Emiliano, offerta di pace a Renzi: "Pronto a rinunciare alla scissione"

Il governatore della Puglia tende un ramoscello d'ulivo al segretario che fino a ieri voleva scalzare: "Se facciamo insieme la campagna per le amministrative..."

Graziano Delrio, fedelissimo di Matteo Renzi, si lascia scappare un fuorionda in cui afferma che l'ex premier "non ha fatto neanche una telefonata per evitare la rottura" con gli scissionisti del Pd e a Michele Emiliano non pare vero di potercisi avventare sopra in men che non si dica.

Il governatore della Puglia si precipita a commentare su Facebook il siparietto andato in scena stamane con protagonista Delrio e affonda il colpo dove sa che fa più male: "Visto che Renzi non chiama nessuno per evitare la scissione adesso provo a chiamarlo io. Spero mi risponda e che si possa concordare in amicizia una soluzione che stia bene a tutti."

Poi arriva quello che suona proprio come un ultimatum: "Gli diró che con la conferenza programmatica e l'impegno a fare insieme la campagna elettorale delle prossime amministrative si possono fare le primarie in armonia a fine settembre dando tempo a tutti di girare l'Italia tra i circoli del PD affamati di politica e di discussione. Se Renzi mi dirà sì io non parteciperò ad alcuna operazione di scissione".

Ancora silente, per il momento, il diretto interessato, cioè Matteo Renzi. Tutti attendono di scoprire se accetterà l'offerta di Emiliano - e soprattutto come prenderà l'uscita di Delrio.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 17/02/2017 - 16:51

La "pace" conviene. Tiremm innanz.

Paolo Fanfani

Sab, 18/02/2017 - 01:23

Bersani ad es,Il Referendun ha dimostrato che gli oppositori interni del PD agiscono solo in funzione del no, personale ed egoistico, a Renzi. Non hanno saputo resistere a fare un atto "antirenziano" a scapito dell'interesse del Paese; esattamente come hanno fatto coloro che, da destra o sinistra, hanno votato no. La riforma costituzionale conteneva una riforma utile al Paese; i loro avversari hanno preferito abbattere Renzi piuttosto che servire il Paese. Questa è la riprova che, alla fin dei salmi, la nostra politica ha di mira il potere ma non necessariamente l'interesse del Paese.Spero fermamente che almeno il PD dia prova di voler servire il Paese (Dalema è certamente irrecuperabile, ma altri(Emiliano e Bersani ad es.) possono ancora dare qualcosa agli Italiani. Fiorza PD, rimani unito. Ed a forza Italia dico, scrollati di dosso qualche altro pezzo "bacato" e non sarai certo disprezzato se farai un Governo con PD.

LostileFurio

Dom, 19/02/2017 - 08:41

Ma toglietevi dai piedi. Ma salvate l'Italia:ANDATEVENE!