Festa di D&G a Napoli, ​è bufera su De Magistris

De Magistris non fa pagare a D&G l'occupazione del suolo. E finisce sotto attacco. Ma la maison ha già donato alla città un mucchio di soldi

Dolce & Gabbana festeggia i trent'anni di attività. Lo fa a Napoli, durante una tre giorni di sfilate per strada, cene di gala, ospiti eccellenti e temporary shop. L'appuntamento è stato fissato dal 7 al 10 luglio. A benedire l'evento ci sarà persino Sofia Loren. Ma in città è montata la polemica dopo che Fanpage ha pubblicato la delibera del Comune di Napoli che concede al colosso della moda l'occupazione del suolo pubblico gratuitamente. "La perdita per le casse del Comune - dicono - ammonta a 37mila euro".

La Ragioneria lo aveva avvertito. Ma Luigi De Magistris ha tirato dritto. Gli aveva messo nero su bianco tutte le criticità: "Si esprime parere non favorevole anche alla luce del disavanzo risultante dal consuntivo 2015". Non essendo vincolante, il sindaco ha comunque deciso di autorizzare Dolce & Gabbana a "occupare a titolo gratuito porzioni di suolo pubblico". "Trattasi di occasione imperdibile per l'immagine della città che sarà veicolata in tutto il mondo e avrà una ricaduta mediatica e turistica esponenziale". Una scelta che ha fatto montare una polemica a non finire. Con Fanpage che accusa il sindaco di penalizzare le casse cittadine e di creare problemi al traffico cittadino. "Le strisce blu a pagamento della sosta non saranno agibili, idem le piste ciclabili che sussistono nell'area del party, così come sarà il Comune a dover pagare eventuali pulizia stradale (Asia) e il servizio di Polizia Municipale incaricato di deviare il traffico (il massiccio dispositivo messo a punto in conferenza dei servizi è stato reso noto ieri) - si legge - l'organizzazione ha perfino chiesto di allungare temporaneamente il Pontile dei Bagni Elena di Posillipo, cosa possibile solo previa autorizzazione della Sovrintendenza e di ottenere una deroga all'impatto acustico per sfilate e super-party vip".

In realtà, come riporta il Corriere del Mezzogiorno, Dolce & Gabbana pagherà il Comune di Napoli. "L'occupazione del suolo è un gentile omaggio del Comune di Napoli - si legge - ma la maison pagherà circa 40mila euro per far fronte a servizi accessori di polizia municipale e netturbini. Una cifra cui si deve aggiungere una donazione di 50mila euro per la zona dei Decumani e 15mila euro di locazione per Castel dell’Ovo". Non solo. La società che gestisce l'evento è anche intervenuta sul recupero e sulla funzionalizzazione di molti siti storici restaurandoli con fondi privati e pubblicando un libro che racconterà di Napoli nel mondo. Al ministero è, poi, stata versata una locazione per Villa Pignatelli. Senza contare, infine, l'indotto che finirà nelle casse dei negozi e dei bar della zona.

Commenti

Cheyenne

Mer, 06/07/2016 - 11:02

purtroppo stavolta giggino a fatto bene. Fate pagare l'occupazione del suolo pubblico ai negri invasori e sempre più sfrontati

giovauriem

Mer, 06/07/2016 - 11:09

a napoli non c'è nessuna polemica , la città si è messa a disposizione dei due stilisti (che hanno selto la miglior location del mondo)

Basedifference

Mer, 06/07/2016 - 12:31

chi più spende più guadagna.. in questo caso in immagine.. ci saranno i cartelloni del comune.. è marketing ci vuole così tanto a capirlo

