La faccia feroce non basta

Nonostante tredici ore di vertice e un lungo comunicato salutato all'alba come l'atto di pace dentro l'Europa, la guerra tra i Paesi sull'accoglienza e la gestione degli immigrati continua

Adesso bisognerà capire chi dormiva e chi era sveglio, chi era stanco e annebbiato e chi no. Ma soprattutto tra Macron, la Merkel, il nostro Conte e gli altri premier europei bisognerà capire chi ha preso per i fondelli chi. Perché, nonostante tredici ore di vertice e un lungo comunicato salutato all'alba come l'atto di pace dentro l'Europa, la guerra tra i Paesi sull'accoglienza e la gestione degli immigrati continua come prima, se non più ferocemente. E, a quanto pare, nulla nei fatti è cambiato.
Se così fosse - e tutto lascia intendere che sia così - quel pezzo di carta sottoscritto al termine della notte dei lunghi coltelli è soltanto lo scotch che tiene formalmente insieme un'Unione ormai incapace di trovare, soprattutto in tema di immigrazione, il benché minimo accordo.
Il giocattolo non si è rotto, ma neppure aggiustato. Si resta nel limbo e dall'euforia dell'alba si è passati allo scetticismo della mattinata, fino al pessimismo del pomeriggio. Perché, al di là dei proclami, l'Italia continuerà ad essere l'accampamento degli immigrati, a meno che qualche Paese ci dia volontariamente una mano. Cosa da escludere, stando alle prime dichiarazioni post vertice dei parenti serpenti, Francia in primis.
Questa storia non lascia ben sperare per il futuro. Perché un conto è lanciare ultimatum e proclami attraverso le agenzie di stampa, altro è trattare alla pari con i grandi della Terra. E qui il nostro premier ha dimostrato tutta la sua inesperienza e debolezza, coccolato a parole, ma ignorato nei fatti. Come dire: in queste settimane abbiamo scherzato. Non ci sarà la ridistribuzione automatica e obbligatoria tra i Paesi dell'Unione dei disperati che toccano per primo il suolo italiano. Non ci saranno gli aiuti e i soldi promessi. E chissà per quanto riusciremo a tenere duro - su quello sì decidiamo noi - sulla chiusura dei porti. La spallata populista all'Europa non c'è stata, al massimo un pizzicotto. Segno che la strategia dell'attacco frontale è sbagliata o, comunque, c'è una enorme sproporzione tra gli annunci e i risultati.
Adesso, se non vogliamo rimanere al palo, dobbiamo riannodare i fili del dialogo. Ci vuole pazienza, ma soprattutto esperienza, il requisito su cui il nostro giovane ed esuberante governo è assai debole. Che almeno di questa musata si faccia tesoro per quando, a breve, si andrà a trattare sui conti. Se ci fregano anche lì, allora sì che saremo fregati davvero.

Commenti
Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Sab, 30/06/2018 - 15:44

Per gli schiavi in Europa ormai ci sono solo posti in piedi. Stop, tutto esaurito, non ce n'è più bisogno, grazie, l'operazione si è chiusa in perdita. Nessuno si è integrato ed al momento giusto, integralisti o no, corrono tutti sotto la tonaca dell'imam. Sono islamici. Quaccheri hamish avventisti del settimo giorno o testimoni di Geova non si comportano come loro. Quindi qualcosa di speciale ce l'hanno, o no? La redistribuzione è una barzelletta che non fa ridere. Come Grillo. In Europa l'Italia è considerata Africa del nord e la faccenda migranti o rifugiati è un problema italiano quindi. Non fosse così avremmo avuto un'Italia meridionale capace di negoziare con tutta l'Africa del nord nei secoli, da Gibilterra a Suez. Parigi non l'ha mai consentito, Reggio Bari Palermo Tunisi o Tripoli per Parigi pari sono. Comandano loro.

