Finalmente arriva l'esercito: guerra all'Isis in casa nostra

Tolleranza e frontiere aperte sono un regalo a chi vuole il nostro sterminio Per sopravvivere bisogna smantellare i dogmi della sinistra terzomondista

«Siamo in guerra». Lo ripete da ieri il primo ministro francese, il socialista Manuel Valls. E allora ricordiamoci che in guerra tolleranza, arrendevolezza e permissivismo sono tanto perniciose quanto le pallottole nemiche. Sfruttando tolleranza, arrendevolezza e permissivismo il nemico s'insinua tra le nostre linee e ci colpisce alle spalle. Ieri a Bruxelles, nel Belgio, nella nostra Europa, è andata così. Lo Stato Islamico non ci ha colpito sul campo di battaglia, ma sul nostro terreno, quello dove siamo più deboli ed indifesi. Il terreno di un Belgio che da trent'anni convive con le quinte colonne dell'Islam radicale vezzeggiandole nell'illusione di addomesticarle. La prima a ritrovarsi addomesticata e colpita è stata, invece, questa nazione permissiva ed imbelle. Una nazione che ha permesso a quartieri come Molenbeek, distanti un chilometro e mezzo dal centro di Bruxelles, di diventare santuari del nemico.Oggi a Molenbeek, e in decine di piccole Raqqa europee, bisogna avere il coraggio d'individuare, arrestare ed incriminare chiunque risulti colluso con l'Islam violento e radicale. E non chiamiamola intolleranza. Il 7 aprile 79, al culmine della guerra al terrorismo rosso, il magistrato comunista Pietro Calogero non esitò a far arrestare Toni Negri e tutti i capi di quell' Autonomia Operaia considerata contigua e collusa con le Br. Ma l'eliminazione delle «quinte colonne» va fatta anche prevenendone l'infiltrazione. Secondo i servizi di sicurezza europei l'apertura delle frontiere europee a un milione di profughi ha permesso il ritorno in Europa, da settembre a oggi, di centinaia di militanti dell'Isis partiti da Inghilterra, Francia, Germania e Belgio alla volta della Siria. Almeno due di questi viaggiavano a bordo di una Mercedes a noleggio guidata da Salah Abdeslam intercettata, ma non fermata, il 9 settembre scorso alla frontiera ungherese.Se vogliamo combattere una vera guerra dobbiamo quindi smantellare i dogmi suicidi di una sinistra convinta che l'accoglienza vada di pari passo con la mancata identificazione e selezione degli immigrati. Il terzo fronte della guerra evocata dal socialista Valls riguarda i nostri falsi amici. Dal 2011 ad oggi lo Stato Islamico si è avvalso dell'appoggio e dei finanziamenti di stati come Qatar e Turchia. L'Arabia Saudita ha invece armato ed appoggiato decine di fazioni wahabite assimilabili ideologicamente allo Stato Islamico. Tutto ciò senza contare i finanziamenti garantiti dai nostri falsi alleati alle centinaia di moschee europee che predicano l'odio e la violenza sui nostri territori. Per non venir sconfitti dobbiamo quindi rompere con questi falsi alleati e appoggiare quelle nazioni arabe e musulmane come Marocco, Giordania e Algeria decise a combattere con tutti i mezzi lo Stato Islamico. Il quarto capitolo della guerra proclamata dal socialista Valls, quello cruciale per la vittoria va però combattuto sul terreno del nemico. Vladimir Putin in Siria ha impiegato solo 22 settimane per annientare la gran parte delle formazioni alqaidiste e costringere lo Stato Islamico a ritirarsi di 50 chilometri dal fronte di Aleppo. In Iraq e Siria gli Stati Uniti e l'Europa conducono dal 2014 un'inutile guerra di facciata che non ha neppure scalfito le roccaforti del terrorismo. Oggi se vogliamo veramente vincere e sopravvivere dobbiamo trovare il coraggio di combattere il Califfato sul suo terreno. Solo colpendo Raqqa, solo riconquistando Mosul e i territori del nord Iraq sgomineremo la direzione strategica che ispira, guida e finanzia le reti del terrorismo europeo. Ma per riuscire a farlo dovremo ritrovare il coraggio di mandare sul campo i nostri uomini. Perché, come la storia insegna e il nostro nemico sa bene, chi non è pronto a combattere e morire per gli ideali e la civiltà in cui crede non ha mai vinto una sola guerra.

