Ci siamo sottomessi agli integralisti per non combatterli

Sempre pronti alla resa

Ci siamo sottomessi, inutile negarlo e criminale nasconderlo. Se gli jihadisti ci dichiarano guerra è perché hanno trovato terreno fertile in Europa. Abbiamo permesso loro di seminarlo grazie alla presunzione di chi, per farseli amici, era convinto di poterli controllare o quantomeno di essere risparmiato dal loro odio. Un atteggiamento che parte lontano, quando il cosiddetto «lodo Moro» garantiva immunità ai terroristi palestinesi per operazioni e passaggi di armi purché non compissero attentati in Italia. Gli episodi sono diversi: 1973, Ostia; 1979, Ortona; 1985, Sigonella. Ma il «lodo Moro» è continuato anche dopo la sua morte ed è una politica che accomuna i Paesi europei: tollerare se non collaborare con il terrorismo islamico e i suoi padrini. Ma si può vivere in pace con chi rifiuta la pace? Sì, eccome. La studiosa Bat Ye'or, che ha coniato il termine Eurabia, la definisce dhimmitudine, cioè la sottomissione all'islam per essere protetti o almeno tollerati. «Hanno accettato la dhimmitudine per non affrontare il jihadismo ha ripetuto più volte Bat Ye'or . Volevano trovare la pace a qualsiasi prezzo con il mondo islamico».

Non è solo una questione di rapporti economici, che hanno comunque il loro peso fra risorse energetiche e partecipazioni finanziarie dei Paesi islamici nell'economia europea. Ma è una vera e propria resa in cambio di un'incolumità che non è garantita a nessuno, come dimostrano gli attacchi jihadisti. Oriana Fallaci lo urlava nei suoi libri e nei suoi articoli. «Sono quattr'anni che mi scaglio contro il Mostro deciso a eliminarci fisicamente e insieme ai nostri corpi distruggere i nostri principii e i nostri valori - scriveva nel 2005 all'indomani degli attentati a Londra -. Sono quattr'anni che parlo di nazismo islamico, di guerra all'Occidente, di culto della morte, di suicidio dell'Europa. Un'Europa che non è più Europa ma Eurabia e che con la sua mollezza, la sua inerzia, la sua cecità, il suo asservimento al nemico si sta scavando la propria tomba». Come spiegare altrimenti quello che accade in un continente cristiano, dove nessuno si ribella all'offensiva contro il Natale, contro il presepe, contro il crocifisso, contro le immagini sacre. E tutto questo perché l'Europa, nella sua follia buonista e politically correct, ha aperto le porte al cavallo di Troia, cioè a quell'immigrazione che non vuole integrarsi. «Quattr'anni che ripeto al vento la verità sul Mostro e sui complici del Mostro scriveva la Fallaci cioè sui collaborazionisti che in buona o cattiva fede gli spalancano le porte». Un Mostro creato e alimentato dall'Occidente. Durante la guerra fredda lo ha incoraggiato e finanziato per combattere l'ateismo comunista. Poi, caduto il Muro, ha pensato di poterlo veicolare e controllare, permettendogli pure di prendere il potere con le cosiddette primavere arabe. Ma è stato un fallimento. Perché l'islamismo concepisce solo due fronti nella sua guerra: il proprio e quello degli infedeli. E noi da che parte stiamo?

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 24/11/2015 - 08:50

senz'altro! con questo governo di sinistra, siamo letteralmente con i pantaloni calati, ci sentiamo totalmente esposti e sottomessi alle violenze! fateci caso, cari idioti di sinistra: la francia di hollande è di sinistra, eppure non si è sottomessa, benché abbia milioni di francesi di origine araba (e quasi tutti islamici)! hollande non ha fatto come renzi, anzi, è stato molto più coraggioso degli altri, forse sarà inutile, ma la dignità l'ha saputa difendere. qui abbiamo renzi, che si caga letteralmente addosso....dignità? è sotto quel cumulo di mer.da!!

giovauriem

Mar, 24/11/2015 - 08:59

l'unica verità(ormai accettata da quasi tutti i cittadini (normali)è quella di oriana fallaci "i mussulmani sono tutti terroristi"

amedeov

Mar, 24/11/2015 - 09:01

L'invasione selvaggia tollerata dall'europa è il moderno cavallo di txxxa per sottometterci

INGVDI

Mar, 24/11/2015 - 09:14

La pura realtà sintetizzata da Riccardo Pelliccetti citando la Fallaci. Realtà che viene negata specialmente in Italia da questo governo ipocrita. Alla fine Renzi e compagni risultano essere collaborazionisti favorevoli alla sottomissione all'islam.

vince50

Mar, 24/11/2015 - 09:16

Ci siamo arresi e quindi sottomessi persino senza combattere,codardi incapaci senza dignità ne onore.Meritiamo si essere trattati in quanto tali,di conseguenza popolo di terz'ordine.

semprecontrario

Mar, 24/11/2015 - 09:23

ah come aveva ragione la Fallaci!!

Un idealista

Mar, 24/11/2015 - 09:45

Più si tarda a reagire, più violenta e devastante sarà la guerra finale.