Ritratto di sepen

sepen

Sab, 30/06/2018 - 15:47

Dissento. Come Lei stesso scrive la UE è alla canna del gas, e (parole sempre sue) lo è a causa dei vari Merkel, Macron (Juncker, Sarkozy, Schultz, l'elenco è lungo). Ora, con un organismo ormai in stato comatoso, non si ragiona. Esattamente come un animale ferito e moribondo, è feroce, imprevedibile. Quindi ci sono 2 opzioni: lo lasci morire, o lo finisci per evitare inutili sofferenze a lui, e rischi a chi gli sta attorno. E qui sta il punto: chi gli sta attorno siamo noi, coi nostri conti in banca e le nostre case, famiglie eccetera. La morte della UE significa la mosrte nostra, a meno di ruscire a scendere in tempo al treno in corsa verso il baratro (nella speranza di non farsi troppo male...)

Ggerardo

Sab, 30/06/2018 - 15:49

Strano, Sallusti non parla del principale colpevole di questo fallimento: Salvini. Tutte le sparate che ha fatto, tutti i tweet, tutte le dichiarazioni a cosa sono servite ? Diciamoci la verita': si puo' affidare l'Italia a uno come Salvini ? Pochi giorni sono bastati per dimostrare la sua pochezza, se qualcuno aveva ancora qualche dubbio...

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Sab, 30/06/2018 - 15:51

Egregio Direttore, non sono d'accordo, è già un risultato enorme non essere piegati a 90° dinnanzi a quelli che dovrebbero essere partner europei ed invece hanno gettato la maschera e si sono rilevati per quello che sono dei nemici dell'Italia. Si è anche acclarato che i passati governi ci AVEVANO VENDUTO per degli spiccioli di decimali nel rapporto debito-Pil per potersi permettere gli 80 euro di elemosine pro elettorali. Se non dici di no nei fatti sono tutti felici di dirti che sei bravo è quando ti metti di traverso e curi l'interesse nazionale che le cose cambiano. Oggi sappiamo che il governo difende l'interesse del paese e degli italiani, in un paese di TRADITORI è già tantissimo, mi creda.

Mannik

Sab, 30/06/2018 - 15:53

Bravo Sallusti, c'è arrivato anche lei: la Lega esulta per la vittoria, ma non è cambiato nulla.

Blueray

Sab, 30/06/2018 - 16:49

Calma. Conte sta lavorando bene. Nessuno poteva illudersi che al primo Consiglio europeo avremmo rivoltato l'Unione come un calzino. Noi siamo un Paese uno, e contiamo l'8,2% sulla carta di Nizza e l'11,95% come popolazione, gli altri insieme la differenza a 100! Queste sono le percentuali in Consiglio. Blocchiamo i lavori col no a tutto? Se si va con l'unanimità si può anche fare, e poi? Gli altri non ce la fanno pagare vero? Il PdC ha agito benissimo, in prima battuta ha fatto quello che si poteva e si doveva fare. Il ruolo di Salvini è utilissimo ma in ambito internazionale vigono altri metodi. Ora la foglia l'hanno comunque mangiata tutti, e questo è fondamentale. Si procede.

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 30/06/2018 - 16:52

---sallusti--è stata una debacle enorme per l'italia--e finalmente- dopo i bla bla bla di salvini che ci assediano notte e giorno da quel 4 marzo--abbiamo compreso che di meri ululati alla luna trattasi--il governo italiano ha fatto la figura dell'impiegato fracchia--la belva umana---che si dà coraggio davanti allo specchio--strepita ed urla con contorno di "lei non sa chi sono io "--e poi --al cospetto del capo azienda -scompare nel puff---in un certo senso tutto questo rivaluta in qualche modo minniti--che negli ultimi tempi aveva perfettamente capito che il problema dei migranti l'italia se lo deve risolvere da solo--swag

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Sab, 30/06/2018 - 16:57

Ggerardo, peccato che chi spara sciocchezze è Lei visto che Salvini non è andato a discutere al vertice europeo ma invece c'è andato il presidente del Consiglio, Conte. Se non fosse per Salvini le navi delle ONG avrebbero già depositato a quest'ora qualche migliaio di africani , grazie a Salvini questo non è successo. Poi Salvini non ha mai detto di avere la bacchetta magica ma comunque sbattere fuori dai porti le ONG è già un grande successo.

