Ecco la prova che la crisi è colpa dell'Imu

La prova nello studio di due economisti: per ogni euro incassato dallo Stato ridotti i consumi di 43 centesimi

«Una tassa patrimoniale sulla prima casa porta ad una forte riduzione dei consumi per le famiglie indebitate e genera pochi introiti per lo Stato». È quello che al Giornale scriviamo da anni. Ma che ora, cifre alla mano, è stato dimostrato da due economisti colleghi proprio di Mario Monti che introdusse l'Imu nel 2011 (leggi il documento).

Per ogni euro di Imu incassato dalle Finanze, gli italiani hanno ridotto la propria propensione agli acquisti di beni durevoli per 43 centesimi. Si è trattato di una follia. Non solo per una questione di principio (la prima casa per gli italiani è come un fondo pensione per gli anglosassoni), ma anche dal punto di vista economico: meno consumi, meno reddito, meno imposte dirette e indirette. La patrimoniale sulla prima casa fa male ai contribuenti e non serve alle casse dello Stato.

Ebbene una coppia di economisti italiani, ma residenti all'estero, ha cercato di fare i conti. Paolo Surico lavora alla London Business school e Riccardo Trezzi alla banca centrale americana, la mitica Fed. Vi anticipiamo che i due dimostrano quello che la vostra mamma pensionata, e noi con lei, già intuivamo, semplicemente perché dotati di buon senso.

La domanda da cui partono è: quali effetti sui consumi ha avuto una patrimoniale sugli immobili che colpisce 25,8 milioni di contribuenti con una media di pagamento pari a 357 euro sulla prima casa e 905 sulle altre. In molti hanno ridicolizzato questi numeretti. I geni dicevano: cosa vuoi che siano? Pochi spiccioli. I due economisti dimostrano invece che per un'ampia fascia di italiani, questo prelievo ha comportato il blocco pressoché totale degli investimenti.

Con semplicità e rigore scientifico ricostruiscono la storia con i numeri ufficiali forniti dalle indagini della Banca d'Italia. La ricerca mette a confronto il comportamento dei consumatori che hanno pagato l'Imu e di coloro che non l'hanno sopportata perché senza casa di proprietà. Inoltre sono andati a guardare nel dettaglio la situazione patrimoniale e finanziaria dei tartassati. Un lavoro davvero rigoroso. I due peraltro non sono contrari ad un'imposta patrimoniale sugli immobili, ma congegnata in modo completamente diverso e che di fatto esenti coloro che hanno un mutuo.

Con il loro studio ( Consumer spending and property taxes. Evidences from the 2011 italian Imu , disponibile sul sito www.ilgiornale.it ) si scrive una parola definitiva e scientifica sui danni provocati dall'Imu. Vediamo. E semplifichiamo.

Partiamo dalla fine. Con l'Imu il Tesoro ha incassato lo 0,9 per cento del Pil (14 miliardi di euro) aggiuntivo rispetto al passato, ma ha ridotto i consumi dello 0,11 per cento. Si potrebbe dire, superficialmente, che il saldo per lo Stato è positivo. Errore clamoroso. E tra poco lo capiremo. Quel calo dei consumi, che in percentuale sembra poca cosa, ha gravato proprio su coloro che avrebbero dovuto consumare di più. Se si va a vedere cosa succede sulle diverse classi sociali il quadro cambia e di molto. I ricercatori dividono in tre i proprietari di casa. Quelli più deboli che grazie alle detrazioni non hanno pagato un euro; quelli che hanno pagato l'Imu ma non avevano mutui e infine coloro che hanno pagato l'Imu sulla prima casa gravata da un mutuo.

Il dato complessivo è che per ogni euro di Imu sborsato, le famiglie hanno ridotto i consumi di cinque centesimi di beni di prima necessità (non durevoli si definiscono più correttamente) e di 43 centesimi per i beni durevoli (lavastoviglie, auto e così andando). Insomma le famiglie italiane hanno pagato l'Imu, ma dopo hanno praticamente smesso di fare acquisti, a meno che non siano stati proprio costretti e necessari. I due economisti in un grafico fanno vedere l'andamento delle vendite di auto e si vede con chiarezza che nonostante ci fosse una discesa da tempo, con l'Imu è arrivato il colpo finale. Trezzi&Surico calcolano che il Tesoro per incassare 4 miliardi di euro di tassa sulla prima casa, ha distrutto il mercato automobilistico seppellendo 428mila auto (immatricolazioni in meno, rispetto alla media dei cali del biennio precedente; si tratta di un extra rosso) e bruciando circa 3 miliardi di introiti per il settore.

