Email e messaggini per il No: Berlusconi mobilita gli azzurri

Referendum, parte il tam tam contro le riforme di Renzi. Cena con Toti sul futuro di Fi, frenata sul congresso

Roma - La chiamata alle armi per la battaglia per il «no» al referendum d'autunno riceve la sua ufficialità ieri, via WhatsApp e via mail. Sui telefonini e sulla posta elettronica di tutti i coordinatori regionali ed alcuni parlamentari azzurri arriva il messaggio di Sestino Giacomoni, segretario della Conferenza dei coordinatori di Forza Italia, e oggi uomo molto presente ad Arcore. «Il presidente Berlusconi - si legge nel messaggio - sottolinea l'importanza di mobilitare i coordinamenti regionali e provinciali in vista del referendum d'autunno. Solo alcune Regioni hanno inviato elenchi e iniziative da mettere in campo durante l'estate per la campagna per il no. L'auspicio è che lo facciano tutti, coinvolgendo anche i parlamentari di Forza Italia».

Insomma, la tesi secondo cui il Cavaliere voglia fare una battaglia soft sul referendum preferendo che questo governo non cada viene smentita dalla nota che parte direttamente da Arcore. Per l'ex premier le riforme non devono passare e se questo comporta l'uscita di scena di Rezi beh... Meglio ancora. Non si tratta solamente di una sorta di vendetta nei confronti di chi non ha rispettato le clausole del patto del Nazareno; ma la strategia nasce dalla convinzione che il premier non è in grado di risolvere i gravi problemi che attanagliano il Paese. L'obiezione che così facendo c'è il rischio di provocare la chiamata alle urne e la probabile consegna del governo a Grillo e Casaleggio viene smontata così: il capo dello Stato non scioglierà le Camere; un'altra maggioranza, in questo Parlamento, si troverà in soli due minuti. E, chissà, potrebbe essere una maggioranza allargata e molto più solida di quella attuale. Il compito del nuovo governo e della nuova maggioranza potrebbe anche essere minimo e comprendere l'approvazione di una nuova legge elettorale superando tutte le storture dell'Italicum.

Ma il Cavaliere, specie in questo frangente di convalescenza post operatoria, non si spinge oltre: ha bisogno di riposo e le priorità in questo momento sono altre. In primis c'è da seguire la tabella di marcia stilata dai medici per la sua riabilitazione completa. Certo, la politica non manca mai a villa San Martino. E se giovedì a pranzo ha riunito attorno al tavolo i capigruppo di Camera e Senato, Brunetta e Romani, a sera ha voluto accanto a sé il governatore della Liguria e suo consigliere Giovanni Toti. Molto calcio, davanti alla semifinale degli Europei Francia-Germania, e pochi ragionamenti politici. Né sul futuro del governo né tanto meno sul partito. Toti, tra l'altro, è forse l'azzurro che più s'è spinto oltre nei ragionamenti sul futuro di Forza Italia: ha più volte parlato di congresso, e di uno statuto della federazione del centrodestra per mettere nero su bianco le regole dello stare insieme; compresa quella della scelta della futura leadership della coalizione.

Tutti discorsi che, in queste ore, da Arcore vengono frenati. Come a dire: non è certo il momento di parlare di questo. Cautela. Come cautela si usa nel trattare i movimenti in atto nei centristi dell'attuale maggioranza. Non è un mistero che alcuni parlamentari dell'Ncd si stiano contorcendo dal mal di pancia a rimanere sul carro renziano. E soprattutto non vedono lì il proprio futuro. Ma da qui a spalancare loro le porte azzurre ce ne corre. Anche per non irritare chi a Berlusconi è sempre rimasto fedele nel bene e nel male.

Commenti
Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 09/07/2016 - 09:35

Insomma, un passo avanti e due indietro. Ma ha chiesto al suo fedele (?) amico confalonieri cosa ne pensa? Mi sembra che da una parte il Cav. neghi la possibilità di un Nazareno-bis ma dall'altra si proponga per una riedizione delle larghe intese. Delle due soluzioni quale sarebbe la peggiore? Difficile dirlo! Di certo, se spera di riconquistare il paese alle urne dopo un cambio della legge elettorale, temo che si faccia delle grosse illusioni.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 09/07/2016 - 09:38

Un raggio di sole dopo aver sentito Confalonieri e la schiera dei disposti a tutto cianciare in modo immondo. Bravo Silvio.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 09/07/2016 - 09:42

"Per l'ex premier le riforme non devono passare e se questo comporta l'uscita di scena di Rezi beh... Meglio ancora". Finalmente un poco di buon senso.

