Fino a 300 euro in meno: dal 2019 sulle pensioni un nuovo effetto Fornero

Taglio ai coefficienti degli assegni per chi si ritira l'anno prossimo: in media meno 1,2%

Il governo appena insediato vuole cancellare la legge Fornero. Ma presumibilmente non farà in tempo a disinnescare l'effetto di una delle parti meno conosciute della riforma previdenziale varata dal governo Monti.

Un meccanismo che, come gli altri della Fornero, si somma a quelli delle precedenti riforme e non viene applicato in nessun altro sistema previdenziale. Ma che in Italia si è fatto sentire con un taglio delle pensioni del 12% in 10 anni, secondo il quotidiano economico Italia Oggi. È l'adeguamento automatico del coefficiente di trasformazione.

In sostanza, la riforma del 2011 prevede che per rendere sostenibile il sistema debbano variare a scadenze fisse, oltre all'età del ritiro, anche i parametri alla base della formula che serve a calcolare la pensione sulla base dei contributi versati. Chiaramente a danno del pensionando che, vivendo di più, si appresta a percepire più assegni.

La novità di questi giorni è un decreto legge pubblicato nella Gazzetta ufficiale venerdì, ma approvato il 15 maggio scorso, quando il governo Conte non era ancora in carica e Luigi Di Maio non era ministro del Lavoro. La legge ha fissato un nuovo adeguamento che comporterà un taglio medio dell'1,2% per chi andrà in pensione nel 2019.

L'adeguamento vale solo per le pensioni calcolate con il metodo contributivo. Altra beffa per le nuove generazioni di pensionati, sfavorite rispetto a quelle precedenti che hanno avuto la fortuna di avere una pensione calcolata sulle ultime retribuzioni. Ma anche una sfida al nuovo governo che vorrebbe invece favorire i pensionati del sistema contributivo, tagliando le rendite dei «retributivi» più ricchi.

L'ultima volta che è stato adeguato il coefficiente di trasformazione è stato nel 2016, prima ancora nel 2013. Effetto della riforma Fornero che ha stabilito scadenze fisse triennali per rivedere i coefficienti. Con questo ultimo adeguamento, un lavoratore che andrà in pensione a 65 anni nel 2019 prenderà una pensione inferiore dell'1,5% rispetto a chi ha avuto la fortuna di ritirarsi un anno prima.

Il taglio non risparmierà pensionati in tarda età, nonostante l'intenzione della riforma Fornero fosse quello di spostare in avanti l'età del ritiro. Un 70 che andrà in pensione il prossimo anno perderà quasi il 2%. Dai 2.943 euro del 2018 ai 2.887 del 2019. Un pensionato che nel 2012 avrebbe avuto diritto a 4.000 euro di pensione, dal 2019 percepirà 3.733 euro.

Il coefficiente di trasformazione esiste dai tempi della riforma Dini, quindi in vigore dal 1996. Da allora e fino al 2010 aveva già garantito ricalcoli (al ribasso) delle pensioni in media dell'8%.

Ai sindacati era stato promesso un tavolo per rivedere i criteri di calcolo, ma non è mai stato avviato. Tra le proposte, quella della Uil. In sostanza, spiega il segretario confederale Domenico Proietti, si tratta di applicare i diversi coefficienti non agli anni di pensionamento ma alle coorti di nascita. Un sistema più equo e anche un disincentivo ad andare in pensione prima per evitare i tagli. Anche perché, gli esperti di previdenza prevedono un esodo di lavoratori per evitare la prossima stretta, prevista nel 2021.

Commenti
Ritratto di LEGIONECRISTIANA

LEGIONECRISTIANA

Dom, 10/06/2018 - 09:43

Si scrive "giornalismo", si pronuncia "terrorismo".

adal46

Dom, 10/06/2018 - 09:53

Beh, se si campa fino a 100 anni, non è certo colpa della Fornero. Obiettivamente non mi sembra un furto parametrare tutto alla durata della vita. In alternativa dare 20.000 euro al mese e dopo 3 anni il curaro....

