Fondi e uomini per il Viminale accogliente

Venti consulenti per i nuovi progetti di asilo. E ripartono i bandi per i centri

Roma - I funzionari del Viminale da qualche giorno sono già pronti a rimettere in moto la macchina mangiasoldi di quell'accoglienza pressoché indiscriminata che accomuna le spese per l'ospitalità degli stranieri a tutta una serie di altri servizi correlati. E per scaldare i motori in seno al governo Conte bis, e all'arrivo della neo ministro dell'Interno Luciana Lamorgese, sono già partiti il sistema di monitoraggio delle condizioni dei centri, alcuni progetti di integrazione e di interpretariato sociale, non ultimo il controllo e gestione dei flussi. Pronti sul tavolo circa due milioni (2.017.760 euro) per avviare un'infornata di 20 consulenti esterni che, una volta ingaggiati, dovranno essere a disposizione e supporto degli uffici coinvolti nella gestione del sistema d'accoglienza degli immigrati. Lo scopo di questi nuovi collaboratori sarà anche quello di studiare nuovi progetti per il sistema comune di asilo (il cosiddetto Ceas) di cui si parla tanto in Europa, fin dal 2016, ma poco si è realizzato.

Come per incanto però riappaiono anche i nuovi bandi di gara per l'accoglienza diffusa e le proroghe di affidamenti già in corso. E dire poi che spesso gli atti siglati a sostegno delle proroghe nella pubblica amministrazione sono stati definiti da autority Anticorruzione e tribunali amministrativi illegittimi e quindi ricusati in sede giudiziaria. Forse però questo codicillo diventa superfluo quando si tratta di prolungare l'appalto affidato alla rete di imprese capeggiata dalla società Cles, presieduta da Alessandro Ferdinando Leon, figlio del più celebre Paolo. A Cles e soci sono stati assegnati con trattativa privata 300mila euro per monitorare la rete di accoglienza fino a dicembre. Vale a dire che invece di indire una nuova gara si è preferito organizzare un tavolo per proseguire nell'intento con una nuova offerta tecnica. In prima istanza, ossia per un anno e mezzo di studio e monitoraggio, scaduto proprio a luglio scorso, il gruppo di imprese tra cui il Cespi di Piero Fassino e la cooperativa milanese di Massimo Conte fautore della battaglia per l'integrazione di rom e sinti, aveva intascato ben 2 milioni 780mila euro. Si riparte quindi con gli stessi attori. Stessa commedia. Solo in replica: aiutare i disperati naufraghi del mare salvati dalle Ong e distribuire a pioggia i soldi dell'erario pubblico per alimentare cooperative, enti benefici e onlus.

Senza dimenticare che la neo inquilina del Viminale è una strenua sostenitrice dell'accoglienza diffusa. Più conosciuta negli ambienti come Sprar. Ovvero la rete dei Servizi di protezione per i richiedenti asilo e rifugiati che però Matteo Salvini nei suoi 15 mesi di mandato aveva subito trasformato in Siproimi. Una rete di servizi appositi per i minori e i rifugiati certificati. Non si esclude invece che questa modalità di accoglienza e servizi verrà di nuovo modificata: si manterranno in piedi progetti già finanziati per i giovani immigrati (circa 2 milioni di euro) ma si incrementeranno anche quelli per i richiedenti asilo che rientreranno nelle grazie del governo Conte bis. E con loro non si esclude che si rimetterà in moto anche il meccanismo della tutela legale gratuita per chi vuole richiedere la protezione internazionale, procedere al ricorso, usufruire dell'interprete per colloqui in sedi amministrative e giudiziarie. Insomma porti aperti, Mediterraneo tempestato da navi umanitarie, sbarchi ininterrotti e ritardi nei rimpatri.

Commenti

aldoroma

Ven, 06/09/2019 - 08:37

Loro al primo posto gli Italiani dopo... Grazie

Kucio

Ven, 06/09/2019 - 09:08

Bene questo è volere bene all Italia

jaguar

Ven, 06/09/2019 - 09:09

E Salvini sentitamente ringrazia.

Fjr

Ven, 06/09/2019 - 09:15

20 consulenti da pagare e come al solito saranno amici degli amici adesso beccatevela tutta la Lamorgese ricordatevi delle sue gesta nel biennio 2017 2018 a Milano dopo aver lasciato la prefettura in molti hanno stappato

Calmapiatta

Ven, 06/09/2019 - 09:33

Questo governo, che si è già venduto anima e corpo alla UE, non farà nulla sull'immigrazione. L'invasione, che comunque non si è mai realmente interrotta, riprederà, le coop, le ONG e i vari pescecani continueranno a fatturare guadagni alle spalle dei migranti e dei cittadini italiani.

Ritratto di Zaakli

Zaakli

Ven, 06/09/2019 - 09:41

Bravi! Effettivamente loro riescono a fare tutto quanto gli permettiamo di fare, quindi, sono furbi loro o... distratti noi? Ma questa volta però ci si potrebbe mettere di mezzo un bel lunedì nero...

lafinedelmondo

Ven, 06/09/2019 - 09:52

MANOVRE ECONOMICHE CON MILIARDI PER I NUOVI CENTRI DI ACCOGLIENZA, INTANTO SI COMINCIA DAL PALAZZO A SPENDERE... NATURALMENTE MOLTI POI FINISCONO NELLE STRADE DEI CITTADINI A SPACCIARE, VIOLENTARE MINACCIARE, SPORCARE...

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 06/09/2019 - 10:36

Addio a quota 100 per destinarli ai clandestini!? Che bella roba che partoriscono.

