E Renzi il pacifista rinuncia al consigliere militare

Il premier non sostituisce il generale di fiducia e pensa a un pool di esperti aperto ai civili

Roma - Dal 9 ottobre scorso Matteo Renzi è senza consigliere militare. Quel giorno, Carlo Magrassi è diventato segretario generale della Difesa. Cioè, l'uomo che deve gestire l'acquisizione e la vendita di tecnologia militare. E sembra che il presidente del Consiglio non soffra troppo la sua mancanza. Un po' perché non ha un grande feeling con il pianeta degli uomini con le stellette: lo ha scoperto particolarmente litigioso. Un po' perché sembrerebbe orientato a non sostituire Magrassi con un altro generale, ma creare una sorta di National security council, un organismo pensato sul modello già sperimentato alla Casa Bianca. L'ennesima prova che il premier crede fermamente alla celebre massima di Georges Clemenceau: «La guerra è una cosa troppo seria per lasciarla ai militari».Così, dopo aver svuotato della capacità propositiva il ministero dell'Economia (la legge di Stabilità è nata a Palazzo Chigi), conta di fare altrettanto con quello della Difesa. Con l'obiettivo di creare un comitato di esperti in grado di consigliarlo per le mosse che presto gli verranno chieste di prendere dagli alleati. A partire da François Hollande che Renzi vedrà giovedì all'Eliseo, un breve incontro prima che il presidente francese parta per incontrare Putin. Ne dovrebbero far parte militari di ciascuna forza armata, diplomatici, uomini dell'intelligence e civili. E lo dovrebbe coordinare un sottosegretario alla presidenza del Consiglio. In ballottaggio ci sono Marco Minniti e Luca Lotti.Il presidente del Consiglio si è reso conto, poi, che mentre Londra e Parigi hanno già elaborato conti e strategie per una maggiore spesa militare da defalcare dal deficit (così come chiesto da Hollande e accolto dalla Commissione Ue), l'Italia è indietro nel lavoro. Al ministero dell'Economia non se ne sta occupando nessuno. Mentre alla Difesa sembra che l'unica preoccupazione sia aumentare la spesa per il personale; quando l'obbiettivo europeo sarebbe quello di favorire nuovi investimenti in tecnologia. Con un comitato di esperti a Palazzo Chigi per Renzi sarebbe più semplice coordinare azioni fra i due dicasteri e la Farnesina. Al premier ancora brucia l'operazione Tornado. L'idea di armarli era stata fatta arrivare ai giornali attraverso canali diplomatici di Palazzo Chigi. Gli stessi, poi, che si sono visti smentire da Palazzo Baracchini. Un comitato presso la presidenza del Consiglio eliminerebbe le gelosie fra amministrazioni.Intanto ieri, mentre il ministro Boschi in tv confermava la linea prudente sul piano militare («prima capire gli obiettivi»), linea che nella riunione di ieri della direzione Pd incassava il plauso delle minoranze interne, Renzi annunciava per oggi una proposta del governo contro il terrorismo con «una risposta di sicurezza e una risposta culturale». Frenando ogni ardore ardore bellico: «L'Italia non si tira indietro, ma non ci possiamo permettere una Libia bis».GiMa

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 24/11/2015 - 08:27

ok, la strategia di renzi e del PD è chiarissima: stanno con i terroristi islamici! complimenti, scelta fantastica! in pratica, renzi chiede ai 50 milioni di italiani di poggiare le nostre gole sulle lame dei tagliagole islamici! eccellente idea, non credete, cre.tini di sinistra? :-)

marcomasiero

Mar, 24/11/2015 - 08:41

hahahahaha !!! quando avranno "deciso" di non decidere i russi avranno già asfaltato lo "stato islamico" ... la codardia contradistingue particolarmente questa gentaglia che "governa" ancorchè non votata dal popolo sovrano (!!!) la furbizia del "mòmelifaccioamicipernonesserecolpito" NON paga. secondo me questi pur di rimanere sul cadreghino sarebbero disposti pure di venire a patti con i criminali islamici svendendo l' Italia e la sua storia ... I Romani tutti e i nostri morti in guerra si rivoltano nelle tombe e gridano vendetta !!!