Commenti
Ritratto di yalen

yalen

Mer, 23/03/2016 - 08:21

tutto giusto ma non ho capito chi ha detto che metterà l'esercito. L'Italia? Che ministro ha parlato? Fonte?

antipifferaio

Mer, 23/03/2016 - 08:33

«Siamo in guerra»....Raccontatelo alla baldr..ini...Vi dirà che bisogna integrare di più...Ha ragione SALVINI quando dice che un brano psichiatra è al più presto necessario...anche se io credo più alla criminosità di certi "attegiamenti"....C'è poco da giustificare per motivi "sanitari" ormai...

tonipier

Mer, 23/03/2016 - 08:38

"SE PECORA TI FAI IL LUPO TI MANGIA" In Italia l'Islam è diventata la seconda religione, i minareti svettano accanto ai campanili, i centri di diffusione della cultura islamica si moltiplicano e la Chiesa di Roma non potrà non pentirsi di avere troppo a lungo praticato i principi delle frontiere aperte, dell'universalismo pacifista, di un pietismo piuttosto di convenienza, di aver fatto una commercializzazione di profughi islamici.

Ritratto di Shard

Shard

Mer, 23/03/2016 - 09:00

" ...Il terreno di un Belgio che da trent'anni convive con le quinte colonne dell'Islam radicale vezzeggiandole nell'illusione di addomesticarle. La prima a ritrovarsi addomesticata e colpita è stata, invece, questa nazione permissiva ed imbelle ..." E' lo stesso concetto che ho io, e che anche ieri ho scritto in un commento

alberto_his

Mer, 23/03/2016 - 09:10

Se siete in guerra, come ripetete da mesi, dovete accettare che ci siano atti come quelli di ieri. Se portate le bombe sui civili nei loro paesi, loro le portano nei vostri. Niente di cui indignarsi. Se avete creato e supportato l'ISIS insieme a vostri alleati, palesi od occulti che siano, di che vi lamentate? Rivolgetevi verso chi questo piano destabilizzante (a venire destabilizzato non è solo il MO e il NA, ma anche l'Europa) lo ha concepito e lo sta implementando, non con i poveracci. Inutile dire che le conseguenze degli attentati di ieri non andranno in questa direzione ma verranno utilizzati per giustificare misure e azioni già previste da detto piano. Per quali presunti ideali dovremmo morire?

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mer, 23/03/2016 - 09:17

Caro Gian Lei sta predicando nel deserto, deserto nella testa dei catocomunisti e dei politici di malaffare. Solo il popolo sovrano puo' con una sollevazione totale di scudi correggere le pazzie colpevoli di chi ci sgoverna.

paolonardi

Mer, 23/03/2016 - 09:18

Parole sante Micalessin ma manca qualcosa perche' le falangi jadiste sono forti anche qui. Allora bisogna, altrettanto drasticamente, tutelarci anche nelle nostre nazioni prendendo esempio da quello che fece Roosvelt dopo l'attacco a Pearl Harbor: internare tutti i musulmani per bloccare i cattivi e indurre i buoni ad isolare i primi per i quali adottare pene tali da dissuaderli a reiterare i loro misfatti e a sconsigliare altri a seguirne le orme.

Ritratto di onollov35

onollov35

Mer, 23/03/2016 - 09:26

Gian Micalessin. Concordo perfettamente col Tuo articolo, scritto e interpretato correttamente. Finchè noi Europei non acquistiamo questa consapevolezza di combatterli in casa loro, avremo sempre attentati. Pur non essendo ideologicamente di Sinistra,ammiro molto il Presidente Putin per come ha contrastato gli alqaidisti, mentre noi facciamo guerra di facciata.

carpa1

Mer, 23/03/2016 - 09:27

Solo adesso se ne accorgono quei co....ni (della sx auropea ma non ancora della nostra) che CERCARE VOTI tramite un'integrazione impossibile con etnie che partoriscono e mantengono questi maiali sia stato un errore madornale. Maiali, animali per loro considerano aberranti mentre non hanno la medesima considerazione nei confronti delle persone che si comportano tali ritenendoli santi meritevoli del paradiso. Solo che le conseguenze ora le subiamo anche noi che questi porci vogliamo che restino a casa loro, per il bene nostro e dei nostri figli e nipoti. E voi che continuate a votare i cre.tini di casa nostra pensateci bene la prossima volta.

vince50

Mer, 23/03/2016 - 09:32

Guerra persa in partenza,inutile farsi illusioni.