Michele Calò

Sab, 30/06/2018 - 17:02

Egregio Sallusti, ancora una volta sarà l'Est europeo a salvarci in chiave anti islamica. E ad ottobre a Bucarest si terrà la prima conferenza sul Progetto dei Tre Mari a cui partecipera' anche l'Austria. C'è posto anche per l'Italia. Lo dica anche al suo datore di lavoro ancora convinto (?) che Bruxelles sia in salute. Regards

ohibò44

Sab, 30/06/2018 - 17:11

Caro Sallusti, un signor nessuno (tale era Conte fino a un pochi mesi fa) si preoccupa di mettere in riga Merkel e Macron o si preoccupa di essere riconosciuto come capo di stato per poter ricevere pacche sulle spalle e congratulazioni? Ciaone illusioni

STREGHETTA

Sab, 30/06/2018 - 17:30

L' “ Europa “ non si sarebbe mai dovuta fare. Proprio come l'Italia, non esiste come entità unica se non geograficamente : il che non basta affatto. Politicamente, ovvero come comunità di visioni e di intenti, mai l'Italia è stata fatta davvero ( con buona pace di Cavour ), e oggi meno che mai l'Europa. Solo nelle favole per adulti idioti esistono queste “ vision “ e utopie, perchè è come credere che l'egoismo possa essere estirpato dalla natura umana e sostituito, per un qualche ridicolo accordo o diktat, con gli accordi di violino della fratellanza e della solidarietà. Vada a farsi fottere, l'Europa. Brinderò quando ( anzi se ) riusciremo mai a liberarci da questo cappio mortifero in cui Prodi ( dalla faccia che parla più delle parole ) ci ha infilato e intrappolato. Chiunque creda alla sinistra e alle sue utopie, vada a leggersi la Storia : le utopie della Sinistra non hanno portato che oppressione dei popoli, destabilizzazione del vivere civile, povertà.

Altoviti

Sab, 30/06/2018 - 17:34

Caro direttore non si può essre d'accordo colla sua conclusione:"rianodare i fili": non c'è ninete da dover rianodare, è come chiedere a Pinocchio di rianodare i fili col Gatto e la Volpe. I fili vanno stroncati, dobbiamo fare come ci pare, inviare militari in Libia ed aiutarli a controlla reil loro territorio e ad arrestare i trafficanti con ogni mezzo a disposizione senzachiedere il parere alla UE, l'Unione Empia. e dobbiamo oragnizzare un referendum contro Dublino. Cominciamo a blindare i nostri confini contro il rientro dei migranti che li altri ci vogliono mandare, non sappiamo neanche dove li hanno pescati e da quanto tempo sono da loro, ci possono mandare chiunque anche quelli entrati via aerea da loro.

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Sab, 30/06/2018 - 17:51

Il governo italiano non abbisogna di alcun accordo, proposta, nuovo regolamento, o altre porcate politico-burocratiche. Il governo italiano deve chiudere il capitolo immigrazione abusiva semplicemente annullandola ai confini, chiudendo i porti e rimpatriando sollecitamente. E deve farlo sulla base che i confini italiani sono italiani e su di essi mantiene la piena sovranità e controllo fottendosene di trattati, accordi, determinazioni o leggi del mare e di tutto il resto. L'unione europea non c'entra sui confini. Il governo deve accumulare un vantaggio in termini di tempo, rimpatri, blocchi dell'abusivismo e della pirateria. Mi meraviglio che Conte abbia partecipato a questo incontro inutile. O si fanno le cose davvero o altrimenti si gioca e si perde tempo. Nessun accordo. Gli altri se ne sono fottuti per decenni. Ora aspettano i comodi italiani.

oracolodidelfo

Sab, 30/06/2018 - 18:32

Michele Calò, personalmente, prima passerei a salutare Putin. Ricordiamoci che la Russia ha sempre fermato le invasioni e sconfitto i loro capi: quella di Napoleone e quella di Hitler. Ha pure messo a cuccia i terroristi in Caucaso. Come? Probabilmente pagando le persone giuste. Anche i muslims sono attratti dallo "sterco del diavolo". Se Vladimir l'ha fatto, è stato comunque conveniente per tutti.

GPTalamo

Sab, 30/06/2018 - 18:37

Concordo perfettamente con elkid. L'Italia il problema dei migranti lo deve risolvere da sola, non aspettiamoci "aiuti" dall'Europa. Non "prostituiamoci" con gli aiuti finanziari, non sarebbe dignitoso per la nostra cultura.

sparviero51

Sab, 30/06/2018 - 19:02

NON SI PUÒ GOVERNARE PENSANDO DI ESSERE IN ONDA SULLA CORRIDA !!!

