Finanzieri arrestati e super immobiliaristi: i clienti di Conte, finto "avvocato del popolo"

"L'Espresso" spulcia l'altro curriculum, quello dei potenti tutelati dal premier

Il suo biglietto da visita racconta un'altra storia. Giuseppe Conte si è proposto agli italiani come l'«avvocato del popolo», ma la sua clientela è ai vertici e non alla base della piramide sociale. Di più, come documenta L'Espresso, fra quelli che si sono avvalsi delle sue capacità c'è Giuseppe Saggese, un imprenditore affondato fra mille disavventure giudiziarie, uno che i soldi del popolo, le tasse, se li metteva in tasca, sottraendoli alle casse pubbliche. L'esatto opposto, insomma, dell'autoritratto deamicisiano tratteggiato dallo stesso premier.

L'Espresso ha spulciato le pratiche seguite dal professor Conte e ha pescato un paio di nomi interessanti. Quello della famiglia Marseglia, potente dinastia di industriali pugliesi con un ricchissimo ventaglio di attività. E poi appunto quello di Saggese, il creatore di Tributi Italia, la società che per un ventennio circa ha rastrellato le imposte di molti Comuni. Un meccanismo che funzionava a meraviglia, finché non si è scoperto che qualcosa non quadrava. Saggese faceva la cresta sui tributi raccolti, provocando perdite milionarie all'erario. Lo stesso fisco che ora Conte cerca di tutelare, nel tentativo difficilissimo di far quadrare i conti e di combattere la piaga dell'evasione.

Niente di male, ci mancherebbe; solo che siamo molto lontani dall'immagine che Conte ha cercato di accreditare, almeno per il futuro. Il passato restituisce un altro copione: Saggese infatti riscuote le tasse per conto dei comuni con un servizio chiavi in mano, ma con il tempo si allarga e chiede l'aumento dell'aggio. Tre interlocutori dicono di no e aprono un contenzioso con Tributi Italia davanti a un collegio arbitrale. Sorpresa: chi c'è a rappresentare Saggese nella sua guerra spericolata alla pubblica amministrazione? Proprio Conte. Nel 2012 la situazione precipita. Saggese viene arrestato, per peculato e appropriazione indebita, e il suo impero va in pezzi. Ma già in precedenza, prima di ingaggiare Conte, era finito in manette, non una ma due volte. Anche se poi in entrambi i casi il gip aveva revocato la misura cautelare.

Fra i potenti che hanno bussato allo studio di Conte spicca poi la famiglia che fa capo a Leonardo Marseglia, pugliese come Conte, produttore di olio, in grado di trascinare il suo gruppo verso redditizi business: immobili di pregio, centri turistici, hotel, energia. E di portare a casa 50 milioni di profitti l'anno. Da ultimo, nel 2015, Marseglia acquista dal fallimento dell'Acqua Marcia il Grand Hotel Molino Stucky di Venezia. In questa vicenda, l'aiuto di un professionista di peso come Conte si rivela decisivo, per l'Espresso, per condurre la trattativa. E l'avvocato entra poi nel cda della società che gestisce l'hotel, uno dei più esclusivi della città.

Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 15/06/2018 - 08:52

non ho votato ne per la lega e neanche per i 5 stelle(se fanno bene dovrò scegliere di votare per uno dei due movimenti) e voglio chiedere a stefano zurlo: lei, il giornale o tutti e due vi siete iscritti all'associazione nazionali magistrati? è vero che il "padrone comanda" e si deve ubbidire per che avete famiglia; ma "il troppo storpia"

VittorioMar

Ven, 15/06/2018 - 09:09

..ecco il motivo del perché non ci INDIGNIAMO quando ci denigrano all'ESTERO...siamo i primi che affossiamo i nostri RAPPRESENTANTI !!..manchiamo di Orgoglio e DIGNITA' Nazionale !!..PROVINCIALOTTI piccoli piccoli !!

peter46

Ven, 15/06/2018 - 09:34

Zurlo...mi raccomando,fino alle 11:46:che poi 'suona la campana'.

Mefisto

Ven, 15/06/2018 - 09:54

"Uno, nessuno, centomila" scriveva Pirandello, qui non abbiamo dubbi, NESSUNO si salva...

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 15/06/2018 - 10:07

Non so, non ho elementi di giudizio sulle questioni sollevate. Né tanto meno ho elementi di giudizio su di lui, professore universitario e verosimilmente avvocato. Non ho neppure simpatie per il "gruppo" di M5S, che lo ha lanciato in politica. Però prima di attaccare Conte, il "reprobo", bisogna vedere quale tipo di rapporti egli abbia avuto con le persone indicate in questo articolo. Soprattutto accertare se egli fosse "complice" di operazioni o attività illecite. Forse il vostro é un segnale di allarme giustificato e ne avrete merito, ma per il momento sono molto perplesso.