Ritratto di echowindy

echowindy

Mer, 23/03/2016 - 09:34

ENNESIMA SCOSSA DI STRAGE TERRORISTICA DI INNOCENTI IN UNA EUROPA SENZA CONTROLLI ALLE FRONTIERE, VITTIMA DI UNA SCELLERATA POLITICA DI “VIVISEZIONE IN VERSIONE MERLELLIANA”. DAL 'MANICOMIO BRUXELLES' AVREMO IL SOLITO “NEIN, A NESSUNA DERIVA DI REAZIONI ISTERICHE” CONTRO FORTINI ISLAMICI DOVE SI PREDICA IL TRIBALE OTTUSO FONDAMENTALISMO’. QUANDO INVECE, URGEREBBE RICONSEGNARE SUBITO AL MORIBONDO VECCHIO CONTINENTE, LA DOVUTA SICUREZZA.

cecco61

Mer, 23/03/2016 - 09:38

Valls se ne è accorto ieri, meglio tardi che mai. I nostri PiDioti e la Chiesa invece non l'hanno ancora capito e non lo capiranno mai perché ci guadagnano troppi quattrini con accoglienza e servilismo da un lato, e affari d'oro con i Paesi che finanziano e sostengono il terrorismo dall'altro. La cosa più rivoltante sono comunque le lacrime di coccodrillo della Mogherini: lei e i suoi amici di partito e di pensiero ci hanno condotti a questo punto, ci hanno sacrificati per il loro buonismo di facciata e per la loro sete di potere e di denaro. Stia almeno zitta.

freevoice3

Mer, 23/03/2016 - 09:44

Da anni l'islam ci ha comunicato che grazie alla nostra "democrazia" ci avrebbero invaso. Governi europei di deficienti, compreso il nostro lo hanno permesso.

peter46

Mer, 23/03/2016 - 09:45

Ecco Micalessin,certamente,se vogliamo....come ieri se avessimo voluto...e se vorremo molto prima di 'domani'.Uno dei primi 'consigli' era stato,subito all'inizio del 'terrore,altro che 'primavera',individuato,nel dover colpire la fila dei camion cisterna che da Mosul portavano il petrolio in turchia per essere svenduto finanziando l'isis.Tutti 'ignoranti' e 'ignoranti' del problema,america in testa...è dovuto arrivare il 'sanguinario' Putin a far finire il 'trenino' dei camion,ma dopo che l'isis si era ben ben 'approvvigionata'.Andare sul campo direttamente?Mai da soli dato che non possiamo essere 'noi' a 'gestire' il dopo,ma 'loro'...e 'accanto' se riterranno opportuno coinvolgerci nel dopo e nel mentre s'inizia la 'bonifica' territoriale europea degl'indesiderabili di 'qualsiasi generazione'.E mai più esempi come abu ghraib da parte 'occidentale'...che lo facciano da soli,se non vogliono accettare il consiglio di evitarlo,anche loro.

Ritratto di PAX_DIE

PAX_DIE

Mer, 23/03/2016 - 09:58

arriva l'esercito ! e sai che cosa puo' fare con queste quinte colonne qui ! ce ne sono 25 milioni o 26 ...di possibili elementi che possono fare quello che hanno fatto negli ultimi 16 anni,,, quindi prima si fa' rimpatriare tutti questi e poi ..FINITO IL PROBLEMA!

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Mer, 23/03/2016 - 10:02

Rastrellamenti in tutte le enclave islamiche, ROM ecc. e deportazione di tutti coloro che sono privi di documenti! Filo spinato e campi minati terrestri e marini per impedire l'invasione. Fucilazione sul posto degli scafisti ecc. Fucilazione sul posto per tutti quelli che imbracciano armi da guerra.

gian paolo cardelli

Mer, 23/03/2016 - 10:10

Alberto_his, due domande: 1) quante bombe sui civili sono state sganciate prima del 26 febbraio 1993? 2) quanti secoli passeranno prima che voi "-isti" capirete che siete SEMPRE stati presi per il cxxo dalla propaganda filosovietica?