Adespota

Ven, 06/09/2019 - 11:01

Partenza col botto della nuova ministra. Neppure la ex presidenta della camera avrebbe potuto fare meglio!

jaguar

Ven, 06/09/2019 - 11:04

do-ut-des, avevi qualche dubbio in proposito? Ma questo non è nulla, si parla già di una mazzata sulle partite iva. Se fosse vero il prossimo anno ci sarebbe una moria di liberi professionisti.

sereni

Ven, 06/09/2019 - 11:18

Leggendo l'articolo, e leggendo i post, si vede come la gente si fa manipolare con queste notizie false e tendenziose volte solo alla propaganda. Se aveste solo un'idea del funzionamento della macchina, capireste che in un giorno tutto questo non si possa fare. è più che evidente che il mandante di tutto questo lavoro è il precedente inquilino, quello nuovo può solo fermare tutto questo sempre che non fossero già stati autorizzati ed in via di pubblicazione bandi e decreti. essere ignoranti non è una colpa, non informarsi e non usare la testa si!

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Ven, 06/09/2019 - 11:19

Ma i corazzieri non li avra'?Vi sottorreremo con milioni di voti.

sereni

Ven, 06/09/2019 - 11:21

Forse sono i fondi che salvini non ha destinato a rinforzare il comparto di polizia. Avrebbe fatto bene a destinarli per il personale, ma invece si è preoccupato di farsi un bel comizio per l'inaugurazione di un commissariato senza uomini, che non riesce a mettere in piedi neanche una volante. fidatevi del capitano... findus!

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Ven, 06/09/2019 - 11:31

Bruceranno i nostri soldi per mantenere i loro privilegi attraverso il consenso elettorale dei nuovi cittadini, "comprati" con aiuti sociali incontrollati e pagati con le tasse di chi lavora.

Ritratto di adl

adl

Ven, 06/09/2019 - 11:33

Sprar a carico di PANTALONE ITALIANO, per far risparmiare OTAN UE che ci costa solo 25 mld. l'anno, per far guerra alla Russia, dare 6 mld. al sultano che ci ricatta, devastare la Libia e servire fedelmente gli esportatori di democrazia, come previsto dalla costituzione più bella del mondo.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Ven, 06/09/2019 - 12:22

E che bisogno c'e' di consulenti per farsi invadere? Aiuto al nemico?

igiulp

Ven, 06/09/2019 - 12:25

sereni (11:21) - Stia pure sereno....... Con le sue convinzioni e con i suoi "forse", sicuramente potrà arrivarci ad esserlo. Continui nella sua supponenza.

killkoms

Ven, 06/09/2019 - 12:35

gli italiani possono aspettare !

opinione-critica

Ven, 06/09/2019 - 13:15

La sinistra italiana, specialmente il P.C. durante e dopo la II guerra mondiale volevano consegnare l'Italia a Stalin che astutamente declinò il gesto. Adesso ci sono gli eredi di questi patrioti che vogliono fare di più: arrendersi all'occupazione che chiamano immigrazione, finanziando l'immigrazione stessa. Dobbiamo regalare una copia del libro di Bat Ye'or: "Eurabia" e una copia del libro "Armi di migrazioni di massa", a questi politicanti. No ci ho ripensato, risparmiamoci i soldi dei libri,sono semi-analfabeti che fanno politica al soldo straniero.

agosvac

Ven, 06/09/2019 - 13:19

Mettere al Ministero dell'Interno una persona pro-accoglienza è come dare ad un lupo affamato la direzione di un bel gregge di pecorelle ben nutrite.

ilrompiballe

Ven, 06/09/2019 - 14:28

Qualcuno aveva dei dubbi? Ci sono interessi mostruosi dietro il traffico dei "migranti", e fino a prova contraria "c'est l'argent qui fait la guerre". E questo governo è nato per favorire una serie di interessi che vanno dall'alta finanza franco-tedesca alle varie "associazioni benefiche". Il bene del nostro Paese non c'entra un fico secco.

amicomuffo

Ven, 06/09/2019 - 14:49

sarò curioso un domani, quando le imposte andranno a chiederle ai nuovi italiani! Ci sarà proprio da ridere!

Silpar

Ven, 06/09/2019 - 15:01

la ex prefetta??? ha cominciato la spending review ahahahahahah tanto mica paga lei....ahahahahahahah w l'Italia.... hahahahahah non dimenticate che stasera c'' il grande fratello e domani le partite ahahahahah

Adespota

Ven, 06/09/2019 - 15:06

@sereni: se lei è così ben informato sulla burocrazia ministeriale ci illumini: è così improbabile che i progetti sinistri , messi probabilmente nel cassetto con l'arrivo dei giallo verdi al potere, non siano stati rispolverati ora, con il cambio di governo ? In questo mese di vacanza governativa c'è stato tutto il tempo per manovrare già in tal senso o no? La nuova ministra non è casuale, visto che si occupava proprio di quel settore e ne aveva perfetta contezza. Infine: da quali fonti può asserire con sicumera che i progetti in oggetto fossero gialloverdi e non frutto del lavoro del precedente governo? . Comunque anzichè ipotesi, come quelle da me formulate, se lei ha delle certezze suffragate da prove, ce le fornisca, le saremo grati e così potremo essere tutti meno ignoranti...

Happy1937

Ven, 06/09/2019 - 16:39

E noi paghiamo!

hellas

Ven, 06/09/2019 - 21:20

La Lamorgese si rivelerà una delle figure più pericolose ed inquietanti di questo " nuovo" e vergognoso esecutivo.