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 10/06/2018 - 10:05

facciamo una cosa, iniziamo a levare un po' di pensione a tutti quegli statali e amministrativi che sono andati in pensione con 19 anni di servizio fino arrivando ai 40 di servizio. Poi man mano che aumenta l'età abbassare un pochino la pensione anche per le reversibilità.

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 10/06/2018 - 10:14

Togliete gli stipendi alla Fornero e a Monti e metteteli in galera. Mentre per i parlamentari DEMOCRISTIANI e ASSACIATI, togliete la pensione e tassate i loro beni per il 90X100!!!

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Dom, 10/06/2018 - 10:15

Chi a quel tempo sosteneva il governo infame? P.D ? F.I.? Oggi si vota fate voi.

oracolodidelfo

Dom, 10/06/2018 - 10:21

adal46 - si campa sino a 100 anni? Illustre, si guardi in giro ed osservi gli annunci mortuari: quarantenni, cinquantenni, sessantenni deceduti, alcuni, per incidenti ma la maggior parte per malattia che lasciano figli piccoli da crescere e vedove con tutto il carico famigliare da portare! Anche i dati sulla durata della vita hanno mistificato e stanno mistificando!....Miserabili farabutti! E non parli del morbo Fornero, per il quale spero si trovi il più presto un vaccino!

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 10/06/2018 - 10:21

Nell'ultima rilevazione della vita media in itaglia è per la prima volta da anni è emerso che questa era calata, di poco, ma calata. Notizia fatta immefiatamente sparire dai media. Quindi la riforma forma fornero che si basa su questo è solo una truffa per i soliti gonzi italioti. L importante è che paghiamo puntuali l obolo alle ue.

elfrate

Dom, 10/06/2018 - 10:24

buona domenica a tutti. a volte mi sembra di essere un rimbambito, mi riprendo e mi accorgo di essere vivo, vegeto, intelligente: ho capito che dipende dal trovarmi di fronte la foto della Forneso. ma fossi Lei terrei un profilo basso ed invece questa Signora è omnipresente. da delirio

necken

Dom, 10/06/2018 - 10:31

pensioni basate sul sistema contributivo e parametrate all'aspettativa di vite sono cose sacrosante! le generazioni future non possono farsi carico delle pensioni attuali altrimenti la situazione economica sarà insostenibile

ilbelga

Dom, 10/06/2018 - 10:49

Stenos: perfettamente d'accordo con te. certe notizie non vengono date come quella per esempio che chi ha lavorato 40 anni in fabbrica ha una vita media di 76 anni. lo mandiamo in pensione a 70??

ILpiciul

Dom, 10/06/2018 - 10:51

Suggerisco, a chi ha tempo e voglia, di andare a vedere i vari parlamentari che hanno votato a favore della legge Fornero oltre che al Mes e fiscal compact, c'è da divertirsi (per modo di dire). Così, tanto per tenere in memoria.

Blueray

Dom, 10/06/2018 - 10:56

Il coefficiente di trasformazione in rendita per la determinazione dell'importo annuo della pensione contributiva, quale percentuale del montante contributivo individuale nozionale determinato dai contributi versati, è determinato su base statistica per coorte (gruppo di soggetti chiaramente identificato sottoposto a osservazione), e varia in base all'età anagrafica al momento del pensionamento, all'aspettativa di vita media, al tasso di crescita del Pil di lungo periodo. La Legge Fornero è l'evoluzione della legge Dini. L'alternativa oggi è la bancarotta del sistema pensionistico o il conferimento di parte del medesimo nel debito pubblico. Tre strade: scegliere!!!

Paolo2691

Dom, 10/06/2018 - 10:59

SI DICE CORNUTI E BASTONATI I PENSIONATI TUTTO QUESTO GRAZIE AL SINDACATO

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 10/06/2018 - 11:26

Questa foto, che continuate a pubblicare da anni, sta diventando un incubo. Quel gesto con le mani sembra indicare un ipotetico livello raggiunto. Come se stesse pensando "Siamo nella mxxxa fino a qui.". No?