HappyFuture

Mar, 24/11/2015 - 08:55

Ma pure voi....un "un National Security....." cheee? Ma de che state a parlà? Il ruolo dell'Italia nel mondo è chiaro: "abbozzare"! .... E dire di Sì alla "comunità internazionale" anche prima che questi signori esprimano i loro desideri. Intuirli e prevenirli: "Semper Fidelis" ai trattati sottoscritti e mai ratificati dal Parlamento. L'Italia obbedisce! A che serve un consulente militare per il PMMatteo?

amedeov

Mar, 24/11/2015 - 08:58

Caro puffo fiorentino ma lo sai che i capi di stato e di governo dell'unione sanno cosa fare per combattere il terrorismo,mentre tu giochi a fare il boy scout?

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mar, 24/11/2015 - 09:00

Lo sappiamo. Noi abbiamo il migliore del villaggio.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Mar, 24/11/2015 - 09:23

Ma sto CxxxxxO e FALLITO, si crede ONNIPOTENTE???? e i NOSTRI GENERALI che dicono????? Si adeguano???

vince50_19

Mar, 24/11/2015 - 09:30

Che epoca terribile quella (aggiungo io quella odierna) in cui degli idioti governano dei ciechi. (William Shakespeare, da "Re Lear")

antipifferaio

Mar, 24/11/2015 - 09:35

Chiaramente a livello internazionale conta meno di zero, il che non è una novità. In sintesi una nullità a capo del nulla. Infatti smette di circondarsi di uomini capaci proprio perchè non sopporta essere consigliato da chi ne sa molto più di lui e non ci vuole poi molto. Andrà all'Eliseo tanto per fare presenza, ma di certo gli altri capi di stato si saranno già rivolti a chi tira i suoi fili in Italia. La realtà è che all'estero sanno bene che non è stato mai votato per cui non è nemmeno parlamentare. Non rappresenta nessuno e questo in democrazie compiute è da tenere ben presente.

vince50_19

Mar, 24/11/2015 - 09:37

Un c@@@@@o illuminato da lampi di imbecillità! (Flaiano)

giolio

Mar, 24/11/2015 - 09:58

Berlusconi quando i francesi hanno voluto l‘intervento in Libia non ha avuto il coraggio di opporsi doveva usare la strategia russa (e una nazione amica e ci facciamo affari ) adesso Renzi parla parla e non si capisce con chi sta ,comunque il rispetto del resto del mondo nei nostri confronti non e poi cosi alto come lui ci vuole fare credere

paolonardi

Mar, 24/11/2015 - 10:09

Il vuoto pneumatico nelle idee di questi dilettanti incapaci che col molto deteriore spirito italico stile DC aspettano che tutto si sistemi senza fare niente come fu fatto negli anni di piombo. Quella volta ando' quasi bene, questa volta non accadra' e ci ritroveremo tutti alla preghiera del venerdi' in moschea.

Zizzigo

Mar, 24/11/2015 - 10:32

Nel caso, Renzi gli leggerà qualche paragrafo della legge finanziaria ed un paio di poesie di Ungaretti. Tanto gli basterà, per essere certo d'avere difeso gli italiani.

buri

Mar, 24/11/2015 - 10:43

tanto non lo ascoltava e poi ha hoà pronta nel cassetto una bella namdiera bianca per accpgliere degnamente i tahligola

swiller

Mar, 24/11/2015 - 10:57

Piccolo ometto insignificante parassita sanguisuga.

Ritratto di FRANZ58

FRANZ58

Mar, 24/11/2015 - 11:23

CHE ALLAH CI PROTEGGA DA QUESTO QUA'. PAROLA DI ALI BU BU. BISOGNA ADEGUARSI AI TEMPI. RISPOSTA CULTURALE, COSA SIGNIFICA? GLI DIAMO UNA FIORENTINA,E POI CANTIAMO VOLARE? INVECE DI CANTARE CONSIGLIEREI DI SUONARE WAGNER, E PERCHE'NO LA CAVALGATA DELLE VALCHIRIE.

Ritratto di dlux

dlux

Mar, 24/11/2015 - 11:38

Ma cosa volete che serva un consigliere militare al nostro Pinocchio? Lui sa già tutto. E' tutto chiaro nella sua testolina di legno. "Noi non siamo in guerra". E già questo è un deterrente per l'Isis. Più efficace di mille eserciti, perché sarebbe talmente semplice colpire l'Italia che l'Isis non ne proverebbe né orgoglio né soddisfazione. Siamo in un maleodorante ventre di vacca PD.

ilbarzo

Mar, 24/11/2015 - 11:52

Renzi più che pacifista lo giudicherei, finto buonista cacasotto.

