Flavio icona della sinistra, è lui il nuovo Fini

È bastato che litigasse con Salvini per trasformare il sindaco di Verona da razzista in eroe dei progressisti

Tra gli scienziati è nota come «sindrome di Gianfry», dal primo caso studiato, quello di Gianfranco Fini. Sempre pronta a colpire nel centrodestra, i sintomi sono tuttavia inequivocabili: Lilli Gruber inizia a coccolarti come uno statista (e non più come un troglodita), si aprono le porte dei salotti bene, il disprezzo si tramuta in sincera stima, Gad Lerner tifa per te, fioccano inviti e interviste per dare del «dittatore» (che fai mi cacci?) al nemico finalmente comune, si manifestano improvvise svolte politicamente corrette (dazio imprescindibile per essere ammessi nell'establishment), persino sul Manifesto diventi «una persona intelligente», tutto intorno un'aura di eroismo e martirio per essersi ribellato al desposta di turno nel centrodestra. Santoro ha subito colto l'analogia e li ha invitati insieme in tv: Fini e Tosi.

Per l'ex leader di An era stata fatale la poltrona di presidente della Camera, che gli ha spalancato (a lui che «veniva dalle fogne», come si diceva dei missini) onori e privilegi inebrianti, mentre per Tosi, da anni l'uomo forte a Verona (città ricca, poltrona di potere, seppure locale), il progetto di scalare la Lega e poi il centrodestra va avanti da tempo, prima col benestare dei vertici del Carroccio, poi in dissenso, fino all'inevitabile scontro. Inevitabile, anche, incrociare per strada i leader con lo stesso obiettivo (un centrodestra più educato, non populista e zotico). Così, quando nel 2011 Fini e Casini si ritrovano in Fiera a Verona per sondare il terreno del nord leghista, Flavio Tosi si presenta a sorpresa per fare gli onori di casa, anche se lo slogan della convention del Terzo polo, tentativo di coalizione finito nel nulla, è «Viaggio nel nord tradito» (sottinteso: tradito dal governo Pdl più Lega, il suo partito). E sono subito effusioni e attestati di grande stima: «Tosi è un sindaco accorto - si complimenta Fini - anche lui tenta di guardare al di là del bunker dove si sono asserragliati Berlusconi e la Lega». Mentre da Tosi arrivano inviti a Fini a unirsi in un nuovo centrodestra (lì il Senatùr emette il suo delicato giudizio su Tosi: «È uno stronzo»).

Fabrizio Comencini, a lungo segretario della Liga veneta fino alla cacciata decisa da Bossi nel '98, conosce bene la storia di Tosi, veronese come lui. E la legge così, intervistato da Formiche : «Tosi è cambiato, da personaggio barricadero è entrato nel salotto buono della finanza veronese, la più importante in Veneto, gettando le basi di rapporti proficui con la Fondazione Cariverona, azionista di Unicredit, con il Banco popolare, Cattolica assicurazioni e Cattolica banche. Credo che in quegli ambienti sia nata poi la conoscenza con Corrado Passera e altri. La creazione della Fondazione “Ricostruiamo il Paese” (motivo della sua rottura con la Lega, ndr ) è figlia di questo percorso di accreditamento con personaggi di alto livello».

La mutazione di Tosi, che viene dalla destra (anzi era dipinto come «razzista») ma che adesso, per aver fatto a botte con Salvini «perché ha portato la Lega a destra», sembra uno di sinistra, inizia con la crisi della leadership di Bossi. Tosi si presenta come il leghista dal volto buono, quello che non dice cose turpi, che non agita slogan alla Salvini, che stringe la mano alla ministra Kyenge scusandosi per gli insulti leghisti. Il sindaco diventa un ospite frequente dei programmi di Gad Lerner, il giornalista più antileghista del panorama nazionale. Non a caso Lerner adesso twitta: «Schiavo del personaggio che si è cucito addosso, Salvini non poteva che calpestare Tosi». Tosi all'inizio aveva tolto la foto di Napolitano («Un comunista, non mi rappresenta») per metterci Pertini. Nel 2010 rimette Napolitano (detestato dalla Lega): «È un arbitro imparziale».

