E spunta pure Artom manager prezzemolino coi bilanci in rosso

L'imprenditore ha frequentato per anni Letta ed è amico del figlio di Napolitano

Roma Come Matteo Renzi, è convinto che bisogna andare in California per fare successo. Ma a Ivrea siede accanto a Davide Casaleggio, figlio del padre spirituale del M5s. Arturo Artom, professione imprenditore, è una delle star che ieri hanno sfilato all'evento di lancio della fondazione che porta il nome di Gianroberto Casaleggio.

Nato a Torino nel 1966, con una laurea in ingegneria al Politecnico in tasca, Artom comincia da subito a lavorare nel mondo delle telecomunicazioni. Prima per Telsystem, poi per Infostrada e Omnitel. Fa l'amministratore delegato di Viasat e Netsystem. Poi, come Renzi, vola in California. E a San Francisco crea un'azienda della carrozzeria americana in grado di distribuire e sviluppare software italiano. Fonda yourtumanshow.it, una sorta di piccola Youtube dove caricare video con la propria storia. Artom si impegna poi in una serie di progetti, quasi tutti con i bilanci in perdita.

L'amore con il grillismo sboccia nel 2013, quando l'imprenditore torinese diventa amico di Gianroberto Casaleggio, e crea la Confapri. Una sigla che significa, niente po' po' di meno che, Conferenza permanente di esperti delle attività produttive italiane per un rinascimento italiano. Ripetizione a parte, l'associazione raggruppa una ottantina di imprenditori vicini al Movimento Cinque Stelle. Quasi tutti amici di Casaleggio. Arturo Artom ha fondato la Confapri assieme a Massimo Colomban, imprenditore veneto, chiamato a Roma per risolvere la grana delle partecipate del Campidoglio.

Ma la passione per la politica non nasce grazie all'incontro con il guru del M5s. Il finanziere dalla barba rossa per anni ha frequentato Enrico Letta, ed è stato considerato «vicino ad ambienti del centrosinistra». Arturo nel 2007 in occasione del ricevimento al Quirinale risulta tra gli «amici personali» di Giulio Napolitano, figlio di Re Giorgio. Circola voce che «gli piaccia apparire». E pare che abbia fatto piangere Antonella Boralevi, una delle sue ex. Ma non era una vacanza in California.

Commenti

mariod6

Dom, 09/04/2017 - 11:43

Bilanci in rosso, attaccato ai politici, avrà sicuramente successo.

Publio Sestio Baculo

Dom, 09/04/2017 - 13:59

"...ha frequentato per anni Letta ed è amico del figlio di Napolitano..." ma , forse, ha troppi "grilli" per la testa.

Happy1937

Lun, 10/04/2017 - 06:01

Spiegatemi un po'. Ora ai ricevimenti ufficiali al Quirinale si invitano gli "amici personali del figlio del Presidente"? Non ne capisco la ratio. Tutto quello che invece comprendo bene e' che questo Artom e' un carneade trasmigrante dall'uno all'altro alla ricerca di posizioni e affari.

Duka

Lun, 10/04/2017 - 07:18

Bilanci in rosso ? Se ha la tessera la farà franca.

Giorgio5819

Lun, 10/04/2017 - 10:33

L'imprenditore ha frequentato per anni Letta ed è amico del figlio di Napolitano"... pessimo curriculum, personaggio da evitare.

Giorgio1952

Lun, 10/04/2017 - 16:16

Caro omonimo certo è meglio frequentare Dell'Utri e Mangano, che Letta e Napolitano!