Fico rallenta la Tav: "Meglio il Pendolino"

Il presidente della Camera stronca l'opera La truffa del pool: tutti schierati per il «no»

Roma - Roberto Fico si candida come nuovo leader dell'opposizione al governo gialloverde. Il presidente della Camera dice di voler rispettare il suo ruolo imparziale ma ieri dal pulpito di Raitre, intervistato da Lucia Annunziata, ha lanciato i suoi strali contro le scelte del Carroccio e quindi anche contro quelle di M5s che evidentemente subisce l'irruenza dell'alleato leghista. E il suo intervento «politico» è teso proprio a rassicurare l'elettore grillino che si sente «tradito». Fico mostra il volto «duro e puro» del movimento sul no alla Tav che definisce opera antistorica. Tanto superata da preferirle il «vecchio» Pendolino. «Tav è totalmente fallita rispetto alla sua origine. Le previsioni e i dati non sono solo disattesi ma sono assolutamente fuori quota. La Tav non serve. Meglio riprendere il progetto del Pendolino», afferma il presidente della Camera che fa anche riferimento alla commissione per la valutazione costi benefici che dovrà dare il parere definitivo sulla prosecuzione dell'opera. Il ministro delle infrastrutture, l'ineffabile Danilo Toninelli, aveva garantito che tale commissione sarebbe stata imparziale puramente «tecnica e non ideologica». Peccato che a guidarla sia stato chiamato il professor Marco Ponti, docente universitario da sempre contrario alla Tav: al trasporto su ferro ha più volte ribadito di preferire quello su gomma. Una scelta che fu subito stigmatizzata sia dal Pd sia da Forza Italia che avevano sottolineato come Ponti fosse sempre stato contrario alla Torino Lione e che quindi non potesse certamente garantire l'imparzialità. Di questa commissione, nonostante fosse continuamente citata dagli esponenti del governo grillini, non si trovava traccia formale fino a poco tempo fa. Assenza poi spiegata dallo stesso ministero con l'attesa del via libera da parte della Corte dei Conti. Ma ora che questa commissione c'è si scopre che è formata oltre che dal No-Tav Ponti da altri 4 professori che in passato si erano tutti dichiarati contro la Tav. Altro che imparzialità. Sul via libera «forzoso» a Tap e Terzo Valico Fico sottolinea che le promesse fatte in campagna elettorale non sono state mantenute. «Allora si chieda scusa e si vada sui territori fino in fondo a spiegare il perché», insiste Fico.

Il presidente della Camera sul fronte migrazioni prosegue in una direzione opposta a quella del governo. «Dobbiamo firmare il patto globale sulla migrazione per sederci al tavolo e dire la nostra. Starci è importantissimo», insiste Fico facendo infuriare la Lega che ritiene l'accordo «una sciagura» da evitare. E sul tema dell'accoglienza dei migranti marca la distanza con il Carroccio. «Se il sondaggio dice che l'accoglienza dei migranti non tira più, io me ne frego del sondaggio. Perché so che c'è un fenomeno che va governato, non posso cambiare le mie politiche in base a un sondaggio», attacca Fico che poi tira in ballo anche il braccio destro di Matteo Salvini , il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti che due giorni fa ha sollevato un polverone per il suo attacco al reddito di cittadinanza «che piace all'Italia che non ci piace». «Non potrei mai discriminare una persona per la sua idea: mi piacciono tutti gli italiani che esprimono il loro pensiero liberamente» dice che Fico che bolla come «un'ingiustizia» le parole di Giorgetti.

Commenti

claudioarmc

Lun, 17/12/2018 - 08:35

Il suo contributo è scarso ma si sa con i contributi non è a suo agio. Gli piace la lentezza perchè il suo cervello altrimenti non resta al passo.