A Verona lancia, tra i primi, un registro per le coppie di fatto, anche omosessuali. Appena può ci tiene a sottolineare che lui con Berlusconi non c'entra nulla, altra medaglia negli ambienti che contano. «Non lo vedo da qualche anno, si vede che gli sto antipatico» scherza in radio. Flirta con Fitto (e Alfano flirta con Tosi, pronto a sostenerlo in Veneto se si candiderà) e con l'ex banchiere Passera («Con Tosi condivido il no a una Lega con Casapound»). La piddina Moretti, candidata in Veneto, gli fa i complimenti («Lo conosco, è bravo, persona moderata»), mentre il filosofo ex sindaco Pd di Venezia Massimo Cacciari dà la sua benedizione: «Tosi espulso dalla Liga può essere un elemento essenziale nella formazione del nuovo schieramento di centro con Casini, Passera e altri». Manca solo un incoraggiamento da Fini e un editoriale di Scalfari e gliele hanno tirate tutte.

Commenti

Alberto70

Ven, 13/03/2015 - 14:41

Ma perchè ogni volta che uno dissente in un partito del cdx viene espulso ? Soprattutto non è possibile dissentire dal capo partito senza essere accusati di tradimento, essere messi alla gogna e essere definiti AMICI DELLA SINISTRA ?? era un antico e tipico vizio della sinistra che emarginava coloro che non la pensavano come il leader del partito, venivano estromessi, espulsi oppure nei paesi dittatoriali addirittura sparivano. Ora questo metodo è applicato con inquietante ricorrenza anche nel campo del cdx, Tosi è stato espulso perchè non condivideva le tesi di Salvini, non per questo diventa un traditore, solo ha un diverso modo di intendere la politica di quello che dovrebbe essere un moderno partito di centro-destra. Tosi, Fini, Alfano, Fitto, Verdini e forse ne dimentico qualcuno....tutti traditori e improvvisamente AMICI DEI COMUNISTI ?? Ma per favore... :-)

killkoms

Ven, 13/03/2015 - 14:42

la sinistra "adora" gli altrui "utili idioti"!

fisis

Ven, 13/03/2015 - 14:42

Spero che Tosi faccia la fine di Fini, traditore degli elettori di centrodestra, in questo caso deLega, disprezzato e infine dimenticato.

Agus

Ven, 13/03/2015 - 14:52

Ma la volete finire di rovinarmi la giornata con la foto di quel traditore balordo di fini?????

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 13/03/2015 - 14:56

Bella coppia,manca il terzo.Basteranno 30 denari???? Non credo.

roseg

Ven, 13/03/2015 - 14:57

COME DARGLI TORTO PURE IO QUANDO VEDO LE FOTO DI GIANFRY MI SENTO TUTTO UN RIMESCOLIO AHAHAHAH.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Ven, 13/03/2015 - 14:59

Come al solito, fa scompisciare dal ridere il consueto e prevedibile comportamento indecente degli ottusi trinariciuti del PD, sempre pronti, nonostante la loro millantata superiorità morale, ad imbarcare nel proprio Partito-Discarica indifferenziata tutti i peggiori rottami politici defenestrati dai loro partiti di appartenenza. Buon ultimo arriva il ridicolo Tosi sul quale hanno sempre sputacchiato sino a ieri. Ma come dimenticare gli insuperabili Fini, Casini, Buttiglione, Alf-Ano, Mastella, Cicchitto, e via rottamando. Senza, naturalmente, voler dimenticare anche i penultimi scarti grillini già stipati in magazzino. Questo a significare che alla putrida indecenza COMUNISTA non c’è nessuno in grado di fare concorrenza!

albertzanna

Ven, 13/03/2015 - 15:02

REDAZIONE, COSA NE DITE DI PUBBLICARE, OGNI TANTO, QUALCHE COSA CONTRO RENZI - AVVISO PER GLI INGENUI: Flavio Tosi è da mò che teneva il piede in due staffe. Sono certo di sfondare una porta aperta affermando che da sinistra gli era già stata promessa la poltrona di governatore, se avesse sfasciato la Lega Carroccio. E' una tattica che venne usata da Scalfavo Nel 1994, blandendo Bossi, per abbattere subito Berlusconi che aveva demolito il PDS, poi fu la volta di Follini, finito a fare la sguattera nel PD, poi le blandizie con Casini, Poi la volta di Fini a cui Napolitano promise Palazzo Chigi. La sinistra non ama le novità e le idee d'avanguardia, blatera di cambiare...., perché nulla faccia cambiare il tornaconto dei sinistri al potere. A chi fa i sondaggi dico solamente che i voti si contano dopo le elezioni, non dimenticate Italia Futura, che doveva sbancare il Pdl e poi FI....... albertzanna