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mer, 06/07/2016 - 14:16

IL; SINDACO DI NAPOLI DEMAGISTRIS HA FATTO BENE A PERMETTERE A DOLCE E GABBANA DI FARE QUESTA MOSTRA DI MODA A NAPOLI; MA QUELLO CHE MI MERAVIGLIA É CHE NESSUNO ANCORA ABBIA STRAPPATO AI MODELLI NELLA FOTO GLI ABITI DI DOSSO! É SI PERCHE LA FOTO E STATA SCATTATA A SAN GREGORIO ARMENO NEI QUARTIERI SPAGNOLI; LA DOVE A DETTA DEI BLOGGISTI DI QUESTO GIORNALE SONO TUTTI DEI LADRI! TRUFFATORI! E IMBROGLIONI! É MENO MALE CHE SOLO A NAPOLI CI SONO I LADRI;MENTRE A MILANO; TORINO; FIRENZE É BOLOGNA I CITTADINI PORTANO UNA AUREOLA DI SANTITÁ!!!.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 06/07/2016 - 14:17

Eh, ma trattasi di Giggino quindi opportuno il titolo "...bufera su De Magistris" anche se bufera non c'è.

vale.1958

Mer, 06/07/2016 - 14:27

Fanpage i soliti rincoglioniti!! In miniera dovrebbero mandarli almeno capiscono cosa voglia dire lavorare sti...bip bip bip

giovauriem

Mer, 06/07/2016 - 15:27

pasquale esposito , san gregorio armeno non si trova nei così detto quartiere spagnoli che ha napoli non esistono nella realtà ma solo nella storia , quel nome deriva dal fatto che nel 16° secolo vi erano acquartierati i soldati spagnoli del vicerè don pedro de toledo ,san gregorio armeno(una delle strade più famose al mondo)si trova nella zona più antica di napoli dove ci sono i decumani(con 2.500 anni di storia)e vicino a spaccanapoli , in quella zona in un miglio quadrato c'è tanta bellezza e storia che ci vuole un mese per vederle tutte , non le elenco per mancanza di spazio .

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mer, 06/07/2016 - 16:43

#giovariem.IO; SONO NATO A NAPOLI A 100 METRI DAL DUOMO DI SAN GENNARO! É TU MI VUOI INSEGNARE DOVE É SAN GREGORIO ARMENO?! SPACCANAPOLI?! I DECUMANI?! IO CHE HO BEVUTO "Ó BROR É PURP" PROPRIO A SAN GREGORIO ARMENO É CHE COMPRAVO LE AMERICANE A FORCELLA;TI POSSO PORTARE NEI QUARTIERI DI NAPOLI AD OCCHI CHIUSI PER FARTI CONOSCERE VIA DEI TRIBUNALI! PIGNASECCA! PORTA CAPUANA! É IN QUELLA ZONA CHE DICI TU E CHE É VECCHIA DI 2800 ANNI IO CI BAZZICAVO DA GUAGLIONE! DA SAN BIAGIO DEI LIBRAI FINO A PORTA NOLANA! CORSO ITALIA! É SANTA ANNA ALLE PALUDI!É CARO MIO IO SONO UNO DI QUELLI CHE NAPOLI LA CONOSCE DA CIMA A FONDO! MA COMUNQUE GRAZIE PER L;APPREZAMENTO DELLA MIA CITTÁ!.

giovauriem

Mer, 06/07/2016 - 17:36

pasquale esposito , sicuro che sei stato qualche volta a napoli in gita nella tua vita ? per che di napoli tu non conosci niente , non puoi essere nato a napoli , il corso italia non sta nel centro storico ma in zona scampia , e quando uno dice che la strada dei pastori , san gregorio armeno si trova nei quartieri spagnoli , al massimo ha visto qualche cartolina di napoli, magari vista da castello a mare di stabia .

linoalo1

Mer, 06/07/2016 - 18:17

Ma chi protesta???Forse chi lo ha appena rieletto???Bravi furbi!!Quindi,chi vuole il suo mal,pianga sé stesso!!!!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 06/07/2016 - 19:18

linoalo1: cos'è... una versione alternativa di "...lo avete voluto? Tenetevelo?". Ma ancora credi ai titoli di questo giornale? Non protesta nessuno.

