Elezioni, in Lombardia a rischio 15 candidati

Manca il documento di "apparentamento": esclusi 15 candidati nella circoscrizione Lombardia1. Ma i rappresentanti possono fare ricorso

Giallo in Lombardia, dove la Corte d'Appello di Milano ha escluso 15 candidature uninominali della coalizione di centrodestra nella circoscrizione Lombardia 1 alla Camera.

Alla base ci sarebbe il mancato deposito della dichiarazione di apparentamento alla coalizione da parte della lista "Noi con l'Italia", ma i rappresentanti delle liste estromesse hanno 48 ore di tempo per presentare ricorso all'Ufficio elettorale alla Corte di Cassazione, che avrà altri 48 ore di tempo per decidere. I rappresentati della lista assicurano che non c'è nessuna carenza: "Noi presenteremo sicuramente ricorso alla Cassazione", dice all'Adnkronos il senatore Udc Antonio De Poli, "Riteniamo che la nostra documentazione presentata, come per tutte le circoscrizioni d'Italia, corrisponda perfettamente a quella richiesta dalla legge attualmente in vigore".

Tra i nomi in bilico c'è anche quello di Michela Vittoria Brambilla leader del Movimento animalista e candidata nel collegio di Abbiategrasso. Ma anche gli assessori lombardi Massimo Garavaglia (Legnano) e Valentina Aprea (Gorgonzola), gli esponenti Andrea Crippa (Bollate), Paola Frassinetti (Seregno), Andrea Mandelli (Monza), Jari Colla (Cinisello Balsamo), Luca Squeri (Cologno Monzese), Guido Della Frera (Sesto San Giovanni), Alessandro Morelli (Milano Sempione), Igor Iezzi (Milano Gallaratese), Cristina Rossello (Milano Duomo), Laura Molteni (Milano Porta Romana), Federica Zanella (Milano Rogoredo - Sudest) e Graziano Musella (Rozzano).

In forse, per lo stesso motivo, anche due delle sei candidature (Silvana Comaroli e Raffaele Volpi) per la circoscrizione Lombardia 4, anche in questo caso gli esclusi possono presentare ricorso in Cassazione.

Commenti
Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mer, 31/01/2018 - 19:39

Dunque si prenderebbe a pretesto la mancata presentazione di un documento da parte dei neo-democristiani per escludere tutto il centrodestra... incredibile! Comunque non è la prima volta che dalle parti di Forza Italia si scivola sulle formalità: famoso il caso delle elezioni regionali del Lazio nel 2010, quando la lista del partito fu esclusa. Un po' più di rigore e di attenzione no?

rrobytopyy

Mer, 31/01/2018 - 20:17

se fosse successo ai pentastellati ecco il titolo dell' editoriale del direttore: - Ci vuole un gran coraggio !- e nelle righe successive: - a presentarsi per governare il paese quando non sono nemmeno capaci a presentare le proprie liste-

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mer, 31/01/2018 - 21:33

sapendo che i brogli sono sempre in agguato, sarebbe bene controllare tutti i documenti anche due o tre volte, sennò è dabbenaggine

Luisigno

Mer, 31/01/2018 - 22:50

Se la Brambilla rimane fuori non è certo un male mi pare che ci siano problemi ben più gravi da risolvere in Italia

Luisigno

Mer, 31/01/2018 - 22:56

Se la Brambilla rimane fuori nulla di grave mi pare che in Italia ci siano problemi ben più gravi degli animali e della caccia

GimmeSong

Gio, 01/02/2018 - 00:55

Berlusconi si sbarazzi della Brambilla ministro dell’inutilità

Popi46

Gio, 01/02/2018 - 06:32

Brambilla a parte, sono incominciate le grandi manovre guerrigliere per ostacolare la vittoria del cdx. Sviste burocratiche solo in Lombardia, la regione più popolosa e più azzurra? Che strano,no?

pinux3

Gio, 01/02/2018 - 08:00

Non sono nemmeno capaci di presentare le liste (e sono pure recidivi, vedi il pasticcio fatto anni fa nel Lazio...) e pretendono di governare il paese...sono gli stessi che hanno calcolato le "coperture" per i mancati introiti dovuti alla flat-tax? Ahahah...

gabriel maria

Gio, 01/02/2018 - 08:21

questo è solo l'inizio delle grandi manovre per danneggiare il centro destra,vedrete che truffe nei seggi controllati dalle sinistre ,per non parlare degli spostamenti di voti da destra a sinistra o le dimenticanze nel conteggio finale dei voti dati a dx che casualmente accadranno al Viminale!!!migliaia di voti spariranno...non per colpa dell'attuale ministro,che fondamentalmente è una persona corretta,ma dai grandi burocrati del suo ministero che stando ai" sussurri e grida "sono tutti persone in debito di" poltrona" con la sx.....sarà dura per la dx,molto dura...........