albertzanna

Ven, 13/03/2015 - 15:07

REDAZIONE, MA QUALE DUPLICATO????COSA NE DITE DI PUBBLICARE, OGNI TANTO, QUALCHE COSA CONTRO RENZI - AVVISO PER GLI INGENUI: Flavio Tosi è da mò che teneva il piede in due staffe. Sono certo di sfondare una porta aperta affermando che da sinistra gli era già stata promessa la poltrona di governatore, se avesse sfasciato la Lega Carroccio. E' una tattica che venne usata da Scalfavo Nel 1994, blandendo Bossi, per abbattere subito Berlusconi che aveva demolito il PDS, poi fu la volta di Follini, finito a fare la sguattera nel PD, poi le blandizie con Casini, Poi la volta di Fini a cui Napolitano promise Palazzo Chigi. La sinistra non ama le novità e le idee d'avanguardia, blatera di cambiare...., perché nulla faccia cambiare il tornaconto dei sinistri al potere. A chi fa i sondaggi dico solamente che i voti si contano dopo le elezioni, non dimenticate Italia Futura, che doveva sbancare il Pdl e poi FI....... albertzanna

rigadritto

Ven, 13/03/2015 - 15:10

Va be’ dai adesso non facciamo i finti scandalizzati su cose come queste... chiamali scemi: Tosi sta offrendo un lumicino di possibilità di vincere ad una Moretti che altrimenti verrebbe asfaltata dal buon Zaia. È logico che soffino sul fuoco della divisione portando Tosi sugli allori. Pensiamo ai problemi nopstri gente, per me il problema si chiama trovare urgentemente un nuovo leader di cdx con lo stesso carisma di Berlusconi.

Gianca59

Ven, 13/03/2015 - 15:10

Fosse così la dice lunga su quanto sia pretestuoso e ridicolo il mondo della politica italiana e di chi vi ronza, per convenienza, attorno. Persone poco serie.

albertzanna

Ven, 13/03/2015 - 15:11

ALBERTO 70 - bella arrampicata di 7° superiore, solo che invece di roccia lei usa gli specchi. Vada a parlare con la maggioranza dei veronesi del giorno d'oggi, e le diranno che Tosi è da un pochino che ha smesso di fare gli interessi della citta, per fare i suoi interessi personali: poltrone, poltrone, poltrone e potere. Albertzanna

cicero08

Ven, 13/03/2015 - 15:13

Tosi è e vuole essere un'icona della destra.. Non per niente è stato precursore nel voler sfidare anche Berlusconi in caso di primarie....

ORCHIDEABLU

Ven, 13/03/2015 - 15:14

PAOLO BRACALINI FANTASTICO DIVERTITA SATIRO MODERNO RISPETTOSO QUASI PUR PRENDENDOLI IN GIRO DEI 2 PERSONAGGI POLITICI.AHAHAHAHAHHH BRAVO .TOSI E' LA SPERANZA DI TUTTE QUELLE PERSONE CHE SI SONO RAVVEDUTE PER CONQUISTATA AUTONOMIA E LIBERTA' DAI PREGIUDIZI PER L'IGNORANZA DEI RAZZISTI.PROVOCARE I DISPERATI O GENTE INNOCUA PRIMA O POI PORTA A DOVERSI CONFRONTARE,I LEGHISTI IN TUTTI QUESTI ANNI PENSAVANO DI CONTINUARE ADOFFENDERE SENZA REAZIONE DI ALCUNI STANCHI DI ESSERE INSULTATI?NODO VENGONO SEMPRE AL PETTINE.QUINDI RIMANDATO O PROMOSSO TOSI SI VEDRA' DALLA SUA INTELLIGENZA.

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 13/03/2015 - 15:14

Tosi-Fini, due faccie, una razza......si, quella suina!

