Fatture elettroniche, Forza Italia: "È caos: direttore Entrate si dimetta"

Galeazzo Bignami, onorevole di Forza Italia: "Non ci vengano a dire che i disservizi sono normali, perché questi burocrati, che non hanno la benché minima idea di come funzioni il mondo"

Che l'arrivo della fattura elettronica sarebbe stato un "caos" Galeazzo Bignami lo aveva detto in tempi non sospetti. Era il 3 ottobre scorso quando, in Commissione Finanze della Camera, il deputato di Forza Italia faceva notare al direttore dell'Agenzia delle Entrate che sull'applicazione della norma regnava ancora la confusione.

Oggi, a quasi una settimana dalla "rivoluzione" che ha investito imprese, partite iva, artigiani e autonomi, da più parti sono arrivate lamentele per le numerose problematiche. "Ci risultano segnalazioni di utenti — ha spiegato il presidente dell' Associazione dei commercialisti, Marco Cuchel — che, collegandosi al portale Fatture e corrispettivi dell’Agenzia delle Entrate, visualizzano il messaggio 'Il sistema non è al momento disponibile, ci scusiamo per l’inconveniente e si prega di riprovare più tardi'". E anche per il Codacons si è venuto a creare un "caos fiscale" senza precedenti.

L'Agenzia delle Entrate, dal canto suo, rispedisce al mittente le critiche e nega problemi tecnici ("Nessuna anomalia sul server Sogei"). Anzi: per il Fisco su 2,8 milioni di e-fatture emesse, la percentuale di errore è stata solo del 6%. Eppure c'è chi ha registrato dei disagi. Come gli autonomi che si sono rivolti all'onorevole Bignami, il quale già lo scorso 3 gennaio chiedeva le dimissioni del direttore del Fisco, Antonino Maggiore.

"Avevamo in ogni sede e circostanza evidenziato - spiega il deputato di Fi - come l’imminente avvio della fatturazione elettronica fosse accompagnato da una notevole difficoltà, sia in ordine al trattamento dei dati in relazione alla privacy – come evidenziato dal Garante –, sia in ordine alla sostenibilità dei flussi informatici che Sogei sarebbe stata costretta a sopportare". Non solo. Bignami si aspettava che "la piattaforma dell'Agenzia delle Entrate" sarebbe andata "immediatamente sotto stress" nei primi giorni di gennaio.

I timori, secondo l'onorevole, si sono verificati. "Decine e decine, per non dire centinaia di operatori, ci segnalano come il sistema sia andato in tilt più volte e come si realizzino dei veri e propri blocchi dell’operatività dello strumento, rendendo così impossibile l’invio e la ricezione di fatture". Ed è per questo, per il blocco alla "circolazione della ricchezza nel nostro Paese" che, secondo Forza Italia, il direttore dell'Agenzia "dovrebbe dimettersi".

"Aveva offerto totali garanzie di funzionamento del sistema - attacca Bignami - Non ci vengano a dire che i disservizi sono normali, perché questi burocrati, che non hanno la benché minima idea di come funzioni il mondo, devono imparare che gli errori si pagano e che le conseguenze di aver allestito, tra l‘altro in modo inadeguato, questo sistema perverso non si possono far ricadere su imprenditori e partite Iva. È bene che inizino a rispondere dei propri errori: dimissioni immediate!"

Commenti
Ritratto di adl

adl

Dom, 06/01/2019 - 18:52

Grande Sorella Fattura Elettronica è stata proposta da Gentiloni ma è stata disposta dal governo ROSSO VERDE E GIALLO, pertanto Bignami ha ragione da vendere, ma il potere di SPOIL SYSTEM non lo ha lui ma il governo CHE STA DALLA PARTE DELLA BUROCRAZIA FISCALE e contro le imprese. E lo spelacchio FATTURA ELETTRONICA, è uno SPELACCHIO di GOVERNO sul quale il Sergente ha chiuso occhi orecchi e naso !!!!!!!

venco

Dom, 06/01/2019 - 19:30

La fattura elettronica è un regalo a chi lavora in nero.

Ritratto di gian td5

gian td5

Dom, 06/01/2019 - 22:01

Ah, per le Agenzia delle Entrate un errore di "solo" il 6% è accettabile? E allora perché mi hanno contestato un errore sulla mia denuncia dei redditi di "solo" il 0,5%?