Il dato fondamentale che i due economisti dimostrano è che l'Imu ha fatto male, proprio alle fasce più deboli della popolazione: giovani appena sposati con mutuo. Cioè proprio coloro che dovrebbero consumare di più e rimettere più velocemente in moto la macchina virtuosa dell'economia. Gli effetti recessivi di questa tassa sono dunque stati particolarmente forti, proprio per la tipologia di contribuenti che ha toccato. I due studiosi parlano dunque «di tassa altamente recessiva» quando ricade sui proprietari di prima casa con mutuo.

La morale è semplice. Tutte le imposte hanno un effetto distorsivo: determinano cioè i nostri comportamenti di spesa, di reddito non in funzione del nostro migliore interesse, ma di quello che ottimizzi il costo fiscale. Imposte e tasse sono brutte, comunque la si metta. Si deve minimizzare la loro sgradevolezza generale. Il caso dell'Imu, in buona compagnia con la ridicola Tobin Tax, e le tasse sul lusso hanno provocato danni all'economia e in ultima analisi proprio alle casse dello Stato, superiori ai benefici di cassa che hanno generato per il Tesoro.

Lo Stato, e non i cittadini, è stato cicala: ha fatto soldi facili compromettendo il reddito e dunque la capacità contributiva degli italiani. Le conseguenze negative le paghiamo oggi.

Commenti

unosolo

Sab, 04/07/2015 - 11:01

diciamola tutta la verità carissimi , la colpa è solo dell'ex capo che si è imposto con tutti i suoi buttafuori e in tutti i campi compreso la CSM facendo fuori gli ostacoli , certo la colpa la dobbiamo anche dare ai traditori che per una poltroncina ma con tanti soldi si sono prestati a rovinarci , sarebbe il caso di farci risarcire dai danni visto i stipendi e pensioni che percepiscono che tutti insieme potrebbero toglierci il debito maturato grazie a loro.

rino biricchino

Sab, 04/07/2015 - 10:59

Guardate che questa foto che sempre utilizzate ogni volta che parlate di settore edilizio in crisi non gli fa una buona pubblicità, secondo me! Anzi, dimostrebbe proprio come esso sia lasciato troppo spesso in balia dell'edificazione selvaggia.

michetta

Sab, 04/07/2015 - 11:19

Non poteva essere altrimenti, quando mi tassi l'unico bene che possiedo! Devo per forza di cose diminuire l'unica altra cosa che mi necessita per la vita: il mangiare ed il vestire! In tutti i Paesi governati dai sapientoni liberi pensatori comunisti, il Popolo è sempre stato affamato, quindi non poteva cambiare alcunché qui in Italia, con i Renzi ed i Vendola, pur con la presenza del Vaticano, che ci vorrebbe tutti Buoni, Belli e Bravi ......per soddisfare i bisogni elencatici da Loro! GO SALVINI, GO !!!

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Sab, 04/07/2015 - 11:18

Nicola secondo me hai bisogno di andare in ferie. Io pago circa 7000-8000 euro di tasse all'anno e ciraca 300 euro di IMU , fai tu le dovute proporzioni e buone vacanze.

palllino.

Sab, 04/07/2015 - 11:20

Qualche Compagno sara' pronto a ribattere che l'imu l'ha introdottaBerlusconi.. Si è' vero..il problema è' che l'imu sulla prima casa poi diventata Isi e il raddoppio delle rendite le ha introdotte quel genio di monti,assieme alla supertassa della auto di lisso,quella sulle imbarcazioni ecc.Se si potesse spostare la casa noi Italiani oltre a portare auto e barche all'estero avremmo portato pure quella!!!!!

