Flavio Briatore sulle elezioni comunali a Roma: "Un sindaco non può cambiare la città, ci sono i romani..."

"Ci sono tre topi per ogni abitante. È una città così, dal traffico al modo di presentarsi". E attacca: "Non ho mai fatto affari a Roma e non mi va di fare il turista"

"Roma? Oggi un sindaco non può cambiare le cose. È una città coi romani...". Ai microfoni della Zanzara su Radio 24, Flavio Briatore entra a gamba tesa nella politica. "Leggevo che ci sono tre topi per ogni abitante - tuona - è una città così, dal traffico al modo di presentarsi". Nella sua vita è stato una decina di volte nella Capitale. "Non ho mai fatto affari a Roma, mai un'opportunità - mette in chiaro - e non mi va di fare il turista".

Nella chiacchierata con Giuseppe Cruciani, Briatore non si ferma a parlare della Capitale. Come al solito spazi a trecentosessanta gradi. E, inevitabilmente, finisce anche di parlare di Nichi Vendola che da poco ha avuto un figlio insiema al compagno Eddy Testa ricorrendo all'utero in affitto. "Gli faccio tanti auguri, perché sarà un uomo felice con un bambino. So cosa significa - dice Briatore - fino a qualche tempo fa la famiglia per me era uomo, donna e figli. Adesso nel mondo i gay possono adottare, avere figli". Per l'imprenditore è normale che sia così: "Bisogna pensare al bambino e se loro sono contenti anche il bambino è contento. Io ho un figlio e mi ha cambiato la vita e spero che questo figlio cambi la vita a Vendola". E continua: "Cred che un bambino possa crescere normalmente in una famiglia omosessuale". Briatore racconta, quindi, di avere diversi amici gay che hanno figli e nessun problema. "Il mondo è cambiato - spiega - trent'anni fa sarebbe successo il finimondo. Nel 1998 a New York ho visto in un ristorante due uomini che si baciavano e mi è venuto un colpo, un coccolone - continua - adesso li vedi mano nella mano e va benissimo, non ci fai più caso, queste cose non le puoi più fermare".

Quanto alle elezioni americane Briatore non si fa problemi a rivelare le propie simpatie per il tycoon repubblicano Donald Trump. "Faccio tifo per lui, ha carisma e la classe media ha trovato il suo Lancillotto - pronostica alla Zanzara - Prenderà una valangata di voti". E spiega: "All'inizio la Clinton sognava di averlo come avversario, adesso il sogno sta diventando un incubo perché sta avendo un successo al di fuori di ogni aspettativa". Nonostante le sue sparate. Anzi, secondo Briatore, un po' di populismo ci vuole sempre. "Fa parte del gioco, poi non credo che tiri su davvero un muro col Messico - spiega - non è pericoloso, è un manager che metterà le persone giuste al posto giusto. Donald è il sogno americano, molti americani si identificano con lui. D'altra parte è difficile identificarsi nella Clinton". Anche la frase di Benito Mussolini postata su Twitter, non è una cosa che scandalizza Briatore. "È una frase normale - spiega -uando è scoppiato il casino gli ho mandato sul telefono il video di una parodia e si è messo a ridere".

In conclusione di trasmissione Briatore parla anche del suo "nuovo" aspetto fisico. "La verità è che ho fatto una dieta molto severa". Ha perso 16 chili, quasi 17. "La gente scrive qualsiasi cosa, ma va bene così", commenta riferendosi ad alcune foto uscite sul web in cui appariva con qualche chilo in meno e con un look diverso. Ma nega di aver fatto interventi di chirurgia plastica. "Nessun ritocchino - assicura - quando mi vedrete dal vivo ve ne accorgerete. Non ci sarebbe niente di male, ma non li ho fatti".

