"Ecco perché lo Stato non può punire chi è stato costretto a difendersi da solo"

L'ex magistrato Nordio promuove la riforma della legittima difesa ma sprona Salvini a non fermarsi: "Dovrebbe osare di più"

"La riforma della legittima difesa è ancora troppo timida. Matteo Salvini dovrebbe osare di più". Carlo Nordio non ha alcun dubbio sulla riforma che approderà il 23 ottobre a Palazzo Madama: deve essere più incisiva altrimenti c'è il rischio che tutto rimanga come prima. "Lo Stato non può mettere sotto ogni abitazione un carabiniere - spiega l'ex magistrato in una intervista a tutto campa a Italia Oggi - ma proprio perché non può farlo, non può neanche punire chi è stato costretto a difendersi perché il carabiniere non c'era".

Nell'intervista a ItaliaOggi Nordio torna sulla riforma della legittima difesa spiegando che in alcini casi le vittime delle aggressioni sono costrette a "sostituirsi all'inadempienza dello Stato". Per l'ex magistrato, però, quella presentata da Salvini è solo una "miniriforma" che però ha il merito di spingere lo Stato a prendere atto di questa mancanza e di "alleggerire la posizione dell'aggredito che, dopo essersi difeso in casa, deve anche difendersi in tribunale". Il provvedimento presenta, a suo avviso, tre grosse novità: "la presunzione assoluta di proporzionalità della reazione, quando l'aggredito si difende in casa da un'aggressione violenta", "la valorizzazione dello stato di paura in cui versa chi reagisce a questa aggressione" e "il pagamento delle spese legali per chi, una volta indagato e assolto, ha dovuto subire questo onere finanziario per un'aggressione che lo Stato non ha saputo impedire".

legittimare la difesa persinale e dei propri cari non deve essere considerata una resa dello Stato. "Non è possibile mettere sotto ogni abitazione un carabiniere - spiega Nordio - proprio perché (lo Stato, ndr) non può farlo, non può neanche punire chi è stato costretto a difendersi perché il carabiniere non c'era". Secondo l'ex magistrato, infatti, "farsi giustizia da soli" significherebbe, infatti, "andare a casa del ladro a riprendersi la refurtiva o a casa dell' assassino della figlia e ucciderlo". "Qui - puntualizza nell'intervista a ItaliaOggi - si tratta di impedire un'aggressione in atto. È l'attualità del pericolo che distingue la legittima difesa dalla giustizia fai da te".

Per quanto riguarda le indagini, che scattano dopo le aggressioni, Nordio crede che lo Stato deve sempre verificare gli estremi previsti dalla legge per cui il cittadino non è perseguibile. Le inchieste devono, tuttavia, essere più brevi e le spese legali devono, appunto, essere a carico dello Stato e non del privato che è stato costretto a difendersi da solo. "La riforma prevede una corsia prioritaria per questi processi", spiega l'ex magistrato secondo cui dovrebbe anche andare a "incidere sui termini dell'indagine per restringerli". Per avere una riforma completa andrebbe, dunque, cambiato tutto il sistema delle scriminanti sulla non punibilità. "Solo così si avrebbe una piena riforma liberale - chiosa Nordio - l'intervento di Salvini è in senso liberale, ma è ancora timido, dovrebbe osare di più. Un codice liberale rovescerebbe il problema, e lo imposterebbe così: entro quali limiti lo Stato può punire chi si difende da un'aggressione che lo Stato non è riuscito a impedire?".

Commenti

killkoms

Sab, 06/10/2018 - 19:13

parole sante!

justic2015

Sab, 06/10/2018 - 19:23

Un ladro entra a casa mia e io avendo la possibilità di potermi difendere dal bastardo che a osato di mettere piede nella mia casa oltre che a farlo fuori lo farei a pezzi altro che legge della mxxxxxa dei giudici e leggi di mxxxa.

Ritratto di filospinato

filospinato

Sab, 06/10/2018 - 20:32

Nordio si candidi e lo aiuti.