An_simo

Sab, 09/07/2016 - 10:03

Ah ah "... email e messaggini..." Siete sicuri che vi conviene scrivere stesso robe ?

zuma56

Sab, 09/07/2016 - 10:10

Ha ragione Berlusconi, che bisogno c'è di un congresso che elegga democraticamente i propri rappresentanti e che sia di stimolo a far meglio ? Senza congressi ha sempre deciso l'ex cavaliere e non ne ha sbagliato una, a parte forse Scaiola, Nunzia, Alfano, Cicchitto, Verdini, Bondi, Lupi, Formigoni, e qualche altro centinaio. Vai avanti così Berlusconi che fai bene !

antipifferaio

Sab, 09/07/2016 - 10:14

Tranquilli...se per il NO voteranno quasi tutto il centro-destra e tutto il M5S il Buffone non ha scampo.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 09/07/2016 - 10:26

Ma resta coerente fino a novembre o il verdini o letta di turno gli fa cambiare idea?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 09/07/2016 - 10:32

A questo punto è lecito pensare che l'"italo Amleto" per eccellenza non fosse Carlo Alberto.... Dio assista l'Italia! Ce n'è veramente bisogno.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Sab, 09/07/2016 - 11:04

L'errore più grande che può fare il Berluska è quello di contrapporsi alla personalizzazione voluta da Renzi con la propria a favore del NO. Molti sono coloro che a sinistra sono avversi alla riforma e, conseguentemente, intenzionati ad affossarla, ma alcuni potrebbero ricredersi nel timore di legittimare una vittoria personale dell'ex-cav. Caro Silvio, per una volta stattene buono, rinuncia a voler stare sotto i riflettori e non fare regali A Renzi (che non chiede di meglio)... i fautori nel NO te ne saranno grati.

Ritratto di FanteDiPicche

FanteDiPicche

Sab, 09/07/2016 - 11:21

Ci auguriamo che siano considerati temi prioritari la sicurezza dei cittadini, la gestione corretta dell'invasione in atto, la soppressione di tanti iniqui privilegi, la protezione dei meno favoriti.

giuseppe1951

Sab, 09/07/2016 - 12:00

No!!!!!!! Niente voto a Forza Italia se continua a parlare di Nazareno, Renzi deve cadere, e al più presto anche, se a Confalonieri non sta bene se ne vada da Mediaset, perche tanto l'ha gia rovinata.

AH1A

Sab, 09/07/2016 - 12:12

L'articolo recita: Non si tratta solamente di una sorta di vendetta nei confronti di chi non ha rispettato le clausole del patto del Nazareno...dunque il Patto del Nazzareno non fu rispettato sulla base di quali clausole??? Di Berlusconi come Presidente della Repubblica? Ricorderei volentieri che FI votò TUTTE le riforme, per poi...ripensarci...come accade spesso a seconda degli interessi in gioco.

rossini

Sab, 09/07/2016 - 13:46

Tutti dobbiamo votare per il NO. In primo luogo perché serve a mandare a casa Renzi. In secondo luogo perché la riforma costituzionale è una TRUFFA. Ma quale risparmio di spesa!? Palazzo Madama, sede del Senato, rimarrà lì dov'è con i suoi funzionari, commessi, autisti, stenografi e via di seguito tutti pagati con stipendi principeschi. Con il suo parco macchine e le sue spese di rappresentanza. Non risparmieremo un centesimo.

luna serra

Sab, 09/07/2016 - 14:32

dovete pubblicare la riforma su cartaceo

Ritratto di pigielle

pigielle

Sab, 09/07/2016 - 15:41

@luna serra ...basta andare su google e digitare "riforma boschi" ....oppure consultare WIKIPEDIA ...che non è solo ad appannaggio di RAUL PONTALTI.

