La folla abbraccia Padre Pio e gli chiede ancora miracoli

Il santo scortato per il centro di Roma come un capo di Stato. Oltre 20mila in piazza: code di ore per vederlo in Vaticano

Le teche con le spoglie di San Pio da Pietrelcina e di San Leopoldo Mandic, i due santi cappuccini scelti da Papa Francesco come testimoni del Giubileo della Misericordia, sfilano tra due ali di folla per il centro della Capitale, fino a raggiungere San Pietro.Una folla infinita, oltre 20mila fedeli, ha accompagnato la processione che si è snodata lungo le vie della città, in un percorso di un chilometro e mezzo, dalla Chiesa di San Salvatore in Lauro (nel centro storico della Capitale) fino alla Basilica Vaticana. Città paralizzata, traffico in tilt, nove le zone rosse. Pellegrini appostati lungo le transenne e nell'intero tragitto per accompagnare i due santi. «Viva padre Pio», urla qualcuno fuori alla Chiesa di San Salvatore in Lauro, rimasta aperta giorno e notte per l'esposizione delle reliquie del frate con la stimmate. Canti, preghiere e le immancabili foto con i flash. Tra i devoti anche una mamma, incinta, che rischia di perdere il bambino a causa di una grave malattia diagnosticata. Grida dallo strazio, chiedendo a San Pio la grazia di un miracolo. «La gente ha bisogno di modelli alti racconta monsignor Pietro Bongiovanni, parroco di San Salvatore in Lauro ha bisogno di modelli che ci indichino il soprannaturale, oltre le banalità di questa vita e alle cose che passano. L'uomo prosegue - più si allontana da questa verità più si impoverisce. Padre Pio ha una forza carismatica immensa perché ci parla di soprannaturale, che non si impone con la mania del potere, ma che passa attraverso la via della compassione». «La Chiesa di San Salvatore in Lauro è rimasta aperta giorno e notte conclude mons. Bongiovanni abbiamo avuto oltre 10mila fedeli in appena 12 ore».In testa alla processione i frati di San Giovanni Rotondo e dell'ordine dei frati minori cappuccini; poi la teca con il corpo di padre Mandic, frate di origine croata venerato a Padova; a seguire l'urna con le spoglie di padre Pio. Una processione scortata dai carabinieri in alta uniforme e da ingenti misure di sicurezza, la stessa che viene riservata a un capo di Stato di alto rango in visita ufficiale. Le reliquie sono arrivate in serata in piazza San Pietro, accolte sul sagrato dal cardinale Angelo Comastri, arciprete della basilica vaticana. Poi l'ingresso in Basilica (le due teche sono state portate a spalla) e una folla infinita in coda anche da ore pur di venerare per un solo istante il santo più amato di tutti i tempi. Una foto, i fiori, la recita del rosario e la processione intorno al corpo dei due santi voluti da Papa Francesco a Roma per l'Anno Santo straordinario. Ieri mattina, al termine dell'udienza privata con il Papa, i frati hanno annunciato di aver donato al Pontefice una casa che offrirà ospitalità a cinque famiglie di profughi senza fissa dimora. Si chiamerà «Casa Papa Francesco. Padre Pio per le famiglie dei migranti». «Segno concreto riferiscono i frati - per ricordare l'onore che il Papa ha riservato al nostro santo confratello, scegliendolo come modello di misericordia».Le spoglie di padre Pio, che per la prima volta lasciano San Giovanni Rotondo, insieme a quelle di san Leopoldo, resteranno a San Pietro fino all'11 febbraio, prima di fare ritorno dopo 100 anni - a Pietrelcina, terra che diede i natali a padre Pio. Questa mattina, alle 10, Papa Francesco concederà un'udienza speciale agli aderenti dei gruppi di preghiera di padre Pio e ai dipendenti della Casa Sollievo della Sofferenza. «Sono attesi oltre 60mila pellegrini riferisce il portavoce dei frati minori cappuccini, Stefano Campanella arrivano da tutta Italia per partecipare a questo straordinario evento».

Commenti
Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Sab, 06/02/2016 - 09:34

Quest'anno a Roma, tutte le pensano, credo per far concorrenza a Viareggio e Venezia, di sabato grasso.

