Ecco tutta la verità su Diciotti. Conte: "Malta li ha scaricati"

Giuseppe Conte ha riferito in Senato l'informativa sul caso della nave Diciotti

Alle 9.30 è iniziata al Senato la seduta nella quale è stata letta da Giuseppe Conte l'informativa sul caso della nave Diciotti. Il presidente del Consiglio ha ripercorso nei minimi dettagli ciò che è accaduto dal 15 al 25 agosto. "Il 15 agosto (alle ore 8:53) l'Autorità maltese, precedentemente compulsata da quella libica con apposito messaggio, assumeva la responsabilità del caso a seguito della localizzazione, effettuata da proprie unità aeronavali, in acque SAR maltesi in una posizione distante circa 50 miglia a sud di Malta e circa 100miglia da Lampedusa", dice Giuseppe Conte.

Il ruolo di Malta

"Accertato - continua Conte - che le imbarcazioni maltesi sostanzialmente 'indicavano' la rotta ai migranti, scortandoli lungo la stessa, si concretizzava la possibilità che, in mancanza di un intervento di soccorso maltese, il barcone potesse raggiungere l'area di competenza Sar italiana alle primissime ore del giorno 16". E nell'elencare punto per punto cosa è succcesso, il premier mostra il governo giallo verde compatto sulla vicenda.

Sul caso della nave Diciotti, "constatata l'inerzia delle autorità Sar maltesi e da un'analisi della situazione meteorologica e dall'esperienza maturata negli anni circa le possibilità di protrarre la navigazione con quella tipologia di imbarcazione, il Comando Generale delle Capitanerie valutava come probabile la necessità di un intervento di soccorso per trasferire su altra unità tutti gli occupanti o quantomeno una parte di essi per alleggerire il barcone una volta che fosse entrato nell'area di responsabilità nazionale". Quindi, i maltesi indicavano ai migranti l'Italia e non si preoccupavano minimante di loro e delle loro condizioni. Della possibilità di un naufragio.

L'intervento italiano

Giuseppe Conte rivendica la correttezza del lavoro italiano a differenza di quello maltese. L'intervento italiano è avvenuto per inerzia delle autorità maltesi: "Senza l'intervento concreto e diretto della Guardia Costiera italiana, molte di queste persone sarebbero morte". Insomma, le autorità maltesi "hanno assunto formalmente sin dall'inizio le responsabilità del coordinamento dell'intervento, con il trascorrere delle ore hanno dimostrato l'intendimento di non procedere alle operazioni di soccorso limitandosi ad indicare ai migranti, anche scortandoli, la rotta nella direzione dell'area Sar di competenza italiana". Se ne sono lavati le mani. L'Italia è quindi intervenuta dopo un'attenta analisi.

Dopo aver soccorso i migranti, infatti, ha ricordato Conte "alle prime luci del giorno 16 agosto, il Comando Generale delle Capitanerie disponeva un sorvolo di un velivolo della Guardia Costiera, già impegnato in attività di sorveglianza marittima per una ricognizione della zona. E qui arriva il punto. Il velivolo aveva rivelato "l'assenza del barcone ma riscontrato chiare tracce di un affondamento quali iridescenze da idrocarburi, diversi giubbotti di salvataggio ed elementi strutturali di un'imbarcazione riconducibili al barcone".

L'attacco all'Ue

E dopo aver spiegato nel minimi dettagli cosa è successo, Conte passa all'attacco dell'Ue: "Non è stata una bella pagina per l'Europa. Ha perso loccasione per dare concretezza e attuazione immediata a quei principi di solidarietà e responsabilità che vengono costantemente e diffusamente evocati, a destra e a manca, come valori fondamentali dellordinamento eurounitario".

Il premier, poi, ha spiegato che l'Italia non è più disposta ad accogliere come faceva prima. "Quello che è cambiato rispetto al passato - sottolinea - è che l'Italia non è più disponibile ad accogliere indiscriminatamente i migranti, contribuendo seppure involontariamente a incrementare il traffico di esseri umani e supplendo alla responsabilità che spetta all'Unione europea, ottundendo il vincolo di solidarietà che grava su ciascuno Stato membro".

"Il governo italiano - prosegue - sta ribadendo agli altri Stati Membri dell'Ue e alle Istituzioni europee la ferma convinzione che sia improcrastinabile l'avvio della definizione di un meccanismo stabile e sostenibile per la gestione complessiva delle fasi di sbarco, redistribuzione, rimpatrio. Dopo il caso Diciotti il governo italiano si è fatto promotore di una insistita iniziativa volta a sollecitare le istituzioni europee affinchè vengano tempestivamente attuate le conclusioni adottate all'esito del Consiglio europeo dello scorso fine giugno". E ancora: "Stiamo registrando segnali di avvicinamento nel segno di una comune consapevolezza degli Stati Membri che se non si lavorasse ad un simile meccanismo non solo non si darebbe coerente attuazione alle decisioni prese all'ultimo Consiglio Europeo, ma si verrebbe meno all'impegno alla solidarietà e all'equa ripartizione di responsabilità previsto dal Trattato per il Funzionamento dell'Unione Europea".

