Emergenza Nordafrica, l'Italia schiera 4 caccia Amx a Trapani

Quattro caccia Amx del 51° stormo di Istrana (Tv) sono stati temporaneamente dislocati presso la base di Trapani Birgi, per incrementare "la capacità di sorveglianza e l'acquisizione di informazioni" nell'area del Mediterraneo centrale

Quattro caccia Amx dell'Aeronautica militare sono atterrati alla base di Trapani Birgi, in Sicilia. Contribuiranno a monitorare da vicino la Libia, un Paese "sorvegliato speciale" per motivi geografici, interessi economici ed energetici. Sale, così, il livello di sorveglianza aerea militare dell’Italia nel Mediterraneo centrale, a difesa degli interessi nazionali in quell’area che guarda la Libia. I quattro aerei fanno parte del 51° Stormo di Istrana (Treviso). In questo modo viene incrementata la capacità di sorveglianza e acquisizione di informazioni. La decisione - fa sapere lo Stato Maggiore della Difesa - è maturata "a seguito dei recenti sviluppi nell’area dei Paesi del nord Africa e del conseguente deterioramento delle condizioni di sicurezza". Nel comunicato non c’è alcun riferimento esplicito alla situazione in Libia e a ipotesi di intervento di una coalizione internazionale su mandato Onu, ma è evidente che quanto sta avvenendo nel Paese del Nordafrica sta determinando un innalzamento dei livelli di prevenzione e sorveglianza.

La scelta di dislocare a Trapani i 4 caccia si va ad inserire tra quelle adottate in precedenza dal governo nell’area mediterranea, relative all’operazione "Mare Sicuro", attivata a "tutela dei molteplici interessi nazionali e per assicurare coerenti livelli di sicurezza".

Dopo le voci sui sorvoli di aerei francesi, americani ed inglesi sulla Libia, anche l’Italia dunque entra in azione. Il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, ha tenuto a precisare che in questa fase "sarebbe un grave errore" un intervento militare della coalizione in Libia. La preoccupazione per il caos in Libia è stata condivisa nella riunione presieduta martedì scorso a Palazzo Chigi dal premier Matteo Renzi con i ministri di Esteri, Difesa ed Interno, i vertici militari e dei servizi. I report sono allarmanti, con i tentativi di penetrazione dell’Isis, i recenti attacchi delle "milizie nere" ai pozzi petroliferi nell’Est del Paese e le minacce all’Italia che ieri sono arrivate via video anche da parte di al Qaeda. Senza contare i quattro tecnici italiani che dallo scorso luglio sono nelle mani dei rapitori. Uno scenario che non induce all’ottimismo sul tentativo - quanto mai contrastato - di far nascere un governo di unità nazionale. Ma la strategia italiana punta alla formazione di un esecutivo nel Paese nordafricano, in modo che un eventuale intervento militare ci possa essere dietro richiesta libica e mandato delle Nazioni Unite.

Fonti militari precisano che gli Amx non sono in assetto di bombardamento (hanno solo le armi per la propria difesa) bensì da ricognizione. E si aggiungeranno al Predator, l’aereo senza pilota, inserito nell’operazione "Mare Sicuro" che vigila sul Mediterraneo centrale. Ma i Ghibli (come sono noti gli Amx) sono molto più veloci ed in grado di fornire una fotografia accurata di quanto accade sul terreno e sul mare.

Annunci

Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 15/01/2016 - 22:11

OOOH MADONNAAAA!!! Adesso andranno a prenderli anche con gli AEREI!!! Italiani SIETE (iamo) FINITI!!!! Pax vobiscum.

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Ven, 15/01/2016 - 22:27

I soliti quattro gatti... ma i cannoni di bordo hanno le munizioni, o sparare contro terroristi islamici è razzista e antidemocratico?

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Ven, 15/01/2016 - 22:29

Ah! Mi pareva! Mica gli hanno dato le bombe, faranno solo ricognizioni: un voletto ogni tanto per dare un'occhiata, quasi a scopo turistico... Aridatece er generale Graziani!

Ritratto di Rames

Rames

Ven, 15/01/2016 - 22:30

Ma di cosa avete paura?Attaccate per primi con onore.Schiera 4 caccia dietro l'angolino pronti a fare la pipi'.Non fatemi ridere per cortesia.Attacate con ferocia,le conseguenze si gestiranno sempre con la forza Cristo Santo.Non abbiamo bisogno di situazioni deboli e disonorate in questo mondo.Se vi sentite tali statevene a casa con mammina...Paolo Gentiloni, ha tenuto a precisare che in questa fase "sarebbe un grave errore" un intervento militare della coalizione in Libia.Per cortesia togliete quest'uomo dal governo.E' completemaente inadeguato nei fatti.Non serve a nulla.E' un'umiliazione nazionale.Che se ne vada tra le braccia di mammina.Per cortesia.

