E in Transatlantico spunta a sorpresa Fabio Volo

Lo scrittore si aggira tra i parlamentari che votano il nuovo capo dello Stato: "Sono qui per una curiosità personale, volevo vedere dal vivo il Transatlantico"

Fabio Volo intervista Renzi alla Leopolda

Una presenza estranea alla politica italiana cattura l’attenzione dei giornalisti presenti in parlamento. Fabio Volo, scrittore e speeker radiofonico, si aggira infatti tra deputati e senatori che si trovano a Montecitorio per votare il nuovo presidente della Repubblica.

"Sono qui per una curiosità personale - risponde Volo ai cronisti che lo interpellano - volevo vedere dal vivo il parlamento". E a chi gli fa notare che l’accesso è consentito solo ai parlamentari e ai giornalisti risponde: "Sì, ma io sono giornalista...". E sfoggia anche il pass: "Però lo tengo in tasca. Ho rotto la mollettina...".

Curiosità personale o meno, poco dopo lo stesso Volo era nel cortile d’onore insieme a una troupe.

Commenti
Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 30/01/2015 - 12:44

e' dura far passare la giornata quando non si ha nulla da fare .

Ritratto di kabakov

kabakov

Ven, 30/01/2015 - 14:36

Scrittore? Scrittore?! SCRITTORE?! Cavolo, se lui è uno scrittore, io sono Giulio Cesare in persona! Ha pubblicato della carta straccia con impresso dell'inchiostro giusto perché è raccomandato! Allora sono uno scrittore anch'io: scrivo "caccola verde" su una pagina Word, poi la stampo su un foglio di carta, e sono scrittore come e più di Fabio Volo! SCRITTORE?!

eglanthyne

Ven, 30/01/2015 - 14:46

Fabio CHI??????????????????????????????????????????????????????