Ritratto di Loudness

Loudness

Mar, 24/11/2015 - 11:58

Anche il capitano del Titanic lo diceva: "Ma no, ma no, è solo un rumorino! Da niente!

BALDONIUS

Mar, 24/11/2015 - 12:34

L'avrà sostituito con qualcuno di S.Egidio che fa molto più figo.

Fjr

Mar, 24/11/2015 - 12:36

Hollandecome Abatantuono nel film belli di papà', Signor Hollande c'è Renzi al telefono Renzi?Si il presidente del consiglio italiano, allora quando è' in mia presenza, è' il ..... Il.... il cxxxxxxe

Fjr

Mar, 24/11/2015 - 12:38

Renzi come Facchinetti nel film di Abatantuono belli di papà' , è' arrivato il C...........one

paolonardi

Mar, 24/11/2015 - 12:56

@Zizzigo: troppo credito all'intelligenza e alla cultura del contadino di Rignano: "Ungaretti chi era costui" di manzoniana memoria.

agosvac

Mar, 24/11/2015 - 12:57

"non ci possiamo permettere una Libia bis", egregio Renzi è proprio per questo che lei dovrebbe andare a parlare con Putin e lasciare Obama a cuocersi nel suo brodo!!! Tra l'altro se parlasse anche col "vecchio" Berlusconi che in certe cose ne sa molto di più di lei, non sarebbe certo male!!!

unosolo

Mar, 24/11/2015 - 14:33

diciamoci la verità chi si metterebbe in mano , in caso di guerra ovviamente , all'attuale PCM ? inesperienza e strapotere si crede un grande leader e non si accorge di come galleggia , nella Europa lo trattano da pannolence o come un amicone che ride sempre e fa volentieri conferenze stampa sul " come la vedo io " o " sarebbe il caso che " insomma uno che racconta un'altro mondo basato sul ? non lo sa neanche lui.

unosolo

Mar, 24/11/2015 - 14:36

si è circondato di amici e non può retrocedere altrimenti mancherebbe di fiducia su chi ha piazzato intorno al suo potere , ha occupato tutti i posti come da previsioni ed ora non può in nessun caso spostarne uno di un solo passo indietro,poi , parliamoci chiaro i soldi devono servire per comprare una delle quattro banche ,.,

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mar, 24/11/2015 - 14:40

Renzi il popolo non ti conosceva e non ti ha votato, per il bene del paese dimettiti e proponiti in pubbliche elezioni. Così non si può andare avanti. Non puoi permetterti di fare abusivamente il PdC solo perché alle primarie pilotate del PD hai preso più consensi e l'ex PdR, come fosse a capo di un regime, ti ha nominato, il PD non è il popolo italiano. Il popolo che non ti ha votato non condivide il tuo operato e le tue scelte "strategiche" che continuano a far sprofondare sempre di più il paese verso il caos. Buffone ciarlatano dimettiti.

ES

Mer, 25/11/2015 - 13:15

NESSUNA MERAVIGLIA. FORSE C'E' DA SISTEMARE CON PIU' LAUTO COMPENSO QUALCHE MILITARE "DA RICHIAMARE" IN SERVIZIO O QUALCUN ALTRO CHE E' RIMASTO INSODDISFATTO DALLE PIU' E MENO RECENTI NOMINE ..... MAGARI ANCHE LORO TOSCANI. CONSULENTI? I CONSIGLIERI MILITARI DA NOI DA UNA PARTE ALCUNI SEMBRANO SIANO IMMORTALI DALL'ALTRA NON CONTANO NIENTE E NON SONO MAI CONTATI NULLA. SE NON SOLO NELLE FOTOGRAFIE. I NOSTRI POLITICI E GOVERNANTI, NOTI CONOSCITORI DI TUTTO, NON NE HANNO BISOGNO. IN ITALIA TANTO PER GLI AFFARI MILITARI QUANTO PER TUTTO IL RESTO LE POLITICHE SONO FATTE DALLE SEGRETERIE DI PARTITO. I DICASTERI SONO DIVENUTI INUTILI, SOLO PROCACCIATORI DI INFORMAZIONI E SPESSO ESECUTORI SILENZIOSI, TALVOLTA PER CONVENIENZA, DI QUANTO DECISO IN QUELLE STANZE DEI PARTITI. CHE TRISTEZZA ............. !!