Lucky52

Mar, 24/11/2015 - 09:46

Il ns. governo è di collaborazionisti verso il terrorismo islamico come il governo francese di Petain lo fu con i nazisti. Petain ed i suoi furono poi processati come traditori; Renzi, Alfano e compagnia brutta quando lo saranno?

buri

Mar, 24/11/2015 - 09:50

è spiacevole doverlo constatare ma più che una nazione degna di rispetto i nostri governanti ci fanno semvrare una massa di ----sotto

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mar, 24/11/2015 - 10:04

Un tempo i comunisti si chiedevano in modo ironico se si dovesse morire democristiani. Oggi i comunisti e catto-comunisti e sinistra in genere ci stanno facendo morire invece di buonismo ipocrita, politically correct ed altro di questo genere. In breve, invece di veder morire democristiani i comunisti, son loro tutti a farci morire di sinistrismo edulcorato dal moderatismo intoccabile di certuni. E il popolo degli ignavi resta a guardare.

ilbelga

Mar, 24/11/2015 - 10:07

basta vedere la politica estera di gentiloni e companeros

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mar, 24/11/2015 - 10:17

L'articolo riporta chiaramente la realtà dei fatti storici per cui condivido totalmente. Purtroppo ai nostri rappresentanti sia italiani che europei viene difficile accettarlo perché in nome di una laicità impossibile, e di una multirazzialità che porterà nel prossimo futuro ad una maggioranza di etnia araba, si arroccano sul finto amore e rispetto di culture non culture che per contro odiano e vogliono soccombere la nostra, radicatasi nei secoli e formatasi su radici cristiane. Autolesionismo provocato da chi ipocritamente ama il potere ed i soldi senza preoccuparsi minimamente delle conseguenze future che già i fatti attuali ne dimostrano tutta la ferocia con la visione di una vita che vale meno di niente e che col terrore si scaglia su una società che non ha più valori su cui aggrapparsi. No, non siamo liberi perché il terrore ci toglie la libertà.

Cheyenne

Mar, 24/11/2015 - 10:18

MORO è STATO DISASTROSO PER L'ITALIA PEGGIO DEGLI ATTUALI VERMICELLI

Giorgio Rubiu

Mar, 24/11/2015 - 10:26

Non tutti i musulmani sono terroristi;però,tutti,ci odiano solo perché non siamo musulmani e vogliono sottometterci usando,inneggiando e finanziando i terroristi come mezzo per farlo.Esattamente come ogni nazione,composta da borghesi e "non militari",mantiene un esercito e lo usa per difesa od offesa a seconda dei casi.Diffidare dei musulmani e respingerli fisicamente nei loro paesi d'origine sarebbe la legittima difesa della nostra cultura,religione (per i credenti) e modo di vivere.Purtroppo non lo stiamo facendo e ci pieghiamo sempre più ai loro voleri.Ci vorrà tempo,ma noi siamo,già adesso,una razza/cultura in via di estinzione.Oriana lo ha detto ma non è stata creduta e,adesso, c'è una genia che si ostina a non crederle nonostante l'evidenza irrefutabile.Anche Cassandra avvertì i Troiani del trucco del cavallo di legno;ma non fu creduta e sappiamo tutti come andò a finire.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 24/11/2015 - 10:33

Leonida fu sconfitto non per la sua debolezza ma per il gran numero di nemici, troppo grande. Ora saranno un decimo, ma faranno presto ad aumentare di numero da come prolificano loro. Prima svuoteranno le casse dell'inps e dello Stato noi ridotti a poveracci e saremo sottomessi come schiavi.Noi facciamo i buonisti con loo , ma essi non scherzano con noi. Purtroppo la gete ragiona alla giornata e si vede da come spendono, non vedono futuro nè economico e ne di vita che dopo tutto finirà se si continua di questo passo ad essere lassisti.

Ritratto di dlux

dlux

Mar, 24/11/2015 - 12:26

Cara Oriana, da quando ci hai lasciati le cose non sono migliorate, anzi, sono precipitate. Tutto quello che tu avevi detto nei tuoi libri si è puntualmente verificato. Siamo in procinto di essere definitivamente buttati fuori da casa nostra, essendo casa non più nostra ma di un'accozzaglia di immigrati provenienti da chissà dove, ma tutti di fede islamica. Le prime avvisaglie del loro malconento si cominciano già a registrare: protestano perché non ricevono il vitto a loro gradito, perché non gli costruiamo le moschee al posto delle nostre chiese, perché facciamo il presepe, perché mostriamo il crocifisso, perché cantiamo "Adeste fideles",....La nostra disperazione è che questa situazione l'ha voluta il nostro governo di inetti (votato dal popolo? Ma quando mai?).

ORCHIDEABLU

Mar, 24/11/2015 - 13:08

IO LO CHIAMEREI RAZZISMO RELIGIOSO IN ENTRAMBE LE PARTI.CHI NON E' TOLLERANTE PRETENDE SEMPRE DI AVERE RAGIONE.SIETE TUTTI UGUALI.OCCIDENTE ED ORIENTE TUTTI I MODERATI DI QUALSIASI RELIGIONE EVITA LE GUERRE,CHI NON LO E'(MODERATO E RIFLESSIVO)PRETENDE DI RISOLVERE TUTTO CON LE GUERRE.

Ritratto di volo30

volo30

Mar, 24/11/2015 - 15:08

E' tutto vero. questa gente ci sta rovinando tutti, basta vedere quello che è successo il 13 Novembre.

Anonimo (non verificato)