Duka

Ven, 15/06/2018 - 10:20

M5S sempre più setta occulta-

Ritratto di LongJohn

LongJohn

Ven, 15/06/2018 - 10:39

@giovinap...... si sì sono sicuro che non hai votato lega o 5S .... sicuro. E poi di cosa ti lamenti? Non vuoi che si sappia in mano a chi abbiamo dato il paese? Persone senza né arte e ne parte e pronti a fare affari con chiunque. Fra poco tutto verrà alla luce

schiacciarayban

Ven, 15/06/2018 - 10:52

Il lavoro di un avvocato è questo, soprattutto se uno è bravo avrà i clienti più ricchi e più loschi, non c'è da stupirsi.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 15/06/2018 - 11:16

Altra bordata, da destra!, ad un governo che, finora, si è soltanto impegnato a combattere l'immigrazione clandestina. Semplicemente patetici.

DRAGONI

Ven, 15/06/2018 - 11:47

VUOL DIRE CHE E' UN PROFESSIONISTA BEN PAGATO POICHE' HA CLIENTI CHE HANNO GRAVI PROBLEMI DA RISOLVERE. NON E' QUINDI UN AZZECCAGARBUGLI!!

tonipier

Ven, 15/06/2018 - 11:50

"IL DECLINO DEI VALORI DELLA AVVOCATURA" Sono ordini professionali che preferiscono rimanere ancorati alla pratica del "volemese bene", del lassismo, delle adulazione, della accondiscendenza alle deviazioni di alcuni settori della magistratura, ordini professionali che tendono ad appiattirsi sulla logica della convenienza di subire o far subire manifestazioni di tracotanza piuttosto che rintuzzale e prevenirne la reiterazione. (In questa maniera ti portano i loro clienti al macello)

Ritratto di diemme62

diemme62

Ven, 15/06/2018 - 12:10

Sinceramente, visto il contesto, non ho inteso l'espressione "avvocato del popolo" nel senso di un legale abituato a difendere i reietti, ma nel senso di un premier che intende difendere gli interessi dell'italiano medio

Ritratto di adl

adl

Ven, 15/06/2018 - 12:39

Un avvocato questo fa, tutela gli interessi dei suoi clienti, immobiliaristi e no. Forse all'Espresso non è simpatico perchè fino ad ora il Conte, non si è ANCORA comportato come un BUON ANTIITALIANO MODELLO ?????!!!!!!

antonio54

Ven, 15/06/2018 - 13:08

Se il presidente del consiglio di mestiere fa l'avvocato e la sua clientela ha tanta pecunia, dov'è lo scandalo. Evidentemente sa fare il proprio mestiere. Pur di riempire le pagine dei giornali, riportano qualsiasi cosa insignificante...

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Ven, 15/06/2018 - 13:20

Avvocato del popolo ? : ma è un modo di dire ! : non c'entra niente con la realtà ! La realtà è un'altra cosa ! : p.e. la realtà è che non esiste un avvocato per il popolo : infatti le parcelle degli avvocati non sono propriamente alla portata del popolo . Mah , i 2 capi , Salvini e Di Maio , hanno scelto un avvocato , un'azzeccagarbugli insomma ! : ma non era meglio scegliere p.e. un salumiere ? : ci sono , pochi ma ci sono , salumieri che leggono , scrivono e fanno di conto egregiamente anche meglio di un avvocato . Mah , un'altra volta pensateci meglio : esistono persone anche istruite ma meno azzeccagarbugli degli avvocati . Yeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Ven, 15/06/2018 - 13:31

Ho notato che tra i lettori dell'Espresso ci sono e ci saranno sempre gli assassini delle Brigate Rosse, I centri sociali con le loro distruzioni nei centri abitati, certi insegnanti che vogliono la morte delle forze di polizia. Si vede che si trovano molto bene assieme.

FRANGIUS

Ven, 15/06/2018 - 13:40

MI STUPISCE CHE ZURLO CHE E' UN GIORNALISTA NON CONOSCE PER NIENTE L'ATTIVITA' FORENSE.L'AVVOCATO,SPECIE IL CIVILISTA,NON PUO' SOTTRARSI DAL DIFENDERE L'IMPUTATO COLPEVOLE O INNOCENTE CHE SIA.ALTRA COSA E' QUELLA DEL PENALISTA CHE PUO' DECLINARE L'INCARICO AD ESEMPIO DI DIFENDERE UN CRIMINALE.E CHE DIRE DEL GIORNALISTA,CHE PER COMPIACERE L'EDITORE,BUTTA FANGO SUL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ?

Ritratto di rapax

rapax

Ven, 15/06/2018 - 14:01

credo che fare le pulci ad un avvocato per fi e il giornale, non sia terreno coerente...visto fior fiore di avvocati del cav nominati in politica, cambiate linea, ps ora fi è allineata sul governo, Sallusti che fa mo si dissocia?

Bocca della Verità

Dom, 17/06/2018 - 08:00

Zurlo: il suo é un articoletto "vomitevole", tanto per usare il francesismo in voga... Per lei, salariato di questo giornale, le tasse sarebbero "i soldi del popolo" ? Sempre piú a sinistra (e sinistri) vi vedo pur di continuare ad abbaiare, al comando del vostro padrone sempre piú bizzoso e luvido, contro il governo in carica. Davvero patetici...

Yossi0

Mar, 04/09/2018 - 22:19

Spiacente non sono d’acordon; l’espresso emanazione dì la repubblica e quindi legato al pd, si attacca al fumo della pipa e crea un caso che non esiste ; parlasse del suo editore piuttosto