Annunci

Commenti

amedeov

Sab, 05/03/2016 - 10:26

Caro Briatore a Roma una volta vi erano i ROMANI ora neanche nei rioni storici(trastevere,testaccio,portonaccio) solo per citarne qualcuno se ne trovano.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 05/03/2016 - 10:28

Fose e' l'unica cosa giusta che ha detto.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Sab, 05/03/2016 - 10:32

Abbiamo appena detto che BERTOLASO è l'unico che pur risolvere i problemi. Adesso il geometra di Cuneo cosa dice? Fermatelo ci farà perdere le elezioni.

un_infiltrato

Sab, 05/03/2016 - 10:32

Il signor briatone si facci l'affari sua. Roma ha bisogno di un Sindaco che abbia i "numeri" per ripulire il Campidoglio. E i Romani faranno la loro parte. Non abbiamo bisogno del parere del signor briatone.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 05/03/2016 - 10:37

Ogni città ha il sindaco che si merita!!

buri

Sab, 05/03/2016 - 10:37

il giudizio di Briatore sui romani p netto e forse esatto, spero solo che non sia totalmente vero, anche perché se fosse definitivo tutta l'Italia br soffrirebbe

tzilighelta

Sab, 05/03/2016 - 11:03

Briatore è uomo di mondo, imparate bananas! Su Trump non sbaglia, in campagna elettorale si dicono un mare di minchiate per convincere i più stupidi, poi al governo cambia tutto!

Anonimo (non verificato)

Caprimulgo

Sab, 05/03/2016 - 11:15

Mi è sempre stato antipatico. Ma questa, l'ha detta giusta. Roma bisognerebbe venderla (ammesso che qualcuno la voglia comprare)alla sola condizione, che l'acquirente, si prenda (in blocco) anche i "romani"

risorgimento2015

Sab, 05/03/2016 - 11:17

Briatore ; Il solito DON ABBONDIO !E` roma come in tutta italia oltre I topi ci sono pure sciami di "cavallette" del terzo mondo.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 05/03/2016 - 11:22

Oh basta là. A Roma, oltre ai romeni, ci sono ancora i romani?

Ritratto di gattofilippo

gattofilippo

Sab, 05/03/2016 - 11:33

Il punto è se i romani vogliano la rollerenza zero, ho i miei dubbi.

il veniero

Sab, 05/03/2016 - 11:34

negli ultimi anni il Lazio è molto migliorato ( in media ) ma Roma è sempre inadatta ad essere capitale . Se quella è la capitale che cosa farà del resto d'italia ? Non parliamo poi DEL MOSTRUOSO DEBITO DELLA REGIONE LAZIO che stanno pagando altri ...come sempre . Il solito furto di stato che va avanti da decenni in questa NON-nazione .

Anonimo (non verificato)

Procivile

Sab, 05/03/2016 - 12:03

Purtroppo i romani non voteranno Bertolaso perchè è l'unico che può tentare di metterli in riga. Loro voteranno chi fa meglio il "lascia fa'"

moshe

Sab, 05/03/2016 - 12:04

"Un sindaco non può cambiare la città, ci sono i romani..." ..... ..... ..... nello stesso modo, nessuno potrà mai cambiare l'Italia, C'E' IL MERIDIONE COME UNA PALLA AL PIEDE !!!!!

Giorgiomp72

Sab, 05/03/2016 - 12:36

Briatore di grazia, nonostante i disastri che Ha vissuto e continua a vivere, Roma resta una città' che per storia, cultura e tradizione mal si addice ad un provincialotto semianalfabeta come te ...dunque bravo resta pure dove sei e continua nei tuoi affari ...

MEFEL68

Sab, 05/03/2016 - 12:48

Pur essendo "un romano de Roma", devo riconoscere che la MIA città fa schifo. Dopo più di 40 anni di sindaci comunisti e l'invasione in atto, qualsiasi altro posto si sarebbe ridotto così. Roma avrebbe bisogno di avere un vero amministratore che amministri con la mentalità di un condominio. Avrebbe bisogno di essere sfoltita da immigrati erranti e malavitosi ai quali la città non è in grado di dare aiuto e dagli stessi romani che si stanno abbandonando al degrado in atto. Fatti questi passi, Roma potrà ridiventare ROMA.

hectorre

Sab, 05/03/2016 - 12:50

roma,napoli,la sicila sono solo alcuni esempi....manca la volontà di certi italiani di volere un vero cambiamento....per interessi personali, per non cambiare nulla,per restare sempre e comunque nell'illegalità.......scandalizzarsi e indignarsi se qualcuno dice la verità è ridicolo....comodo per i cittadini parcheggiare in terza fila, non pagare canone, girare senza casco, senza bollo...ecc...ecc....immaginare che qualcuno metta ordine a questa anarchia li spaventa.

