Elezioni, in venti anni alle urne il 18,7% di elettori in meno

Dai dati Istat emerge che gli italiani sono sempre più lontani dalla politica e soprattutto dalle urne. Astensione cresce tra il primo turno e il ballottaggio

I numeri parlano chiaro. La politica stanca e, salvo rari casi, gli elettori se ne stanno sempre di più a casa. Secondo i dati Istat (rielaborati da Adnkronos) in 20 anni il numero degli aventi diritto di voto è aumentato del 4,5%, passando da 48,5 milioni a 50,7 milioni, al contempo chi effettivamente è andato a votare è diminuito del 18,7%, passando da 35,6 milioni a 29 milioni. Il calcolo fa riferimento alle elezioni del 1994 e a quelle del 2014.

Se invece restringiamo il campo alle elezioni comunali l'Istituto di statistica ha confrontato i risultati di 5 anni (dal 2010 al 2014) da cui emerge la progressiva riduzione del numero dei cittadini che si è recato a votare, recuperata solo in parte nell'ultimo anno. Nel periodo esaminato si sono svolte elezioni in 7.166 Comuni. Nel 2010 sono stati chiamati al voto 4,3 milioni di elettori, di cui 3,2 milioni sono andati a votare al primo turno (74%). L'anno successivo è stata la volta di 10,6 milioni di cittadini, di cui 7,5 milioni hanno risposto all'appello con un evidente calo (71%). Nel 2012 gli elettori erano 4,2 milioni ma solo 4,8 milioni hanno deciso di esercitare il loro diritto di voto; il numero dei votanti, rispetto al totale degli aventi diritto, scende così ulteriormente al 66,9%.

Nel 2013 gli elettori chiamati a scegliere il primo cittadino erano 6,9 milioni, ma solo 4,3 milioni sono andati a votare, facendo scendere la percentuale al 62,4%. Nell'ultimo anno preso in esame, il 2014, gli elettori chiamati a votare erano 17,7 milioni, mentre i votanti sono stati 12,5 milioni con un aumento considerevole della partecipazione al voto, rispetto ai risultati precedenti (70,7%).

Secondo i dati del ministero dell'Interno nel 2015 a votare è stato il 64,9% degli aventi diritto. Nelle ultime elezioni si registra un ulteriore calo, arrivando al minimo del 62,1%.

Allarme astensionismo

L'Istituto Cattaneo ha analizzato tutti i 532 casi di ballottaggio municipale che si sono tenuti in Italia dal 2010 ad oggi, per cercare di capire che cosa caratterizza queste votazioni e come si comportano gli elettori al secondo turno. Mediamente l'astensione tra i due turni cresce di oltre 15 punti percentuali: una tendenza che è rimasta grosso modo costante nel tempo, con l'eccezione della tornata elettorale del 2014 quando, nel passaggio al ballottaggio, si sono persi ben 19,2 punti percentuali. Se osserviamo il calo della partecipazione nelle 5 zone geo-politiche nelle quali a fini analitici è suddivisibile l'Italia, si nota che l'aumento maggiore dell'astensione tra i due turni di votazione è più alto al Sud rispetto alle altre regioni.

Commenti
Ritratto di elio2

elio2

Dom, 19/06/2016 - 11:17

Non stufi, ma ignoranti, se fossero intelligenti non lascierebbero mai in mano ad una minoranza il loro destino e quello del Paese.

gian paolo cardelli

Dom, 19/06/2016 - 11:28

molto pochi elettori capiranno che l'astensione è un suicidio, visto che un'aliquota, piccola quanto si vuole, di "votoscambisti" esisterà sempre e consegnerà comunque le Istituzioni alle Segreterie di Partito. La soluzione, stante i mezzi attuali a disposizione? non votare per i "soliti noti": ad aver sfasciato il Paese è stata proprio l'illusione infantile di dover scegliere sempre tra i "Politici preparati e competenti" è scartare quindi qualsiasi altro candidato: è così che è nata la "casta", per volontà degli elettori più che per ambizione degli eletti.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 19/06/2016 - 11:48

La mia visione:quel 33-38% non ha votato,non perchè "schifato"(è una scusa..),ma perchè chiunque sia eletto,non gli cambia i privilegi,le loro entrate,che sono comunque assicurate,a prescindere,e le cose per loro "vanno bene così"(vedi SUD in particolare).Il 62-67% che ha votato,lo ha fatto: 1-per garantirsi il mantenimento di privilegi,ed entrate,che non sarebbero altrimenti assicurate,e confermare il "va bene così"(tutto il "sinistrume"), 2- per cambiare lo "scomodo" status quo,voluto,creato dai soggetti "moderati" e da quelli del punto 1,dichiarando il "non va bene così".La realtà è che quelli del punto 2,hanno un'anima estremamente variegata per contenuti,e gli "altri",votanti o meno,continueranno a farla da padroni,con il "va bene così"("moderatamente")!!