Ritratto di echowindy

echowindy

Sab, 04/07/2015 - 11:22

IL DISASTRO DELLA NOSTRA ECONOMIA PORTANO LE MALEDETTE FIRME DI "MARIO MORTI" E IL SUO STIMATORE GIORGIO NAPOLETANO CON IL BENESTARE DELL'INTENDIMENTO CRIMINALE DI BRUXELLES...

bruna.amorosi

Sab, 04/07/2015 - 11:24

giustamente i soldi quelli sono o paghi una cosa o paghi l'altra ma i kompagni per far soldi prendono dove sono poi si lamentano che la spesa non riprende .intanto i sinistroiti ontinuano a votarli e le tasche si svuotano .

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Sab, 04/07/2015 - 11:24

Governo ladro! e assassino! Ve ne state accorgendo che Berlusconi aveva RAGIONISSIMA ?!!!!. Inutile che mandiate ancora avanti quelle due losche figure di toghe rossa ancora con la storia di Ruby.....non riuscirete mai a mascherare le vostre malefatte. Leavete fatte troppo sporche...

Ritratto di aiachiaffa

aiachiaffa

Sab, 04/07/2015 - 11:28

Secondo me Monti,congiuntamente ai suoi sodali di governo, si è laureato in scienze della truffa (leggi IMU) e non scienze della CRESCITA,come avrebbe dovuto. Gli eurocrati,con la complicità di Napolitano, per affossare l'Italia han fatto cadere Berlusconi e hanno promosso prima senatore e poi premier il Monti...no

Ritratto di ...renzie1..

...renzie1..

Sab, 04/07/2015 - 11:36

la proprietà degli italiani SACCHEGGIATA, DEPREDATA, ESPROPRIATA, il loro valore DISTRUTTO e con esso la ricchezza stessa detenuta dagli italiani, vogliono dematerializzare i contanti per controllare gli italiani e costringerli ad acquistare titoli finanziari spazzatura salvo poi i PRELIEVI FORZOSI PROSSIMI VENTURI SUI CONTI CORRENTI GRAZIE Pd2+o-l

Sabino GALLO

Sab, 04/07/2015 - 11:41

Se questi due studiosi saranno capaci di dimostrare - con calcoli aggiuntivi ed egualmente rigorosi - che siamo ancora bocconi, allora potremo tirare delle conseguenze politiche con maggiore razionalità e scegliere con maggiore avvedutezza i nostri governanti. Nella scelta dei governanti, tuttavia, i cittadini sono quasi sempre esclusi; ma la contestazione è ancora possibile, se fatta con avvedutezza. E questo permetterebbe, almeno, di scegliere chi deve sceglierli !

Ritratto di gianky53

gianky53

Sab, 04/07/2015 - 11:45

Qualcuno lo andava affermando da sempre, ma si sa che le cose più ovvie sono di difficile comprensione per i professoroni delle scuole alte, figuriamoci quelli della Bocconi. L'astuto Monti che del professore in alto è la quintessenza, oltre all'edilizia ha messo in ginocchio anche la nautica. Troppo intelligente per fare cose sensate.

rosa52

Sab, 04/07/2015 - 11:46

si'tutto vero, solo che x i compagni tutto questo non conta, il loro imput e' tassare e basta , quel che conta x loro e' togliere ai privati e attraverso meccanismi che si sono inventati, prenderli x se'..

Morosin

Sab, 04/07/2015 - 11:50

Ricordiamo che la finalità dell'IMU, fin in partenza, era rubare i soldi dalle tasche degli italiani per salvare le banche franco-tedesche; tutto ciò reso possibile grazie al quisling che Frau Merkel e Monsieur Carla Bruni hanno piazzato a palazzo Chigi con la complicità del Quirinale nel novembre 2011.

Montichiari Gui...

Sab, 04/07/2015 - 11:52

Quancuno può gentilmente mandarne una copia a Monti e una a Napolitano? Se hanno un residuo di decenza -cosa di cui non sono proprio certo- forse ripenseranno un pò alle loro malefatte. E' il massimo che ci possiamo attendere da quei due.

Blueray

Sab, 04/07/2015 - 11:57

E questo è niente! Di IMU aggressiva ne riparliamo dopo la riforma del catasto!

