Ecco i giorni dell'esodo Come evitare il traffico e guidare con giudizio

Bollino nero il 5 agosto. L'ad di Autostrade: «Per viaggi sicuri serve più consapevolezza»

Diana Alfieri

Roma Entra nel vivo la campagna per una vacanza sicura al volante. Ogni estate, d'altronde, il traffico medio sui tratti autostradali della Penisola aumenta in media del 30/35 per cento rispetto al resto dell'anno. È quindi necessario un sapiente gioco di squadra di tutti gli «attori» interessati per rendere il viaggio delle vacanze più sicuro. Dalla Polizia stradale, ai Vigili del Fuoco, passando per l'Anas, l'Aiscat e la società Autostrade per l'Italia, tutti si sono impegnati con un piano estivo all'altezza. E sono i risultati degli anni precedenti a dimostrare la validità dell'impegno. Basta un dato su tutti: nella nostra rete autostradale dal '99 a oggi gli incidenti sono diminuiti dell'81 per cento. Autostrade per l'Italia sottolinea che la mortalità per incidenti si è quindi drasticamente ridotta. E che dietro questa percentuale bisogna leggere un altro dato importante: con strumenti quali il tutor, presente in oltre 2500 chilometri di autostrade, sono state salvate oltre trecento vite ogni anno. È lo stesso amministratore delegato di Autostrade per l'Italia, Giovanni Castellucci, a sottolinearlo nel corso della consueta conferenza stampa che si è tenuta ieri per presentare l'annuale piano di viabilità estiva. «Con l'impegno di tutti e grazie alle nuove tecnologie - spiega Castellucci - sono lontani i tempi in cui l'esodo estivo si connotava con gli aggettivi epocale e apocalittico. Oggi queste campagne di sensibilizzazione dei viaggiatori stanno portando ottimi frutti». Ormai non è più una questione di code, aggiunge l'ad di Autostrade. «Il problema principale - dice Castellucci - è la sicurezza. Tra la distrazione a causa dell'uso dei telefonini e i colpi di sonno si consumano i principali fattori di rischio. Abbiamo già fatto grandi passi avanti in tema di sicurezza grazie ai tutor e alla pavimentazione (con asfalti drenanti di ultima generazione). Per rendere ancora più sicuro il viaggio nelle autostrade serve fornire di maggior consapevolezza agli utenti». Intanto è stato confermato che l'unico giorno da bollino nero sarà sabato 5 agosto, quando è prevista la più alta concentrazione di partenze per le località di villeggiatura. Gli spostamenti si preannunciano lievemente meno intensi, da «bollino rosso» nell'ultimo fine settimana di luglio e anche negli altri week end del mese di agosto. La maggior concentrazione di traffico per i rientri in città è invece prevista nelle due ultime domeniche di agosto e nel primo fine settimana di settembre.

Sono queste le previsioni per il traffico nel periodo estivo messe a punto da Austostrade per l'Italia e presentate da Castellucci nel corso della conferenza stampa di Viabilità Italia, la struttura del ministero dell'Interno che si occupa di fronteggiare le situazioni di crisi legate alla viabilità.

Fra le misure alternative a tutela della sicurezza dei viaggiatori ci sono gli itinerari alternativi alla viabilità autostradale; il coordinato intervento di Anas, Società concessionarie autostradali, Vigili del Fuoco, volontari della Protezione civile; l'elenco dei cantieri inamovibili su autostrade e strade extraurbane principali; l'indicazione delle misure informative e di assistenza per gli utenti in viaggio; l'offerta per chi si muove in treno e i servizi della Polizia ferroviaria. Autostrade per l'Italia sottolinea che la mortalità per incidenti «si è ridotta dell'81% dal 1999 a oggi, vuol dire aver salvato 300 vite ogni anno, grazie a strumenti come il tutor presente su oltre 2.500 km».