Il Financial Times "blinda" Renzi: "Resti anche col No"

Il quotidiano della City: "Roma ha bisogno di riforme, ma la stabilità è la prima cosa". Un altro assist per il premier Renzi

"Roma ha bisogno di riforme, ma la stabilità è la prima cosa". Con questa frase, che è il titolo di un editoriale non firmato, il Financial Times chiede al presidente del Consiglio Matteo Renzi di "restare qualunque sia il risultato del referendum". In un nuovo intervento dedicato all’incombente turno referendario italiano, il quotidiano londinese spiega che Renzi "ha esagerato in ottimismo" scegliendo di "trasformare il referendum costituzionale in un test sulla sua popolarità personale". Con il risultato che "sussiste una forte possibilità che gli elettori respingano le proposte di riforma". Il rischio è che "il No rafforzi il M5S e la Lega, due partiti populisti" e, allo stesso tempo, che il sistema bancario italiano soffra dell’instabilità dei mercati e dell’incertezza politica. Ma "il rischio più grande sarebbe quello costituito dai danni nel lungo termine".

Renzi, seppur un "riformatore imperfetto", ha in effetti "tentato di esplorare nuove strade, dando al mondo un segnale della disponibilità dell’Italia al cambiamento". Quindi se il No dovesse portare alle sue dimissioni "altri politici trarrebbero la conclusione che la sua è una linea suicida e pochi tenterebbeo in futuro di percorrere la stessa strada". L’Italia si dovrebbe accontentare di governi "tecnici e poco ambiziosi, gli investimenti ne soffrirebbe e continuerebbe il declino a carburazione lenta". Questi sono "i motivi per cui Renzi dovrebbe restare al suo posto" magari mettendo poi mano alla legge elettorale. "Pagherebbe un prezzo, ma non sarebbe nemmeno il primo politico a subire un’imbarazzante perdita di prestigio. L’alternativa potrebbe essere quella sorta di vuoto politico che affligge il Regno Unito dal referendum sulla Brexit".

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 02/12/2016 - 11:20

Come puntellare Quisling e vivere felici...

AndreaT50

Ven, 02/12/2016 - 11:39

Il Financial Times non metta naso in questioni interne, se vuole commentare lo faccia dopo, grazie.

Jimisong007

Ven, 02/12/2016 - 11:45

È un pezzo che il FT è infiltrato dalla sinistra italiana

wotan58

Ven, 02/12/2016 - 12:05

Il FT come di norma succede fa un'analisi molto lucida. Il che non significa affatto che "tifi" per Renzi, tutt'altro! Fermo restando che crollerà da solo ed a breve, ed in questo ce lo auspichiamo in tanti la stabilità, la contnuità di una qualsivoglia governance è un prerequisito indispensabile per un paese che aspiri ad un destino diverso dalla sopravvivenza. E da questo punto di vista l'Italia ha assoluta necessità di una legge elettorale (maggioritaria) che assicuri che il partito o la coalizione che vince le elezioni, CHIUNQUE SIA, effettivamente possa governare fino alla fine del mandato senza l'usurpazione della volontà popolare da parte dei politicanti e dei loro inciuci.

orso bruno

Ven, 02/12/2016 - 12:07

Questi pagliacci del FT farebbero meglio a guardare in casa propria,visto che gli inglesi hanno votato molto bene.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 02/12/2016 - 12:23

Farsi una padellata di volatili loro, noooo?Verooo??? Eppure ne avrebbero a iosa...

Keplero17

Ven, 02/12/2016 - 12:24

Il ft è un giornale in mano alle lobby della finanza globalizzatrice.

g-perri

Ven, 02/12/2016 - 13:07

Se al FT piace così tanto il toscano bullo e bugiardo, prima che chiudano le loro frontiere al resto dell'Europa se lo prendano pure, lo facciano ricongiungere col suo compare Davide Serra, e poi se li tengano entrambi per sempre, glieli lasciamo volentieri.

Libertà75

Ven, 02/12/2016 - 14:27

va bene, visto che sappiamo tutti che matteuccio non se ne andrà neanche se passasse il NO, allora è un motivo sufficiente per votare NO e salvare la democrazia anche ai fan PD

Iacobellig

Ven, 02/12/2016 - 14:56

SONO GLI ITALIANI A DECIDERE E NON UN SEMPLICE FINANCIAL TIMES!