HANDY16

Sab, 04/07/2015 - 12:08

Sia io che mia moglie abbiamo un appartamento che abbiamo ricevuto in eredità dai nostri genitori. Sono stati entrambi concessi in locazione a canone concordato qualche anno fa. La penalizzazione di un canone più ridotto rispetto a quello in regime di libero mercato era in parte compensata dall'esenzione ICI. Poi un bel giorno il governo Berlusconi ha deciso di abolire l'ICI ed istituire l'IMU. Così dalla sera alla mattina siamo passati da un'imposta ICI pari a ZERO ad un'imposta IMU di 2.400 euro a cui si aggiunge il blocco dell'indicizzazione delle pensioni per il quale ringraziano il governo Monti. Morale della favola: il nostro reddito è calato in 4 anni di oltre 7.000 euro annui a cui contribuiscono anche le addizionali regionali e comunali raddoppiate nel giro di qualche anno. Per nostra fortuna il nostro reddito è ancora compatibile con una vita dignitosa ma per almeno 7.000 euro annui abbiamo "limato" i nostri consumi. Attendo commenti.

Mobius

Sab, 04/07/2015 - 12:09

Quell'ID di Monti farebbe bene a tornare a scuola, non come professore ma come studente; all'istituto tecnico commerciale.

Ritratto di huckleberry10

huckleberry10

Sab, 04/07/2015 - 12:16

Sulle spalle degli italiani oltre 40 miliardi di Euro per consentire ai greci, affidatisi ad un novello Fidel Castro, di continuare per la loro strada, senza produrre niente, a parte, patetiche lamentazioni. Quanti aumenti di IMU, IVA TASI etc. ci saremo potuti risparmiare se i nostri governati, Monti in primis, non avessero dilapidato un simile fiume di denaro pubblico. Salvare la Grecia è come salvare la Sicilia, con i suoi oltre 8 miliardi di debito, impresa impossibile! Quando la corruzione le ruberie di ogni tipo, la totale indolenza, sono così radicate in profondità nel tessuto socio economico, non resta che prenderne atto e tagliare i ponti, Meglio amputare l’arto infetto che contagiare il resto del corpo!

taniaes

Sab, 04/07/2015 - 12:15

scommetto che se Renzi leggerà questo articolo se ne farà un baffo.lui sta solo rispettando gli obblighi della troika:appiattire, livellare il più possibile sul basso, non pagare le pensioni superiori a 2500 euro LORDI, non adeguare le pensioni al costo della vita ma solo quelle più basse.Renzi ci sta spezzando le reni e noi pecoroni gli diamo ancora credito.l'Italia mi ha stufato, me ne andrò in un paese dove non mi rubano i soldi.

Zizzigo

Sab, 04/07/2015 - 12:24

Articolo alquanto riduttivo, si parla, prevalentemente, della prima casa... il guaio invece è molto, molto più pesante, ma dobbiamo considerare, nel complesso, gli immobili derivanti dal risparmio e/o dall'investimento (le "seconde case" affittate). Il Sig. Monti, con il suo aumento del 60% sulle rendite rivalutate e fino ad oltre il 100% sulle aliquote dell'ICI, balzello rinominato IMU, ha, di fatto, bruciato tutte quelle risorse necessarie, agli investitori, per le manutenzioni eccetera, così come anche i risparmi destinabili agli investimenti, uccidendo realmente un enorme mercato produttivo (assai più significativo di quello, riduttivo, delle prime case). Di questo, dovreste scrivere, perché non l'IMU sulle prime case, pur pesante, ma l'IMU, in generale, così come applicata dal Sig. Monti, ha causato l'enorme disastro!

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Sab, 04/07/2015 - 12:25

Ci voleva solo un "genio dell'economia e finanza" come Mario Monti a non capirlo. Prelevi forzatamente dai proprietari d'immobili (perché di prelievo forzoso si é trattato, quello di Monti come quello di Amato del 1992, perché per un anno un'intera quota IMU é stata incamerata dallo Stato) e questi - essendo l'80% circa degli Italiani - smettono di consumare. Prelevi da una parte, manchi la raccolta dall'altra. Solo un idiota economico poteva pensarci, oppure uno come Mario Monti che lavorava d'intesa con i mercati finanziari. Mario Monti si dimetta da tutte le cariche, a partire da quella di senatore a vita dello stato. Traditore della Nazione.

franco-a-trier-D

Sab, 04/07/2015 - 12:29

ALLORA NON è COLPA DELLA REGINA MADRE MERKEL..

