Fitto: "Il Cav ha scelto il cupio dissolvi"

L'europarlamentare: "È ormai chiaro che FI gioca a perdere"

"Caro Presidente, stai scegliendo una linea da "cupio dissolvi", e lo dico con grande amarezza. È ormai chiaro che FI gioca a perdere, disinteressandosi della Puglia e delle ragioni dei pugliesi, che chiedono un’alternativa al malgoverno della sinistra". A dirlo è l’europarlamentare di Forza Italia, Raffaele Fitto. Che continua: "Sto nel partito ma non prendo ordini. In un partito che si dice liberale, ci si sta con le proprie idee. Altrimenti è un triste bunker per un triste tramonto politico. Questa scelta di divisione è sia autolesionistica sia censurabile sul piano dello Statuto. È autolesionistica perché è un autogol, tipico frutto di una dinamica da triste finale di partita, in cui la caccia al "nemico interno" vale più di ogni altra considerazione".

Fitto poi aggiunge: "Ma questo autolesionismo è anche extra-statuto. In base a quali regole, infatti, Forza Italia ha assunto la decisione comunicata oggi? Dinanzi a ciò, mi pare necessaria una grande e seria iniziativa politica di iscritti, militanti e parlamentari di FI per il rispetto in ogni sede legale dello Statuto del partito, che giace da più di un anno come una cosa dimenticata e inapplicata. In Forza Italia e nel Pdl non era mai successo: potevano essere prese, volta per volta, decisioni giuste o sbagliate, condivisibili o no, ma comunque, formalmente, lo Statuto e le regole venivano sempre rispettate. Qui, invece, assistiamo da più di un anno a una vita nazionale e locale del partito completamente extra-legale, dal Presidente in giù, dagli organi nazionali a quelli locali. E serve anche una operazione-verità. Infatti, per quanto appaia assurdo a tutte le persone ragionevoli e intellettualmente oneste, dov’è una parte grande del problema? Parliamoci chiaro: da settimane, c’è chi ha fatto di tutto per escludere dalle liste alcuni amministratori e dirigenti (oltre ai consiglieri regionali uscenti), che hanno a loro volta lavorato bene e che da anni hanno contribuito a fare della Puglia, in tutte le competizioni elettorali, la Regione dei record per il nostro partito. Motivo? Sono "colpevoli" di avere voti e consenso e quindi rischiano di essere eletti!! E così un partito che si è sempre detto liberale usa questa situazione extralegale per escludere persone forti e capaci, e per deliberare fuori da ogni regola scelte di divisione. A maggior ragione serve un’iniziativa. Sono in causa questioni fondamentali. Che strumenti di tutela ci sono se un partito non rispetta le sue stesse regole, estromette persone, esclude suoi membri e dirigenti regolarmente iscritti da possibilità di candidatura? Non è una polemica interna o una polemica pugliese, ma una questione fondamentale di libertà e di democrazia".

Commenti

alox

Dom, 12/04/2015 - 00:29

PS comunque tra dittatura e comunismo e' come scelgiere fra la padella e la brace: cosa dire fate le valige per salvare la pelle fin che si puo'!

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 12/04/2015 - 10:28

Fuor di dubbio che il Cav non ne azzecca una da anni. Tuttavia sta sempre lì e riesce ancora a fare opinione. Per Fitto invece non vedo un bel futuro al suo orizzonte: mi pare che anche lui sia marciando verso il suo “cupio dissolvi”, prevedibilmente politico con appendici giudiziarie. Addio Fitto, penso che le occasioni di rivederti scemeranno rapidamente, senza molti rimpianti.

morgan22

Dom, 12/04/2015 - 11:09

Quando vedo Fitto automaticamente mi ricorda le precedenti regionali nelle quali il Cav.voleva candidare la Poli Bortone(che avrebbe vinto a mani basse), per sponsorizzare un candidato di cui si sono perse le traccie, spalancando così le porte a Vendola. Pertanto si il sig. Fitto volesse togliersi dai piedi ce ne faremmo una ragione, di politicanti come lui l'Italia è piena.

Ritratto di alejob

alejob

Dom, 12/04/2015 - 11:51

Caro Fitto, il tuo CERVELLO è troppo FITTO per non riuscire a vedere cosa gira attorno a te. Tu sei come il Grullo, vuoi la prima FILA e la prima SEDIA, ma per avere queste cose, bisogna prima GUADAGNARLE con il SAPERE e non con la LINGUA.

MEFEL68

Dom, 12/04/2015 - 12:30

Il "cupio dissolvi" è una libera scelta; chi si vuole autodistruggere lo faccia pure, ma non faccia ricadere la sua decisione sugli altri. Gli italiani non si vogliono dissolvere e chi si mette in politica in loro nome, ha il dovere di non danneggiarli. E Fitto ci sta danneggiando.