La follia arriva anche in Giappone: 19 disabili uccisi a coltellate

È accaduto vicino a Tokio: l'autore della carneficina è stato arrestato

La follia arriva anche in Giappone e il bilancio è tragico: diciannove persone sono state uccise e almeno altre venti ferite in un attacco avvenuto in una struttura per disabili a Sagamihara, a ovest di Tokyo, in Giappone, la Tsukui Yamayuri Garden. Un uomo armato di coltello ha ammazzato alcuni ospiti del centro e ne ha feriti molti altri (di cui 4 gravemente) prima di essere arrestato: si tratterebbe di un 26enne, un ex dipendente della struttura, che si sarebbe consegnato nelle mani della polizia

dopo aver cercato di fuggire. L'episodio è avvenuto intorno alle 2.30 di martedì, ora locale. Il centro di cura, che si trova nella prefettura di Kanagawa a circa 10 miglia da Tokyo, offre sostegno alle persone con disabilità, offrendo loro pasti, attività ricreative e di riabilitazione. L'attentatore avrebbe confessato

alla polizia i motivi del gesto con parole semplici e assurde allo stesso tempo: «Volevo farlo da tempo: voglio sbarazzarmi

dei disabili che vivono in questo mondo».