Ritratto di krakatoa

krakatoa

Sab, 30/06/2018 - 19:05

Chi viene eletto a rappresentarci non deve Mai dimenticare quale è la volontà del popolo che lo ha eletto, gli italiani sono stati chiarissimi nel voto , la gente si e rotta le ... , interessi,ideologie personali e di partito vengono dopo gli interessi del paese,chi non è all'altezza venga messo da parte, oltre alle stagioni anche la gente cambia ,e i politici sembrano essere gli ultimi a capirlo.

VittorioMar

Sab, 30/06/2018 - 19:08

..essere contrari a questo Governo a prescindere.ci può stare ma ...se la MERKEL è in difficoltà a collocare i migranti nei 14 PAESI di "buona volontà"....che hanno risposto PICCHE come farà a contenere il suo Ministro SEEHOFER ???..se i Porti restano chiusi....si può iniziare ad Espellere!!!

opinione-critica

Sab, 30/06/2018 - 19:17

La faccia feroce senza metodi feroci di sicuro non basta...

edo1969

Sab, 30/06/2018 - 19:21

È il preludio di uno strappo totale. Di uno smottamento interno all’Europa quale esiste oggi. L’attuale governo italiano è ancora troppo penalizzato da una debolezza d’origine. In compenso si andrà a votare di nuovo, relativamente presto. E l’Italia scivola su una china pericolosa, o forse di rinnovamento doloroso, terribile ma infine liberatorio e necessario. Emergerà qualcuno al cui confrnto Salvini parrà un ipermoderato. State attenti, stia attenta l’Europa tutta.

Ggerardo

Sab, 30/06/2018 - 19:28

Il capo e' Salvini, Conte e' un fantoccio, Di Maio non pervenuto. Il fallimento di fare la voce grossa con Malta (!), di chiedere per favore all'Europa di accogliere qualche centinaio di poveracci e di farsi sbattere la porta in faccia dal suo amico, modello e Idolo (Orban) e' tutto di Salvini. Un poveraccio che nessuna ditta avrebbe mai fatto lavorare (e infatti non ha mai lavorato), figuriamoci se gli si puo' dare in mano il destino dell'Italia

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Sab, 30/06/2018 - 19:50

elkid, Minniti contiuava a fare arrivar ele ONG, Salvini le ha bandite dai nostri porti, un grande risultato che fai finta di ignorare visto che dici tutto come prima, falsità !

giosafat

Sab, 30/06/2018 - 20:04

Riannodare i fili sarebbe il più grossolano degli errori che potremmo fare. E' il momento invece, visto che con le buone non se ne viene fuori, di alzare i toni e cercare lo scontro e non credo che Salvini, al prossimo, a breve, consiglio dei primi ministri europei farà passare in cavalleria questo accordo. Saranno, se non lampi, almeno scintille...

STREGHETTA

Sab, 30/06/2018 - 20:18

Gentile Contenextus… quanto si fa presto a parole a trovare le soluzioni! Magari fosse così semplice! Perché tutto l'enorme lavoro che le sue dritte implicano presuppone un dispiego di forze ( organizzatissime e rispondenti a un unico responsabile decisionale )che non abbiamo e non potremmo neanche mettere in piedi. Salvo trasformare quello che è solo un povero paese " civile " in un territorio militarizzato che vive per far fronte ai " migranti ". Sono di fatto degli invasori abusivi e incontrollati, ma possiamo noi vivere solo di loro? Ci rendiamo conto che, grazie al buonismo e alle porte spalancate dei governi e dei lunghi anni precedenti, ormai di Italia e dei suoi problemi non si parla più, ma SOLO di loro, degli africani e musulmani?

elpaso21

Sab, 30/06/2018 - 21:19

Poi anche dopo aver riannodato i fili del dialogo salterà fuori che non si è ottenuto nulla e ciò significherebbe ancora una volta che il nostro premier si è dimostrato debole. Ma finiamola con questo atteggiamento rassegnato espressione soltanto di un modo di ragionare da sconfitto in partenza.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 30/06/2018 - 21:49