Gaby

Ven, 15/01/2016 - 22:30

ci sono i soldi per farli volare ?

fert64

Ven, 15/01/2016 - 22:34

MxxxxxA SIGNOR TENENTE.............LI ABBIAMO TERRORIZZATI!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 16/01/2016 - 00:26

Da quando in qua le azioni militari vengono sbandierate ai quattro venti? La prima regola di guerra è quella di non far conoscere al nemico come ci si intende muovere. Hanno informato i nemici sul tipo di aerei che manda loro contro e da dove provengono. Gli diranno anche l'ora in cui si leveranno in volo? DOBBIAMO RASSEGNARCI A CONVIVERE CON L'ESTREMA OTTUSITÀ DEI NOSTRI ABUSIVI GOVERNANTI.

19gig50

Sab, 16/01/2016 - 00:55

Quattro caccia?! Ca@@o è un'invasione!!

Jimisong007

Sab, 16/01/2016 - 01:16

Ah, solita comparsata

Luigi Farinelli

Sab, 16/01/2016 - 01:41

"Un grave, sciagurato errore" è stato il precedente intervento militare (quello si!) gestito da nostri "partners" in fregola di seminare "fiori di primavera" per raccogliere poi (loro) frutti in "estate" (a spese dell'Italia). Certo, un intervento deve essere concordato col governo libico legittimo (di Tobruch) e a questo proposito la "lungimirante" Clinton (consigliera di Obama il quale probabilmente non sa neanche dove sia situata la Libia) ha visto bene di dichiarare legittimo quello di Tripoli, contrapposto a quello di Tobruch, tanto per rendere la vicenda più appassionante. l'Italia non ha la pretesa di governare il mondo (se vorrà farlo non prenda lezione da certi "maestri" francesi, britannici e USA, simili a elefanti in una cristalleria) ma ormai è ora di darci dentro con pochi "se", "ma", "però" o, peggio, tirando il sasso per poi nascondere la mano.

Marcolux

Sab, 16/01/2016 - 02:03

Li butteranno giù con una sassata! Facciamo ridere, se non pena!

mila

Sab, 16/01/2016 - 03:22

@ BenFrank -Ho letto che per avere le bombe ci vuole l'autorizzazione della NATO.

mila

Sab, 16/01/2016 - 05:16

L'ultima notizia e' che andremo a prendere i migranti con gli aerei fino in Libano.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Sab, 16/01/2016 - 05:51

Si quattro caccia, mi pare giusto , per briscola e tresette bisogna essere in quattro.

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 16/01/2016 - 06:20

Se polizia e carabinieri, non hanno armamenti adeguati par combattere la criminalità, """MI CHIEDO COSA VADANO A FARE QUESTI CACCIA"""!!! Dimenticavo non dimenticate di dare ai piloti il retino per prendere le farfalle !!!

Duka

Sab, 16/01/2016 - 06:42

MA IL BULLO NON DISSE CHE L'ITALIA NON SAREBBE INTERVENUTA ??? Mi chiedo perchè questo boy scout continua a parlare a ruota libera senza ben sapere che cosa dice ??? Non potrebbe starsene zitto ??

vraie55

Sab, 16/01/2016 - 07:37

Non e' l'Italia, che non esiste ..

Nonlisopporto

Sab, 16/01/2016 - 08:09

bene abbiamo informato il nemico

Ritratto di thunder

thunder

Sab, 16/01/2016 - 08:21

Aerei degli anni 90 ?!?.... siamo nel 2016,aerei sviluppati + di 30 anni fa.Questi si che fanno paura! ahhaa hahah haha.

MassimoR

Sab, 16/01/2016 - 08:47

amx... vecchi rottami inutili

Ritratto di onollov35

onollov35

Sab, 16/01/2016 - 09:16

Non va mai bene niente vero Italiani? Lo volete capire che siamo stati già minacciati?

Aleramo

Sab, 16/01/2016 - 09:46

L'Italia non deve limitarsi a prove dimostrative in Libia. La Libia è stata italiana ed è ancora una nazione strategicamente ed economicamente fondamentale per noi. Dobbiamo intervenire con coraggio, autorevolezza e decisione, tutte qualità che spero i nostri governanti trovino al più presto. I parà della Folgore non sono certo da meno della Legione Straniera.

timoty martin

Sab, 16/01/2016 - 09:59

Sono pronti... ma stanno a guardare!

maxxx666

Sab, 16/01/2016 - 10:16

I nostri aerei sono dotati di un'arma micidiale. Si tratta di un cannone spara ca**ate, le munizioni arrivano direttamente da Montecitorio dove ne fabbricano a milioni ogni giorno e sono in grado di fare strage d'intelletto tra le persone che ne vengono bersagliate. Sono armi infallibili testate da almeno 70 anni sugli italiani.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 16/01/2016 - 10:54

"non sono in assetto di bombardamento (hanno solo le armi per la propria difesa) bensì da ricognizione." Punto qualificante di ogni nostro intervento: essere rigorosamente disarmati.Mi chiedo per quanto tempo ancora dovremo sopportare queste melense pagliacciate.

roseg

Sab, 16/01/2016 - 11:05

onollov35 e questo,secondo tuo giudizio, schieramento di forze ahahah,farebbe da deterrente intimorendo gli avversari,in poche parole come prescrivere aspirina ad un malato erminale di cancro.

maxxx666

Sab, 16/01/2016 - 12:06

L'AMX ha problemi strutturali, manca di potenza e non può fare manovre evasive (bruschi cambi di traiettoria). Praticamente è un CESNA travestito da caccia.