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Mer, 23/03/2016 - 10:43

PAX_DIE nel senso di "e' morta la pace" ? ma hai fatto un corso per essere cosi' babbeo o e' stato quell'incidente da piccolo?

vince50_19

Mer, 23/03/2016 - 10:54

alberto_his - Si sa dov'è la "testa pensante" che politica NON è. Trovo giusto avere il coraggio di dirle ad alta voce "certe cose". Che lo faccia Renzi, poi, lo escludo: è asservito a Troika, abbronzato e cellulitica d'Amburgo, un para massone come lo ha definito il massone Magaldi e in cerca di accrediti presso speciali circoli.. Tuttavia questo non preclude il fatto che non si possa, che si debba preventivamente prepararsi a fatti poco gradevoli. Finora siamo stati la "porta di girevole, di passaggio" di certo terrorismo islamico; se dovessimo prendere posizione una posizione netta sul "tamburo", specie nei confronti della Libia dove c'è una delle teste che premono per il jihad, allora diventeremo anche noi bersaglio. Resta acclarato il fatto che gli islamici dividono il mondo in due parti: casa della pace (i paesi musulmani) e casa della guerra (paesi non ancora islamizzati). Questo dovrebbe suggerirle qualcosa.. Cordialità

Edmond Dantes

Mer, 23/03/2016 - 10:58

@alberto_his. Lei parla come se fosse solo spettatore disinteressato di quanto succede e come unica soluzione ci prospetta di andare a lamentarci da Obama, Erdogan, Sarkozy e compagnia. Guardi che il Titanic non è affondato per colpa dei passeggeri ma se quelli scampati invece di nuotare fossero andati a lamentarsi dal capitano sarebbero morti tutti. Evidentemente non si rende conto di atteggiarsi a maestrino spocchiosetto che, come tutti quelli della sua parrocchia, ha il vizio del "benaltrismo" : ovvero il modo ipocrita con cui da sempre a sinistra si maschera l'ignavia dovuta a posizioni ideologiche che oggettivamente fanno della sinistra il mare in cui il terrorismo nostrano, mediorientale e islamico hanno sempre nuotato senza essere troppo disturbati. Se perciò le dovesse esplodere un fanatico nei dintorni non se la prenda, in fondo era solo un poveraccio meritevole di tutta la sua comprensione. Nemmeno noi la piangeremmo più di tanto.

steluc

Mer, 23/03/2016 - 10:58

La smettano di dirci che siamo in guerra . E' insopportabile. Il nemico attacca civili con bombe e raffiche , noi rispondiamo con lumini , marce e lacrimucce di ministre inutili . Per non parlare del fatto che chi osa criticare l'islam rischia pure la galera. Se ieri avessero colpito qualche solone magari le cose cambierebbero , ma finchè hanno il cxxo al caldo , ci smena solo la gente comune. Quindi basta fregnacce teletrasmesse.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mer, 23/03/2016 - 11:06

SE; PER UN SOLO MORTO 100 ANNI FÁ SI É FATTA LA I GUERRA MONDIALE; QUANTE GUERRE SI DEVONO FARE AI MUSULMANI PER I PIU DI 600 PERSONE MORTE PER I LORO ATTENTATI NEGLI ULTIMI 30 ANNI?; IO NON SONO UN GUERRAFONDAIO MA SE UNO MI METTE UN COLTELLO ALLA GOLA; IO HO IL DIRITTO É IL DOVERE DI DIFENDERE ME É LA MIA FAMIGLIA;É SE I MUSULMANI CI CHIAMANO CROCIATI ALLORA COMPORTIAMOCI DA TALI É FACCIAMO ASSAGGIARE A LORO LE NOSTRE SPADE; PERCHE QUESTI ATTI DI TERRORISMO AVRANNO UNA CONSEGUENZA NELLE ELEZIONI NEI SINGOLI STATI EUROPEI; É PARTITI COME AFD PEGIDA E NPD IN GERMANIA! FRONT NAZIONAL IN FRANCIA! É LA LEGA NORD IN ITALIA AVRANNO SEMPRE PIU PERSONE CHE VOTERANNO QUESTI PARTITI;É PRIMA O POI I PARTITI DI SX DOVRANNO FARE I CONTI CON LA LORO POLITICA EMIGRATORIA SCELLERATA!.

alberto_his

Mer, 23/03/2016 - 11:27

@gpc: innumerevoli prima e dopo quella data. Dove la vedi la propaganda filosovietica?