mifra77

Dom, 19/06/2016 - 12:24

In effetti il numero di chi non va a votare è ancora maggiore delle statistiche. Un avente diritto che per abitudine non va a votare è assegnatario di una scheda già presente nel seggio.... Facile oggi per un amministratore, venire a conoscenza dei dati personali del non frequentatore di urne. Ecco allora che nel gioco delle tre carte avviene il magheggio . Cinque stelle e lega, aprite gli occhi, non fatevi fregare; di fronte non avete dilettanti, sono professori dell'imbroglio.

AH1A

Dom, 19/06/2016 - 12:52

...forse colpa di chi ha governato?

peter46

Dom, 19/06/2016 - 13:01

elio2...che non sia l'ignoranza degli astensionisti l'unica possibilità offerta agl'intelligentoni della tua parte politica di poter sperare di tornare a governare qualche città di questo paese?Se fossero intelligenti seguirebbero il 'consiglio'(soluzione)del commentatore dopo di te(11:28) e per voi non ci sarebbero 'mai più' speranze...come anche per i sx,certamente.NB:laddove vince un candidato di cdx sempre ad una 'minoranza' 'lasc(i)erebbero' il loro destino:che per quanto 'intelligente' sempre minoranza,però,rimane fra i votanti di questo 'tripolarismo'+ 'derivati'.

peter46

Dom, 19/06/2016 - 13:23

gian paolo cardelli...bentornato,innanzitutto.Quanto ci è mancato un suo commento su un qualsiasi articolo a sua scelta di quest'ultimo mese di 'battaglia' elettorale.(NB:era per Marchini o per Meloni?)Ora comunque dopo questo suo commento c'è la conferma a ciò che le avevo 'predetto' tempo fa:'mi è diventato '5 stellato',dato che 'loro' si offendono se 'nominati' grillini.Perchè se il 'consiglio'(soluzione)è "non votare per i soliti noti",chi se non i 5 Stellati,non possono non essere gli unici non ancora 'noti'?E non ricommenti che non hanno un bel niente di 'preparazione e competenza',altrimenti facendo qualche nome di coloro che finora(ed ancora senza ritegno)hanno 'frequentato' la sua parte politica(e non entro 'moralmente e penalmente'),e la sx certamente anche,non si può che non preferire gl'inesperti e gl'incompetenti(che assolutamente anche lei sa che non lo sono)che almeno la 'dignità' ce l'hanno,o no?(1)segue,forse.

carpa1

Dom, 19/06/2016 - 13:45

18.7 elettori in meno. Ecco perchè la sx è tornata ad occupare tutto. Loro non si sottraggono mai al dovere del voto; è così che passano a comandare, non perchè sono i migliori, ma perchè gli altri sono dei co...comeri che preferiscono lasciarsi sistematicamente e "democraticamente" infinocchiare da una sx che è tutt'altro che democratica.

joecivitanova

Dom, 19/06/2016 - 13:46

Era normale che in Italia si formasse un non partito di coloro che non si recano alle urne, dopo tutti gli scandali dei partiti tradizionali; così come era normale che si formasse, così come è accaduto negli ultimi anni, un partito non partito nel quale molti di questi voti, prima non espressi, poi si riversassero; molti ma non tutti. Non tutti perché purtroppo da noi, in Italia, ci è toccato il movimento cinque stelle..!! g.

Blueray

Dom, 19/06/2016 - 14:02

Molti elettori sfiduciati non sarebbero più tali e tornerebbero sicuramente al voto, soprattutto al cdx, se si riuscissero a stoppare le ignobili transumanze dei traditori, voltagabbana e fuoriusciti, pervenendo, con legge costituzionale alla modifica dell'art.67 della Costituzione, e quindi al vincolo di mandato. Il parlamentare tipo italiano DEVE essere inquadrato in questo ambito, dato che il suo dna allegro e fantasioso lo porta più verso la fedeltà ad una generica poltrona, qualunque essa sia, che alla compagine nell'ambito della quale è stato eletto. Con la transumanza egli diviene formalmente inutile a chi lo ha eletto, non consente la sua sostituzione e rompe il rapporto sinallagmatico fra la prestazione richiestagli dall'elettorato e il quantum percepito. E questo va impedito in tutti i modi. Sarebbe una vittoria per gli elettori, una cosa buona per i partiti, una grande occasione per diminuire l'astensionismo, una moralizzazione della politica. E scusate se è poco.

sottovento

Dom, 19/06/2016 - 14:14

Più che stufi direi stupidi perché se si sono stufati delle solite facce non hanno che votarne di nuove o diverse. Il non voto è la cosa più idiota di questo mondo.

