È la fine di un mondo. Per la prima volta Santoro sconfitto in tv

"Servizio pubblico" sorpassato da "Virus" di Porro. Michele se la prende persino con il "Fatto" di Travaglio

Il Virus di Matteo Renzi ha colpito anche Michele Santoro. Colpito e affondato. Lo si era capito: questo è un anno televisivamente spietato. Niente sfumature di grigio, né mezze stagioni. Si vince o si perde. Le certezze vacillano e i miti crollano. In tv accade il contrario di ciò che avviene in politica. Larghe intese, alleanze mimetiche, patti trasversali. Nei talk show si sceglie: se c'è ospite il premier, l'audience si coagula e si espande per capire se sotto il vestito dell'annuncite c'è polpa vera. È la prima volta che Michele Santoro risulta sconfitto sul suo terreno. Dalla sua ex postazione su Raidue, Virus di Nicola Porro ha ottenuto il 6,88 per cento di share (un milione 581mila telespettatori), distaccando di quasi due punti Servizio Pubblico , fermatosi al 5,16 (un milione 139mila) e risultando il talk show più visto della settimana. Più di Quinta colonna di lunedì scorso, che pure ospitava Renzi (6,36 per cento), e più di Ballarò di Massimo Giannini (6,64). Essendo arrivato il sorpasso grazie all'effetto-Renzi, bisognerà attendere le prossime sfide prima di tirare conclusioni definitive. Anche perché, rispetto alle serate precedenti, Michelone non ha perso molto in termini di share, mentre è stato Virus quasi a raddoppiare il suo, allargando l'abituale platea dei talk dal 10 al 12 per cento complessivo. Comunque sia, ora si può dire che il vuoto dato per incolmabile del giovedì sera di Raidue è stato ben riempito.

Gli ci vorrà un bel po' di tempo, a Santoro, per riprendersi. Una cura di antibiotici a base di intercettazioni esplosive. Una terapia d'urto con ritorno di fiamma per l'antipolitica un tanto al chilo di Grillo. Qualche flebo di Ciancimino. Basterà? Probabilmente no. Dopo il calo di ascolti registrato fine stagione, sembrava che il capo di Servizio Pubblico avesse avviato un profondo ripensamento del format. Il conduttore principe del talk politico poteva, e in un certo senso doveva, essere il primo a sterzare e imprimere una svolta al genere, afflitto da «troppe imitazioni». Ma nonostante il post della vigilia denunciasse «l'overdose» e «il rigetto», stiamo vedendo solo un lifting superficiale del solito salotto, con sedie rovesciate sul parterre e spostamenti degli interventi di Vauro e Travaglio. L'altra sera, dopo l'attacco nell'editoriale ai giornali rei di sottolineare la crisi dei talk, Il Fatto quotidiano compreso, sotto il titolo «Ricchezza è nobiltà», Santoro ha ospitato Pier Luigi Bersani, l'astro nascente dell'analisi economica e alfiere della patrimoniale, Thomas Piketty, e un ex ingegnere di Nokia licenziata via mail. In pratica la sinistra-sinistra contro la sinistra-centro un tantino paragura di Renzi. Come sul Jobs Act, la minoranza Pd si è confermata minoranza anche in tv. Non solo per un fatto di numeri, quanto per un clima complessivo. Nemmeno la presenza dell'imprenditore modaiolo Gianluca Vacchi che è subentrato a Bersani è riuscito a rianimare una discussione un tantino depressa. E già facendo zapping tra i due talk si poteva prevedere lo storico sorpasso. Da una parte sfilavano lavoratori licenziati e si sciorinava l'ideologia dei diritti, pur sacrosanti. Dall'altra, sotto l'annuncio «Mi chiamo Wolf, risolvo problemi», in un clima ciarliero favorito dall'anagrafe comune tra il conduttore, l'ospite e l'incalzante Mario Giordano, si provava a stringere il premier sulle tasse, la burocrazia, il Tfr in busta paga e la politica dei troppi proclami, in un dibattito apparso più concreto. Certamente più dell'ostico intervento sull'autoriciclaggio di Travaglio.