Ritratto di lurabo

lurabo

Ven, 13/03/2015 - 15:16

Flavio icona della sinistra, non c'è da meravigliarsi, questo sono, non cambieranno mai

pupism

Ven, 13/03/2015 - 15:16

Dov'era Tosi quando la lega era ridotta al 2/3 %? Se ora viaggia su percentuiali a due cifre è solo grazie a Salvini, Maroni & co. Adessio è comodo rivendicare più spazio. P.S. intantop la fidanzata è deputata grazie ai voti di lega e allora PDL non certo grazie alla sinistra, Alfano, Fini o casini!!!

ilfatto

Ven, 13/03/2015 - 15:17

e vai....il caterpillar del fango ha ricominciato a sparale..oggi uno domani un altro..avete sempre da fare in questo giornaletto..

geronimo1

Ven, 13/03/2015 - 15:17

Giuda, sai dove te la mettiamo la sindrome di Gianfry????? A guardarvi nella foto sembrate gemelli, lo sarete sino al vostro ultimo momento???? Luridi traditori, quelli come voi stanno affossando il cdx e facendo il gioco dei kompagni!!!!!!!!!!!!!!!!

Alberto70

Ven, 13/03/2015 - 15:18

Albertzanna, dissentire dalle idee un filo estreme di Salvini non vuol dire essere di sinistra. Ci può stare, si chiama democrazia. Non mi pare che Tosi sia uscito di sua sponte dalla Lega ma ne è stato espulso. Se Salvini lo avesse tenuto dentro accettando la normale dialettica democratica non ci sarebbe stato nessun problema. Invece ora Tosi potrebbe candidarsi e togliere voti a Zaia. Tuttavia non lo vedo proprio approdare sulle sponde del Pd. Pronto ad ammettere l'errore di giudizio semmai accadrà.

Antonio43

Ven, 13/03/2015 - 15:20

Povero Tosi, peccato! Si è ritrovato nel posto sbagliato nel momento giusto! Addio carriera, adesso chiunque lo accarezza o è un fallito, tipo Fini o è qualcuno che lo vuole affossare definitivamente per prendergli il posto, brutta, bruttissima posizione.

Ritratto di Giano

Giano

Ven, 13/03/2015 - 15:20

Tosi sta perfettamente a suo agio nella foto di famiglia, fra Rutelli, Fini, Casini; il meglio del peggio, il nulla in cravatta.

Alberto70

Ven, 13/03/2015 - 15:28

ALBERTZANNA, evidentemente lei ha un osservato,rio privilegiato ed ha conoscenza diretta della gente di Verona, se è come dic e lei Tosi farà un bel buco nell'acqua, è la democrazia. Personalemente lo apprezzo molto più di Salvini che è forte con gli slogan e capace di dire quello che non va, ma non propone a mio modesto avviso ricette percorribili.

INGVDI

Ven, 13/03/2015 - 15:30

Da un pezzo Tosi non condivide la linea politica della Lega. Un errore non espellerlo in tempo. Cari cattocomunisti prendetevelo questo personaggio di scarso valore morale, appartiene alla vostra specie.

opinione-critica

Ven, 13/03/2015 - 15:34

Fuori tutti i cxxxxxxi dal centro-destra. Che passino subito a sinistra la loro vera casa madre. Abbiamo già abbastanza clandestini da mantenere; non dobbiamo mantenere e sentire gli utili idioti della sinistra...

giseppe48

Ven, 13/03/2015 - 15:34

da veronese ti dico caro tosi che se vai con fini sei finito ti brucerai tutte le strade e finirai nella mxxxa come lui e la moetti riderà riderà(ps 6 un co@@òò@@e)

Rossana Rossi

Ven, 13/03/2015 - 15:44

Caro Alberto70 forse ti sfugge un particolare, voltare gabbana in corsa dopo che sei seduto su una cadrega per i voti presi con un partito a casa mia si chiama tradimento. A tutti è possibile cambiare idea, allora ti dimetti se in quel partito non ti trovi più E TE NE TORNI A CASA TUA, non vai a leccare il c..o ad altri per ottenere un'altra sedia......troppo comodo, ma voi sinistrati siete abitudinari di questi metodi,vero?

82masso

Ven, 13/03/2015 - 15:47

Con Tosi la lega ha perso una bella occasione. Peccato.

LuPiFrance

Ven, 13/03/2015 - 15:51

Poi,pero', tutti gli utili idioti vengono lasciati al loro destino, Gianfry ma anche formicchioni

mariolino50

Ven, 13/03/2015 - 16:08

Rossana Rossi E chi decide in un partito come si deve pensare, chi non è d'accordo con il segretario deve essere buttato fuori, il partito, qualunque partito, è di tutti gli iscritti e non solo del segretario. Lo stesso sistema di Renzi, che manovra il pd come fosse roba sua, ambedue cacciano gente che era lì molto prima di loro, dovrebbe essere il contrario, se ne và l'ultimo arrivato, e non i fondatori.