La musica è cambiata, quindi. E L'Ue deve prenderne atto. Dopo 30 minuti di discorso, Giuseppe Conte ha chiuso ribadendo un punto. Le operazioni di sbarco della nave Diciotti, "ad avviso delle autorità italiane permanevano in capo alla responsabilità" di Malta.

Commenti
Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 12/09/2018 - 10:23

Infatti! Il Diciotti stia in rada per riparazioni e manutenzioni che dureranno non meno di 4 anni..

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Mer, 12/09/2018 - 10:35

L'UE non è un'organizzazione che abbia mai dimostrato solidarietà tra i vari stati anzi l'esatto contrario. Ha dimostrato tutto l'egoismo di nazioni come la Francia, la Germania, la Spagna, Malta, Austria e anche il blocco degli ex paesi dell'est Europa. È una gran presa per i fondelli, un'organizzazione al servizio dei banchieri e delle élite finanziarie che io definisco criminali e basta. Fossi io il capo di governo, proporrei mediante referendum l'uscita immediata dall'UE (senza alcuna contrattazione con quest'ultima), dalla NATO e pure dall'ONU. Abolirei il signoraggio bancario e incentiverei la fusione fredda e tutti quei dispositivi free energy tenuti nel cassetto per la gioia di petrolieri e banchieri. Spero di non venir censurato per l'ennesima volta solo per aver detto cose che hanno veramente un senso.

Ritratto di Blent

Blent

Mer, 12/09/2018 - 10:57

Trasferire il comandante della diciotti in un porto lontano dalla Libia

ABRAM

Mer, 12/09/2018 - 11:30

L'Europa e ha il coraggio di procedere contro Orban, e l'ONU contro l'italia per razzismo. Che si vergognino e dir poco. La parola giusta e UE e ONU NASCONDETEVI

Ritratto di Pilsudski

Pilsudski

Mer, 12/09/2018 - 11:39

Mi pare che manchi un punto fondamentale: il comandante della Diciotti, che se ne e' fregato degli ordini, lo teniamo al comando della sua unita' o lo mandiamo a fare compagnia a Schettino, come meriterebbe?

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 12/09/2018 - 12:17

Chissà se l'ONU farà una visitina a Malta.

maurizio50

Mer, 12/09/2018 - 12:24

Mi associo al lettore@ Pilsudski ore 11,39. Il ruolo negativo in tutta la vicenda è quello svolto dal Comandante della Nave Diciotti. O è colpevole lui o lo e' il suo diretto superiore, Ammiraglio Vattelapesca. Forza Signori del governo. CHI E' IL RESPONSABILE??????

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 12/09/2018 - 13:01

----maurizio50--vedi che non capisci un accidente di nulla?---nella relazione praticamente conte ha giustificato il comportamento della diciotti dicendo che è stato ineccepibile--checchè ne pensi felpini i graduati della diciotti sono inattacabili da un punto di vista giudiziario ed in una botte di ferro---è felpini che dovrà rispondere del suo operato contra legem ai magistrati---poi conte nella sua relazione continua a disquisire sulla mancata solidarietà europea e sul rifiuto dei paesi membri alla redistribuzione--cioè un altro riferimento diretto agli amici di felpini di visegrad ---che danneggiano l'italia ma ai quali felpini continua a leccare i piedi--swag

giangar

Mer, 12/09/2018 - 13:21

Ancora a sparare sul Comandante della Diciotti? Ma li leggete gli articoli? "Senza l'intervento concreto e diretto della Guardia Costiera italiana, molte di queste persone sarebbero morte". Con questo, Conte lo ha insignito di una medaglia virtuale, altro che degradamento o plotone di esecuzione, ed ha chiarito che ha agito in base ad un ordine preciso, a lungo soppesato valutando le probabilità di morte dei migranti.

Malacappa

Mer, 12/09/2018 - 13:47

Malta ha fatto benissimo tanto sa che i buoni italiani sarebbero arrivati a sbrogliare la matassa

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Mer, 12/09/2018 - 14:03

Mi dite una ragione, una sola, per cui conte ha ragione e Malta no? Oppure noi decidiamo come al solito in base al tifo? Per dare ragione ad un invasato momentaneo (speriamo) che spara bordate su tutti, mettiamo in discussione tutto un settore che nel corso degli anni ha sempre fatto il proprio dovere. SE si prova ad essere appena appena un tantino sereni e non di parte in modo fazioso, vengono fuori subito parecchi dubbi. Tanto che ci si chiede: ma alla prossima barchetta, come ci si comporterà?