L'editore di La7 Urbano Cairo però non si preoccupa e lancia la palla nel campo di Virus: «È stato un one man show di Renzi, quasi come avesse fatto la sua conferenza stampa ospitando Porro. Lo dico con rispetto e simpatia per Porro». Sarà. Invece a Servizio Pubblico tutto bene? «Oggi gli approfondimenti sono più impegnativi, tirano i temi economici... Non ci sono più gli scontri epocali tra maggioranza e opposizione di una volta e diventano protagoniste le minoranze del Pd e di Forza Italia». Già: dimenticare Berlusconi non è facile. Soprattutto per chi ci ha campato a lungo. O ci si riesce, e si ha la forza per reinventarsi. Oppure la «lernerizzazione» è dietro l'angolo.

Commenti

xgerico

Sab, 11/10/2014 - 08:42

Io mi domando e dico, ma che kazzo gli puo interessare ad un disoccupato e/o ad un pensionato, che non arriva a fine mese, notizie del genere?!

scala A int. 7

Sab, 11/10/2014 - 08:42

Santoro sconfitto ? ...ma col " suo giornalismo " e' l' Italia che ne e' uscita sconfitta ; con i milioni di euro guadagnati puo' permettersi queste e tante altre sconfitte !

pilandi

Sab, 11/10/2014 - 08:48

beh anche "che dio ci aiuti" ha doppiato "zelig", questo significa che la gente guarda la tv come le mucche guardano i treni che passano, ecco il motivo del sorpasso di "virus" su "servizio pubblico"

ilbarzo

Sab, 11/10/2014 - 08:50

Piu' che la fine del mondo,oserei direi la fine di Santoro.Quello che giustamente si merita un giornalista fazioso arrogante con gli occhi foderati di prosciutto.

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Sab, 11/10/2014 - 08:53

Io dico una cosa... ma la gente non s'e' stufata di tutto sto ciarlare di politica? Adesso praticamente ogni santo giorno ci propinano uno di questi "talk show", "salotti", "confronti" dove non si fa altro che litigare, litigare, litigare... e basta. Ma a chi possono interessare delle robe del genere? Anche ai tg, nei primi 20 minuti non si fa altro che parlare di Renzi, la Boldrini, il "Napoletano" (che lancia moniti su moniti), la telenovela-Boschi, eccetera. Tutte cose perfettamente inutili e noiosissime. Praticamente, la politica ha sostituito il calcio come oppio dei popoli. Fino a qualche anno fa si faceva indigestione di calcio nelle tv italiane. Oggi si fa indigestione di politica e di politici. Era meglio prima, almeno il calcio e' un gioco, ma cercare di fare della politica una specie di spettacolo stile "reality" sperando che in tal modo si possa anestetizzare la gente facendole credere che i dirigenti politici italiani siano seriamente impegnati per difendere gli interessi dell'Italia e degli italiani, e' un'operazione ridicola che la dice lunga sul livello culturale e intellettuale di chi l'ha pensata (perche' una cosa del genere e' stata pensata, non e' successa per caso): il calcio e' un gioco, ma la politica no.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 11/10/2014 - 09:00

Forse che non ha più il"mostro" Berlusconi da mettere in prima pagina????Ed i kompagni desertano la rete,perchè a loro interessava solo quello???Colpevole colpevole,mentre le notizie su vendola,penati,mps,compagni a b c d e f G passavano inosservate???

gio 42

Sab, 11/10/2014 - 09:02

Buongiorno questo signore qualche "anno" fa era convinto di essere un nuovo Messia, che fra duemila anni avrebbero parlato ancora di lui. Un soffio di vento e tutto ritorna polvere. Buona giornata a tutti.

linoalo1

Sab, 11/10/2014 - 09:03

Doveva succedere!La fuoriuscita di Berlusconi,ha sconvolto tutti i Media di Sinistra!Se vogliono rimanere a galla,ora,dovrebbero parlare male solo di Renzi e Napolitano!Trattandoli,però,come hanno sempre trattato Berlusconi!Ne avranno mai il coraggio?Conoscendo il coraggio dei Sinistrati,non credo proprio!Lino.

Ritratto di bracco

bracco

Sab, 11/10/2014 - 09:05

Godo....godo...godo, è una goduria sentire che il parassita è in caduta libera, speriamo che ci sia un bel botto. Era una cosa ovvia che un giorno Berlusconi fosse uscito dal governo e da quella che si chiama cabina di comando tutta quella banda di parassiti vissuti per troppi anni del suo riflesso finivano nella m...a

moichiodi

Sab, 11/10/2014 - 09:24

Scusi caverxan, se renzi fosse andato da Santoro i dati non sarebbero ribaltati? E, in ogni caso, lei gongola perché un suo collega ha preso poco audience? Buon divertimento.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Sab, 11/10/2014 - 09:32

Sant'Oro ormai è solo un ciarlatano fallito ma pieno di soldi. Chi si ostina a tenerlo in video nonostante non se lo fili più nessuno è soltanto un idiota che ha soldi da buttare!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 11/10/2014 - 09:59

Santoro chi?