Alberto70

Ven, 13/03/2015 - 16:09

Rossana Rossi, i suoi interventi sono sempre all'insegna dell'animosità e violenza verbale, come le altre volte le consiglio di respirare bene e calmarsi un poco. La pochezza degli argomenti che porta è abbastanza deprimente ma ribadisco che nel caso di Tosi NON HA CAMBIATO PARTITO O IDEA, è stato espulso, con metodo poco democratico a mio modesto parere, perchè non condivideva le idee del leader. Non mi pare stia leccando alcunchè e anzi ha detto che vuole partire dal suo consenso personale, grande o piccolo che sia. Quindi il suo ragionamento non può applicarsi a Tosi. Viceversa sono d'accordo con lei che in altri casi abbiamo visto simili deprecabili comportamenti in Parlamento, aggiungo DA AMBEDUE LE PARTI, perchè non ci possiamo di menticare di RAZZI e SCILIPOTI eletti con Di Pietro...

Alberto70

Ven, 13/03/2015 - 16:14

ROSSANA ROSSI, non condividere le idee dei Leader Illuminati :-) (Berlusconi o Salvini) non vuol dire essere come lei dice "SINISTRATI". Vuol semplicemente dire che si è di centro destra in modo diverso. Rovesciando il ragionamento potrei dire che i "leader illuminati" di cui sopra hanno tradito le idee del originarie del partito o le attese degli elettori ... Lascerei stare quaeta fissa del tradimento che fa molto EX PCI, per cui si veniva espulsi e messi alla gogna... Ci rifletta :-)

Atlantico

Ven, 13/03/2015 - 16:27

Solo perchè ieri è stato ospite di Santoro ? Ci mancherebbe, per un giornalista, solo che non si ospitasse un importante leader della lega appena espulso da Salvini. Bracalini però non l'ha capito.

Atlantico

Ven, 13/03/2015 - 16:33

Alberto70, provo a risponderti io perchè se aspetti che rispondano i banani ... Loro spiegano tutta la storia del berlusconismo e dintorni come un incessante susseguirsi di tradimenti, complotti, trame di palazzo, ecc. In questo modo si spiegano tutti i fallimenti. I partiti della destra italiana sono partiti 'leninisti', ossia non tollerano nessuna differenza di allineamento con il 'capo'. E il più leninista di tutti è la lega: per fare l'elenco degli espulsi serve l'elenco del telefono. Fu espulso anche Maroni che poi fece atto di sottomissione a Bossi, che arrivò persino, udite udite, ad espellere la sorella e sono stati espulsi praticamente tutti i fondatori e gli esponenti della primissima ora.

albertzanna

Ven, 13/03/2015 - 16:39

82MASSO - eeeee sì, sito proprio un masso massa grande....

Alberto70

Ven, 13/03/2015 - 17:06

Atlantico grazie, mi ero infatti dimenticato di Maroni :-) Il cui unico torto allora era stato di NON VOLER FAR CADERE IL GOVERNO MOLLANDO L'ALLEANZA DI GOVERNO SOTTOSCRITTA CON FI :-)Allora chi era il "TRADITORE" Bossi o Maroni ?? Altre volte ci siamo confrontati su questo punto e non posso che ribadire il mio profondo disagio e amarezza di fronte alla deriva, questa si COMUNISTA, dei partiti di cdx che vanno avanti a espulsioni e accuse di tradimento. D'altra parte il culto della personalità non era per niente estraneo ai comunisti sotto ogni latitudine...Lenin, Stalin, Fidel, Mao, Togliatti..Veramente triste vedere oggi lo stesso atteggiamento in quell'area che dovrebbe o potrebbe esssere la mia.. sigh..

albertzanna

Ven, 13/03/2015 - 18:42

ALBERTO70 E ATLANTICO - a vostro confronto, come scalatore di pareti impossibili, Reinhold Messner è un povero dilettante. Siete dei sinistrati penosi. Albertzanna

vittoriomazzucato

Sab, 14/03/2015 - 12:53

Sono Luca. E' già stato dalla Gruber e lo rivedremo spesso. Affermare che Napolitano è stato un arbitro imparziale significa non capire e non sapere niente di politica e questo mi basta per classificare il soggetto. Ma lo si era già capito da tempo. GRAZIE.