Ritratto di elio2

elio2

Dom, 19/06/2016 - 16:14

Quante parole inutili peter46, la mia parte politica NON esiste, visto che io voto da sempre il programma e non le chiacchiere delle persone, la mia era solo una constatazione, chi non vota NON è perchè è intelligente, ma perchè ignorante e magari poi si lamenta pure.

Una-mattina-mi-...

Dom, 19/06/2016 - 17:41

GLI ITALIANI SONO ORMAI, purtroppo, lucidamente CONSAPEVOLI che il voto è attualmente DEL TUTTO ininfluente. Lo scopo perseguito dai "boiardi riuniti" è infatti quello di riuscire a scoraggiare più gente possibile così, UNA VOLTA CHE il 95% degli elettori si sarà stufato di votare, voteranno solo quelli che sul voto ci campano alla grande, per lo più "gente sinistra".

Anonimo (non verificato)

peter46

Dom, 19/06/2016 - 18:23

elio2...la parte politica non esiste per tutti coloro che per non prendere in giro se stessi non vanno a votare e non per coloro che,pur 'nauseati' dalla propria parte politica o da tutta la politica,ci vanno invece scegliendo il meno peggio compresi coloro,come qualcuno pochissimo tempo fa,che gli sembra di essere originali dichiarando 'vado a votare scheda bianca':e ti pareva che uno che ha 'imparato' a 'mantenersi',con e di politica,non debba andare a votare.E poi uno come elio2 che ha fatto un casino,4-5mesi fa,su un articolo,in questo giornale,per 'presuntuosamente' non ammettere ' correità' tra colui che ha inventato equitalia e colui che ne ha permesso la 'continuazione' con gli stessi identici metodi sotto il suo governo...non può non avere una parte politica da difendere.Vota il programma?E li conosce i programmi dei candidati?'Reciti il punto 8 di Parisi ed il 7 di Sala.Chi non vota può lamentarsi...appunto.

Ritratto di hernando45

Anonimo (non verificato)

gian paolo cardelli

Dom, 19/06/2016 - 19:15

Peter46, grazie per il saluto, ma non ha capito un picchio di quello che ho scritto: puo' tranquillamente votare anche per SEL ovvero per qualsiasi altro partito, evitando però di dare la preferenza ai "consigliati" dai loro "leaders". Se l'avessimo fatto sin dal 1948 non sarebbe mai nata la "casta" appunto, ma poiché la nostra concezione di "politico" è "quello che mi puo' aiutare in caso di bisogno", la storia del nostro Paese non avrebbe mai potuto andare in modo differente, e mai ci andrà. La sua deduzione sul sottoscritto, totalmente sbagliata, denota solo la SUA concezione di "politica", che io preferisco definire "gossip politico". Ci pensi su, se ne avrà voglia e soprattutto umiltà: con questo suo ultimo intervento ha dimostrato di non averne.

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 19/06/2016 - 19:24

ANONIMO!!! RIPROVO!!! Io da quando mi sono iscritto all'AIRE per le amministrative non posso votare (solo Politiche o referendum)ma l'addizionale Comunale e Regionale IRPEF che continuo a vedermei trattenere sulla pensione e quella di Roma e del Lazio. E non sono bruscolini, ma qualcosa come quasi 2.000€urii anno!!!!! Se non posso votare per chi amministra la citta di Roma e la Regione Lazio SMETTETELA DI TRATTENERMI l'addizionale. Sennò NON è piu DEMOCRAZIA!!! Povera Italia in che mani sei caduta.

Luigi Farinelli

Dom, 19/06/2016 - 20:28

Saranno pure stufi ma certamente chi non va a votare non si dimostra intelligente. La scusa che "i politici sono tutti uguali" è ridicola e inaccettabile, indice di qualunquismo, menefreghismo, ignavia e debolezza mentale. Stiamo andando verso lo scavalcamento del concetto di democrazia, con farabutti approfittatori non eletti che impongono tutto ciò che vogliono LORO e gongolano per come sia diventato facile eludere il sistema costituito, indirizzando l'opinione pubblica grazie alle truffe mediatiche e al lavaggio del cervello. Ultima possibilità rimasta al cittadino per far vedere che esiste è il voto e neanche quello si riesce a dare! La greppia comune per l'androgino de-virilizzato, sopravvivente a pane e ideologia, pago del pastone ammannitogli a ore fisse dal regime, incapace di pensare e ragionare, è in avanzata fase di costruzione.