Se siamo finiti sprofondati nella melma non è colpa dell'attuale governo che con il ministro pro tempore cerca in tutti i modi di cavarsela senza aggravare ulteriormente l'onere al popolo italico sovrano e obtorto collo contribuente.

yorick

Dom, 01/07/2018 - 00:48

Sì la faccia feroce non basta.Ma:1)C'è la possibilità di un accordo equo oppure nessuno vuole rinunciare alla protezione dello Stato di Primo Ingresso?2)Salvini ha fatto il gradasso?Forse ha straparlato ma ha sparigliato le carte ha fatto venire fuori il marcio.3)Conte è assolutamente inadeguato e anche se è stato accompagnato da Moavero(sì?)allora la faccenda è ancora più grave e anche puzza.4)Che fare?Accettare le briciole e una manata sulla spalla?Oppure cercare di fare pagare caro e in maniera profittevole ogni nostro atto? 5)Chi ha firmato questi trattati capestro?E con cquale criterio? Perchè i firmatari non vengono chiamati a rispondere dei loro atti? Che futuro avrà l'Italia: un campo di concentramento dove noi stessi saremo prigionieri?Un bancomat per finanziare l'Unione? Una vittima sacrificale da umiliare e impoverire attentando ai nostri risparmi e alla nostra casa?Come ci difenderemo?

oracolodidelfo

Dom, 01/07/2018 - 09:38

Yorick 00,48 - sto ancora cercando di scoprire chi ha firmato e certificato, il falso bilancio, che la Grecia ha presentato per entrare in UE. So che l'operazione fu curata dalla Goldman Sachs che ci guadagnò 300 milioni di dollari. Chi vuole informazioni può digitare www.isoladiavalon.eu/goldman-sachs-e-italia/ Ah..!! a poter vedere quelle firme!

elpaso21

Dom, 01/07/2018 - 10:07

"E qui il nostro premier ha dimostrato tutta la sua inesperienza e debolezza": ma cosa doveva fare per non dimostrarsi inesperto e debole?? Mi pare che l'unica strategia possibile (anche battendo i pugni sul tavolo) sia quella di dimostrarci fermi sulle nostre posizioni senza cedere di un solo passo anche a costo di rimetterci. Intanto il presunto accordo è stato un accordo-farsa tanto per poter dire che se ne è fatto uno. Non abbiamo sottoscritto nulla, e anche fosse non faremo nulla per imposizioni esterne. I tempi dei lustrascarpe sono finiti. Ma poi quando mai si stipula un accordo in tre ore. Sono solo linee guida. E poi non siamo più ai tempi del Pupazzo o del PD. Il Governo non farà passare nulla che non ci convenga. (secondo invio)

elpaso21

Dom, 01/07/2018 - 10:11

"al di là dei proclami, l'Italia continuerà ad essere l'accampamento degli immigrati": ma basta Sallusti con questi atteggiamenti da rinunciatario. Rialzi la testa. Più grinta.

Ritratto di gianky53

gianky53

Dom, 01/07/2018 - 10:30

La sola cosa che possiamo fare caro Sallusti è prendere atto che i nostri diritti li possiamo difendere solo noi, che questa europa indecente è meglio affondarla che sopportarla, finora noi abbiamo solo pagato e siamo stati trattati come servi se non peggio. Ci vuole coraggio, certo, quello non ce lo può regalare nessuno, dobbiamo arrangiarci. Se come dicono l'europa non è tale senza l'Italia qualcuno che finora ha fatto solo i propri interessi lo deve dimostrare nei fatti. Altrimenti ci possiamo sicuramente arrangiare, meglio poveri con le mani libere e con la nostra capacità, il mondo non è solo questa europa a trazione franco-teutonica. Pensino a scaldarsi, fino a quando Putin gli darà il gas.

gpl_srl@yahoo.it

Dom, 01/07/2018 - 10:59

nei commenti si parla di una lega esultante! ma proprio non è mai stato cosi falso perche solo la sinistra ha esultato per il mancato accordo! e la sinistra è la stessa che deve stare assolutamente zitta dato che in questi ultimi otto anni non ha assolutamente mai fatto nulla per migliorare una situazione da lei stessa organizzata in assoluto malo modo!