Pigi

Sab, 04/07/2015 - 12:37

Cosa si fa per non contraddire le stupidaggini di Berlusconi. Cioè confondere IMU con TARES. Confondere le tasse sui servizi comunali con l'esproprio dell'IMU, che, lo sappiamo, non grava sulla prima casa. Eppure è chiaro: le tasse sulla prima casa, quelle sui servizi comunali, sono basse. Quelle sulle seconde, sugli immobili commerciali e produttivi, che poi sono quelli che muovono l'economia, sono quasi tre volte tanto. Sono quelle hanno strozzato i consumi, sono quelle che bisognava ridurre, semplicemente facendo pagare gli immobili nello stesso modo: prime, seconde eccetera. Quella di esentare la prima casa, permettendo ai comuni di tartassare al limite dell'esproprio, gli altri immobili, è stata un'enorme fesseria di Berlusconi: cosa c'è di più facile per un sindaco che estorcere soldi ai cittadini che non lo devono votare? Poi, naturalmente, l'economia si vendica.

moshe

Sab, 04/07/2015 - 12:55

La crisi è colpa dell'Imu ..... ..... ..... e, di riflesso, la crisi è colpa dei tre incompetenti, antidemocratici e disgraziati governi che l'indegno ci ha imposto con altrettanti golpe !!!!!

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 04/07/2015 - 13:04

È colpa di tutto. La tassazione folle su tutto stronca i consumi, colpisce la massa, deprime l'economia. Se questi buffoni comunisti pensano di sostenere l'economia con i ricchi vendendo Ferrari e Rolex non hanno capito un caxxo. Oggi per rifare passaporti mio e di mia moglie una spesa di oltre 240 euro, una follia allo stato puro, una rapina, un furto legalizzato dello stato ladro. Tralascio la giornata e le spese viaggio di 50 chilometri per andare in questura.

torodamonta

Sab, 04/07/2015 - 13:09

La crisi è colpa dell'imu , delle tasse , dell' euro , dell' europa, dei governi di sinistra , della libertà di non poter pagare con i propri soldi qualsiasi cifra come a ognuno gli è più conveniente: assegno, bonifico, contanti ecc ecc. Sarà un caso , ma dove governano i comunisti , la libertà diminuisce e la povertà aumenta.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Sab, 04/07/2015 - 13:13

L'IMU è stata una sorsata di veleno. Tra l'altro ha avuto un effetto perverso e pericoloso perché il deprezzamento del valore delle case ha abbassato il valore della garanzia a fronte dei mutui bancari concessi. Una storia che si ripete come, anni fa, in Giappone, ma di cui nessuno ha tenuto conto assillato dall'ossessione di fare cassa per obbedire alla austerity della Merkel. E allora le banche chiedono aiuto alla BCE che le sovvenziona con le tasse che noi paghiamo per restare nell'euro. Un cane che si morde la coda e che è costretto a girare in tondo.

meltdown

Sab, 04/07/2015 - 13:21

per la cronaca le fasce più deboli non sono sposi col mutuo, ma chi è completamente nullatenente e si vede erodere il proprio potere d'acquisto dal costo dell'affitto. Immagino che tale categoria invece possa aver ricevuto qualche piccolo vantaggio dalla svalutazione degli immobili. Sono sempre più contento di aver lasciato il bel paese e guadagnare il doppio in una città dove gli immobili costano la metà che a Roma. Per quanto mi riguarda non ho nessunissimo tipo di empatia verso chi "fatica" a pagare l'IMU - si tratta di famiglie patrimonialmente "ricche" che nessuno ha obbligato a vivere in un paese con stipendi da terzo mondo

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 04/07/2015 - 13:26

La crisi, non è colpa dell`Imu, è la colpa dell`INCAPACITÀ di parlamentari CORROTTI, protetti, da una giustizzia, """TRAVIATA E IMPARSIALE""".

Ritratto di H2SO4

H2SO4

Sab, 04/07/2015 - 13:39

Dall'introduzione dell' IMU il mercato immobiliare è crollato come tutto il settore edilizio e non si riprende più

GVO

Sab, 04/07/2015 - 13:40

il genio di Monti e tutta questa sinistra hanno distrutto il paese.., signori dopo la Grecia tocca a noi!