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

FRANGIUS

Dom, 10/06/2018 - 11:39

GIA' IN MOLTI VI ABBIAMO DETTO CHE IL GIORNALE DOVREBBE EVITARE DI CITARE FIGURI IMMONDI CHE ORMAI NON SONO NESSUNO.E RIPETO LA FORNERO,VAURO,TOSCANI,MONTI,TRAVAGLIO,SAVIANO E CO. BELLA. COSTORO NON ASPETTANO ALTRO DI ESSER CITATI PERCHE' SON PERFETTI SCONOSCIUTI,CHE PERO' DAN FASTIDIO AI VOSTRI FEDELI LETTORI SOLO AL VEDERLI TANTO SON BRUTTI....

Ritratto di nando49

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Dom, 10/06/2018 - 12:34

Non capisco una cosa, da quanto leggo sembra che i pensionati non paghino le tasse, pertanto tagliando le pensioni si tagliano conseguentemente le tasse, è pur vero che quest'ultime rapprenta solo il 50 percento del montante, ma comunque è altrettanto vero che il cane continua a rincorrere la propria coda! Ergo non sarebbe più proficuo per l'economia lasciare le cose come stanno ed aumentare le quote contributive a carico dei lavoratori in corrispondenza di una flat tax così come proposta dal cdx?

Nick2

Dom, 10/06/2018 - 12:44

Antonio Signorini, questo giornaletto solitamente non pubblica dati e numeri. Lei stavolta ha fatto un'eccezione, ha dato i numeri... del lotto!

pastello

Dom, 10/06/2018 - 12:47

Si parla di aumento della vita media, mai che un giornalista ci illustri come si calcola questa vita media. Informazione? Un tanto al kilo.

ghorio

Dom, 10/06/2018 - 13:08

Semmai per chi va on pensione dal prossimo anno bisogna incrementare la pensione n di 300 euro. Ecco dove correggere la legge Fornero che penalizza sempre i pensionandi.

Marioga

Dom, 10/06/2018 - 13:34

Certo che se tutti i nostri illustri economisti sono come quelli che hanno ideato un meccanismo tanto ingiusto, togliendo soldi ha chi ha versato i contributi per foraggiare chi non li ha versati, è meglio chiudere le università di economia italiane.

Alessio2012

Dom, 10/06/2018 - 14:20

E' L'EFFETTO DEL COMUNISMO... FINIREMO COME IN CAMBOGIA, CON PANE, ACQUA, UNA CAROTA, E TANTE BASTONATE...

Ritratto di nordest

nordest

Dom, 10/06/2018 - 14:30

Basta farci vedere questa gallina :senza offendere le galline che hanno più cervello della Fornero.

mariolino50

Dom, 10/06/2018 - 15:16

adal46 Fino a 100 anni campano quei pochi rimasti nati prima della guerra, selezionati da natura e privazioni. Quelli nati dopo già muoiono molto più velocemente, basta leggere gli annunci mortuari, trà poco i vegliardi saranno finiti, riaumenteranno le pensioni?

oracolodidelfo

Dom, 10/06/2018 - 15:18

Marioga 13,34 - a cominciare dalla Bocconi!

mariolino50

Dom, 10/06/2018 - 15:21

Io ho lavorato alcuni anni dopo la pensione, i contributi versati e riconosciuti sono circa 25000 euro, che mi danno circa 60 euri in più di pensione. Facendo il calcolo, dovrei campare 108 anni per riprenderli, la cosidetta aspettativa di vita è 78 anni per gli uomini, peccato che gran parte dei miei coetanei sono già morti, sono del 50, fate voi i conti. Con il contributivo RUBANO i contributi, il calcolo giusto era quello vecchio.

ESILIATO

Dom, 10/06/2018 - 15:26

Processarla per alto tradimento e confiscarle tutte le proprieta.

caren

Dom, 10/06/2018 - 16:15

La foto di questo soggetto dantesco da Divina Commedia, con le mani a mò di bilancino, comincia a dare sui nervi. Caro o cara necken, quello che dici secondo me, sono tutte balle create ad arte dal sistema massonico finanziario per sottomerci ed accettare i loro voleri. E' tutta una truffa ai danni del povero cittadino che viene derubato di ciò che gli spetta. Da azzerare, sono altre spese, come mantenimento dei clandestini, vitalizi politici, ecc. ecc.. I soldi, si troverebbero da domani mattina. Cordiali Saluti.

