Foibe, Gasparri: "Si devono ricordare tutte le tragedie del '900. L'Anpi partecipi alla cerimonia al Quirinale"

Il senatore di Forza Italia, da sempre in prima linea per celebrare il ricordo delle vittime della tragedia, ha ricordato l'importanza del giorno del ricordo: "Ringrazio il Capo dello Stato. Ora l'Anpi partecipi alle celebrazioni al Quirinale"

"Tutti hanno il dovere di ricordare le tragedie del 900". Tutte, senza distinzione. Ne è convinto il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri, che ad Adnkronos ha spiegato l'importanza della memoria. Da anni in prima linea per portare alla luce la tragedia delle Foibe e l'esodo forzato da Istria, Fiume e la Dalmazia, l'esponente azzurro ha ricordato che il 10 febbraio si commemorano le vittime "grazie a una legge dello Stato approvata una quindicina d'anni fa dal 95% del parlamento".

"Ringrazio il presidente delal Repubblica che, quest'anno, ha voluto che la giornata del ricordo fosse nuovamente celebrata al Quirinale e non più nelle pur prestigiose sedi di Camera e Senato", ha aggiunto Gasparri. Per il senatore, all'evento, in programma per il 9 febbraio, "farebbe bene a partecipare anche l'Anpi, come pure altre associazioni". E aggiunge di aver "letto con meraviglia e indignazione alcune affermazioni negazioniste sul sito dell'Anpi di Rovigo". A questo proposito, il senatore ha sottolineato come "la non partecipazione dell'Anpi rappresenterebbe un problema". E conclude: "Non vorrei che l'imbarazzo derivasse dal fatto che allo sterminio, insieme ai comunisti slavi, parteciparono anche alcuni italiani".

Commenti

REX5000

Dom, 03/02/2019 - 18:56

Non alcuni ,ma tanti