Opaline67

Ven, 02/12/2016 - 15:01

DANNI NEL LUNGO TERMINE PER L'UNIONE EUROPEA! LO SPERO TANTO.PER NOI NO VISTO CHE SCENDEREMO IN PIAZZA A PRETENDERE CHE CI FACCIANO FINALMENTE VOTARE UN GOVERNO DEMOCRATICAMENTE ELETTO E NON IMPOSTO DALL'ALTO !E NON MI MERAVIGLIA AFFATTO CHE IL FINANCIAL TIMES VOGLIA PINOCCHIO DOVE STA VISTO CHE HA CAPITANATO LA SQUADRA DI HILLARY CLINTON,FALLENDO PER ALTRO MISERAMENTE NELLA DIVULGAZIONE DI NOTIZIE CLAMOROSAMENTE FALSE. MERITEREBBE DI CHIUDERE! E MI RISULTA CHE TANTI ABBIANO RESCISSO L'ABBONAMENTO A TALE GIORNALE PER PULIRE I VETRI DELLE FINESTRE

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 02/12/2016 - 15:19

Dopo la ue, fmi, onu, usa, ora ci governa pure sto giornalaccio servo dei poteri finanziari?

paolonardi

Ven, 02/12/2016 - 16:00

La finanza internazionale ha bisogno di un utile bamboccio che faccia quanto gli viene ordinato dai tedeschi, anche quando fa finta di fare la voce grossa sapendo che non verra' ascoltato. Quando ci fu qualcuno che la faceva sul serio si provvide a defenestrarlo.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Ven, 02/12/2016 - 16:08

Che poteri potrà mai avere Renzi, se vincerà il "no"? E' ovvio che sarebbe sottoposto a ricatti di ogni genere. Per lui e per noi spero che vinca il "sì"...il FT gufa!

01Claude45

Ven, 02/12/2016 - 16:32

Il FT vuole rifarsi sull'Italia della Batosta Brexit e Trump. Poveretto, è l'emanazione stampata della MASSONERIA. Chi LA CONOSCE LA EVITA. Non il nostro grullo, che vuole indossare il "grembiulino" come monti, draghi, etc ed infine napoletano.

dakia

Ven, 02/12/2016 - 16:50

Loro hanno fatto ciò che gli accomodava, lasciassero ad altri le decisioni del loro paese. Renzi non dispone solo della sua volontà ma primariamente di quella del popolo come Financial insegna del suo, quindi è tempo si metta a cuccia che noi non vogliamo essere servi di nessuno. Ci sarà in sua deposizione chi governerà, farà leggi e riforme, tanto lui non sà fare neppure quelle dato che ha ridotto uno straccio la nostra Costituzione oltre gridare e scamisarsi, non è un miracolo del nostro tempo ma un inutile sprecone bugiardo e vanitoso.Capito FINALCIAL o chi per voi?

Ritratto di Razionale

Razionale

Ven, 02/12/2016 - 16:50

Che il F.T. esprima il suo giudizio costituisce dubbia libertà di stampa. Ciò che è importante è capire che se un giornale finanziario straniero si schiera per il Sì tale fronte non è proprio quel che si definisce popolare. L'Economist d'altro canto propende per il no. Quindi considerazione : perchè non pensano alla loro situazione nazionale ?

zen39

Ven, 02/12/2016 - 17:34

La sua permanenza deve garantire al NWO la continuità del diabolico progetto in corso. Già l'elezione di Trump e il Brexit hanno messo in allarme i soci del Bildeberg figurarsi se anche l'Italia dovesse orientarsi verso il populismo. Non c'è due senza tre. La maggiore preoccupazione di Renzino: essere messo da parte dal NWO, senza di esso il suo potere sarebbe oltemodo ridimensionato. Ogni suo atto è orientato a dimostrare la sua forza ma ormai lo hanno già inquadrato e per ora lo usano. Basta vedere come tutti, lui compreso, terrorizzino gli italiani con lo spauracchio dello spread. E' bene che il popolo oltre che nel voto si faccia sentire anche nelle strade. E' l'unica cosa che spaventa l'elite degli illuminati e simili, questa novella "spectre" di cui tutti hanno paura a parlarne.

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Ven, 02/12/2016 - 18:13

rivoluzione ..SE PENSA DI RESTARE....IL BIMBOMINKIA...