Ritratto di elio2

elio2

Dom, 19/06/2016 - 20:28

peter46, se il suo modo di scrivere così contorto fa il paio con il suo modo di non intendere ciò che scrivono gli altri e come si scrivesse da solo, non crede?

peter46

Dom, 19/06/2016 - 21:33

gian paolo cardelli....io spero che fra coloro che a suo dire(e che anch'io confermo come maggioranza di questo ca...volo di paese)abbiano votato "quello che mi può aiutare in caso di bisogno", non abbia inteso inserire anche me nella 'mandria':fino a quando ho votato ho sempre votato MSI partito e mai dato preferenze(esclusa 1 sola volta per il semplice fatto di essere stato 'incantato' dallo 'stile' dell'on.Jole Giugni Lattari(immagini gli anni),unica donna in un contesto di soli uomini in una regione e in un partito di quel genere.NB:parliamo certamente di cdx,dato che di sx nè lei nè alcun altro potrà mai insegnarmi un bel niente.Non si vergognerebbe se fosse Leghista di aver 'camminato' accanto ad uno che 'allungava la mano' verso l'autista(che è tutto dire)per incassare gli spiccioli occorrenti per le chewing gum e le coca quando già 'incassava' 12.000 euro e passa mensili solo per tenere gli occhi puntati sugli attributi dell'irraggiungibile Nicole?(1)segue,forse

peter46

Dom, 19/06/2016 - 21:49

gian paolo cardelli...tanto bisogna pur far passare il tempo fintanto che 'Chicco' non si decide a 'farci non prendere sonno'e malgrado l'anticipazione dei '3su5'ormai certi vincitori del sondaggista di fiducia(che non possono non essere che De Magistris,Fassino e Merola).Continuo.E se fosse di Fi(e lo è verò)come può sentirsi a camminare non solo con un Gino Lollobrigido,che già dal 94 aveva dato il 'senso' della sua discesa in politica quando accanto a gente di una certa levatura aveva inserito(cambiando 'identità' in un caso)gente che l'attendeva,come avvenne subito appena eletti,la galera?E non mi sono permesso di entrare sul 'pruriginoso' nè su ciò che politicamente ha 'scombinato'...ecco sugli altri l'analisi al nostro prossimo 'appuntamento' su altri articoli.NB:Non mi ha risposto se x Marchini o x la Meloni,però.

peter46

Dom, 19/06/2016 - 22:04

carpa1...lo riscrivo,sperando...Sicuro,riferito alla sxtra che "loro non si sottraggono mai al dovere del voto"?Calcolatrice alla mano?Roma el.com.2006 veltroni voti 926.932=61,42%---2008 rutelli voti 759.252=45,80%---2013 Marino voti 512.720=42,60%---2016 GIACHETTI voti 320.170=24,78%(venticinquepercentoconabbuonodifinetappa).Non si sottraggono mai al 'DOVERE' del voto...i sxtri,vero?NB:idem nel resto d'Italia,basta controllare i risultati.

gian paolo cardelli

Dom, 19/06/2016 - 23:52

Peter46, c'è la metto in pieno invece, visto che ha ammesso di non aver mai usato le preferenze, cioè l'unico strumento che avevamo per impedire il formarsi della "casta".

peter46

Lun, 20/06/2016 - 00:48

gian paolo cardelli...(23:52)Io ho fatto parte di un partito con una 'STORIA',non con delle 'storielle' come il suo 'attuale' e chissà quale 'prima'.E proprio perchè era un partito che 'raccoglieva' i 'vinti' e gli 'esclusi',che 'casta' vuole che formasse se era 'escluso' da tutto...avevo il 'MIO' lavoro,non aspettavo di certo nessuno a 'portarmelo',e un/dei segretari con una 'STORIA' non con 'interessi personali' da difendere:a che ca...volo mi servivano allora le preferenze?Io credevo nei partiti...e non è colpa mia se 'non ci sono più(alcuni)i partiti di una volta'.NB:e pensare che le avevano 'eliminate' i suoi le preferenze perchè portavano in parlamento i mafiosi coalizzati su nomi specifici:mettetevi d'accordo,va.

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 20/06/2016 - 08:16

Ci stanno riuscendo, stanno vincendo, far passare agli italioti la voglia di votare. Ormai si cerca di non farti votare, se voti la magistratura abbatte le giunte, se voti in un modo li trovi governare con altri. Le agghiaccianti parole del traditore di monti, che dava dell'idiota a cameron perche' permette agli inglesi di votare per il brexit dice tutto sul futuro del mondo. Ormai il voto e' superato, i governi devono essere espressioni delle elite finanziare e rappresentate da partiti allineati a questo, in itaglia i banditi comunisti del pd.