Ritratto di Rames

Rames

Mer, 23/03/2016 - 11:32

Dobbiamo trovare il coraggio di combattere il Califfato sul suo terreno.Punto.Non bisogna ggiungere altro.Senza se e senza ma.Mimetica,corazza,mitragliatori,carroarmati,elicotteri da combattimento di copertura e partire.50.000,100.000 soldati sul campo.E tappare la bocca a tutti i sinistridi che son contro la guerra per paura di ripercussioni.La guerra si combatte,è cosi da 5000 anni e piu'.

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Mer, 23/03/2016 - 11:32

@Legio_X_ ma almeno tu ci credi alle idiozie che scrivi? babbeo tu, contenti tutti.

gian paolo cardelli

Mer, 23/03/2016 - 11:43

alberto_his, meno chiacchiere e più dati: quando e dove i "cattivi imperialisti yankees ed i loro lacchè europei" (eccola, la propaganda filosovietica...) avrebbero sganciato bombe sui civili islamici del M.O.? sentiamo...

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mer, 23/03/2016 - 11:53

Impiegare l'esercito è importante non solo perché da sicurezza, ma perché certifica che siamo in guerra. Essere in guerra non vuol dire "dichiarare guerra", è sufficiente che ci venga dichiarata guerra (Souad Sbai, LN), e gli islamici raccolti sotto varie sigle (Isis o Is o Daesh, Al Quaida, Fratelli Musulmani, Boko Haram, Gruppo salafita per la preghiera ed combattimento, Al Fatah, Hezbollah, Hamas, ed altri) lo hanno fatto esplicitamente. Stamane Radio Padania Libera (RPL) ha lanciato una proposta: rappresaglia! Dieci dei loro per uno dei nostri. Posizione estrema, certamente, ma coerente con quanto sempre sostenuto dalla Lega Nord. Personalmente mi pare troppo, mi pare una misura forte, anche se il codice militare di guerra la prevede. Spesso questo tipo di reazione ottiene risultati opposti al voluto, fare "piazza pulita" come chiede Souad Sbai, può essere molto difficile.

alberto_his

Mer, 23/03/2016 - 12:05

@gpc: vogliamo citare Iraq, Libia, Afghanistan, Yemen, Palestina, Bahrein... dove hai passato gli ultimi 12 anni?

alberto_his

Mer, 23/03/2016 - 13:06

@perSilvio46: mi spieghi come Hezbollah ti abbia dichiarato guerra, oh scaltro fanciullo?? Forse combattendo ISIS sul campo?

gian paolo cardelli

Mer, 23/03/2016 - 13:31

Alberto_his: ha solo dimostrato di NON SAPER LEGGERE. Ho parlato di "PRIMA DEL 26 FEBBRAIO 1993": DOVE E' STATO PRIMA DI ALLORA? Vada a nascondersi, che fa più bella figura!

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Mer, 23/03/2016 - 13:33

@alberto_his, perSilvio46 ha sempre ragione... fattene una ragione.

Edmond Dantes

Mer, 23/03/2016 - 13:35

Diciamocelo chiaramente: se vogliamo liberarci del terrorismo islamico e far rispettare agli islamici la nostra cultura e le nostre leggi, dobbiamo prima liberarci di chi lo ha oggettivamente favorito: sinistra politica e giudiziaria e anime belle rimbambite da un clero nutrito di terzomondismo da cretinismo parrocchiale, oggi sempre più esaltato dalla sciagurata elezione a papa del sig. Bergoglio. Sono questi rinnegati dell'occidente i nostri primi nemici.

alberto_his

Mer, 23/03/2016 - 14:36

@gpc: attendendomi alla domanda così come originalmente formulata alle 10:10 potrei aggiungere: Giappone, Italia, Germania, Vietnam, Corea... Comunque sono le solite capziose domande senza capo nè coda

gian paolo cardelli

Mer, 23/03/2016 - 18:15

alberto_his: ripeto la domanda: quante bombe occidentali sui civili arabi sono cadute prima del 26 febbraio 1993? In tutti i paesi che ha ipocritamente citato non c'era l'Islam... paura di dare la risposta giusta, vero? ovvio...

Ritratto di PAX_DIE

PAX_DIE

Gio, 24/03/2016 - 14:15

x riccio.lino.por prima o poi qundo meno te lo aspetti,,: bel ''akbar'' e sara' l'ultima cosa che sentirai ..povero rimba