MEFEL68

Sab, 05/03/2016 - 12:51

Caro Briatore, non prendertela con noi romani perchè ormai siamo diventati una sparuta minoranza. Siamo diventati i classici vasi di vetro soffiato in mezzo agli altrettanti classici vasi di acciaio.

Alessio2012

Sab, 05/03/2016 - 12:57

La Meloni è metà sarda e metà siciliana... eppure viene considerata romana tout-court!!!

stefano erbonio

Sab, 05/03/2016 - 13:12

"Un sindaco non può cambiare la città, ci sono i romani..." È una banalità. Diciamo che forse ci vorrebbe un sindaco senza la rassegnazione dei romani. I romani sono sfiduciati, serve qualcuno capace di dargli speranza è faranno la loro parte. Il popolo è migliore di quel ce si pensa.

Gibulca

Sab, 05/03/2016 - 13:12

Leggo qui sotto commenti adirati di lettori romani. Capisco che quello che ha detto Briatore vi dia fastidio, ma ha perfettamente RAGIONE: come si fa a cambiare una città con un popolo becero che storpia l'italiano, che posteggia di traverso sul marciapiede, che butta la spazzatura vicino ai cassonetti, che non rispetta il codice della strada, che non fa la coda e che vuole mostrarsi simpatico ma che al momento buono se ne frega di te? Aveva ragione Alberto Fortis nella sua mitica canzone. L'unica è dare Roma al Vaticano e sganciarla dall'Italia (magari insieme al sud)

Anonimo (non verificato)

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Sab, 05/03/2016 - 13:29

A Roma i romani non ci sono più da tempo. E io romana da generazioni ve lo posso garantire. Qui ormai oltre ai turisti- Tanti - clandestini -troppi- sono tutti calabresi, 'ndragheta, - siculi, -mafia- Cinesi, che ci stanno invadendo in maniera esponenziale - stanno praticamente rilevando tutti i negozi, anche del centro storico, per fare cosa? r i c i c l a g g i o.... ecc.ecc.

xgerico

Sab, 05/03/2016 - 13:30

Da un "evasore" simili discorsi, lasciano il tempo che trova!

vince50

Sab, 05/03/2016 - 13:31

Chiunque esso sia no, sarà certo un sindaco a fermare i poteri occulti(si fa per dire)e gli enormi personali.L'errore che si continua fare,è di credere o meglio illudersi che un uomo possa fare miracoli.Noi siamo fatti così,tutti integerrimi tranne noi stessi.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Sab, 05/03/2016 - 14:00

Ha ragione Briatore. Che poi a Roma siano ormai tutti oriundi campani calabresi e pugliesi poco importa. Abitano lì e si chiamano romani. Che ci si può aspettare ? Che si comportino come svizzeri ? Ma smettiamola ed accettiamo la decadenza di Roma come irreversibile,topi compresi.

enzod

Sab, 05/03/2016 - 14:18

Non ho mai fatto affari a Roma: L'ha scelta per sposarsi con Elisabetta Gregoraci !!! http://www.ilgiornale.it/news/briatore-e-gregoraci-sposi-s-2-milioni-euro.html

nordest

Sab, 05/03/2016 - 14:21

Che i Romani siano disonesti ,fannulloni e incapaci è risaputo mi è bastato vedere Roma nelle attuali condizioni pietose in cui si trova dovuta specialmente a causa dell'assenteismo dei dipendenti pubblici romani come si può dare torto a Briatore?

Trentinowalsche

Sab, 05/03/2016 - 14:22

Parlare di "romani" è fuorviante. Ormai la componente meridionale e straniera (extracomunitaria) sono nettamente prevalenti ed il relativo comportamento del cittadino medio è conseguente. Di recente ho visto un servizio televisivo sulla raccolta differenziata nel quartiere Parioli (zona borghese della città): robe da suk africano...