Kerenkeren

Sab, 06/02/2016 - 09:38

Uno spettacolo indegno che ci porta indietro di secoli e pensare che altri paesi contano di sbarcare su Marte. Il Vaticano ha astutamente portato a Roma un richiamo per attrarre i fedeli, dato che il giubileo langue e i migliaia di hotel vaticani sono vuoti.Che geni ,che astute strategie .hanno aperto un nuovo filone ,poi toccherà alle altre centinaia di santi sparsi ovunque.e, via così AL PROSSIMO SANTO. ,

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 06/02/2016 - 09:50

Lasciate in pace i morti!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Sab, 06/02/2016 - 10:35

Si ti prego San Pio regala un po di sale tra la segatura avariata che ha Toscano nel cervello.

linoalo1

Sab, 06/02/2016 - 10:55

Poveri Ignorantoni!!!Credono ancora ai Maghi ed alle Streghe!!!Ma queste persone,quanti annni hanno??Capisco se fossero bambini!!!!Ma cosa sono????Adulti senza cervello???Sveglia!!!Il Cervello,non è un 'optional'!!!Lo abbiamo fin dalla nascita!!!Usatelo,altrimenti si atrofizza e vi riduce in questo stato!!!Esattamente come gli Indiani d'America che danzavano intorno ai Totem!!!!

FRANZJOSEFVONOS...

Sab, 06/02/2016 - 11:36

PERCHE' NON COMMENTATE L'ARTICOLO DEL FATTO QUOTIDIANO E I CxxxxxxI CATTOCOMUNISTI CHE SONO ALLEATI DELLA SINISTRA FAVORENDO QUESTO CD GIORNALE. AVEVA RAGIONE PADRE PIO. KERENKEREN LA VOGLIAMO FINIRE DI PARLARE DI MEDIO EVO? CORREI SAPERE CHI E' QUEL CxxxxxxE CHE STUDIA TUTTE QUESTE CRETINATE DEL MEDIO EVO. UN IGNORANTE PUO' SOSTENERE MEDIO EVO. RICORDATI CHE SONO ATTI DI STORIA BEN PIU' VECCHI DEL MEDIO EVO. MA POI QUALE MEDIO EVO? L'IGNORANTE DI SINISTRA CHE HA INVENTATO QUESTO TERMINE NON CONOSCE CHE CI SONO MEDIO EVO? L'ALTO E IL BASSO MEDIO EVO. STUDIATE STUDIATE GENTE. LINOALE GUARDA CHE CI SONO PERSONE CHE HANNO UN Q.I. DI OLTRE 140 E NON PENSO CHE TU ARRIVI. STUDIA LA STORIA E NON CREDERE CHE BISOGNA PRENDERE L'OMBRELLO SE VIENE ORDINATO DAL PARTITO? MI HAI CAPITO?

Ritratto di scaligero

scaligero

Sab, 06/02/2016 - 12:01

Mah,...mi sa che siamo tornati ai tempi di Lutero, o no? Tutto questo putiferio medievale attorno alla salma di un santo...?! Il rispetto e la reverenza sì, anche se penso che un vero cristiano non abbia bisogno di reliquie se crede in Dio. E la reliquia, quasi sempre, è servita per scopi men che spirituali...

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 06/02/2016 - 12:32

io chiedo solo una cosa, a padre pio: di fermare questi pazzi del PD!!!!!!

Pippo3

Sab, 06/02/2016 - 12:32

@linoalo1 bravo lei ha fatto una perfetta descrizione del suo stato cerebrale

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 06/02/2016 - 12:42

Che differenza c'è fra gli adoratori di padre Pio che fanno il casino descritto nell'articolo e quelli che nella posizione della pecora cantano Allahu Akhbar? Dal mio punto di vista sono tutti in preda a isteria colettiva, Sbaglio?

Ritratto di tempus_fugit_888

Anonimo (non verificato)

joecivitanova

Sab, 06/02/2016 - 13:11

Io non ho fede (peccato, forse. La fede poi è un dono, dicono..); ma se la fede si deve ridurre ad un selfie con la mummia di Padre Pio, per poter dire e dimostrare che..'io c'ero'(letto sul messaggero di oggi-il selfie), allora può darsi che sia meglio non averne. G.

seccatissimo

Dom, 07/02/2016 - 03:50

x FRANZJOSEFVONOS. Una persona non del tutto ignorante, con un minimo di cultura, una persona non autistica, che ha effettivamente un Q.I. non manipolato, oltre 140, non può assolutamente essere un credente convinto e sincero, tanto meno credente nei miracoli se non quelli di cui la natura ci allieta infinite ed infinite volte al giorno, senza soluzione di continuità dai tempi dei tempi! In realtà la "fede" di una persona intelligente e razionale è ipocrisia di copertura, primitiva superstizione e spesso anche speculazione economica!