Ritratto di manasse

manasse

Sab, 04/07/2015 - 13:40

che i geni tassaioli capiscano che troppe tasse fanno morire l'economia è uno sforzo INUTILE bisogna che quelli che li votano(statali) e rossi capiscano che la mucca ha finito il latte e quindi la mungitura è finita questi parassiti sociali si devono rendere cono che sono pagati non dallo stato ma DA CHI LAVORA E PRODUCE NEL PRIVATO e finchè non lo capiranno avremo sempr4e sulle spalle un fardello di zecche

Gianfranco__

Sab, 04/07/2015 - 13:46

l'imu non piace a nessuno, ma quando è stata messa e cioè nel 2011, l'italia era a un passo dal fare la fine della Grecia, dire quindi che la crisi è nata da li mi sembra un po' ingenuo

alox

Sab, 04/07/2015 - 13:47

Il problema e’ piu’ ampio da quanto evidenziato da Porro e dai ricercatori: 1)”Questione di principio” 2) Economica 3) Politica: perche’ se si aggiunge l’incapacita’ (volontaria!?) da parte del governo di difenderla (la casa) ha portato al collasso del mercato e se si aggiunge la rinata tassa di successione non si compra per non rovinare il futuro dei figli! siamo un paese destinato alla poverta’ perche’ “SOCIALISTA”!

An_simo

Sab, 04/07/2015 - 14:13

si è colpa di quando fu tolta l'imu... che poi ci è costata il doppio

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Sab, 04/07/2015 - 14:40

Censura trionfa , neanche in Russia succedono queste cose , vergognatevi invece di censurare i commenti.

Ettore41

Sab, 04/07/2015 - 15:04

Il punto e' che l'Italia e' un paese a forte connotazione comunista dove per anni si e' applicato il livellamento verso il basso e la massificazione. Dove i cerebrolesi ancora inneggiano alla lotta di classe ed il risparmio e proprieta' privata sono nemici da combattere. Questa e' l'ideologia rossa ne' la storia ha insegnato granche' ai nostril sinistrati. E' ormai assodato che URSS non si e' frantumata sotto i colpi di piccone che abbattevano il muro di Berlino ma semplicemente perche' l'economia russa era al collasso. Noi siamo maestri nel farci male da soli.

Raffaello13

Sab, 04/07/2015 - 15:04

Nessuno dice qualcosa sull'ultima tassa introdotta dal governicchio Renzi, quella sui suoli "a vocazione edificatoria", ovvero NON i terreni edificabili veri e propri, ma quelli che "potrebbero diventarlo" se si facessero delle urbanizzazioni a loro servizi, e qualcuno ci spendesse dei soldi sopra. Come dire, "adesso non ci si può fare niente sopra, ma un domani potrebbero valere come edificabili" ed intanto si chiede una tassa elevata per un campo di erbacce su ci c'è pure l'onere di togliere la spazzatura abbandonata abusivamente.

fabiou

Sab, 04/07/2015 - 15:13

la recessione serve alle elite a portarci in rovina per poi compra tutti beni per tozzo di pane. sono crisi pilotate e volute

Giorgio1952

Sab, 04/07/2015 - 15:15

Marino.birocco ha ragione io pago curca 10.000 euro di tasse e 500 euro di Imu seconda casa, non e' che mi manda in rovina!!!

vince50_19

Sab, 04/07/2015 - 16:21

Hqandy 16- E' vero, l'Imu è stata presentata dal governo Berlusconi con il d.l. n. 23 - 14.3.2011 che stabiliva l'entrata in vigore dal 2014, limitatamente agli immobili diversi dall'abitazione principale. Tale imposta sostituiva l'Ici in vigore dal governo Amato, mantenendo però la caratteristica che l'imposta non comprendeva l'abitazione principale come aveva promesso SB nel 2006 e come era stato poi effettivamente fatto con il d.l. 93/2008. Il governo Monti, però, ha cambiato la natura dell'Imu. Con la legge n. 214 del 22.12.2011, l'imposta è stata modificata, rendendola simile a nuova Ici sulle abitazioni principali e anticipandone l'introduzione al 2012. Se poi vuole le spiego perché SB è stato costretto a dire si a Monti..

vince50_19

Dom, 05/07/2015 - 10:12

Ettore41 - Pienamente d'accordo con lei.