Il finanziere spia dei No Tav pagherà 6mila euro

Il sottufficiale avvertiva gli attivisti degli sgomberi. La moglie è tra i leader del movimento

Faceva il doppio gioco. Partecipava, da maresciallo della Guardia di Finanza, alle riunioni delle forze dell'ordine in cui si organizzavano i blitz contro i no Tav. Ma nello stesso tempo, forse per amore visto che tra gli attivisti contro l'alta velocità c'era la moglie, comunicava agli stessi no Tav i piani di sgombero dei manifestanti al cantiere di Maddalena di Chiomonte, in Val di Susa, consentendo loro di organizzarsi e di sfuggire ai blitz.

Dovrà anche risarcire con 6mila euro il ministero dell'Economia per danno all'immagine la «talpa» dei no Tav, il maresciallo della Guardia di Finanza che nel 2011 dava informazioni agli attivisti sugli sgomberi programmati dalle forze dell'ordine. La notizia della condanna contabile è arrivata durante l'inaugurazione dell'anno giudiziario della Corte dei conti di Torino. Secondo i magistrati, col suo comportamento, il maresciallo - nel frattempo condannato a sei mesi col patteggiamento per rivelazione di segreto d'ufficio, e punito con la perdita del grado e della funzione - ha arrecato un danno all'immagine delle Fiamme gialle. Danno che appunto deve essere risarcito con 6mila euro.

Il caso risale ormai a qualche anno fa. A tradire il sottufficiale le parole di uno degli attivisti no Tav, che dichiarò: «C'è un amico che ci dà notizie sui piani degli sbirri». A quel punto scattò la caccia alla talpa e l'incriminazione. Il maresciallo partecipava alle riunioni preliminari in Questura in cui venivano pianificati gli interventi. E più di una volta avrebbe telefonato agli attivisti contrari all'Alta velocità per segnalare dettagli dei piani di sgombero, di fatto permettendo ai no Tav, compresi i più violenti e i Black bloc arrivati da ogni parte d'Italia, di spostarsi sui punti più indifesi del cantiere.

Commenti
Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Dom, 26/02/2017 - 09:10

James Bond nostrano...

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 26/02/2017 - 10:05

Solo lui? Basta una multa? Per conto mio meriterebbe una sanzione più severa.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 26/02/2017 - 10:14

Licenziatelo, non merita la fiducia per essere nelle forze dell'ordine.

uberalles

Dom, 26/02/2017 - 10:33

Chi è spia è anche ladro

ziobeppe1951

Dom, 26/02/2017 - 10:42

Tessera PD e iscritto alla cgl

Daniele Sanson

Dom, 26/02/2017 - 12:15

a giorgio.peire più che James Bond direi James Tont Daniele Sanson

Daniele Sanson

Dom, 26/02/2017 - 13:13

a giorgio.peire piú che James Bond direi ... James Tont Daniele Sanson

Ritratto di Safe_Journey

Safe_Journey

Dom, 26/02/2017 - 13:15

chi è stato tradito potrà essere stato ingenuo, ma chi è un traditore lo sarà per sempre !

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Dom, 26/02/2017 - 15:21

^°@°^ chi fa la spia non è figlio di Maria. Certo che andare ad immaginare che un ufficiale, marito di una no tav, possa spifferare sulle "retate" fatte ai no tav moglie compresa bisognava essere molto malfidenti.

glucatnt73

Dom, 26/02/2017 - 17:01

Collaborava coi terroristi, radiazione con infamia e processo per alto tradimento.

Ritratto di COTIX

COTIX

Mar, 28/02/2017 - 11:19

Essere immondo, chi tradisce i propri amici. Va buttato fuori dal Corpo, senza indugio.