Tranvato

Sab, 06/10/2018 - 20:32

Grazie Eccellenza!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Sab, 06/10/2018 - 20:34

Sono perfettamente d'accordo con l'assunto di Nordio, fatto salvo il fatto che l'inchiesta va fatta in quanto serve a definire l'accaduto e questo non può essere "cassato" per legge.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Sab, 06/10/2018 - 20:37

Pienamente d'accordo... Senza se e senza ma. Conosco una persona malmenata in casa da parte di uno o più malviventi... Questa persona che io conosco da sempre, da allora non è più la stessa. Era totalmente contraria alluso delle armi anche se per legittima difesa... ora ha paura di tutto, un rumore nella notte la terrorizza e non dorme più. Ha cambiato completamente la sua vita ed è un'altra persona... come si contempla e si valuta questo in un processo. I ladri furono presi e incarcerati in un secondo momento: due mesi e fuori... La persona di fatto è morta.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 06/10/2018 - 20:38

oh! adesso nordio dice qualcosa di giusto! ma quando era berlusconi a dirlo, nessuno diceva niente eh..... adesso che la situazione è veramente schizofrenica per colpa di un sistema politico comunista mafioso giustizialista e tangentara!! nordio deve anche ammettere che berlusconi ha ragione!!

Nick2

Sab, 06/10/2018 - 20:51

Sergio Rame, spiegami un po', chi stabilisce che chi è "costretto a difendersi" sia veramente costretto a difendersi? Chi è morto non può dire la sua versione dei fatti. Mettiamo che io abbia un debito con un poco di buono, magari straniero. Lo invito a casa mia per saldarlo, poi lo crivello di colpi. Salvini mi dà il premio, ma io, in realtà, sono un assassino. Possibile che in questa sede mai si inviti il lettore al ragionamento? Come possono i suoi lettori non capire che l'argomento è delicato?

Mefisto

Sab, 06/10/2018 - 20:52

Ah ma allora non tutti i magistrati sono rossi, bravo Nordio !

adal46

Sab, 06/10/2018 - 21:21

Sogno o son desto....? Esiste ancora un Paese? o resta un paese come da diversi lustri...

sbrigati

Sab, 06/10/2018 - 21:23

Tutto a questo mondo è possibile, tranne che i neuroni dei sinistri si rimettano in funzione.

Cosean

Sab, 06/10/2018 - 21:38

Oddio! Finalmente qualcuno su questa testata che protegge anche i migranti. Loro sono costretti a difendersi

VittorioMar

Sab, 06/10/2018 - 21:39

.l'ECCELLENTE EX MAGISTRATO NORDIO HA PERFETTAMENTE RAGIONE MA...qualcuno lo avrebbe firmato ??..SALVINI E' DI QUESTI "ESPERTI" CHE DOVREBBE CIRCONDARSI e ai quali chiedere CONSIGLI !!

killkoms

Sab, 06/10/2018 - 21:40

@nick2,sì!lo inviti a casa tua,alle 3 di notte,dicendogli di portare qualche arnese,da scasso e un coltello per firmare l'assegno che gli girerai?ma per favore..!

Cosean

Sab, 06/10/2018 - 21:41

justic2015 Io vorrei difendermi da chi scrive e pensa "Le leggi dei Giudici" I parlamentari no è!!!!

palandrana

Sab, 06/10/2018 - 21:45

Nordio ha perfettamente ragione.Negli USA se un malvivente entra in casa mia e lo faccio fuori non faccio neanche un secondo di galera.E i sinistri si chiedono ancora perché li abbiamo mandati a casa.

Reip

Sab, 06/10/2018 - 21:47

NON CI POSSO CREDERE!!! L’ANM SICURAMENTE PUNIRA’ QUESTO EROE!

pardinant

Sab, 06/10/2018 - 21:54

Piano piano ci si arriva anche se qualcuno persiste a stare dalla parte sbagliata partendo in modo incomprensibile dal presupposto che uccidere possa essere un piacere. Cinema e televisione dovrebbero darsi qualche regola in fatto di violenza perché molte menti sono troppo sensibili e soggette, più di quanto si possa prevedere, ad essere inconsapevolmente condizionate.