Klotz1960

Dom, 10/06/2018 - 16:41

Ennesima prima pagina del Giornale con una foto quanto mai irritante, dedicata ad un soggetto nefasto che oggi conta ZERO.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 10/06/2018 - 17:20

Riassumendo, contribuisco salatamente per 44 anni e percepirò per pochi anni meno delle pensioni baby, che hanno versato il nulla per 15 anni e la percepiscono da 50 anni? E voi volete credere di rispettare la Costituzione, trattandoci tutti ugulamente? Ma chi volete prendere in giro?

il sorpasso

Dom, 10/06/2018 - 17:38

Ma perchè non si riduce il suo stipendio questa donna?

Ritratto di c_gera

c_gera

Dom, 10/06/2018 - 18:14

E se invece di pensione si chiamasse l'assegno "rimborso"? Finché si fanno i ragionamenti dell'articolo e di tanti commentatori il problema non si risolverà mai. Perché "rimborso"? Beh, è evidente che lo Stato non intende più pagare le pensioni. No, ora intende calcolare un importo esclusivamente sulla base di quanto obbligatoriamente accantonato (quattrini che non investe ma spende nelle mille iniziative dell'INPS e che quindi non ha in cassa). Questo diverso approccio non porrebbe nemmeno il problema dell'età pensionabile. Se Tizio si ritira dal lavoro a 70 anni, per la gioia della Fornero e Cazzola, il suo gruzzolo sarà restituito in 10 annualità (attesa di vita 80 anni?) se esce a 60 anni, la cosa avverrebbe in 20 annualità, se invece lo facesse a 50 anni le annualità aumenterebbero a 30. Ovviamente gli importi sarebbero sempre più bassi, ma questa deve essere una scelta esclusiva della persona dato che sono soldi suoi e nemmeno un euro arriverebbe dalla collettività

Celcap

Dom, 10/06/2018 - 18:30

Mi da l'impressione che questi comincino partendo dalle pagliuzze che abbiamo nell'occhio e non stanno ancora vedendo la trave.

Ritratto di c_gera

c_gera

Dom, 10/06/2018 - 18:32

Perché nessuno va a curiosare la pensione che incasserà la Fornero che tra le lacrime (finte) ha rovinato centinaia di migliaia di italiani? Sicuramente andrà con il retributivo, unico sistema equo, e sarebbe interessante conoscere il suo monte contributivo e se questo sarà sufficiente a garantire all'esperta di previdenza (???) una quindicina di anni di pensione. Idem per Cazzola, classe 1941, ad occhio in pensione da diversi lustri (con tanto di vitalizio parlamentare), grande sostenitore del contributivo.

kosmos56

Dom, 10/06/2018 - 19:33

non è che la proposta di riforma delle pensioni sia tanto meglio della Fornero,anzi.. Ricordo che come ha dello l'esperto della lega Brambilla vuole cancellare la legge Dini (immagino già i ricorsi) ovvero tutti i lavoratori vicini alla pensione quindi quelli che stanno pagando 42 anni e10 mesi di contributi, vedranno le loro pensioni ricalcolate con il sistema contributivo questo significa su una pensione di 2000 euro netti 400 euro in meno al mese. Quota 100 richiede 64 anni minimi d'età.praticamente per un leggero anticipo di uscita ci si trova con una pensione da fame. Il rimedio è peggiore della cura.In compenso verranno elargite pensioni e redditi di cittadinanza integrazioni la minimo tutte senza copertura contributiva.Alla fine sono sempre i soliti che pagano, altro che governo del cambiamento.

maxagefree@gmail.com

Dom, 10/06/2018 - 21:30

Ditemi dove abita . Passerei le notti a tenerla sveglia con un tamburo come lei tiene svegli gli italiani che devono andare in pensione ! Che sia Maledetta !

Rotohorsy

Dom, 10/06/2018 - 22:19

Ma come è riuscita a fare così tanti danni ??