Ritratto di pigielle

pigielle

Sab, 09/07/2016 - 15:43

PER COMODITA' ...http://www.internazionale.it/notizie/2016/04/12/riforma-costituzionale-boschi-cosa-prevede

Iacobellig

Sab, 09/07/2016 - 16:08

NO ASSOLUTO PER IL REFERENDUM, PRIMA POSSIBILE E CACCIARE A CALCI RENZI, LA SUA SQUADRA DJ INETTI E DENUNCIARE NAPOLITANO IMMEDIATAMENTE PER ALTO TRADIMENTO VERSO LA REPUBBLICA E GLI ITALIANI.

fjrt1

Sab, 09/07/2016 - 16:37

Berlusconi nel recente passato ha affermato più volte che Renzi si è appropriato del programma del centro destra. Quando era al governo si lamentava di frequente che il governo aveva spesso le mani legate nel legiferare a causa anche del bipolarismo perfetto. Fra l'altro quanto si voterà a ottobre c'e' molto di forza Italia. Posso anche capire il desiderio di far fuori Renzi ma afossare un percorso di riforme che avrà dei difetti ma di certo anche molti pregi lo trovo del tutto fuori luogo ma soprattutto disastroso per l'Italia intera. Che poi i nemici storici Bersani, Berlusconi e Grillo una volta caduto Renzi, siano pronti a mettersi d'accordo per una nuova stagione di riforme non ci credo nel modo più assoluto.

AH1A

Sab, 09/07/2016 - 17:14

@fjrt 16:37 condivido al 100%, il fatto è che le "banane" NON ragionano, non hanno minimamente in testa il disastro che il NO porterebbe, perchè come per il Brexit, chi spinge per il NO non ha piani alternativi.

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 09/07/2016 - 18:07

Diciamo che Forza Italia e` ostaggio di Berlusconi, cosi` come la Svezia e` ostaggio di Ibrahimovic o l'Inghilterra di Rooney. Vecchie glorie non piu` all'altezza, che condizionano la prestazione del team. Almeno Ibra si e` appena ritirato. Silvio faccia altrettanto. Fara` un favore alla Destra Italiana, e probabilmente anche al Paese, liberando la vicenda politica dalla sua ingombrante e ormai per niente costruttiva presenza. Certo lo spettacolo della successione sara` deplorevole, sguaiato e inguardabile, ma un po' di dolore ci vuole.

conviene

Sab, 09/07/2016 - 18:12

Prima di mandare messaggini per il no il sig. Berlusconi spieghi chiaramente agli italici perché ha sempre sostenuto che queste riforme erano indispensabili per il paese, perchè le ha scritte a quattro mani perché le ha esaltate, le ha fatte approvare al Senato e spieghi perché dopo l'elezione di Mattarella sono diventate un pericolo per la democrazia? perché Mattarella non è un suo suddito come Amato? Lo spieghi senza cribbi e giri di parole. Dica chiaramente che non potendo mai più vincere le elezioni con una banda straspaccata, vuole che cada Renzi per far e un governo , con chicchesia per poter fare ancora qualche legge a suo favore. L'arretramento del paese con il no a lui certamet e non interessa. Quello che gli importa è Mediaset e tutta la galassia ad essa collegata. Lo dica se è una persona onesta almeno verso ei cittadini

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 09/07/2016 - 20:08

conviene...rinunciare alla sua richiesta sommamente irragionevole...In questo universo parallelo che e` il Berlusconismo, la logica terreste non si applica. Socrate, Aristotele, Platone, e tutti gli altri, hanno teorizzato invano.

edo1969

Sab, 09/07/2016 - 20:15

Messaggio dal due di picche

brunicione

Sab, 09/07/2016 - 21:00

Caro Silvio, rilassati, quelli che ti circondano, vogliono soldi e gloria, come puoi presentarti con un brunetta qualsiasi, meglio tornare alle orgettine...pardon, alle Olgettine

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Sab, 09/07/2016 - 21:54

NOI VOTIAMO NO

ex d.c.

Dom, 10/07/2016 - 00:31

Approfittiamo delle vacanze per aiutare la campagna del 'no'. Il giornale potrebbe organizzare con una iniziativa in tal senso