Ercole Incalza resta in carcere

Per il gip restano le esigenze cautelari per l'ex capo struttura di missione del Ministero delle Infrastrutture

Ercole Incalza resta in carcere. Il gip di Firenze ha respinto infatti la richiesta di scarcerazione avanzata dai difensori dell’ex capo struttura di missione del Ministero delle Infrastrutture.

In base a quanto si apprende il gip Angelo Pezzuti avrebbe riscontrato la permanenza delle esigenze cautelari e dei motivi che hanno portato alla scelta dell’arresto, avvenuto lo scorso 16 marzo insieme a quello dell'imprenditore Stefano Perotti. Ai domiciliari sono invece finiti il collaboratore di Incalza, Sandro Pacella e un altro imprenditore, Francesco Cavallo. Tutti sono indagati nell'inchiesta sulle tangenti per le Grandi Opere.

Commenti
Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Mar, 24/03/2015 - 12:23

non a caso si chiama incalza.....