"La flat tax è nel contratto Ma deve aiutare i deboli"

Il vicepremier M5S: "La flat tax è argomento di contratto, ma non deve favorire i ricchi". E Salvini: "Faremo quanto va fatto nel rispetto dei vincoli"

La flat tax si farà. Lo ribadisce Matteo Salvini - che con tutto il centrodestra ne aveva fatto un cavallo di battaglia durante le elezioni - ma lo conferma pure Luigi Di Maio.

"È argomento da contratto di governo", ricorda il vicepremier e leader del Movimento 5 Stelle. Che però sottolinea come la "tassa piatta" debba essere messa a punto in modo da "aiutare i più deboli": "Ci siamo detti due cose su queste misure: devono aiutare i più deboli se favoriscono i più ricchi non va bene", ha detto Di Maio a Radio Radicale parlando di flat tax e "pace fiscale", "Ma questo lo abbiamo già chiarito quando siamo intervenuti nel contratto di governo e quindi non è una novità che sono due misure che la Lega vuole portare avanti".

In un'intervista al Sole24ore, intanto, Matteo Salvini ha assicurato una "manovra seria" che rispetterà i vincoli europei: "Se vogliamo governare a lungo non possiamo far saltare i conti", ha spiegato, "Il dibattito sul 2,9% arriva alla fine, prima ci mettiamo i contenuti. Ma non sforeremo alcunché". Una manovra in cui troveranno posto il superamento della legge Fornero con "quota 100", ma anche la flat tax, che però partirà "dai più piccoli", partite Iva o famiglie. "È il nostro traguardo", sostiene il vicepremier aprendo alla proposta del M5S di ridurre a tre le aliquote.

Commenti

venco

Mer, 05/09/2018 - 09:16

Se Salvini fa passare la flat-tax e il reddito di cittadinanza la Lega perderà un sacco di consensi. La flat-tax la vogliono i ricchi di destra, quelli che votano Berlusconi.

Giulio42

Mer, 05/09/2018 - 09:32

La flat-tax sarà l'ennesima fregatura per il ceto medio il quale, sarà il finanziatore della riforma a tutto favore dei ricchi. Sarà una legge della sinistra che come sempre odia chi si guadagna i soldi lavorando.

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Mer, 05/09/2018 - 09:38

Ogni tipo di progressività va abolita. Quello che vale per il dipendente deve valere per il professionista o l'imprenditore. Inoltre occorre ampliare l'area di esenzione fiscale. Fino a 18mila€ netti non si paga.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 05/09/2018 - 10:01

La flat-tax - a certe condizioni - può essere giustificata. Il redito di cittadinanza é una follia "economica", destinata ad essere fatalmente fuori dalla realtà.

Giulio42

Mer, 05/09/2018 - 10:17

xContenxtus non oso pensare cosa succederebbe se quelli che guadagnano fino a 18.000 euro netti non pagassero le tasse. Il grosso delle tasse viene da quei lavoratori e senza il loro contributo le fasce seguenti sarebbero massacrate.

Duka

Mer, 05/09/2018 - 10:53

Una Flat-Tax al 25% NON AL 15% da applicare a tutti i redditi da 25/30.000 a 250/300.000 Euro farà solo bene a quella economia che a tutt'oggi mantiene a galla il paese. Evitando così le fughe anche delle piccole imprese verso paesi dove la fiscalità, appunto, non supera il 25% .Ben inteso il 25% deve essere netto nessun altro balzello, accise, ticket e truffe varie.

albixo

Mer, 05/09/2018 - 10:55

Non ho ancora sentito parlare i due vice premier di flat tax in merito ai lavoratori dipendenti che le tasse non solo le pagano e fino all'ultimo eurocent ma sono anche quelli che, a conti fatti,tengono in piedi l'intera Italia.

cir

Mer, 05/09/2018 - 11:03

venco .. vero Ma le tasse devono essere pagate con aliquote che vanno dal 2 % al 90 % ( novanta per cento ). secondo i casi .

Robertin

Mer, 05/09/2018 - 11:17

la flat tax serve per rilanciare l'economia. Più soldi si mettono in tasca ai cittadini più i cittadini spendono. E più sono ricchi più spendono.