla sindaca, che però, puo' benissimo incaricare delle coppie di vigili urbani per il controllo e relative multe. E' comunque da apprezzare la solerzia e l'umiltà della Sindaca Raggi. BRAVA.

petra

Mer, 07/12/2016 - 16:55

Pensate che in Germania, una mia amica tedesca, il pacchetto di sigarette vuoto divide, da una parte la scatola, dall'altra la stagnola in essa contenuta, che poi mette in due differenti contenitori. Dobbiamo farne ancora di strada noi italiani. E non ditemi che ci sono cose piu' importanti. Perchè, come si dice, il buongiorno di vede dal mattino.

maxam

Mer, 07/12/2016 - 16:59

Non ci vedo nulla di male, so' che per l'italiano medio è una cosa difficile da concepire, ma chi critica dovrebbe fare uno stage di buon senso qui in Svizzera per 6 mesi.

uomodonore

Mer, 07/12/2016 - 17:30

In Germania dove da 40 abito,e una cosa normale dividere.La tassa sull'immondizia ci e stata ridotta perche la maggior parte delle persone hanno diviso i rifiuti,quindi se si fa bene si risparmia

uomodonore

Mer, 07/12/2016 - 18:01

i residenti non ne possono più,certo,ma i cittadini civili sono contenti.Brava Raggi

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 07/12/2016 - 18:39

@maxam, concordo. Ma so di per certo che in Svizzera , ogni Comune mette a disposizione delle aree dove e' possibile portare vetro, plastica, scatolame, alluminio , pet, cartucce della nespresso, polistirolo, pile ... A Roma non vi e' questa organizzazione. inoltre leggendo l'articolo si evince che il cittadino in questione non aveva la possibilita' di differenziare perche' non vi sono I cassonetti per la raccolta del vetro. Ah ! tra le tante cose, il vetro bianco e' l'unico riciclabile. quello colorato, no ! Ecco perche in Svizzera I containers sono differenti, per il bianco e per quello colorato.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mer, 07/12/2016 - 21:46

A parte il fatto che se uno mentre getto la spazzatura la sera mi esce d' improvvivo cosi' come ha fatto la raggi si beccherebbe una legnata in testa a prescindere. Ma si puio' aggredire le persone cosi, in un quartiere tutt'altro che tranquillo? Questa é stupidità al cubo, Raggi , sei solo un raggio e non un diametro. Datte na calmata ch'é mejo!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mer, 07/12/2016 - 22:41

Soffrono di insonnia o di...peripatetismo?

TonyGiampy

Mer, 07/12/2016 - 23:30

Bene la Raggi.Un sindaco non deve stare seduto in poltrona.Facendo cosi ci si rende conto di come stanno le cose e di quanto la gente sia incivile!Probabilmente non si fida di chi dovrebbe fare questo lavoro e fa bene!Qui in Giappone la differenziata si fa dai tempi dei samurai.In casa si hanno 4 contenitori per la divisione.Il vetro si butta una volta a settimana,il mercoledi, e lo stesso giorno vengono a prenderlo.Negli altri giorni non lo puoi buttare e te lo devi tenere a casa.Ogni quartiere ha il suo termovalorizzatore e i camion della nettezza vanno e vengono per il quartiere tutta la mattina.Nel senso la tua immondizia te la bruci nel tuo quartiere!In Europa siamo ancora in alto mare solo chiacchiere!La raccolta porta a porta!Magari fatta da Bruno Vespa!Ma fatemi il piacere!

Seawolf1

Gio, 08/12/2016 - 07:49

voglio vedere se multava un rumeno che gettava calcinacci.... più facile far pagare un italiano, no?

FVIT

Gio, 08/12/2016 - 08:44

@Pigi.Ha detto la cosa più sensata tra tutti i commenti dei lettori sopra. Per caso è un tecnico del settore? Il problema è che, come vede anche dalle reazioni a questo articolo, siamo in due a ragionare mettendoci un minimo di logica e "tecnica", uscendo da canoni dettati da ignoranza sull'argomento o, ancora di più, da evidenti forzature per convenienze politiche/speculative!