DemetraAtenaAngerona

Dom, 01/07/2018 - 11:22

A proposito delle 12 motovedette di Salvini Parla l'ammiraglio libico Qassem"Si tratta di gommoni che non ci serviranno a nulla e che non useremo: li respingiamo e chiediamo all'Italia di chiarire le sue posizioni e che intenzioni abbia perché ancora non lo abbiamo capito", ha dichiarato Qassem. "Vogliamo sapere quali aiuti darà il governo italiano alla Libia e si tratterà di aiuti concreti o solo di pura propaganda, visto che i gommoni annunciati sono più piccoli delle imbarcazioni che usano i trafficanti". L'ammiraglio è convinto che "l'Italia voglia fare i propri interessi sfruttando la Libia e il popolo libico".

acam

Dom, 01/07/2018 - 12:05

nessun si é straccito le vesi per la donna incinta di bardonecchi mora di parto perch la francia sulla terra ferma non l'ha voluta far entrare in un suo ospedale piu vicino il sgnor el Kid non ha proferito parola mi sembra- i francesi diversmente da noi son fetenti li si sente da lontao noi vomitimo a caus del lor fetor non é vero?

edo1969

Dom, 01/07/2018 - 12:27

elkid certo, questo rivaluta minniti e alle prossime elezioni voteremo tutti PD e vissero tutti felici e contenti. Adesso però fai il bravino torna a nanna eh, dai.

giangar

Dom, 01/07/2018 - 12:30

@Maximilien1791 Sab. 30/6 19:50 - Forse le sfugge che, dopo la firma del protocollo Minniti 7 delle 11 ONG operanti nel Mediterraneo hanno abbandonato lo scenario. Calcoli lei quanti sbarchi in meno. Del resto,se gli sbarchi sono diminuiti del 75%, qualcosa sarà pur stata fatta. Non tutto è cominciato con Salvini. A parte i circa mille migranti della Acquarius e della Lifeline, gli sbarchi di giugno sono perfettamente in media con quelli dei mesi precedenti.

edo1969

Dom, 01/07/2018 - 12:32

siamo solo all’inizio, più le élite macroniste ci mettono all’angolo con spocchia e saccenza, più gli Italiani faranno saltare tutto, e non solo gli Italiani, via via l’Europa intera salta, il movimento tellurico percorrerà Italia, Austria, Paesi dell’Est e poi il colosso Germania. Wir sind das Wolk. L’Europina franco-francesina del gerontofilo dell’eliseo e dei podemos ma vedremos spagnoli, o delle svedesine con le bocche aperte, finirà che se ne rimarrà sola soletta a darsi lezioni di alta democrazia allo specchio.

vottorio

Dom, 01/07/2018 - 12:36

Merkel e Macron, i due boss della UE ovvero i due furbetti del quartierino, questa volta forse per abitudine e senza rendersi conto, hanno superato ogni limite che avvicinerà l'Europa alla sua fine.

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 01/07/2018 - 14:31

Direttore Sallusti, lei dice che l'Italia continuera` ad essere l'accampamento dei migranti. Vede, io gia`2 o 3 anni fa - un'era geologica per la velocita` dell'evoluzione politica di questo Paese ultimamente - avevo commentato piu` volte il mio stupore per la strategia, per cosi` dire, di Berlusconi, nel lasciare alla Lega l'iniziativa della lotta all'invasione. Mai Berlusconi ha espresso una posizione al riguardo, lasciando a Salvini, e al Giornale, la leadership di questa battaglia. Sarebbe interessante capire le ragioni di quella scelta. Forse dettata dal PPE?

yorick

Dom, 01/07/2018 - 23:31

Io ricordo che Giuliano Amato, non so se durante il Governo da lui presieduto ( quello del colpo sui conti correnti) o in tempi comunque vicini all'epoca in questione, aveva gettato l'allarme che 1milione di africani erano pronti a sbarcare in Italia.Dunque la questione ha tempi molto lunghi di operatività e mi sembra provi due cose:1)Che sin da allora nessun Governo ha preso sul serio misure organiche di contrasto ma-passata l'immediata paura- hanno continuato a firmare Trattati capestro;2)Che le organizzazioni criminali o politico-criminali già da allora avevano un piano ben definito.