Ritratto di lettore57

lettore57

Sab, 05/03/2016 - 14:27

@xgerico; esattamente come i suoi posts.

unosolo

Sab, 05/03/2016 - 14:28

se a Roma restassero solo i Romani sarebbe una città , se oggi si presenta male la colpa è solo dei parassiti ,.

belmonte

Sab, 05/03/2016 - 14:32

Caro Briatore, detto alla romana, fatte 'nantra canna.

nordest

Sab, 05/03/2016 - 15:01

Per motivi di lavoro ho visto tutte le città d'Europa ma un cesso come Roma è inconfondibile bravo Briatore.

MOSTARDELLIS

Sab, 05/03/2016 - 16:18

Beh, che dire... gli anni passano per tutti, anche per Briatore. Spazia a trecentosessanta gradi? Farebbe meglio a limitarsi allo spazio della sua barca.

Ritratto di Rames

Rames

Sab, 05/03/2016 - 16:19

Andate a Zurigo e noterete la differenza.O fate la prova del trolley a Roma e prima a Vienna, fatelo scorrere dalla stazione al centro storico.E poi mi dite.Per non parlare dei mezzi pubblici.O mio Dio.

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 05/03/2016 - 16:40

Se Briatone, pensa che i Romani, non potranno mai cambiare di essere CORROTTI, SPORCHI e INCIVILI,"""C`È SOLAMENTE UNA COSA DA FARE, COSTRUIRE UN MURO TUTT`INTORNO E FARE DI ROMA, UNA SECONDA BERLINO"""!!! NON SOLAMENTE I ROMANI, BISOGNA RINCHIUDERE,MA TUTTI I PARLAMENTARI E TUTTI I PEDOFILI DEL CLERO!!! CI POTREMMO SBARAZZARE IN UN COLPO SOLO DI TANTA GENTE SCOMODA .

Ritratto di illuso

illuso

Sab, 05/03/2016 - 16:45

Per quel che riguarda Roma sono d'accordissimo con Flavio. Ieri sera un noto conduttore televisivo di una TV locale rammentò cosa fece la grande Margaret Thatcher nei confronti della municipalità di Londra che fallì sopratutto per cattiva amministrazione. Prese i libri li portò in tribunale e dichiarò fallimento trasformando l' amministrazione e tutto il sistema da far suo. Ecco, penso che la capitale avrebbe bisogno di un personaggio simile. Chiudere tutto: Consociate, enti, municipio ecc. ecc. e trasformare i 60 mila dipendente pubblici in dipendenti lavoratori. Basta danaro che Roma Capitale riceve dai contribuenti italioti, basta, si rimbocchino le maniche e si mettano a lavorare e se non ne sono capaci cambino mestiere.

cianciano

Sab, 05/03/2016 - 16:47

Purtroppo la verità è quella di Briatore e per voi "romani" è difficile da digerire. Cambiare questa città e il suo modo di fare e di ragionare sarà purtroppo impossibile, troppi parassiti. In tutte le pieghe c'è il malaffare civile e politico.

Anonimo (non verificato)

clamajo

Sab, 05/03/2016 - 17:23

Qualcuno ricorda Alberto Fortis???

Ritratto di dalton.russel

Anonimo (non verificato)

Seawolf1

Sab, 05/03/2016 - 18:06

Vi ricordate quando voleva fare il sindaco di Saint Thomas?

forbot

Sab, 05/03/2016 - 18:09

Briatore ha parlato ! Bene, ne prendiamo atto. E' la Sua opinione. Non quella di Dio, padre onnisciente ! Roma e i romani, quelli rimasti, saranno lieti quando inizieranno a vedere che l'ordine la disciplina le regole e le leggi saranno rispettate iniziando a dare il buon esempio dalla Testa. Ricordate il detto: Il pesce quando puzza, inizia dalla testa a puzzare? Orbene, anche nel dirigere una azienda, una città o quant'altro, se il capo non funziona e non sà fare, non si può pretendere che i sottoposti facciano meglio. Questo è elementare Wazzon !

tuttoilmondo

Sab, 05/03/2016 - 18:34

I ROMANI? E 'NDO' STANNO? LA CURA AR CERVELLO TE DEVI DA FA' OGGI A ROMA 30% RUMENI; 15% ASIATICI; 25% NEGRI; 10% ARTRI; 20% ROMANI.

Ritratto di Polaris

Polaris

Sab, 05/03/2016 - 19:04

A Briatò, ma chi te vole!!! A ridicolo...