caren

Sab, 06/10/2018 - 21:56

Nick2, qui si parla di entrare abusivamente in casa d'altri in ore notturne per offendere, non di inviti per regolare conti in sospeso. Chi è invitato in casa d'altri, non ci va armato fino ai denti. Quello che dici non sta né in cielo né in terra.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 06/10/2018 - 22:01

@Nick2 - non fare il furbo. Se entri in casa mia armato di notte, vuoi dire che volevi giocare a briscola? In casa mia mi difendo e difendo la famiglia, anche senza armi, a mani nude, di lì non esci, vivo. Vai su altri giornali a fare il furbo e dire fesserie. Qui non sei accetto. Tu che fai invece? Ti lasci depredare, picchiare selvaggiamente, stuprare (magari ti piace anche), persino uccidere, così beato e contento senza reagire? Non credo. Di sicuro mezze cartucce come te, vengono prese da diarrea.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Sab, 06/10/2018 - 22:34

@Nick2... egregio, il suo commento è fallato da un vizio di forma.... quello che dovrebbe venire a casa sua per... se ne guarderebbe bene dal farlo... suvvia, la seguo sempre ma certe volte pare che lo faccia a posta a stiracchiare le cose pro domo sua. Il poco di buono straniero, suo creditore, se ne guarda bene di andare nella tana della sua preda... Ora andare a fare il teatrino per trovare una possibile situazione che conforti il suo argomentare è stiracchiata parecchio.

ziobeppe1951

Sab, 06/10/2018 - 22:35

Nickione...frequenti brutte compagnie..meglio evitarti

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 06/10/2018 - 22:47

Nick carissimo 20e51, non fare l'avvocato del DIAVOLO che non ne ha bisogno!!!PRIMO Se io ho un "nemico" che m'invita a casa sua per ammazzarmi, sapendo che e un nemico col cavolo che ci vado. SECONDO, se l'ammazzato (come dici tu) ha una SFILZA di precedenti penali per FURTO ecc, col cavolo che servono le indagini. Se l'è cercata AMEN!!!! Buenas noches buonista!!!

Anonimo (non verificato)

maxxena

Sab, 06/10/2018 - 23:00

gent.mo Nick2, per un caso singolo e specifico non si possono mettere in pericolo la maggior parte degli aggrediti che sono persone oneste. Non pensi di essere l'unico essere ragionante ma visto che si ritiene tale, si collochi per un attimo sulla scena di un'aggressione, violenta ,improvvisa e inaspettata,in casa propria magari di notte, e sono sicuro che manderebbe al diavolo ogni pseudo garantismo e ogni tipo di limite nel difendersi. Le assicuro che è una situazione in cui i suoi bei ragionamenti si trasformano solo in paura e voglia di sopravvivere. Se pensa di poter far teoria con certe persone in certi momenti, o è un ragazzo molto giovane o un adulto molto protetto. Ps. l'argomento è diventato delicato da quando una politica permissiva perseguita per anni e una legge applicata in modo iniquo, hanno dato ai ladri, la forza e la sfrontatezza di aggredire con violenza in casa altrui sapendo di esser presi oggi e liberati ieri.

stefi84

Sab, 06/10/2018 - 23:30

Il fatto che la persona sia sconosciuta il fatto dirimente, è chiaro che se uccidi il vicino di casa dicendo che è venuto per rubare, l'inchista si apre eccome! Comunque chi è aggredito entra in una incapacità temporanea di intendere e di volere, gli sembra tutto irreale, come essere in un film. Prende coscienza di ciò che è successo solo dopo che la minaccia è finita. Inoltre la paura permane anche dopo il fatto. In quanto alla proporzionbalità è impossibile entrare nella testa del ladro, sapere se vuole solo minacciare o invece aggredire o uccidere. Processarlo è una seconda aggressione, questa volta fatta dallo stato che non ha saputo difenderlo.

elpaso21

Dom, 07/10/2018 - 02:31

"Le inchieste devono, tuttavia, essere più brevi": questo è essenziale.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Dom, 07/10/2018 - 10:35

Si dimentica che Salvini è un democratico non un liberale. Se si affida il monopolio delle armi allo Stato si pretenda un carabiniere sul comodino. Oppure consentire qualsiasi cosa a degli energumeni disarmati? Posso telefonare ai C.C.? Siete armati? E di cosa? Posso inseguirvi per recuperare qualcosa? Totale: in casa mia non devono entrare né ladri né magistrati. Questa è libertà.