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Mer, 12/09/2018 - 14:34

E la madama cilena dell'ONU ha anche la faccia tosta di trattarci da delinquenti (questo si deve anche alla stupidità KOMUNISTA del PD)

Libertà75

Mer, 12/09/2018 - 14:44

@elkid, ma provare a commentare il comportamento della Francia invece? dai su, prova ad essere onesto, una volta soltanto

stefano_

Mer, 12/09/2018 - 14:46

Ma questo avvocato bugiardo ci ha preso per scemi? Non accenna minimamente alla questione "aquarius" su cui sono stati imbarcati i migranti per poi essere trasbordati sulla Diciotti! Disel sparso in acqua, giubbotti salvagenti in acqua! e uesto sarebbe anche un avvocato? ma npon lo sa che i migranti, con e istruzioni che ricevono dai mafiosi, allestiscono queste messe in scena proprio a uso e consumo di chi poi li imbarca come ha fatto l'Aquarius prima e la Diciotti poi! Sig. Conte lei è un bugiardo ed è complice di tutti quanto vogliono alimentare questi traffici….si dimetta, vada via, sparisca dalla circolazione, torni casomai a fare il professore in qualche università!

stefano_

Mer, 12/09/2018 - 14:51

La Diciotti, sig. bugiardo primo ministro, non ha imbarcato quei 190 migranti in mare ma li ha imbarcati direttamente dall'Aquarius che stazionava in zona proprio per questa operazione di traffico di quei clandestini. Chi ha ordinato alla Diciotti di imbarcarli dall'Aquarius? Proprio voi del cosiddetto "governo del cambiamento" del nulla! E stando alle dichiarazioni di salvini, lo avete fatto abusivamente a sua insaputa. Dovrebbe essere arrestato buona parte di questo governo per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina! E quel cazzone di salvini c'è cascato come una peracotta e continua a tacere sulle responsbilità dei suoi stessi alleati...allora caro salvini beccati la tua denuncia e non asfissiarci con la tua propaganda. Sei un incapace anche tu!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 12/09/2018 - 17:13

Ma Eu, giudici e i tromboni dei comunsiti italiani danno la colpa a Salvini.

Ritratto di ElanRoigli

ElanRoigli

Mer, 12/09/2018 - 17:40

#elkid oi conte nella sua relazione continua a disquisire sulla mancata solidarietà europea e sul rifiuto dei paesi membri alla redistribuzione A ridaje con questa redistribuzione... il modello di Salvini è quello australiano e cioè, i negher arrivano qui e vengono si redistribuiti, però ognuno nella nazione cloaca o turpe Paese dal quale provengono. Della redistribuzione in Europa di tutti questi Kunta Kinte non ci interessa una ceppa. Ospitali tu in Russia che li avete spazio.

tosco1

Mer, 12/09/2018 - 22:02

Ora che sono scappati tutti, di qua', di la',dalla nave, dalla CEI, che d'altra parte ci ha il nome, ci abbiamo fatto l'ennesima figura degli imbecilli di mare, e di terra.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Mer, 12/09/2018 - 23:17

Va bene, riproviamo! Quindi, se ho capito bene, le navi maltesi hanno affiancato il barcone dei clandestini all'interno della zona di mare di competenza di Malta e le hanno scortate verso le acque di competenza italiana dove noi (i soliti fessi) siamo andati a caricarli. Se il barcone era affiancato da navi maltesi, non era in situazione di pericolo e quindi perché ci siamo impicciati? Avremmo dovuto impedirgi di entrare nelle nostre acque, a costo di prendere a cannonate i maltesi! Però il cattivo è Salvini, che li ha tenuti per alcuni giorni sulla Diciotti, in porto, con l'assistenza di medici e con tre pasti al giorno (nonostante i sinistrati saliti a bordo li incitassero allo sciopero della fame), mentre l'europa se ne fregava e la CEI ci prendeva per il cu....., oops, scusate, per il naso. Però, l'europa che condanna Orban non ha nulla da dire su Malta! Ah, dimenticavo: Malta ha un governo di sinistra.

killkoms

Mer, 12/09/2018 - 23:31

@atomica,erano in acque maltesi,e li hanno "rimorchiati" verso l'Italia!

killkoms

Mer, 12/09/2018 - 23:48

@tosco,se gli "scheletrini" eritrei,destinati a rocca di papa,erano in carico allo stato italiano (leggasi 35 € a testa al giorno) li chiudevano a chiave!