michele lascaro

Mer, 06/07/2016 - 19:26

Caro Pasquale Esposito so che lei è nato a Napoli (città bellissima e nostalgica, da me amata nei miei 6 anni universitari, più di 50 anni fa - abitavo in Via Tribunali e frequentavo tutta la zona tra Policlinico, Piazza Dante e Piazza Bovio, o della Borsa -) (tra parentesi sono sempre d'accordo su quanto scrive), ma le devo dar torto, perché i quartieri spagnoli sono quelli tra Vomero e Via Toledo, alias Via Roma. S. Gregorio Armeno sta in altra zona.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 07/07/2016 - 07:46

#giovauriem.QUANDO; UNA PERSONA É IGNORANTE E NON SÁ LEGGERE UN COMMENTO ALLORA E INUTILE DIALOGARE CON QUESTA; IO NON HO MAI DETTO CHE SAN GREGORIO ARMENO É NEI QUARTIERI SPAGNOLI OPPURE CHE CORSO ITALIA E NEL CENTRO STORICO; MA IO HO SOLO DETTO LA ZONA CHE IO BAZZICAVO DA RAGAZZZO; POI CHE IO NON SIA NATO A NAPOLI QUESTA COSA MI FÁ SCOMPISCIARE DALLE RISATE; PERCHE IO HO ABITATO A VIA MILANO NEL VASTO! AL PONTE DELLA MADDALENA! AL RIONE LUZZATTI! ED HO LAVORATO A PIAZZA MERCATO! AI PONTI ROSSI! ALLA GALLERIA NUOVA! AL MERCATO GENERALE! AL BAR APETINO DI FRONTE AL CARCERE DI POGGIOREALE! É IO MANGIAVO LE PIZZE AL TRIANON! ALLE TRE FIGLIOLE!É DA MICHELE! É A VIA TOLEDO BEVEVO IL CAFFÉ AL KLEFISCH É TU MI VIENI A DIRE CHE IO NAPOLI NON LA CONOSCO?! PERCHE IGNORANTE CHE NON SEI ALTRO IO CON IL MIO NOME SONO NAPOLI!.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 07/07/2016 - 08:05

#michele lascaro. Che, i quartieri spagnoli sono Fra il Vomero e Via Toledo questo io lo só da Bambino, Mentre per S. Gregorio Armeno si entra prima da Piazza Dante PORTALBA per poi scendere al Conservatorio dove ha studiato canto Enrico Caruso mentre a piu o meno di 300 metri cé la strada dei Presepi dove io da ragazzo ho conosciuto Ferrigno Padre,Ma vede che per i Napoletani Doc le Zone di Napoli sono conosciute per i locali dove si mangia bene, É a Porta Capuana c,era il locale "da rafele" di fronte al Mercato "ó buór ó rit" vicino alla Questura si ricorda?!ebbene la io mangiavo una zuppa di pesce oppure Pasta e fagioli favolosi, é a Via dei Tribunali c,erano e ci sono pizzerie che fanno pizze squisite,É io ogni anno devo andare a Napoli perche la nostalgia della mia Napoli non mi lascia mai, STATT BUÓN GUAGLIÓ!.

michele lascaro

Gio, 07/07/2016 - 17:07

Caro Pasquale, grazie delle informazioni su Napoli. Portalba la conoscevo, allora, benissimo, perché come ho scritto, da P. Dante, V. Mezzocannone, Tribunali ecc, era la zona della mia vita. Porta Capuana l'ho frequentata poco, perché i miei studi di Medicina si svolgevano nell'area indicata. Naturalmente, conosciutissime Mergellina, Posillipo e così via, cioè tutta la Napoli Borbonica. Ho amato Napoli quanto il mio paesello in cui sino nato!

michele lascaro

Gio, 07/07/2016 - 17:11

A proposito, Pasquale, c'erano Caflich (non Klefisch alla tedesca) e Van Bole e Feste, pasticcerie di prim'ordine Sono sparite!