Teodorani Pietro

Sab, 11/10/2014 - 10:19

Grazie al cielo le parabole discendenti riguardano anche i santoni intoccabili della sinistra caciarona; adieau Santoro ma anche tu dovrai accettare la grande legge del dimenticatoio.

ego

Sab, 11/10/2014 - 10:29

per pilandi che scrive: ""....la gente guarda la tv come le mucche guardano i treni che passano...."------------ Quindi anche ai tempi in cui era Santoro a trionfare con gli ascolti?

timoty martin

Sab, 11/10/2014 - 10:37

Finalmente, ora che se ne vada il furbastro komunista strapagato. La sua arroganza ed il suo disprezzo sono tanti insulti agli Italiani. Meglio non appaia più in tv.

baio57

Sab, 11/10/2014 - 10:55

@ xgerico - La prima pagina ,riprende le notizie principali del giorno e poi estrapola articoli dalle varie sezioni : politica ,sport, mondo,cronache,blog,economia ,spettacoli ,cultura ecc. che vengono impaginate in trafiletti . Ne più ne meno come il 100% degli altri quotidiani web. Non capisco il tuo commento.

baio57

Sab, 11/10/2014 - 10:56

@ xgerico (segue) Dimenticavo ,lo stesso articolo è in prima pagina pure sul feuilleton per eccellenza Repubblichella2000.

marina.panetta

Sab, 11/10/2014 - 11:02

E' sempre interessante osservare gli orientamenti dell'opinione pubblica; noto una volta di più che quando sembra prevalere un pensiero non di sinistra, improvvisamente i telespettatori, o gli elettori in caso di voto, per i sinistri diventino stupidi. Ciò detto, tutta la solidarietà a chi non arriva a fine mese...si sa che con la discussione non si mangia, ma anche gli antichi Greci, maestri di democrazia, erano in maggioranza poveri, eppure discutevano, discutevano, e anche con molta intelligenza.

Angelo48

Sab, 11/10/2014 - 12:04

ego (10.29): noooo egregio lettore, a quei tempi non erano mucche ma ASINI!!

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Sab, 11/10/2014 - 13:10

xgerico , a me la notizia interessa, mica esistono solo i disoccupati e i pensionati...!

ego

Sab, 11/10/2014 - 13:14

per timoty martin------Però vede come anche in questo blog Santoro abbia ancora degli aficionados barricaderi i quali non si sono stancati di essre presi per i fondelli da questo demagogo televisivo. Penso comunque che alla fine lo share di Santoro si ridurrà a questa residuale platea. Ritengo inoltre che la diminuzione dell'appeal dei telegiornalisti di sinistra sia non solo dovuta all'arretramento di Berlusconi, ma anche all'azione di Renzi che, emarginando la vecchia guardia PD/PCI, ha chiuso l'epoca dell'aggressione politica, pane quotidiano dei menzionati giornalisti.

eglanthyne

Sab, 11/10/2014 - 13:47

Ma CHISSENEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!

xgerico

Sab, 11/10/2014 - 15:57

@atlantide23 Scrive:xgerico , a me la notizia interessa, mica esistono solo i disoccupati e i pensionati...!..............Haaaaaaaaaaaaaaaaaa ho capito, lei vede la TV in base ai sondaggi e non sceglie di testa propia!

xgerico

Sab, 11/10/2014 - 17:54

@baio57 - È la fine di un mondo. Per la prima volta Santoro sconfitto in tv.............. E secondo lei il titolo dell'articolo e consono al contenuto?!

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 11/10/2014 - 18:34

FREEEEEEEEEEGAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!

pilandi

Dom, 12/10/2014 - 10:34

ego se prima di commentare leggessi sarebbe meglio... quando mai in passato una stupida fiction ha battuto gli ascolti di zelig? Ah ma forse tu manco sai cos'é zelig, tu guardi le fiction...e porro...

pilandi

Dom, 12/10/2014 - 10:36

Angelo48 asino ci sarai tu e asinelli i tuoi figli, senza offese per il nobile animale...no, non tu, l'asino.