Ritratto di mailaico

mailaico

Dom, 07/10/2018 - 11:45

Nordio tu hai ragione, ma come conciliare le tue parole, il nostro modo di vedere la legittima difesa e le donne pm ? Quelle str*nze che Voi femministi avete voluto non seguono la legge. La interpretano e puniscono chi si difende lasciando liberi i rei. Prima di fare altre leggi inutili VANNO TOLTE TUTTE LE DONNE DAI PUBBLICI INCARICHI!

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 07/10/2018 - 12:03

-nordio ha detto una cosa sacrosanta che adesso i destricoli fanno finta di digerire-l'altro giorno ho detto che riforma della legge o non riforma-il fascicolo a carico di chi si è difeso si apre sempre e comunque-e sono stato azzannato da una pletora di segugi scemi-oggi lo dice nordio ed evviva la marchesa-sostanzialmente come dice nordio non cambia nulla-le indagini per stabilire i perchè ed i percome ci saranno sempre-l'unica cosa positiva-e questo è stato abbondantemente detto-è il fatto di poter recuperare i denari spesi per gli avvocati e per sostenere la causa-dopo di che-i pm ci andranno leggermente più leggeri solo per i fatti che accadranno strettamente entro le mura domestiche-tipo presunzione di legittima alla tedesca-ma se voi credete di poter sparare dalla finestra-di poter scendere in strada armi in resta-fare inseguimenti armati e via di questo passo-siete solo illusi-per dirne una-con la nuova legge uno come mattielli rimane colpevole semper

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 07/10/2018 - 12:05

Non è lo stato, ma sono i comunisti, tipo l'esaltato Nick2, che hanno voluto tutto questo e che ci hanno portato nella melma tutti quanti. Dovrebbero aggredire lui e vedere la sua reazione. I casi sono 2, il primo si difende e allora perde la faccia e si dimostra bugiardo. Nel secondo sta fermo o fa il solito coniglio comunista , se la fa addosso e scappa, oppure lo coricano e non parla più. Sono proprio curioso di vedere come si comporterebbe il chiaccherone da tastiera.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 07/10/2018 - 12:07

@Nick2 - comunsita, tu che faresti in casi similari? Risposta secca e decisa, non la solita manfrina ...ma, se... che non serve a nulla, se non a certificare che sei un quaqquaracquà.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Dom, 07/10/2018 - 12:35

Parte 1 ^°©°^ in uno stato sviluppato,dal punto di vista della sicurezza e Giustizia, non sottosviluppato come l'Italia dove la sicurezza e la giustizia non esistono, tante vittime di furti e violenze in appartamento come da noi formerebbero un comitato con furibonde proteste da far impallidire tutte le autorità responsabili, da noi ciò non avverrebbe mai,impensabile, dato che la vittima Se malauguratamente riesisse a difendersi sparando verrebbe subito azzannata alla gola dalla circa giustizia nostrana, azzannare alla gola chi dovresti proteggere serve a stoppare sul nascere qualsiasi protesta che potrebbe intentare chi non è difeso, cioè tutti noi,così facendo d'ora in poi la vittima dovrà pensare solo a difendersi da chi dovrebbe essere protetto e non ha certo più il tempo per lamentele.CONTINUA

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Dom, 07/10/2018 - 12:50

PARTE 2 ^°©°^ La vittima deve pensare a non perdere la casa con processi e risarcimenti altro che lamentarsi. Lo status quo ci fa stare tutti in campana, non conviene e non c'è tempo per lamentarsi. In Italia funziona solo la giustizia (circa) che ci dà addosso, solo quella.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Dom, 07/10/2018 - 17:32

Mentre si discute altamente (si fa per dire) di difesa legittima o no a Roma (mi pare) una signora, assente per un po' di tempo per fatti suoi, ha trovato l'appartamento occupato. Occupato!!! Dopo alcuni giorni lei sta ancora dormendo in auto davanti casa sua. E i CC e magistrati a casa loro. In un paese del genere chi mai può credere a giudici sentenze e leggi?