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Lun, 17/12/2018 - 08:50

Ormai la sinistra è alla canna del gas e per far sapere che ancora esiste si parla addosso affidandosi alle interviste della Annunziata ad uno che conta quanto il due di coppe: Fico in quanto non fa parte del Governo. Di Maio e la maggioranza del suo partito lo considerano un infiltrato della sinistra che, al massimo, può starnazzare come faceva a suo tempo la Boldrini.

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Lun, 17/12/2018 - 08:51

Ormai la sinistra è alla canna del gas e per far sapere che ancora esiste si parla addosso affidandosi alle interviste della Annunziata ad uno che conta quanto il due di coppe in quanto non fa parte del Governo: Fico! Di Maio e la maggioranza del suo partito lo considerano un infiltrato della sinistra che, al massimo, può starnazzare come faceva a suo tempo la Boldrini.

MOSTARDELLIS

Lun, 17/12/2018 - 08:55

E questo sarebbe un rappresentante delle istituzioni? Anzi dovrebbe essere la terza carica dello Stato? Ma se questo tizio è sempre contro le istituzioni e contro il Governo, ma di che stiamo parlando?

lappola

Lun, 17/12/2018 - 09:05

No, è meglio il calesse tirato dal mulo.

Kamen

Lun, 17/12/2018 - 09:17

"Io speriamo che me la cavo",quando discetta sul pendolino si riferisce a quello utilizzato dall'indimenticabile Maurizio Mosca?

mariolino50

Lun, 17/12/2018 - 09:24

Forse il tipo può avere ragione, per la tav occorrono ferrovie fatte apposta costosissime, mentre il pendolino andava a 200 sulle ferrovie normali, che mi pare già un buon andare. Le linee tirrenica e adriatica non saranno mai fatte, detto dalle ferrovie, e figuriamoci le poche trasversali, ovvero la maggior parte dell'Italia non può muoversi in treno abbastanza velocemente, poi bloccano le auto, chi non abita in alcune città, sono meno di dieci, è cittadino di serie C, eppure le tasse le paghiamo anche noi.

Stormy

Lun, 17/12/2018 - 09:40

ma come hanno fatto a dare la terza carica dello stato a sto facocero?

giolio

Lun, 17/12/2018 - 09:41

almeno Grillo il comico ci faceva ridere ,ma... dopo aver partorito i grillini ci fa solo arrabbiare

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Lun, 17/12/2018 - 10:31

Ma cosa ci fa questo al governo?E' un comunista estremo,come fa a stare su quello scranno?

Yossi0

Lun, 17/12/2018 - 10:38

ma no presidente cosa dice, noi del M5S prediligiamo la carrozza agganciata al famoso proverbio chi va piano va sano e va lontano !!!! TAV, auto, aerei sono mezzi da ricchi e vanno disincentivati al più presto anche se i nostri capetti dal comico al tecnico elettronico gli usano abitualmente.

buri

Lun, 17/12/2018 - 10:45

altro salone che sa tutto, principalmente quello nel quale è incompetente

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 17/12/2018 - 10:47

Lasciarlo commentare è d'obbligo: più apre bocca e più procura voti per il "comunista" padano.

polonio210

Lun, 17/12/2018 - 11:02

Ma non scherziamo per favore: va bene il NO alla TAV, ma anche il Pendolino è un mezzo eccessivo e totalmente sovradimensionato in rapporto al progetto di DECRESCITA FELICE. Che senso c'è a prendere un Pendolino, che impiega 10 o 20 ore per fare, ad esempio, 1500Km, quando con una carrozza a cavalli, mezzo questo sì ecologico, ci si possono impiegare 8/10 giorni godendo del paesaggio cogliendo il vero senso della DECRESCITA FELICE.

27Adriano

Lun, 17/12/2018 - 11:03

Fico, fico, perchè perseguiti gli Italiani?

giovanni951

Lun, 17/12/2018 - 13:27

e un pendolo per il boldrino che anche oggi ha sparato la sua sciocvhezza. Proprio come l’originale...la boldrina. E tanti altri ovbiamente.