Ritratto di Polaris

Polaris

Sab, 05/03/2016 - 19:05

1) Roma è piena di intrallazzatori, è vero, ma sono quasi tutti italiani e politici, quindi delle parti vostre. 2) Per quelli che dicono che a Roma ci sono pochi romani, Roma non è solo centro. Fatevi un giro fuori le mura aureliane, stiamo tutti lì e siamo più di due milioni. Al centro ci sono solo uffici e palazzi politici. Roma è sempre stata una città multietnica, sempre fin dalla fondazione e per noi è un vanto. Beata ignoranza; credete veramente che l'Italia sia una nazione monoetnica con tutte le invasioni che ha subito? Illusi, studiate la storia e poi ne riparliamo. A Torino sono tutti calabresi, a Milano sono tutti siciliani, Venezia poi non ne parliamo, i veneziani sono in via di estinzione, etc. Quindi di cosa stiamo parlando. 3) I problemi di Roma sono i problemi dell'Italia. Se voi paesani pensate di vivere in un paradiso, vi avverto, state sognando. Ergo, per il vostro bene vi auguro di non svegliarvi mai.

mifra77

Sab, 05/03/2016 - 19:24

I topi a Roma sono come i politici! Se ogni cittadino romano abitante, catturasse e consegnasse morti i tre che gli appartengono, ne rimarrebbero sempre altrettanti.

Linucs

Sab, 05/03/2016 - 19:28

Giustamente paga l'insulto ai romani con un occhiolino alla lobby delle checche: dovrebbe essere sufficiente per metterlo al sicuro.

un_infiltrato

Sab, 05/03/2016 - 20:01

Ma come si permette questo villanzone di sputare sentenze sul conto dei cittadini della Capitale? Ma chi si crede di essere?

Giorgiomp72

Sab, 05/03/2016 - 21:35

Repetita iuvant: provinciale e becero semianalfabeta...

TonyGiampy

Dom, 06/03/2016 - 01:47

Premetto di essere romano e di vivere da tanti anni in Giappone dove non ho mai visto una lite,un diverbio a colpi di parolacce ecc.Briatore non ha torto come tutti i lettori che criticano i romani.Non tutti mabuona parte sono maleducati,arroganti,presuntu osi,attaccabrighe e violenti.Tuttavia la tolleranza zero va applicata con giudizio,come avviene qui a Tokio.Non si puo' dire da domani niente piu' doppia fila o paghi una multa salata.Prima si devono costruire tutti i parcheggi e a lavoro ultimato far scattare la tolleranza zero.A Roma e forse in tutta Italia e' stato sempre l'opposto.Devi pagare le tasse ma non sai dove, quando e quanto devi pagare.Paghi e ti arriva la multa perche' hai sbagliato.In GIappone non succede!Prima il dovere poi il piacere!

umberto nordio

Dom, 06/03/2016 - 07:46

Lo stesso si può dire dell'Italia.Purtroppo ci sono gli italiani da educare.....

mariolino50

Dom, 06/03/2016 - 09:30

Rames Allora andate a NY o LOndra, e vedrete pantegane grosse come gatti uscire dagli sfoghi della metro, e sudiciome in posti insospettabili. Gli svizzeri campano bene con i soldi di evasori e delinquenti di tutto il mondo, e per lavorare pagano gli altri, come fanno gli arabi del golfo.

rokko

Dom, 06/03/2016 - 09:59

Ma non bastano tutti quelli che già sparano cxxxxxe in tv, occorre andare a cercarcene di nuovi? Briatore intervistiamolo su ciò che sa, cioè il billionaire e poche altre minchiate, ci mancava solo un ignorante come lui che pontifica sugli altri.

Klotz1960

Dom, 06/03/2016 - 11:18

E' la pura, autentica , incontrovertibile verita'. A Roma anche i quartieri residenziali sono sporchi luridi da fare schifo, mentre a Firenze ed a Bologna no. E non e' colpa della nettezza urbana, ma dei Romani, che gettano ogni cartaccia per strada, mentre camminano o prima di scendere dall' auto. Solo i Romani negano questa verita', tutti gli altri non la discutono.

Anonimo (non verificato)